Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni

Recensione “Andare oltre” – T. M. Smith

T M Smith (3)

Titolo: Andare oltre
Autore: T. M. Smith
Serie: All Cocks #3
Genere: Contemporaneo, Erotico
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Andare oltre

SINOSSI

Jon Brennan viene da una lunga stirpe di uomini in divisa, tutti nati e cresciuti per indossare l’uniforme. La sua famiglia e i colleghi lo supportano a ogni suo passo, perciò non ha bisogno di nascondere la sua preferenza verso gli uomini. Fra gli impegni di lavoro e la sua grande e rumorosa famiglia, mezza irlandese e mezza italiana, non c’è molto tempo per gli appuntamenti romantici, men che meno per trovare un uomo che sappia reggere lo stress derivante dalle responsabilità come detective della polizia di New York.
Kory White è presuntuoso e scontroso con la maggior parte delle persone, ma in realtà è tutta scena, una facciata che lo aiuta a tenere il suo cuore al sicuro dal mondo. Da bambino, infatti, Kory ha perso la madre per causa violenta. Subito dopo, lui e sua sorella Kassandra sono stati separati dai servizi sociali. Mentre Kassandra è stata adottata in pochissimo tempo, lui ha passato i dieci anni successivi tra una casa famiglia e l’altra, prima di trasferirsi nella Grande Mela. Nel tentativo di tenere chiunque lontano da sé, Kory si è impegnato nel costruire il perfetto alter ego: Hayden Cox, il modello più impudente del sito All Cocks.
Questi due uomini dalla forte volontà sono decisamente l’uno l’opposto dell’altro. Entrambi sono testardi, Kory anche più di Jon. Ma Jon è abituato a mantenere il controllo e ad avere il comando, così Kory si ritrova a doverlo affrontare ogni singola volta. Proprio quando sembra che i due abbiano trovato un modo per navigare nelle acque sconosciute dell’amore, la tragedia bussa nuovamente alla porta di Kory. Instabili e forti, anche di fronte alle avversità, entrambi rifiutano di allontanarsi e di mettere fine al loro amore.

Evelyne2

«Anche se amarti mi terrorizza, l’idea di non amarti mi farebbe ancor più paura.»  

Dopo aver letto “Gay for Pay” e “Fama e Fortuna” ero curiosissima di scoprire quale fosse la storia di Kory e cosa mai l’autrice ci avrebbe presentato. Sono rimasta molto sorpresa quando mi sono resa conto di avere davanti a me una storia molto più semplice e pulita di quanto pensassi.
Kory è arrogante, superficiale e scontroso, rappresenta alla perfezione il suo personaggio. Peccato che in realtà lui non sia realmente così. Mantiene in parte i tratti che mostra all’esterno, ma dopo aver conosciuto Jon vediamo intravedersi una personalità molto più malleabile e dolce. Mai mi sarei aspettata fosse così propenso ad aprirsi con Jon, condividere con lui le sue paure e iniziare a far intuire anche ai ragazzi di All Cocks, la sua famiglia, quanto in realtà sia una bella persona.
Ho amato Jon e la sua famiglia, perfetta a suo modo. Nonostante alcuni personaggi siano difficili, come ad esempio la nonna, personaggio che non ho apprezzato a primo impatto, l’autrice è riuscita a presentarli molto bene. Tra tutti i fratelli di Jon, Tristan è sicuramente quello che mi è piaciuto di più. Tutti loro mettono ancor più in risalto la personalità di Jon, sicuro di sé, affascinante e onesto. La coppia protagonista è certamente ben assortita.

Anche se era sicuro che Jon fosse interessato davvero a lui, non al suo alias, ed era anche certo che non gli avrebbe mai fatto intenzionalmente del male, la vita era comunque una stronza amara e crudele.

Molto commovente la parte finale e la presa di posizione di Kory. Se prima ero indecisa riguardo il suo personaggio, in quel momento ho dovuto rivalutarlo. Non ho apprezzato particolarmente la coincidenza finale, scontata e un po’ forzata.
Come i volumi precedenti, anche in questo caso abbiamo molte scene di sesso, chi ha conosciuto Kory può facilmente immaginare perché. Gli attori di “All Cocks” ancora una volta ci mostrano l’ambiente del porno con sensualità e familiarità.

