Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, self publishing

Recensione in anteprima “La verità di Sando” – Nora Phoenix

Titolo: La verità di Sando
Autore: Nora Phoenix
Serie: Il Branco Hayes #9
Genere: Mutaforma, Paranormal, Erotico, Threesome, Mpreg
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: La verità di Sando

SINOSSI

La verità libererà Sando…

Sando si sente incastrato tra l’incudine e il martello. Vuole stare con Maz e Lucan più di ogni altra cosa, però che fare con suo padre? Come può disonorare l’uomo a cui deve la vita?
Quando viene fuori la verità sulla sua identità, tuttavia, tutto ciò in cui credeva si rivela essere una bugia, e l’unica cosa che riesce a fare è rivolgersi ai due uomini che non l’hanno mai deluso. È troppo tardi o lo vogliono ancora?
Nel frattempo, il branco si è diviso in due, ma entrambi affrontano la stessa minaccia: il generale Armitage. Cosa vuole da loro? Possono coesistere in pace o dovranno sempre temere per le loro vite?
La risposta si trova in una vecchia profezia…

Questo romanzo friends-to-lovers MMM è il decimo e ultimo libro della serie Il Branco Hayes, una serie bestseller mpreg che deve necessariamente essere letta in ordine al fine di godere appieno della sottotrama. Sia questa storia che la serie si concludono con un lieto fine, anche se alcuni personaggi secondari potrebbero avere una loro storia in una serie spin-off riguardante il secondo branco.

Evelyne2

Oggi vi parlo in anteprima del decimo e ultimo volume della serie “Il branco Hayes” di Nora Phoenix, una serie di libri che ho divorato ogni singola volta in pochissime ore. Se amate i lupi mutaforma, le theesome e le omegaverse questa è la serie che fa per voi. È un concentrato di kink, sesso e amore, un mix che ho trovato nuovo e spettacolare al tempo stesso.
Questo volume in particolare ci presenta la seconda parte della storia di Lucan, Maz e Sando. Chi ha letto il nono volume sa già tutto ciò che serve per comprendere al meglio gli avvenimenti e i sentimenti che legano questi tre uomini, in particolare il beta.
Sando è uno di quei personaggi che acquisisce spessore con il passare del tempo e, malgrado non sia uno dei miei preferiti, è riuscito a suscitare in me emozioni che non avrei immaginato. In “L’amore di Lucan” sono il beta e l’Alpha a fare la gran parte del lavoro e la stessa situazione si ripete ancora una volta in “La verità di Sando”, con la differenza però che per la prima volta vediamo uscire di scena (anche se solo in parte) il personaggio che teneva ancorato Sando al passato. Questo è un aspetto che mi è piaciuto, anche se non ho amato particolarmente come il tutto si è svolto tra loro.
Fatta eccezione per questo punto, considerando la quantità di informazioni che l’autrice ha inserito all’interno di questa serie, sono stata molto soddisfatta di come si sia conclusa questa prima parte. La chiamo “prima parte” perché al termine di questo volume Nora Phoenix annuncia l’arrivo prossimo di una serie spin-off riguardante il branco Hightower, e certamente non me la perderò. Ero rimasta dubbiosa dopo il nono volume, perché avevo paura di come il tutto potesse diventare un groviglio di dettagli e avvenimenti inconcludenti, eppure si sono susseguiti con la naturalezza che aveva caratterizzato questa serie sin dall’inizio, facendomi tornare il sorriso.
Lucan e Maz rimangono due dei personaggi che ho amato di più. Vedere la loro storia unita perfettamente a quella dell’intero branco è stato bello e ha chiuso in qualche modo un cerchio che si è aperto ormai anni fa. Non vi parlerò ancora di loro perché Maz e Lucan sono due personaggi che, seppur in minima parte, abbiamo conosciuto bene e hanno avuto modo di mostrarsi in più di un’occasione. Il personaggio che rimaneva sempre fuori era Sando, ma con questo volume è finalmente uscito allo scoperto e ho potuto vedere molto di più della sua personalità finora nascosta e oppressa da quella del padre.

“Non vedete che passare del tempo con voi peggiora solo le cose? Mi ricorda quello che avevo, quello che ho perso… quello che non potrò più ottenere. Stare con voi è pura tortura, perché non può durare. Non lo permetterà mai.”

Ovviamente stiamo parlando di una serie lunga, che non può essere compresa se non si leggono tutti i volumi che ne fanno parte. Gli eventi alla base della formazione del branco e delle threesome sono il filo conduttore di ogni singola opera e sono inoltre la ragione per cui molte delle relazioni iniziano.
Aspetto la serie spin-off, ho grande aspettative per il nuovo e orgoglioso Alpha.

4.5

La copia ARC è stata fornita dall’Autrice

Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni

Recensione “Mate” – Piper Scott & Virginia Kelly

Titolo: Mate
Autore: Piper Scott & Virginia Kelly
Serie: Forbidden Desires #3
Genere: Omegaverse, Paranormal, Draghi, Mpreg, Threesome
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 4,49 €
Link all’acquisto: Mate