3.5

Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni

Recensione “Fama e fortuna” – T. M. Smith

T M Smith (2)

Titolo: Fama e fortuna
Autore: T. M. Smith
Serie: All Cocks #2
Genere: Contemporaneo, Threesome
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Fama e fortuna

SINOSSI

Victor Dimir si è trasferito in America assieme ai propri genitori, quando era ancora un bambino. Sua madre e suo padre, entrambi rumeni, gli hanno insegnato il valore delle tradizioni e al tempo stesso gli hanno mostrato come diventare un accorto uomo d’affari. Ma sono state le attenzioni rivoltegli da un compagno di scuola, a far conoscere a Victor la propria sessualità. Quando ha deciso di fare coming-out con i suoi genitori, sapeva che non sarebbe stato facile, ma non si aspettava di certo che l’avrebbero addirittura disconosciuto.
Andrew Jones è cresciuto con una madre single e con la nonna, che gli hanno insegnato a vivere, nonostante un padre assente. In effetti, l’unica cosa buona che quell’uomo ha fatto per Andy è stato di comprargli una videocamera, per il tredicesimo compleanno. Quando Andrew parte per il college con una borsa di studio, per studiare fotogiornalismo, finisce per innamorarsi del proprio compagno di stanza rumeno.
I due diventano inseparabili, e cominciano un’attività insieme: un sito internet dedicato al porno gay, dove la gente sarebbe andata a guardare del porno romantico, invece del solito schifo che imperversava su internet a quel tempo. Dopo dieci anni insieme, Andrew e Victor sono ancora perfettamente felici, inconsapevoli però che manchi loro qualcosa, fino a quando non incontrarono un giovane uomo spezzato, in cerca di una famiglia.
Matthew Carlson non ha un tetto sulla testa, non ha un lavoro, ed è un uomo distrutto. A sedici anni è scappato di casa, dopo essere stato brutalmente violentato da diversi ragazzi che aveva creduto amici, e dopo essersi sentito dire dai genitori che tutto quel che era successo era stato a causa sua e del suo essere gay. Matthew negli ultimi anni ha fatto un sacco di cose diverse pur di sopravvivere, così, quando trova un volantino di All Cocks, decide di scoprire dove lo porterà. Cos’ha da perdere, dopotutto? Matthew ha delle cicatrici profonde, non visibili alla maggior parte delle persone, ma quando entra in All Cocks, sia Victor che Andrew riescono a vedere il buio nei suoi occhi. Possono anche vedere lui.
È possibile per tre uomini, che prima non sapevano quanto avessero bisogno l’uno dell’altro, superare il pregiudizio della società e trovare la loro felicità insieme?

Evelyne2

Matthew, Andrew e Victor sono i protagonisti di “Fama e Fortuna”, secondo volume della serie “All Cocks”. Chi ha letto “Gay for pay” conosce i personaggi di cui sto  parlando e si sarà già fatto un’idea delle loro personalità e dei sentimenti che li legano. Qui scopriamo come la loro relazione ha avuto inizio.
Conosciamo Andrew e Victor, che ancor prima di conoscere Matthew erano una coppia affiatata, impegnata nella gestione del loro sito porno. Sapevo che il personaggio di Andrew mi sarebbe piaciuto molto e non sono affatto rimasta delusa. Senza di lui la relazione non potrebbe andare avanti: è dolce, comprensivo e sempre disponibile per capire e aiutare il prossimo. Allo stesso tempo, però, è anche in grado di riflettere e non lasciarsi prendere dai sentimenti quando ce ne è bisogno. Victor, soprannominato Dracula da alcuni, a mio parere racchiude proprio quello che è il suo personaggio. È istintivo, scontroso e sicuramente il più dominante.
Vediamo questi due uomini insieme, dopo aver già formato un rapporto solido e duraturo. Grazie a questo, per il lettore è più semplice riuscire ad inserire Matthew. Non amo particolarmente i casi in cui il trio si viene a creare dopo che due dei protagonisti sono già stati insieme per anni, perché continuo a vedere, in qualche modo, le loro figure come le principali nella coppia. In questa storia Matthew è il personaggio più giovane e si nota molto. Ha un bagaglio sulle spalle completamente diverso rispetto agli altri due, che lo mette nella posizione di avere bisogno di entrambi costantemente. Tratto non del tutto negativo, ma che mi ha portata a pensare a lui come al “piccolo” che viene accudito. In una posizione, insomma, non del tutto alla pari e allo stesso piano di Andrew e Victor, che invece lo guidano.
Il sesso, fondamentale e molto presente in ogni libro della serie, qui è presentato diversamente. Assume quasi una connotazione più romantica. Un modo per unire i tre al di là della differenza d’età e di personalità. Molto dolce, mai volgare.

Quello che stava guardando era amore, era il sesso come sarebbe dovuto essere. Non un atto di violenza in cui qualcuno veniva maltrattato, spezzato e ferito.

È una lettura piacevole, piuttosto fluida.
Punto molto sul volume seguente, sono curiosa di scoprire la storia di Kory, personaggio che ancora non riesco a definire.

3

Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni

Recensione “Gay for Pay” – T. M. Smith

T M Smith (1)

Titolo: Gay for Pay
Autore: T. M. Smith
Serie: All Cocks #1
Genere: Contemporaneo, Erotico
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: Gay for Pay

SINOSSI

Christopher Allan Roberts pensava di avere un futuro promettente: una borsa di studio in Alabama, Amanda, la sua ragazza al proprio fianco e il supporto e l’amore della famiglia. Una notte, un errore, e tutto cambia. Chris si trasferisce a New York, solo e alla deriva. Una passeggiata notturna lo porta per caso nel club Berlin, dove trova un volantino che promette fama e ricchezza per chiunque sia disposto a mettersi davanti a una telecamera e fare sesso con un altro uomo. I soldi sono pur sempre soldi e, in fondo, quanto può essere difficile?
Christopher Allan Roberts diventa Kris Alen, l’ultimo arrivo su All Cocks, una pornostar che diventa gay dietro compenso.
Lincoln Carter è sempre stato sincero con tutti, compresa la famiglia, riguardo a chi sia e alle proprie inclinazioni sessuali. Linc Larson, pornostar gay nonché bisessuale dichiarato, è pronto a fare qualunque cosa con chiunque, il che gli apre tutte le porte in un settore in cui la versatilità è tenuta in alta considerazione. Ciò che ora Linc vuole è la possibilità di girare una scena con l’ultimo acquisto di All Cocks, Kris Alen, ma non sa se ad attrarlo sia il desiderio di “provare il giocattolo nuovo”, oppure l’espressione distante e ferita che risiede nella profondità degli occhi di Kris.
Linc scopre presto che Kris sta lavorando come gay a pagamento solo per racimolare un po’ di soldi. Può un bisessuale con problemi di fiducia rompere le barriere che Kris ha eretto intorno a sé, e aiutare quindi Christopher a superare il doloroso passato da cui sta scappando?
Gay for Pay è la storia di due uomini che dovranno fare i conti con gli errori commessi in passato, se vogliono rimanere insieme e avere un futuro.

Evelyne2

Il sito web per soli uomini All Cocks cerca nuovi talenti.
Attenzione: anche se è preferibile che siate omosessuali o bi-sessuali, non è un requisito necessario. Siamo orgogliosi di essere un sito variegato che assume anche gay a pagamento.

Primo volume della serie “All Cocks”, “Gay for Pay” ci presenta Chris e Linc, protagonisti della storia.
Sono rimasta molto sorpresa dalla scelta dell’autrice di presentare un gruppo di ragazzi molto diversi tra loro, eppure uniti come se avessero legami di sangue. “All Cocks”, il sito porno che tre dei personaggi secondari gestiscono, mi ha sorpresa in più momenti. Le descrizioni dettagliate fornite ci danno un’idea piuttosto completa di come sia la vita di un attore, di come vengano girate le scene e di quanto in realtà ci sia dietro quel poco che noi vediamo. Sicuramente un’idea originale e molto interessante, che mi sarebbe piaciuta ancora di più se l’autrice avesse dato ai due protagonisti la stessa attenzione riservata al resto della storia.
Chris incontra gli attori di “All Cocks” in un momento difficile della sua vita. Non ha idea di cosa fare ne dove andare, la sua unica certezza è la necessità di trovare un lavoro che possa aiutarlo ad andare avanti. Ho compreso cosa l’autrice volesse trasmetterci con la sua entrata nel mondo del porno, anche se non mi è piaciuto il modo in cui Chris viene “battezzato” nel mondo gay, come se nulla fosse. Se fosse stato più marcato questo aspetto e trattato con la giusta cura, sicuramente l’avrei apprezzato di più.
Linc mi è piaciuto, anche se rimane molto sullo sfondo. Sembra quasi essere un qualsiasi personaggio in alcuni momenti, un vero peccato, perché credo potesse dare molto di più.