SINOSSI

La Vergogna Matthieu Boudreaux ha il carattere di un fuoco d’artificio e un solo desiderio: uscire dal Pedigree che tanto disprezza, e poi distruggerlo. Quando rimane solo un anno prima che possa fare il primo passo verso il suo obiettivo, ha finalmente qualche speranza di un futuro indipendente… finché un burbero drago Ametista che risponde al nome di Geoffrey Drake e il suo entourage non si presentano al chiostro di Matthieu e non lo informano che è stato selezionato per far parte di un esperimento.
Geoffrey Drake, rigido e orgoglioso consigliere legale per il clan Ametista, è stato incaricato di rovinare la propria vita. La sua missione? Consegnare un potenziale compagno al figlio del più disprezzato nemico degli Ametista – e l’uomo che ha amato in segreto per gli ultimi cento anni: il drago Topazio Ian Brand. Rifiutare è impossibile. I draghi non prendono come consorti altri draghi, e se lui declinasse l’incarico, rischierebbe di esporli entrambi.
Ian Brand, affascinante pecora nera del clan Topazio, è intrappolato tra il suo amore proibito per un drago Ametista più vecchio di lui di vari secoli, e il suo dovere nei confronti della famiglia. Scelto dal suo squilibrato padre per essere il candidato Topazio degli esperimenti di accoppiamento, si trova davanti una scelta terribile: fuggire con l’uomo che ama e affrontare le letali conseguenze della cosa, oppure accettare il proprio destino, con il cuore spezzato.
Ma la magia dei draghi, come Matthieu, Geoffrey e Ian scopriranno ben presto, opera in modi misteriosi. Quando una circostanza imprevista li unisce tutti e tre e mette a rischio il loro futuro, non hanno altra scelta che mettere da parte le loro divergenze e lavorare assieme per dimostrare una nuova, strabiliante verità…
Quello che il mondo dei draghi sa sui compagni è sempre stato sbagliato, e toccherà proprio a loro tre provarlo.

Premetto che ci ho messo un po’ a decidermi di leggerlo, perché le relazioni threesome e il poliamore (qui il polilegame) non sono fra le mie preferenze, ma adoro le storie m-preg (gravidanza maschile) e ancor più le egg-preg (riproduzione tramite deposizione di uova), che sono rarissime in italiano. Avevo anche messo in conto che questo fosse un volume cardine, ricco di scoperte e informazioni, quindi saltarlo mi avrebbe privata di conoscenze importanti.
Il morale della favola è che avevo ragione: sarebbe stato un peccato non leggerlo, perché è infarcito di novità e curiosità e arricchisce la trama generale con nuovi punti cardine.
Al pari dei precedenti volumi, si conquista 5 stelle perché è bellissimo, pieno di sentimenti e di azione, completo di caratterizzazioni sfaccettate e personaggi che catturano. Persino io, che non amo le storie con threesome e poliamorose, so riconoscere quando una storia è oggettivamente valida e qui lo è, e merita di essere letta.
La relazione threesome fra i tre personaggi principali è ben gestita ed esclusiva, resa ancor più vera dal legame soulbond. Dopo l’inserimento del giovane Matthieu nella coppia di draghi già amanti da un secolo, il trio trova uno stupendo equilibrio che nell’intimità li vede sempre coinvolti tutti e tre, dove interagiscono vicendevolmente fra di loro. Il tutto è bilanciato e ben coordinato, le descrizioni sono molto sensuali e coinvolgenti.
Nel libro è presente anche un rapporto poliamoroso che riguarda dei personaggi secondari ed è stato interessante vedere come tutti loro si rapportassero nella loro famiglia, ma non posso dire di più per non rovinarvi la lettura.
C’è molto da scoprire in questo capitolo che segna la trama generale con tante scoperte nuove e piccole chicche. C’è davvero di tutto ed è completo sia nelle parti introspettive sia in quelle di imprevisti e azione. In più ho amato tutta la parte comica, Harry e il suo entusiasmo, gli strambi pavoni che strappano sorrisi, e tutti i personaggi secondari che ho ritrovato con affetto.
Punto bonus per i cuccioli draghetti, che sono tutti deliziosi e fanno venire voglia di coccolarli uno ad uno!
Lo stile delle autrici è accattivante, il ritmo ti tiene incollato al lettore ebook e la traduzione è davvero piacevole. Restando in attesa del prossimo volume, vi invito a superare eventuali reticenze come ho fatto io, e a dare una possibilità a questo appassionante libro.

5
Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “Io e suo figlio” – Jamie Lake

Titolo: Io e suo figlio
Autore: Jamie Lake
Genere: Contemporaneo, Erotico, Incesto, Threesome
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 1,75€
Link all’acquisto: Io e suo figlio

SINOSSI

Will lo ammira da lontano da così tanto tempo. La sua alta corporatura atletica, quelle braccia massicce e addominali scolpiti. Sa che è sbagliato ammirare il bellissimo figlio della sua matrigna, ma non può farne a meno, soprattutto da quando entrambi frequentano lo stesso liceo. Ciò di cui non si rende conto è che quell’eccitante quarterback della squadra di football del liceo sta guardando anche nella sua direzione e forse la loro ammirazione potrebbe essere reciproca.

Slanif2

Will ha diciotto anni, è gay in una città conservatrice e ha una voglia incredibile di fare sesso.
Soprattutto con Brent, che è il figlio della nuova moglie di suo padre e quindi il suo fratellastro.
Sa che certi pensieri sono sbagliati, ma non può evitare di farli e quando il suo desiderio si esaudisce, anche grazie a Spike (un compagno di squadra di Brent), le cose si fanno davvero bollenti…
Brevissimo racconto erotico (sono circa venti pagine), diciamoci la verità: non esiste una vera e propria trama, se non la scena di sesso e Will che guarda i giocatori di football e pensa al sesso.
Questo non sarebbe un problema, perché quando ho iniziato la lettura sapevo che avrei avuto davanti un racconto erotico, quindi era quello che mi aspettavo. Il grande problema di queste venti pagine è la traduzione.
Certo, nemmeno la storia o i dialoghi sono profondi, ma la traduzione rende davvero ostica la lettura, in quanto la maggior parte delle frasi risulta macchinosa e poco scorrevole.
Quando si ha davanti un racconto privo di gran parte della trama (nonostante qua e là ci siano degli incipit interessanti che però vengono del tutto trascurati), ma come unico scopo quello di regalare al lettore un’eccitante scena tra tre giovani ragazzi (perché questo, ricordiamocelo, è un racconto Threesome tra Will, Brent e Spike), se la lettura non è altrettanto accattivante, è difficile goderne a pieno.
Il mio consiglio è dunque di dare un’altra lettura al testo, così da togliere questi piccoli inconvenienti e rendere la lettura più scorrevole.