Linc raggiunse la porta e si fermò, girandosi per tendergli la mano. “Vieni dentro?” E fu in quell’istante che Chris capì che lo avrebbe seguito ovunque volesse andare.

Le scene di sesso, come immaginerete, sono molte e frequenti. Non troviamo solo momenti intimi tra Chris e Linc, ma la presentazione vera e propria delle scene che vengono girate all’interno della proprietà di Victor, “capo” di questa singolare famiglia.
La lettura è scorrevole e piacevole, le scene di sesso ben descritte e in alcuni momenti anche interessanti. Non è una storia impegnativa, eppure attrae quanto basta per riuscire a godersi la lettura e apprezzare i personaggi.

3

Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni, recensioni in anteprima

Recensione in anteprima “Il coraggio di sperare” – T. M. Smith

T M Smith

Titolo: Il coraggio di sperare
Autore: T. M. Smith
Serie: All Cocks #4
Genere: Contemporaneo, Threesome
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Il coraggio di sapere

SINOSSI

Tristan è il secondo dei fratelli Brennan, nonché la mosca bianca della famiglia; quasi tutti gli uomini Brennan hanno infatti una carriera nei corpi di Stato, ma in quanto psicanalista Tristan sceglie di aiutare le persone in modo diverso. Tranquillo e controllato, è contento di starsene in disparte. Poi incontra due uomini, entrambi spezzati e distrutti da perdite che sono andate oltre il loro controllo.
Gabriel Simonson è in lutto per la morte del compagno. L’atto di violenza sfrenata che gli ha portato via Gio ha lasciato tutta la famiglia di All Cocks devastata, e l’unica cosa che impedisce a Gabe di annegare nella miseria è l’amicizia nata con Micah, l’ultimo modello approdato sul sito. Fatica ad andare avanti e, sotto la pressione di tutti i membri di All Cocks, acconsente a sottoporsi ad alcune sedute psicanalitiche; ma a una condizione: anche Micah deve partecipare.
Micah Solo ha familiarità con la perdita, avendo perso la gamba sinistra e molto di più in Iraq. Negli ultimi due anni è sempre stato solo, vulnerabile e alla deriva; i ricordi della guerra perseguitano i suoi sogni, invadendo anche la sua vita. Con All Cocks, Micah ha trovato l’accettazione di cui aveva bisogno e la famiglia che aveva perso, ma è ancora alla ricerca di pace e felicità.
L’amicizia fra i tre è istantanea, e l’attrazione reciproca evidente. Si girano intorno, nel desiderio di qualcosa in più, ma incerti sulla possibilità che quel sogno si realizzi. Devono accettare la vita così come si presenta, o possono permettersi di sperare in qualcosa oltre la semplice amicizia?

Evelyne2

Il coraggio di sperare” è il quarto libro della serie “All Cocks” di T.M.Smith.
Come anche nel secondo libro, ci troviamo davanti una threesome, con tre personaggi complessi come protagonisti. Tristan, Micah e Gabe sono molto diversi tra loro. Conosciamo Micah e Gabe poiché entrambi lavorano per All Cocks. Micah è uno dei loro attori, sta attraversando un momento difficile a causa del suo DSPT e l’amputazione della gamba. Gabe lavora come aiuto tecnico, poiché dopo la morte del suo compagno ha scelto di porre fine alla sua carriera di attore porno. Vivendo nella stessa casa e avendo entrambi la speranza di superare un momento difficile, i due legano molto prima che il terzo personaggio, Tristan, entri a far parte del loro trio. Questo mi è piaciuto da un lato, poiché ci permette di conoscere bene i due, ma dall’altro da diviso in due parti la storia. Abbiamo per più della metà la presentazione di Micah e Gabe come coppia, senza tener conto di Tristan, nonostante li conosca già e tutti siano coscienti dell’attrazione che li lega, anche se la cosa non viene definita con chiarezza. Motivo per cui, il forte cambiamento che avviene dopo la scelta di Tristan, loro psicologo e amico, mi ha lasciata in parte l’amaro in bocca. Ho apprezzato moltissimo il suo personaggio, anche più degli altri, ed è per questo che vedere un’evoluzione così veloce in un rapporto così particolare mi ha stupita. Mi sarei aspettata venisse data più attenzione ai passaggi che avrebbero portato all’unione dei tre e non una realizzazione, un fidanzamento con trasferimento immediati.
Mi è piaciuto molto però,  il modo in cui l’autore affronta la DSPT di Micah, con le terapie, e la sofferenza di Gabe, che non svanisce malgrado si sia innamorato di un’altra persona. L’influenza che Tristan ha sulla loro persona è incredibile. Comprendo il pensiero di uno dei personaggi quando viene posto il quesito riguardante la possibilità che i due si siano infatuato del dottore a causa dell’aiuto che lui sta dando loro per superare i momenti di crisi. Una via di mezzo tra affetto e riconoscenza. È un’idea che può dare sicuramente, ma in generale devo dire che il suo inserimento mi è piaciuto.

“Devo decidere chi voglio. A meno che, per un qualche colpo di fortuna assurdo, non riesca ad averli entrambi.”

Appaiono molti personaggi secondari, che sono stati i protagonisti dei primi libri. Non ho molto apprezzato un avvenimento in particolare che riguarda Mattie, Victor e Andrew, ma nel complesso non mi è dispiaciuto ritrovarli e vedere ancora una volta i legami che si sono venuti a creare tra loro.
Caratterizzato da molte scene di sesso, come potete immaginare, questo quarto volume segue la linea del precedenti.
Se li avete letti, vi consiglio di continuare la lettura della serie.

3.5


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni, recensioni in anteprima

Recensione in anteprima “Amanti” – T. M. Smith

coverTitolo: Amanti
Autore: T. M. Smith
Serie: Survivor #2
Genere: Contemporaneo, Threesome, Poliziesco
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Amanti

SINOSSI

La vita non è sempre stata tenera con Shannon Dupree. All’apparenza è spensierato e spassoso, ma quando si tratta del suo passato è evasivo e riservato. Dopo essere scappato da genitori anaffettivi a soli quindici anni, Shannon finisce dritto tra le braccia del diavolo.
Rory Landers è una stella nascente del Bureau. La sua vita personale, tuttavia, non è niente di particolare. Spera di portare la sua relazione con Frank Moore al livello successivo, quando finalmente risolveranno il caso dell’omicidio Langford, ma la cosa non si risolve come previsto. Il lato positivo è l’incontro con Shannon Dupree, studente del college dallo spirito libero.
Rand Davis si ritrova quarantenne e single, da quando il suo compagno da oltre dieci anni gli è stato infedele. Prendere il comando della squadra Casi Irrisolti gli dà un po’ di tempo libero, e Rand accoglie con favore nuove amicizie all’interno della cerchia famigliare Langford-Moore. Crede che avere delle relazioni non sia nel suo destino, finché non incontra un agente strafottente e un vivace biondino che gli fanno desiderare molto di più.
Passato, presente, dolore e sofferenza si scontrano, inaugurando la possibilità di una vita e di un amore per cui valga la pena combattere. Sebbene le loro personalità non potrebbero essere più diverse, i loro tre cuori battono allo stesso ritmo. Shannon, Rory e Rand imparano la definizione di amore, impegno e forza e, se lo permetteranno, il trio troverà tutto questo e molto altro ancora… l’uno nell’altro.

Evelyne2

Devo ammettere di non aver letto il primo libro, “Sopravvissuto” (qui la nostra recensione), ma desideravo tanto conoscere Shan, Rory e Rand. Purtroppo però, non conoscere la storia mi ha reso davvero difficile in un primo momento comprendere non solo le dinamiche tra i personaggi, ma soprattutto riuscire a collegare i nomi. Non ho inoltre compreso l’inserimento del capitolo del Direttore, non avendo idea di quale fosse la sua importanza nel volume precedente. Mi era stato detto che non ci sarebbe stato alcun problema iniziando “Amanti” senza aver prima conosciuto la storia di Taylor e Frank, ma non è stato così.
Ho già letto libri di questa autrice e ancora una volta ho apprezzato la caratterizzazione dei personaggi, inseriti in una storia dalla trama articolata. Mi è piaciuto l’avanzare negli anni dei primi capitoli del volume, osservando ognuno dei tre protagonisti in un anno diverso, così da avere una panoramica del loro passato. Mi ha permesso anche di farmi un’idea di cosa potessi aspettarmi da loro e i vari collegamenti tra le indagini di Rory, il passato di Shan e la scelta di Rand di iniziare un nuovo capitolo della propria vita.