3
Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “La vacanza” – Ana Ashley

Titolo: La vacanza
Autore: Ana Ashley
Serie: Una stanza per 3 #1.5
Genere: Contemporaneo, Threesome
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: Gratis
Link all’acquisto: Esclusiva per gli iscritti alla Newsletter dell’Autrice

SINOSSI

Tre uomini. Un cottage sulla spiaggia. Una vacanza che cambia la vita.

Felix
Sono innamorato dei miei due migliori amici… Il problema è che loro non si sopportano. Ma ho un piano. Uno che potrebbe esplodermi in faccia. Everett e Grayson non si sono sempre odiati. Anzi, per come si sono sempre guardati avrei scommesso il contrario. Ma poi è successo qualcosa e tutto è cambiato. Ora, dal momento che sono entrambi sotto lo stesso tetto, c’è speranza che si bacino e facciano pace? E nella battaglia per il letto più grande, quale avrà spazio per tre?

Evelyne2

Novella della serie “Una stanza per 3” di Ana Ashley, “La vacanza” ci racconta la storia di Grayson, Everett e Felix. È una di quelle storie da leggere sotto l’ombrellone per avere un po’ di relax e dolcezza.
La relazione tra Gray, Ev e Felix è semplice e genuina, ma non abbiamo una panoramica vera e propria dei personaggi e il loro passato. Il lettore non sa davvero cosa li unisce e come sono arrivati a trascorrere una vacanza al resort. Ci vengono date alcune informazioni, ma non c’è un vero e proprio approfondimento. Nonostante questo aspetto, che mi influenza sempre molto, mi è piaciuto poter leggere dei tre e della semplicità e naturalezza con cui affrontano una nuova relazione poliamorosa senza davvero saperne nulla. Forse un po’ utopico, ma davvero sexy ed emozionante.
Durante la lettura incontrerete Mallory, Griffin e Jake, protagonisti del primo volume, “Il resort“. È stato bello incontrarli di nuovo e vedere quanto i tre siano felici insieme. Immaginavo potessero diventare un esempio per Felix Ev e Gray, ma speravo di leggere qualche dettaglio in più sul loro incontro.
Se cercate una breve storia ricca di sensualità e felicità è sicuramente quella che fa per voi.

4
Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, self publishing

Recensione in anteprima “Heart” – Nora Phoenix & K. M. Neuhold

Titolo: Heart
Autore: Nora Phoenix & K. M. Neuhold
Serie: Ballsy Boys #3
Genere: Contemporaneo, Threesome, Gap Generazionale
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: Heart

SINOSSI

Come fa una persona che ha giurato di non fidarsi mai più di alcun individuo a innamorarsi non di uno, ma di due uomini?

C’è gente che guarda dall’alto in basso l’essere una star dell’intrattenimento per adulti, ma questo lavoro è stata la mia salvezza. Il mio capo è l’unico che non mi ha voltato le spalle quando ha saputo della mia fedina penale.
Dopo essere stato fregato dal mio ex, ho giurato di non lasciare avvicinare mai più un altro uomo, ma quando il mio dolce amico nerd Mason chiede il mio aiuto per migliorare le sue abilità in camera da letto, non posso resistere.
E poi c’è il mio splendido e scontroso agente di sorveglianza che ha fatto del salvarmi la sua missione. Entrambi sembrano decisi a minare la mia determinazione, e sta diventando sempre più difficile ricordare a me stesso perché è così pericoloso fidarsi.

Slanif2

Mason Redman ha poco più di vent’anni, sta finendo l’università ed è un nerd programmatore e designer di videogiochi per cellulare. Altra particolarità? È un imbranato cronico e un inetto sociale che non solo inciampa sulle parole quando è agitato, ma anche sui suoi stessi piedi! Dopo una relazione fallimentare con il suo ex, Brad, ne è uscito privo di autostima e convinto di non essere assolutamente in grado di procurare piacere non solo durante il sesso, ma nemmeno durante un semplice bacio. Immaginate la sua reazione quando una pornostar lo invita a fare pratica con lui e un uomo super sexy si interesserà a lui dicendogli che è bravo in tutto quello che fanno…
Jasper “Lucky” Stone è un agente di sorveglianza per la libertà vigilata di oltre trent’anni, ex Marines con la fissa per l’ordine e la pulizia, nonché una morale integerrima che lo rende vagamente rigido. Sono anni che non si concede un po’ di svago, perciò immaginate la sua sorpresa quando non solo un nerd carino e imbranato (che è proprio il suo tipo ideale) incontrato in un club sembra interessarsi a lui, ma anche una pornostar ed ex galeotto che è uno dei suoi casi lo intriga più di quanto sia umanamente possibile…
Gunner “Heart” Harris è un ex detenuto e un’attuale pornostar. A causa del suo passato travagliato è convinto che nessuno possa amare lui come uomo, ma solo il suo corpo, perciò immaginate la sua sorpresa quando non solo il suo dolce e goffo amico Mason si interessa a lui, ma pure il suo sexy e intrigante agente di sorveglianza sembra non solo apprezzarlo per come appare, ma anche per tutte le sue fragilità e insicurezze…
Riusciranno tre mondi così diversi a collimare e a convogliare in una romantica e scottante storia d’amore a tre?

«Il mio cuore è grande abbastanza per voi due, tesoro. So che è difficile da capire, perché se qualcuno mi avesse detto che mi sarei innamorato di due uomini contemporaneamente avrei detto che era un pazzo. Ma eccoci qui, e il mio amore per te è grande e speciale quanto il mio amore per Mason. Sai che siamo perfetti insieme, tesoro. Ci apparteniamo, noi tre.»

Lo ammetto: le Threesome non mi piacciono. Questa penso sia la seconda o al massimo la terza che leggo e niente, non riesco a capire le dinamiche sentimentali. L’attrazione sessuale? Certo! L’immagine è anche piuttosto intrigante, devo ammettere, ma quando ci sono di mezzo i sentimenti non riesco mai a uscirne con una visione bilanciata ma, anzi, tendo a notare tutte le cose che non mi convincono e chi dei tre è più “stonato” rispetto agli altri due. In questo caso, mi hanno convinto poco la coppia formata da Lucky e Mason e il ruolo di Mason con Lucky e Heart entrambi coinvolti contemporaneamente. Questi ultimi due insieme fanno scintille, ma forse complice anche un po’ il carattere di Mason (che non è tendenzialmente tra le mie caratterizzazioni preferite), non ha saputo trasmettermi le stesse vibrazioni. Non perché non avesse senso o le autrici lo abbiano spiegato male, ben inteso, ma proprio per un mio gusto puramente personale. Questo implica che sì, le Threesome continuano a non essere il mio genere, ma che comunque Nora Phoenix e K. M. Neuhold hanno saputo farmi apprezzare lo stesso il romanzo, facendomelo finire senza mai provare il desiderio di mollarlo seduta stante (cosa che mi è capitata nel 99% dei casi in cui ho letto una Threesome) o di saltare tutte le pagine in cui erano coinvolti tutti e tre contemporaneamente.
Come si può intuire, dunque, ho avuto un po’ più di difficoltà ad apprezzare la storia di Heart tanto quanto quelle di Rebel e Troy e Tank e Bewer, ma solo per una mia forma mentis che mi crea difficoltà nel capire le dinamiche sentimentali di una relazione formata da più di due persone. Essendo una persona tendente al geloso, ho difficoltà a non chiedermi come non possano sorgere gelosie e rancori, magari per una carezza in più o una gentilezza riservata all’uno piuttosto che all’altro. Anche il fatto che abbiano sia una Threesome che il desiderio di coltivare anche le relazioni di coppia singole mi ha dato davvero difficoltà a entrare nell’ottica di questa dinamica.
Tuttavia, come accennavo poco fa, le autrici sono state brave a farmi comunque avere voglia di proseguire nella lettura, quindi non posso assolutamente dire che il romanzo non mi sia piaciuto, anzi! Ho trovato tutti e tre i personaggi molto ben caratterizzati e le dinamiche tra loro dolci e sexy quanto basta per rendere il romanzo davvero accattivante.
Se siete amanti delle storie d’amore dolci, sensuali, un po’ complicate e (soprattutto) delle Threesome, questo è decisamente il romanzo che fa per voi! Inoltre, invito anche chi, come me, magari le gradisce meno, a dargli una possibilità, perché magari questo è proprio il romanzo giusto per farvi ricredere!
Aggiungo una postilla finale sulla presenza di Ranger, il protagonista del medesimo romanzo “Ranger”, che ho recensito l’anno scorso e che mi era tanto piaciuto (nonostante una traduzione non proprio accurata, ahimè!). È stato bello ritrovarlo anche qui, soprattutto come fratello di Lucky, che è tra i personaggi che mi sono piaciuti di più nel libro.

4

La copia ARC è stata fornita dalle Autrici

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, self publishing

Recensione in anteprima “L’amore di Lucan” – Nora Phoenix

Titolo: L’amore di Lucan
Autore: Nora Phoenix
Serie: Il Branco Hayes #8
Genere: Mutaforma, Paranormal, Erotico, Threesome, Mpreg
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 4,49€
Link all’acquisto: L’amore di Lucan

SINOSSI

Lucan sa che Maz e Sando sono i suoi compagni. Allora perché loro non riescono a vederlo?

Il beta Lucan ha visto i membri del branco intorno a sé innamorarsi e trovare la felicità. Tuttavia, la sua strada verso l’amore sembra molto più complicata.
Non è che non sappia chi vuole. Lo sa. La sua chimica con il sexy medico alfa Maz è stata immediata, e l’amicizia con il nerd omega Sando si è trasformata in amore.
Il problema? Maz non vuole una relazione e Sando è perso nel proprio mondo.
Sembra che spetti a Lucan far capire a entrambi che loro tre si appartengono. Ma…
E se non lo vedessero mai? Il suo amore sarà sufficiente?

L’amore di Lucan è il nono libro della serie Il Branco Hayes, una serie bestseller mpreg che deve essere letta necessariamente in ordine per poter godere appieno della trama. Questo romanzo friends-to-lovers MMM mpreg termina con un cliffhanger, ma i tre ragazzi avranno il loro lieto fine nel prossimo libro, La verità di Sando.

Evelyne2

Penultimo volume della serie “Il branco Hayes” di Nora Phoenix, “L’amore di Lucan” ci presenta tre personaggi che i lettori di questa serie già conoscono: Lucan, Maz e Sando.
Mentre leggevo i volumi precedenti ho spesso desiderato scoprire qualcosa in più su di loro. Ero curiosa di ciò che sarebbe potuto succedere, ma allo stesso tempo non sentivo un particolare interesse nei confronti di nessuno dei tre. Questo mi ha stupita, perché i protagonisti di questa serie mi hanno sempre colpita e coinvolta, specialmente quando avevo già un’idea di quale potesse essere la futura threesome.
Lucan era il personaggio che ho avuto modo di scoprire maggiormente, nonostante il punto di vista fosse di tutti e tre i protagonisti. Il beta è il personaggio più accomodante ed espansivo. Un perfetto equilibrio per una relazione che deve ancora iniziare e che non ha alcuna base. È una di quelle persone di cui è davvero semplice innamorarsi e Maz questo lo sa bene. Al contrario dell’alpha, Sando non ha idea di ciò che lo circonda e questo influisce sulla sua vita personale e sull’unica relazione che è riuscito a creare in più di un anno e che conta per lui più di qualunque altra cosa.
La relazione tra Lucan Maz e Sando è complessa, ma Lucan e Maz sanno cosa vogliono e non hanno alcuna intenzione di far passare il tempo senza dire la loro.
È stato facile amare Lucan, il suo tormento è ben chiaro al lettore che tifa per lui e vede quanto la lontananza con i suoi uomini lo faccia stare male.
Maz è il personaggio che ho imparato ad amare con il passare del tempo. Più leggevo di lui e più mi piaceva. Ha così tanto da dare che al fianco di Lucan risulta perfetto. Lo completa e mettere ancora più in mostra tutte le sfumature di entrambi che li rendono dei compagni ideali, malgrado i difetti.
Sando, a mio parere, cozza davvero molto vicino ai due. Ammetto di non aver legato per nulla con lui, forse per il suo carattere scostante e inconsapevole. Mi è sembrato sterile in più di un’occasione e pensarlo al fianco di Maz e Lucan mi fa pensare che il trio risulterebbe squilibrato in più di un momento.
Per quanto riguarda invece la narrazione, tratto che ho sempre amato di questa serie, stavolta mi ha faccio storcere il naso. Non amo leggere gli stessi eventi più di una volta, perché la suspense è totalmente assente e lo spettatore sa già cosa accadrà prima ancora che succeda effettivamente. Negli altri volumi scoprivamo insieme al branco sempre cose nuove, incontravamo personaggi… Qui rileggiamo eventi già accaduti, persino scene già vissute. Non ho compreso perché l’autrice non abbia inserito questo trio insieme agli altri. In questo volume i punti di vista sono solo i loro tre e non quelli di tutti i personaggi più importanti, come è sempre stato in precedenza. Insomma, si discosta molto da quella che è sempre stata la narrazione della serie e che mi aveva portata ad amare tutti i personaggi, perché li vedevo da più angolazioni, senza mai rimanere ferma in punto o essere sbalzata a mesi e mesi di distanza nel giro di una pagina per la prima volta in nove libri.
Nel complesso è una storia degna della serie che sto amando e che mi ha comunque incuriosita nei confronti dell’ultimo volume. Spero mi dia quella sensazione che ho sempre provato ma che stavolta faticavo a raggiungere.

4

La copia ARC è stata fornita dall’Autrice

Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni

Recensione “Kríe Captivity” – Kora Knight

Titolo: Kríe Captivity
Autore: Kora Knight
Serie: The Nira Chronicles #1
Genere: Paranormal, Alieni, Threesome, Multipartner, Erotico, lieve BDSM
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 2,99€
Link all’acquisto: Kríe Captivity

SINOSSI

Nira. Il pianeta appena mappato dalla Astrum Industries. Una nuova scoperta. Completamente inesplorato. Ma le cose stanno per cambiare
Una squadra di esploratori guidata dal capitano Alec Hamlin deve fare un atterraggio d’emergenza e viene presto in contatto con gli indigeni di Nira. Un gigantesco maschio Kríe, tutto muscoli, corna e zanne. Per fortuna è amichevole, o così li spinge a credere.
Con l’aiuto del suo branco, il Kríe prende prigioniero il team di Alec con l’intento di venderlo. Ma gli abitanti di Nira non sono solo malvagi, sono anche arroganti e prepotenti. E soprattutto molto, molto sessuali. Il che spiega perché, durante il viaggio per vendere le nuove merci, danno da mangiare ad Alec e ai suoi un potente afrodisiaco. Non c’è niente di meglio che un po’ di divertimento sensuale durante il lavoro, in fin dei conti.
Presto la squadra di esploratori si trova a lottare con il desiderio irrefrenabile di accoppiarsi con i loro rapitori. Ma quando la passione prevale e si vengono a formare legami inattesi, emergono nuove verità. Il tempo stringe: basterà far cambiare idea ai Kríe per mutare il destino del team di Alec?

Slanif2

Quando Alec Hamlin e i suoi colleghi – il copilota Zaden, il mercenario Chet e i tre scenziati Noah, Jamis e Bailey – sono partiti per la loro missione esplorativa per il pianeta Nira, tutto si aspettavano meno tranne che essere attaccati da tre specie di Draghi con la pelliccia e di finire nelle mani dei Kríe, i suoi abitanti alieni.
A capeggiare il gruppo c’è Gesh, insieme a Romi, Naydo, Milos, Finn e Filli. I cinque sono alti tre metri, hanno la pelle viola, indossano solo una specie di gonnellino di pelle e svariati orpelli come bracciali e piercing. La peculiarità? Per i Kríe il sesso è tutto e sarà proprio con questo che terranno soggiogati i nostri impavidi umani (insieme all’aiuto di un piccolo espediente che non vi spoilero)… Ma che succederà quando Gesh prenderà una decisione che condizionerà tutti loro e i sentimenti fragili e nascenti che stanno scoppiando tra i vari componenti del gruppo verranno messi in crisi?
Primo volume della serie, è più una sorta di prologo a quelle che saranno le vere vicende. Cominciamo a conoscere il mondo di Nira, le sue usanze e abitudini, così come la fame insaziabile (e non parlo di quella dello stomaco, per inciso) dei Kríe, che non perdono occasione di soddisfare.
Anche se alcune situazioni sono un po’ sopra le righe, a mio gusto, durante la lettura ho avuto per tutto il tempo la voglia di continuare e andare avanti; scoprire cosa sarebbe successo nella scena successiva e facendomi domandare: quando uscirà il secondo volume? Sì perché, come dicevo, qui c’è solo un primo abbozzo alla vicenda, che si prospetta ben più complessa e che spero vedrà risvolti interessanti nel secondo volume.
Ammetto che il personaggio che mi ha affascinato meno è proprio il nostro protagonista, Alec, che però ha la voce narrante per l’intera vicenda, a discapito di (soprattutto) Zaden, Chet e Noah che mi hanno intrigato di più. Spero che nel secondo volume ci sia un maggiore approfondimento anche sulle loro storie e sulle dinamiche con i rispettivi Kríe, perché altrimenti mi sentirei davvero dispiaciuta!
Insomma, un buon primo volume che apre le porte a quello che si prospetta essere un continuo mooolto interessante e che spero di leggere al più presto, soprattutto ora che il Re è entrato in gioco… Cosa succederà al nostro Team Umani? Non vedo l’ora di scoprirlo!

4
Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, self publishing

Recensione in anteprima “Mano delicata” – Nora Phoenix

Titolo: Mano delicata
Autore: Nora Phoenix
Serie: Mani perfette #3
Genere: Contemporaneo, BDSM, Kink, Threesome, Gap Generazionale
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: Mano delicata

SINOSSI

Ford non ha mai voluto essere un Daddy. Dunque, come ha fatto a finire non con uno, ma ben due ragazzi che ne hanno bisogno…?

Padron Ford ama la sua vita. È rispettato nel suo locale, ha una vasta scelta di ragazzi con cui recitare ed è felice di essere single.
Quando il proprietario del locale gli chiede di prendersi cura di due ragazzi che hanno subito violenza, Ford accetta con riluttanza. Ma quando uno dei due non parla nemmeno, e l’altro è un fascio di ostilità, Ford si chiede se non si sia cacciato in una situazione più grande di lui.
Ci vorrà molto tempo per guadagnarsi la loro fiducia, visto che gli abusi che hanno subito sono peggiori di quanto Ford non si fosse immaginato. Ma quando scopre che Thierry è un piccolo e che Jathan ha bisogno di un Daddy risoluto, Ford si domanda se riuscirà ad essere ciò di cui entrambi i suoi ragazzi hanno bisogno. Ma dove si collocano i suoi bisogni in tutto ciò?

Lady Marmelade2

Siamo arrivati al volume quattro di questa serie, dove abbiamo conosciuto diversi modi di vivere una relazione BDSM incentrata sulle figure dei Daddy e dei loro ragazzi, più o meno capricciosi e di svariate fasce d’età.
Credevo che il libro su Raf fosse il più duro da leggere, almeno per me che non amo molto la dinamica Daddy/bambino, e invece mi sbagliavo: questo è il libro più tosto della serie e  per molteplici fattori.
Oltre che l’age play qui ci troviamo di fronte alla storia di un uomo, Ford il mentore di Rhys, che non credeva di aver bisogno di nessuno, che di punto in bianco si ritrova a dover ospitare, consolare, accudire e cercare di riportare alla vita, due giovani ragazzi tenuti in schiavitù da un mostro.
Gli “orchi” non esistono solo nelle favole, purtroppo anche nella realtà, e Thierry e Jathan ne portano il ricordo indelebile sulla pelle e nella psiche:

“Un uomo adulto, terrorizzato dei mostri che si nascondevano nell’oscurità. Ma che senso aveva? Non voleva comunque prendere medicinali. “Quanto ci vorrà prima che tornerò ad essere sano?”

Jathan e Thierry sono stati tenuti prigionieri da un uomo che li ha brutalizzati, percossi, privati del cibo e della libertà per oltre un anno e i due non si fidano più di nessuno.
Sono due giovani sub che si sono fidati della persona sbagliata, che gli ha mostrato un lato che col BDSM non c’entra nulla e ora che sono riusciti a mettersi in salvo, e accolti da Ford, non scoprono tutto un mondo nuovo, che non capiscono a pieno:

“La sottomissione deriva da un genuino desiderio di compiacere. L’obbedienza può dipendere da diversi motivi, compreso un desiderio di evitare il dolore, o sventare una punizione… Con il mostro, Jathan aveva imparato a rispondere ed obbedire per paura. La disobbedienza si pagava a caro prezzo, quindi faceva quello che gli veniva detto per puro istinto di sopravvivenza. Ma Ford gli aveva fatto voler rispondere. Gli aveva fatto desiderare di obbedire, solo perché…”

A un primo sguardo sembrerebbe Thierry quello messo peggio, visto che non parla, emette solo dei suoni e si esprime solo con lo sguardo terrorizzato. Fisicamente è il più provato dei due ragazzi, ma è il primo che riesce a capire che può fidarsi di Ford.
Ford è il Dom giusto per far uscire i due dallo stato di apatia e terrore in cui stanno ancora vivendo.
I due ragazzi sono stati privati del loro futuro ed è ora che se lo riprendano; Ford è molto paziente con loro e per non ferirli ulteriormente non si accorge subito che i deu ragazzi non sono semplicemente due sub, ma due ragazzi che non sanno di voler un Daddy nella loro vita.
Anche per Ford ritrovarsi Daddy per la prima volta nella sua vita è spiazzante, ma con i due giovani gli viene naturale.
L’osso più duro da “educare” è Jathan, che lo sfida continuamente e che sembra essere molto arrabbiato e risentito con Thierry. I due dovranno cercare di mettere chiarezza nel loro rapporto, sempre con l’aiuto di Ford:

“”Bravo ragazzo,” disse Ford… Il potere che quelle semplici parole avevano su di lui era pericoloso. Avrebbe dovuto fare attenzione perché aveva la sensazione che avrebbe fatto qualsiasi cosa pur di sentirgliele pronunciare.”

Jathan non riesce a capire del tutto cosa Ford ci guadagni da tenerseli in casa, perché non ha ben chiaro in cosa consista davvero il BDSM:

“”Hai mai fatto qualcosa per qualcun altro che ti ha fatto sentire bene perché ti ha fatto rendere conto di quanto significasse per quella persona? …Come ti ha fatto sentire?”…” Mi faceva sentire bene dentro. Ma non capisco come questo abbia qualcosa a che fare con l’essere un Dom.”…è esattamente così che mi sento io quando do ai miei sub ciò di cui hanno bisogno. Un bravo Dom sa leggere i bisogni dei propri sub.”

Ford ha mille sfaccettature perché unico, come unici siamo tutti e anche se la società ci incanala in categorie, nulla ci vieta di uscire dagli schemi e creare una dimensione per essere se stessi, senza preoccuparsi di essere attivi, passivi, Dom o Sub; semplicemente ognuno deve essere quello che si sente di essere:

““La società ci insegna che l’indipendenza dovrebbe essere lo scopo verso cui dovremmo tutti aspirare. E se è questo che la gente vuole, benissimo. Ma non fa per tutti. Alcune persone provano un profondo desiderio di essere accudite, e non c’è niente di male in questo. Tutto ciò che bisogna fare è fidarsi della persona giusta… “Non esiste normale. Siamo tutti diversi e unici, e abbiamo tutti dei bisogni particolari. Due sub non sono mai uguali. Ciò che fa eccitare un sub può essere fonte di irritazione per un altro. Non sei più strano di qualsiasi altro sub con cui abbia lavorato in passato.”

Jathan e Thierry dopo tanto dolore e paura hanno trovato qualcuno che si prenderà cura di loro, se glielo permetteranno: in Ford hanno trovato un amico, un protettore, un amante, un consolatore, una persona che ha deciso di dedicare a loro tutte le sue cure…
Pur rimanendo questa una tematica del BDSM che non è mai stata molto nelle mie corde, devo riconoscere ancora una volta l’abilità di questa autrice di aver reso bene il tipo di rapporto che lega i personaggi.
Ha reso scorrevole una lettura per me ostica, visto che non condivido lo stile di vita descritto, senza mai indugiare in particolari estremi: non entra mai nel vivo delle torture subite dai due ragazzi e non rende il kink che praticano una “barzelletta” perché ha trattato l’argomento con delicatezza e tatto.
Certo, ci sono anche una serie di scene molto piccanti tra i tre, ma senza mai scadere nel volgare.

4.5

La copia ARC è stata fornita dall’Autrice

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, self publishing

Recensione in anteprima “Il potere di Sivney” – Nora Phoenix

Titolo: Il potere di Sivney
Autore: Nora Phoenix
Serie: Il Branco Hayes #7
Genere: Mutaforma, Mpreg, Paranormal, Erotico, Threesome, BDSM, Kink, Gap Generazionale
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 4,49€
Link all’acquisto: Il potere di Sivney

SINOSSI

Quando un ragazzo pieno di bisogni rende impossibile prendere le cose con calma…

Sivney è determinato a concedersi il tempo necessario per conoscere i suoi nuovi amori, Naran e Lev. Dopotutto, ognuno di loro porta con sé un bel bagaglio emotivo, e capire quale sia la maniera giusta di adattarsi l’uno all’altro non è semplice.
Lev, tuttavia, non può aspettare che Sivney sia pronto per qualcosa di più. Ha bisogno che entrambi i compagni si prendano cura di lui subito. Anzi, vorrebbe lo avessero già fatto. Riuscirà Sivney a decidersi e dare più di ciò che è sempre stato disposto a concedere, nel momento in cui Lev ne avrà davvero la necessità?
Il branco nel suo complesso comunque ha preoccupazioni più grandi. La guerra civile è sul punto di scoppiare e, dal momento che la capitale è a poche miglia di distanza da loro, l’incolumità del branco è messa a rischio. Ciononostante, quando uno dei membri della famiglia si ammala gravemente, persino la guerra perde di priorità…

Il Potere di Sivney è l’ottavo libro della serie Il Branco Hayes, una serie bestseller di romance mpreg che deve necessariamente essere letta in ordine affinché sia possibile godere della sua trama complessiva. In questo MMM sono presenti del kink, tantissimo amore e qualche momento di grande angst, ma il lieto fine è assicurato per ognuno dei personaggi presenti!

Evelyne2

Ottavo volume della serie “Il branco Hayes” di Nora Phoenix, “Il potere di Sivney” ci presenta ancora una volta Naran Sivney e Lev, un trio che avevamo già incontrato in “L’obbedienza di Lev“.
Conosciamo già i protagonisti e ancora di più tutti gli altri personaggi, che hanno già avuto la loro storia d’amore e che compaiono nei precedenti volumi.
Se avete già letto questa serie sapete che l’autrice ci ha lasciati in un momento importante per il trio e per l’intero branco.
La storia si infittisce sempre di più, i colpi di scena sono inaspettati e ricchi di suspense. Tutti i membri del branco Hayes avranno un ruolo in questo volume, che tra tutti mi è sembrato quello più corale e completo. Ci riporta i precedenti protagonisti e i nuovi, che non vedo l’ora di conoscere e sapere quali nuove threesome l’autrice creerà.
Lev, Naran e Sivney sono un trio che ho apprezzato dal primo incontro. Hanno avuto un passato difficile e l’inizio della loro storia non è tra i più felici, ma insieme sono una forza della natura. Non si possono non amare, specialmente se si considera quanto le loro personalità si distinguano rispetto agli altri membri e come siano perfetti l’uno per l’altro.
Se nel primo libro a loro dedicato li avevamo conosciuti, qui i loro personaggi vengono approfonditi e acquisiscono più spessore.
Le scene di sesso sono importanti per vedere come Sivney unito ai suoi compagni riesca a crescere e adattarsi. Lev e Naran si conoscono già, ma inserire un nuovo membro nella loro relazione non è certo semplice.
La loro è una di quelle storie che mi ha fatto battere il cuore: dolce, sensuale e intrigante. Una storia che merita di essere letta, perché il loro amore è tangibile e invidiabile.

“Pensava che l’amore sarebbe stato sereno, bellissimo, solenne. E invece era confusionario da morire, disordinato e doloroso. E, nonostante ciò, non dubitava delle parole di Naran, perché lo vedeva nei suoi occhi, quell’amore.”

Questa serie è diventata sin da subito una delle mie preferite. Ogni qualvolta termino uno dei volumi sto già aspettando l’uscita del prossimo, con la speranza che avvenga il prima possibile.
La Phoenix è riuscita a creare una storia complessa e molto articolata, ma dettagliata e strutturata affinché il lettore possa seguirla con facilità e provare a farsi un’idea dei futuri eventi, rimanendo però sempre con il fiato sospeso e sorpreso quando questi vengono presentati.
Se conoscete il branco Hayes non potete perdervi la storia di Lev, Naran e Sivney. Non consiglio la lettura a chi non ha mai letto i volumi precedenti, perché la storia è fitta e ricca di dettagli, impossibili da apprezzare a pieno se non si conoscono tutti i personaggi e le vicende.

5

La copia ARC è stata fornita dall’Autrice

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, self publishing

Recensione in anteprima “Calore proibito” – Leta Blake

Titolo: Calore proibito
Autore: Leta Blake
Serie: Heat of Love #2
Genere: Omegaverse, Gap Generazionale, Threesome, Mpreg
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 5,90€
Link all’acquisto: Calore proibito 

SINOSSI

Un giovane Alpha disperato. Un Alpha più grande di lui e con il complesso dell’eroe. Un insopprimibile amore proibito.

Il giovane Xan Heelies sa che non potrà mai avere ciò che davvero desidera: un’appassionata storia d’amore a lieto fine con un altro Alpha. Non solo è vietato dalla fede vigente, è persino illegale. Rassegnato a un triste futuro, Xan stipula un legame a contratto con Caleb, un Omega asessuale e aromantico, che richiede a sua volta esigenze speciali. La loro amicizia è un conforto, ma Xan nutre il desiderio bruciante di ricevere l’amore e il dominio sessuale di un altro Alpha.
Urho Chase è un Alpha di mezza età con un doloroso passato. Prudente, controllato e risoluto, viene considerato vecchio stampo e serioso dai suoi amici. Quando Urho scopre un pericoloso e inatteso lato della vita di Xan, il suo mondo viene scosso e il desiderio lo consuma. Le meticolose cuciture che lo hanno tenuto in piedi dopo la perdita del suo Omega e di suo figlio cedono… e cede anche lui.
Ma per amarsi e costruire una vita insieme, Xan e Urho rischiano la rovina totale. Con l’accettazione e il supporto di Caleb, dovranno trovare la forza di affrontare il pericolo e costruire la famiglia che meritano.

Evelyne2

Secondo libro della serie “Calore d’amore” di Leta Blake, “Calore proibito” è la storia di come Xan, Caleb e Urho si sono uniti.
Se avete letto “Calore inatteso” conoscete già Jason e Vale, due Erosgape, un Alpha e un Omega, due anime gemelle scelte dal destino. Questi due personaggi sono fondamentali per riuscire a comprendere i protagonisti, perché ciò che è accaduto nel primo volume ha messo le basi di quella che sarà una relazione fuori dal comune.
Urho è stato l’amante di Vale e in passato ha perso il suo Erosgape. La morte del proprio compagno e di suo figlio lo ha devastato, tanto da non sperare più di poter trovare qualcuno che riesca a capirlo e a donarsi. È un Alpha che non ha mai sentito il bisogno di dimostrare la propria forza e sottomettere il suo compagno, ma l’arrivo di Xan risveglia in lui un desiderio mai provato. Nel primo volume avevo avuto qualche perplessità nei suoi confronti, non avendo avuto modo di appurare quanto il suo comportamento nei confronti dell’Alpha e di Vale potesse essere significativo. Stavolta ho avuto modo di conoscere ogni più piccola sfumatura della sua personalità così dominante e perfetta per Xan.
Caleb è un Omega asessuale, incompreso dalla società e da gran parte delle persone, tranne che da Xan. Ripone in lui una fiducia assoluta e lo ha scelto come futuro padre dei suoi figli. Ho provato emozioni contrastanti nei suoi confronti, in particolare quando vediamo intervenire un nuovo Alpha e il personaggio di Caleb finalmente si mostra nella sua interezza. Mi è sembrato strano vedere un personaggio così ben caratterizzato avere poi delle ricadute e riprese così veloci, ma nel complesso è stato sicuramente la scelta migliore per riuscire a completare quello che è un trio ben equilibrato.
Xan è il protagonista indiscusso, intorno a lui ruota tutta la scena ed è proprio lui a unire Caleb e Urho. Ha un forte legame con entrambi e sta a lui fare da mediatore tra il suo Omega e il suo Alpha. Un Alpha che non prova alcun desiderio di dominare un Omega, ma anzi che brama di essere al suo posto. È l’esatto opposto di Caleb, che invece non nutre alcun interesse fisico nei confronti degli Alpha che dovrebbe invece desiderare più di ogni altra cosa. Xan comprende Urho in quanto Alpha, comprende le sue responsabilità e la sua determinazione, ma allo stesso tempo comprende Caleb, costretto in un ruolo che non sente suo ma che la società e il Calore lo costringono ad assumere. Tra i tre è il personaggio più delineato. È chiaro che l’autrice abbia lavorato molto su di lui.
Urho, Xan e Caleb sono un trio che mi ha sorpresa e soddisfatta più di una volta.
Alcuni momenti mi sono sembrati ripetitivi, specialmente verso il finale, ma nel complesso ho potuto apprezzare le dinamiche tra loro e con i personaggi secondari.
Le scene di sesso sono molteplici e di fondamentale importanza. Il desiderio di Xan e Urho e il calore di Caleb sono alla base dell’intera storia.
Se avete voglia di una storia articolata, sensuale e infuocata, Xan, Caleb e Urho avranno sicuramente molto da mostrarvi!

4

La copia ARC è stata fornita dall’Autrice