Non so se voglio strozzarlo o baciarlo, pensò, stringendo le labbra per trattenersi dal sorridere come un idiota. L’agente speciale Rory Landers era un enigma. Uno che Rand aveva intenzione di sbrogliare, pezzo per pezzo.

Ognuno a modo suo affronta un cambiamento e anche se lo affrontano in momenti differenti, tutti e tre si congiungono, chiudendo un ciclo iniziato anni prima.
Rory è senza ombra di dubbio il protagonista che più ho apprezzato. Se affascinata dalla sua figura flessuosa e sensuale o dalla sua personalità, non saprei dirlo. Il modo in cui fa suo il dolore di Shan mi ha commossa. Tra i tre, Rory è sicuramente il personaggio con un passato e una personalità che grava molto meno sulla coppia e successivamente sul trio.
Shan, al contrario, è sicuramente il centro di ogni problema all’interno del trio. Rispecchia pienamente l’idea del twink giovane, ballerino e mingherlino. Questo mi ha in qualche modo portata ad apprezzare maggiormente gli altri due, anche se non ho affatto disprezzato il suo personaggio, molto dolce e intuitivo in alcuni momenti. Il suo passato rimane al centro di quelle che sono le vicende del trio, rimanendo quindi sempre un gradino più in alto, a mio parere, rispetto a Rory e Rand.
Inizialmente avevo qualche dubbio riguardo il personaggio di Rand. Avendo lasciato in precedenza il suo compagno per averlo scoperto a tradire, trovavo davvero strano l’inserimento di questo personaggio all’interno di una coppia già consolidata. Lo vedevo in qualche modo intenzionato a frapporsi tra loro, considerando sempre la sua propensione verso Shan, nonostante trascorre la maggior parte del tempo in compagnia di Rory. Fortunatamente però mi sono ricreduta in parte, vedendo la caratterizzazione completa di questo personaggio e soprattutto realistica. Aspetto fondamentale se si vuole raccontare una storia simile. La sua figura, molto più autoritaria rispetto a quella di Rory o Shan, ha reso sorprendente la sua presa di posizione e la sua reazione poi, in un momento di sconforto.

“Quindi, qualunque idea ti stia girando in quel tuo testone, faresti meglio a essere davvero sicuro prima di iniziare”. Rand annuì, accettando la logica. “A meno che tu non stia pensando di corteggiare entrambi.”

Un momento che però non mi è piaciuto affatto, è stato il primo grande passo dell’avanzamento nelle indagini. Non posso dirvi quale, altrimenti eliminerei il colpo di scena, ma sono rimasta delusa da come l’autrice ha scelto di incastrare l’antagonista e di come non fosse per niente in linea con il suo personaggio e il suo lavoro. Essendo sempre stato molto capace in tutti quegli anni di nascondere le prove, fare un errore di tale portata è inverosimile.
Davvero carino il riferimento alla trilogia dello stesso autore, “All Cocks“, specialmente ai protagonisti del secondo volume, che rispecchiano in alcuni aspetti Shan, Rory e Rand.
La fine delle indagini mi ha soddisfatta, recuperando il tentennamento iniziale che avevo avuto.
Il giudizio finale è positivo, con la speranza di un seguito meritevole, dovendo affrontare la storia di un personaggio molto intrigante e che sicuramente creerà non pochi problemi per il proseguo.

3.5


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni, recensioni in anteprima

Recensione in anteprima “Sopravvissuto” – T. M. Smith

Titolo: Sopravvissuto
Autore: T. M. Smith
Serie: Survivor #1
Genere: Contemporaneo, Gap Generazionale, Poliziesco
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Sopravvissuto

SINOSSI

Il mondo di Taylor Langford è crollato all’età di soli tredici anni: i suoi genitori sono stati uccisi, lasciandolo solo e orfano. Senza altri parenti vivi, sarebbe sicuramente diventato parte di una statistica, se non fosse per l’intervento del poliziotto che ha trovato il ragazzo nella soffitta dove sua madre lo aveva nascosto quella sera fatale. Nonostante la tragedia e il conseguente dolore nella sua vita, Taylor si rende conto di quanto sia fortunato.
Frank Moore è un agente del dipartimento di polizia di Dallas quando lui e il suo partner rispondono a una chiamata a Devonshire, uno dei quartieri più ricchi della città. Pensano che il ragazzo delle varie foto presenti in tutta la casa sia stato rapito fino a quando non lo trovano, scosso ma vivo. L’agente Moore riconosce il dolore negli occhi del giovane, dal momento che ha perso sua madre, a causa del cancro, quando era solo un ragazzo. Interviene e si assicura che Taylor venga inserito in un’affettuosa famiglia adottiva. Nel corso degli anni Frank diventa un appuntamento fisso nella vita di Taylor.
Dieci anni dopo, il caso è ancora irrisolto, e l’adolescente, un tempo insicuro e allampanato, è diventato un giovane laureato che sa esattamente quello che vuole. Sta tornando a casa dall’uomo che ha contribuito a plasmare e dare forma alla sua vita, e che ha amato da quando riesce a ricordare, Frank Moore. Ma Taylor non è l’unica persona che ritorna a Dallas e, mentre Frank è distratto dai propri sentimenti contrastanti e dal nuovo legame che cresce tra i due, il passato si insinua su di loro, determinato a finire quello che era iniziato dieci anni prima.

Nota dell’autrice.
Questo è un romance May/December e, come nella vita, ci sono rapporti sessuali che si verificano prima che i personaggi principali si trovino l’un l’altro. Ma è necessario; è pensato per mostrare la crescita del personaggio e la conoscenza di sé. Non c’è assolutamente nessun tradimento.

Slanif2

Taylor Langford ha dovuto imparare troppo presto quanto alcuni esseri umani possano essere crudeli. Infatti, ancora poco più che un bambino, ha dovuto assistere all’assassinio dei suoi genitori. Il ragazzo era riuscito a salvarsi trovando un nascondiglio in casa, e solo l’agente della polizia Frankie Moore era riuscito a scovarlo.
Sin da quel primo breve, tragico e doloroso incontro, Frankie cerca di assicurarsi che il tredicenne riesca a trovare una buona famiglia affidataria. Come se non bastasse, però, continua a telefonare per sapere come procede, come va a scuola e nel baseball, e finisce ben presto a essere invitato dai genitori adottivi di Taylor a cena a casa da loro. Questo porta il detective ventitreenne a invitare nella sua casa di Martha’s Vineyard tutta la famiglia, per regalare a quel ragazzo che ha tanto sofferto, qualche settimana di pace e tranquillità.
Le cose procedono con questo ritmo per i successivi dieci anni, fino a quando un Taylor ormai uomo e un Frankie ancora di più, comprendono che quel che li ha legati sin dal primo momento, rendendo il loro rapporto così speciale e di confidenza, si è evoluto da semplice affetto a qualcosa di più.
Tuttavia, i due uomini non dovranno fare fronte solo all’evolversi dei loro sentimenti, ma anche a tasselli del passato che stanno lentamente riaffiorando e che gettano nuova luce sull’assassinio dei coniugi Langford…

Chi è Frank? […] L’uomo in uniforma blu con gli occhi gentili e un sorriso dolce, che lo aveva persuaso a uscire dal cunicolo nella mansarda, era diventato molto di più nella sua mente. Con il passare degli anni Taylor si era ritrovato a pensare a lui sempre più spesso, l’ammirazione che diventava qualcosa di molto simile all’amore.

Non avevo mai letto un romanzo di T. M. Smith, e ho trovato “Sopravvissuti” ben scritto, con una trama interessante e con dei personaggi ben caratterizzati. Tuttavia, a volte mi sembrava che ci fosse più spazio per situazioni poco rilevanti, dando non sufficiente spazio a situazioni che ne avrebbero meritato molto di più. A volte mi sembrava che si indugiasse troppo nella descrizione delle scene e poco nell’introspezione dei personaggi. Non che venga trascurata, ma non è stata approfondita come secondo me avrebbe dovuto. C’è davvero tantissima carne al fuoco, e il doppio punto di vista avrebbe potuto rendere perfettamente chiaro il contesto generale, e anche se le situazioni sono limpide e alla fine si hanno le risposte, ho sentito comunque una sensazione di incompletezza; forse proprio a causa di tutto quel che succede, che è veramente tanto, e che forse soffoca un po’ alcune scene che avrebbero dovuto avere maggiore spazio.
Nel complesso, tra un colpo di scena e l’altro, l’ho trovato un libro gradevole.

3.5


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice