Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “Under my Skin” – F. N. Fiorescato

Titolo: Under my Skin
Autore: F. N. Fiorescato
Serie: Through the Flames #2.5
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: Gratis
Link all’acquisto: Under my Skin

SINOSSI

Ritroviamo Andrew alle prese con un problema esistenziale: cosa regalare a Jared per il suo compleanno? Chiedere l’aiuto di Jace e Travis sempre la scelta più ovvia. O forse no. Dopo una serie improponibile di gag divertenti e al limite della follia, un pranzo italiano e un giro al mercatino riuscirà Drew a stupire suo marito?

Evelyne2

Chi ha già conosciuto i protagonisti non avrà alcun problema a comprendere le motivazioni che spingono Andrew a cercare qualcosa che possa stupire Jared (impresa non da poco), né a capire perché Trey ed Evan siano proprio gli uomini da cui lui desidera un aiuto.
Essendo “Ink Man” il protagonista principale di questa novella, potete immaginare quanto siano caotici alcuni pensieri. L’inizio è quindi un po’ confuso, ma sicuramente adatto al personaggio, dolce e fuori di testa.
È stato bello poter leggere di nuovo di Jared e Andrew, rivedere la loro complicità e l’amore che condividono è emozionante. Evan e Trey appaiono, anche se rimangono in secondo piano. Ci mostrano però quanto si è evoluta la loro relazione e come Trey sia finalmente cambiato nei confronti del “per sempre” che poco prima lo ossessionava e spaventava così tanto.
È una lettura veloce, che ci aiuta a ripercorrere le vicende già narrate, dando qualcosa in più alla loro storia. Piccoli dettagli di cui avevamo bisogno, e anche, se in alcuni momenti risultano forse un po’ troppo esagerati, resta comunque una lettura piacevole, perfetta per chi non vuole ancora lasciar andare Andrew, Jared, Trey ed Evan. Inoltre avete la possibilità di leggerla gratuitamente, quindi cosa aspettate?
Come accennato dalle stesse autrici, è consigliabile leggere questa novella dopo gli avvenimenti di “Catch the Fire” e “Foolish Fire”, poiché incontrerete i protagonisti di entrambe le storie e alcuni riferimenti ai più importanti eventi accaduti precedentemente.

4

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Fino ad arrivare a te” – Diana D. P.

Titolo: Fino ad arrivare a te
Autore: Diana D. P.
Serie: Times #2
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: Fino ad arrivare a te

SINOSSI

Sean ha vissuto tutta la vita immerso in un sogno. Figlio unico, privilegiato e coccolato, trascorre le sue giornate fra studio, romantica malinconia nei confronti di un uomo che sta per sposarne un altro e il suo problematico amico Adam. Non capisce perché nessuno riesca mai a impegnarsi seriamente con lui, ma continua a vivere come se l’età adulta fosse ancora molto lontana.
Quando incontra Colin, giovane grafico pubblicitario per cui aveva avuto una cotta da adolescente, fra i due volano scintille: il ragazzo sembra rappresentare la perfetta via di fuga dalle sue pene d’amore ma, ben presto, si rende conto che l’attrazione iniziale si sta trasformando in qualcosa di più serio e apparentemente non ricambiato.
Colin ha vissuto a Boston per tre anni e detesta l’idea di essere tornato in una città che ha sempre considerato poco stimolante nonostante ci sia cresciuto, ma sa che è l’unico luogo che potrebbe aiutarlo a ricominciare da capo. In conflitto con se stesso a causa di una relazione che lo ha allontanato dai suoi obiettivi, spera che tornando a casa la sua vita possa incanalarsi nella direzione giusta. Ma non ha messo in conto di incontrare qualcuno tanto destabilizzante.
Non sarà facile trovare un equilibrio fra il cuore e la carriera, soprattutto quando segreti e conoscenze ingombranti rischiano di rovinare per sempre un amore che ha radici lontane.

Evelyne2

Chi di voi ha letto “Ancora noi” conosce già Sean ed ha sentito parlare di Colin, ma non li abbiamo ancora conosciuti davvero. Tornano Stefano e Daniele, in una relazione che ha ormai preso il via, e Alicia, Paul, Adam… tutti i loro compagni.
Sean mi aveva incuriosita nel primo, con la sua dolcezza e fragilità, ma in questo non sono riuscita proprio a farmelo piacere. È uno di quei personaggi che anche se ben strutturati mi paiono sempre troppo esagerati e per nulla realistici. Ammetto che mi è dispiaciuto molto, perché invece non ho avuto alcun difficoltà nell’apprezzare Colin. Probabilmente perché, avendo a che fare con Sean, non ho potuto non metterli a confronto. Mi è piaciuto l’intreccio tra passato e presente, mostrato nelle loro conversazioni, nei dettagli, in quelle piccole scene che l’autrice ha inserito magistralmente per incuriosirci e, perché no, soddisfare il nostro bisogno di conoscere Sean e Colin quando erano alle prese con la prima cotta adolescenziale.
Alcuni dettagli riguardanti i personaggi sono forse l’unica pecca che ho trovato in tutta la narrazione. Alcuni seguono la stessa caratterizzazione del libro, altri invece mi sono parsi quasi si volessero adattare appositamente per un determinato avvenimento anziché mantenere una linea ben precisa. Un esempio è Daniele, personaggio che nel primo mi aveva fatta innamorare, qui mi è parso piuttosto scialbo.
Figure invece come Russell e Adam… beh, per quanto si possa non condividere le loro azioni, sono stati davvero ben caratterizzati. Sono originali, anche fastidiosi per quanto sia realistica la loro umanità, ma mostrano quel qualcosa che mi sarei aspettata da un protagonista.
Verso la fine ho visto un miglioramento per questo riguarda Sean, anche se molto veloce, che però mi ha permesso di vedere quell’evoluzione del suo personaggio che prima non ero riuscita a cogliere.
Mi è dispiaciuto molto trovare difficoltà nell’approcciarmi a lui, perché adoro la scrittura di Diana D.P., ha uno stile fluido, ricco e mai troppo stucchevole, seppur con una storia di questo tipo sarebbe stato facile cadere in scene eccessivamente dolci.
Le descrizioni dell’Irlanda sono incantevoli e un’amante dei castelli medievali come me non può non apprezzare il lavoro svolto dall’autrice nel dare attenzione anche ai piccoli dettagli, seppur si stia raccontando solo un momento fugace.
Malgrado le mie difficoltà, ho divorato il libro in un solo giorno e questo dimostra che un solo personaggio non può per nulla intaccare quella che è una serie che sicuramente merita di essere letta.
Consiglio la lettura specialmente a chi ha già letto il primo libro della saga, perché ci sono molti riferimenti e dettagli che sarebbe altrimenti impossibile cogliere.
Aspetto la storia di Adam e quella di Russell, perché credo possano mostrarsi ancora più complessi di quanto ho potuto leggere in questo volume e sono davvero curiosa di scoprire come concilieranno il lavoro con i loro amori “impossibili”.

4

La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “Foolish Fire” – F. N. Fiorescato

Titolo: Foolish Fire
Autore: F. N. Fiorescato
Serie: Through the Flames #2
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 2,99€
Link all’acquisto: Foolish Fire

SINOSSI

Jared Campbell è un affascinante avvocato di successo, un uomo estremamente preciso, analitico e maniaco del controllo. Appena uscito dalla storia con Evan, ritorna a Bloomfield per prendere possesso dello studio legale del padre. Apparentemente la sua vita sembra normale, ma dentro di lui si annidano rabbia e sofferenza che non riesce a districare in nessun modo. L’unico uomo in grado di capirlo e di farlo sorridere davvero torna dal passato a incasinargli di nuovo la vita.
Andrew Mitchell è un sexy e tatuato insegnante di nuoto con un fratello disabile. Il forte legame con Robbie, suo fratello, lo ha portato ad adottare un atteggiamento spigliato che rasenta la stupidità. Robbie è l’unica famiglia che gli sia rimasta e Drew continua a lottare con le sue sole forze per superare le difficoltà che continuano cadergli addosso. L’essere un pagliaccio è un modo per non dover affrontare il fatto che non riesce a trovare un angolo di pace nella sua vita incasinata. E con la ricomparsa di Jared non è solo il futuro a essere incerto, ma anche il passato.
Cosa succederà quando la maschera di perfezione di Jared si scontrerà nuovamente con l’apparente spensieratezza di Drew? E cosa c’è nel loro passato che li ha resi quelli di oggi?

Evelyne2

Dopo aver letto il primo volume della serie, “Catch the Fire”, ho aspettato di poter leggere la storia di Jared, perché sospettavo sarebbe stato interessante. Potete immaginare la mia felicità quando leggendo “Foolish Fire” ho finalmente visto le potenzialità delle due autrici mostrarmi quanto fossero in grado di creare una storia che mi coinvolgesse sin dal primo momento. Rispetto al primo volume, la relazione tra Jared e Andrew è molto singolare. La singolarità del personaggio di Andrew, legato a suo fratello Robbie, mi ha emozionata, non mi sarei aspettata un protagonista con una personalità così articolata e originale. Da che mi ricordi sono pochi i protagonisti di cui ho letto ad essere così incisivi e particolari.

Alcune persone erano come acqua ed olio; altre, come loro due, erano benzina ed ossigeno, non potevano stare troppo a contatto senza generare un incendio”.

Rivedere Trey ed Evan e poterli mettere a confronto con loro mi ha mostrato definitivamente quanto la seconda coppia sia più in linea con i miei gusti. Ho trovato però un piccolo miglioramento nel modo di rapportarsi dei protagonisti del primo libro. Sembrano finalmente aver superato la fase iniziale e aver iniziato a mostrare la loro vera personalità e non solo un fantasma di quest’ultima. Non mi è dispiaciuto per nulla dover leggere ancora di loro, specialmente se le autrici continueranno ad intrecciare le loro storie con attenzione. Senza però eccedere nel volerli far diventare amici a tutti i costi. Per quanto diversi e “giusti” nelle loro attuali coppie, Jared ed Evan hanno pur sempre avuto una relazione.
Come già detto, Jared e Andrew sono molto più complessi. Hanno entrambi un passato particolare e sono già stati insieme. Riuscire a risanare una relazione finita da tempo è molto più difficile, specialmente se ad influire sono stati anche personaggi esterni. Mi ha commosso leggere la storia di Robbie e immaginarmi un giovane Jared disposto a tutto pur di far felice il fratello dell’uomo che ama. Ho apprezzato moltissimo l’inserimento dei riferimenti al loro passato insieme, perché senza questi non sarei riuscita a comprendere molte cose.

“Cristo, quanto aveva amato Andrew. Era stato così facile innamorarsi di lui e decidere di volerlo per sempre nella propria vita. Ed era stato altrettanto facile distruggere tutto.”

Sicuramente, tra tutti, questo è il volume che mi è piaciuto maggiormente. Il testo è più curato, le descrizioni sono perfettamente bilanciate con i personaggi. Stavolta non ho avuto affatto problemi nell’entrare in sintonia con i due protagonisti. Anche se è stato difficile inquadrare Andrew e la sua situazione familiare, questo mi ha fatto solo comprendere ancor di più quanto il suo personaggio fosse complesso rispetto a Trey ed Evan.
Le Fiorescato sono riuscite anche questa volta ad incuriosirmi verso il protagonista del prossimo libro.

4.5

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Dammi un’occasione” – Sarah Bernardinello

Titolo: Dammi un’occasione
Autore: Sarah Bernardinello
Serie: Chicago Season #2
Genere: Paranormal, Vampiri
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Dammi un’occasione

SINOSSI

La vita offre più di un’occasione. Questo è ciò che scopre AJ Todd dopo essersi congedato dai SEAL a causa di un grave incidente che gli ha provocato danni fisici permanenti. Cerca e ottiene un lavoro come capo della sicurezza del Soul Club, un locale di proprietà dell’affascinante Adonais Malthus. Adonais lo attrae ma AJ, insicuro, mantiene le distanze.
Quando Adonais si trova davanti quell’uomo riservato e inespugnabile come una fortezza, sulle prime cerca di ignorarlo, nonostante l’attrazione sia davvero enorme. AJ è uomo che lo intriga e lo eccita, tanto da spingerlo ad abbandonare il buonsenso e presentarsi a lui nella sua vera veste.
L’incontro con il miliardario cambierà l’esistenza di AJ costringendolo, al tempo stesso, ad affrontare una buona dose di sofferenza. Ma gli offrirà anche l’opportunità di scoprire verità sconcertanti, incluso che l’amore può presentarsi in modi che non ci si aspetta.

Evelyne2

Come molti di voi, aspettavo la storia di Adonais, ricco vampiro sexy che ci ha conquistato nel primo volume della serie “Due cuori e un Detective“.
Stavolta l’autrice si è presa il suo tempo per presentarci i due protagonisti e farli incontrare. A differenza di Angel e Seth, non c’è un innamoramento istantaneo, nessuno dei due morirebbe per l’altro ad un primo sguardo. Il loro rapporto si sviluppa con cautela, senza fretta, come dovrebbe essere.
Sotto questo aspetto, l’autrice ha sicuramente intrapreso la giusta decisione, perché Adonais, ma soprattutto AJ, avevano bisogno del loro spazio.
L’attrazione c’è, d’altronde aJ è un ex marine sexy alle prese con il suo passato che ancora lo tormenta, ma trasuda sesso da ogni poro e uno come Adonais non può certo rimanerne indifferente. Anche se la presenza di Angel riporta a volte il suo pensiero alla neo coppia e al loro passato.
Anche se mi sono piaciuti entrambi, ho fatto difficoltà a comprendere gli avvenimenti dell’ultima parte. Quando ho capito cosa sarebbe successo, mi immaginavo tutt’altro. Un personaggio come AJ, così insicuro e bisognoso di certezze, non avrei pensato a dei risvolti così veloci e poco realistici. Forse un po’ più di attenzione su quel punto sarebbe stato perfetto. Soprattutto perché la loro storia non ha mai avuto bisogno di correre e non vedo perché fosse necessario proprio quando tutto stava andando nel modo giusto.
Fatta eccezione per questo, mi è piaciuto molto.
I personaggi secondari appaiono poche volte, ma sono perfettamente in linea con la storia e non tolgono mai l’attenzione dai protagonisti.
Rispetto al primo volume, questo mi è sembrato molto più equilibrato. Un miglioramento ben visibile, che va premiato.

4
Pubblicato in: ninestar press, recensioni

Recensione “Raining Men” – Rick R. Reed

Titolo: Raining Men
Autore: Rick R. Reed
Serie: Chaser and Raining Men #2
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: NineStar Press
Prezzo: 5,70€
Link all’acquisto: Raingin Men

SINOSSI

La maggior parte della vita adulta di Bobby Nelson è stata una pioggia di uomini. Normalmente non vorrebbe niente di diverso, ma negli ultimi tempi gli sembra che manchi qualcosa. Desidera che il diluvio rallenti e si riduca a una singola goccia speciale. Ma c’è una minima possibilità che lui trovi “quello giusto” dopo innumerevoli anni passati a rimorchiare?
Quando suo padre passa a miglior vita, finalmente Bobby analizza i suoi rapporti difficili con lui e il modo in cui potrebbero aver contribuito alla sua incapacità di trovare l’amore a cui anela. Guidato da una bella terapista, un gruppo di SessoDipendenti Anonimi, un chihuahua ben dotato di nome Johnny Wadd, e il proprio serbatoio di ricordi, intraprende un percorso spirituale, sessuale ed emotivo per scoprire che nella vita i legami d’amore più soddisfacenti dipendono dalla qualità, non dalla quantità. E quando è pronto ad amare non solo se stesso ma anche qualcun altro, finalmente il sesso e l’amore si fondono in un unico pacchetto perfetto.

Evelyne2

“Volevo solo qualcuno che mi amasse.”

Raining Men” è il secondo volume di Rick R. Reed. Vediamo narrata la storia di Bobby, personaggio già presente nel primo volume, “Cacciatore“, dove ha avuto un ruolo importante nella relazione tra Caden e Kevin.
La frattura dell’amicizia tra Caden e Bobby ha messo le basi per un cambiamento in quest’ultimo, che si è finalmente reso conto di aver avuto un comportamento meschino.
Avevo apprezzato la sua caratterizzazione anche quando non era stato lui il protagonista, perché la sua personalità risaltava abbastanza da voler sapere di più di lui e avere un’idea di cosa sarebbe successo se non avesse compreso i suoi errori.
Se nel primo avevo apprezzato il tentativo di affrontare una tematica difficile, qui ne vediamo più di una. Sotto questo aspetto è sicuramente una storia molto più approfondita e dettagliata.

“A volte le perdite più grandi riguardano le cose che non abbiamo avuto, le cose che desideriamo.”

Un po’ ridondante nella prima parte, poiché sembra aver bisogno di molto tempo per arrivare ad un punto. Mentre nella seconda, molto più breve e veloce, vediamo un Bobby che finalmente ha compreso le proprie potenzialità e si è reso conto di cosa ha avuto accanto per tutto il tempo.
Mi è piaciuto molto vedere questa crescita, così ben articolata, ma l’ultima parte mi è sembrata affrontata con troppa velocità. Quasi fosse solo un epilogo scontato e non una tappa fondamentale per Bobby.
Insomma, nel complesso è sicuramente un bel libro, molto più coinvolgente e preciso nel presentare argomenti difficili e pesanti del primo. Qualche attenzione in più lo avrebbe reso migliore, ma è stato fatto un buon lavoro. Ve lo consiglio, specialmente se avete già letto il primo e il personaggio di Bobby vi aveva toccato.

4

La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Due cuori e un Detective” – Sarah Bernardinello

Titolo: Due cuori e un Detective
Autore: Sarah Bernardinello
Serie: Chicago Season #1
Genere: Poliziesco, Paranormal, Mutaforma, Vampiri
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 2,99€
Link all’acquisto: Due cuori e un Detective

SINOSSI

Angel Mallory è il titolare di un’agenzia investigativa a Chicago. In una calda sera di luglio, viene assunto da Adonais Malthus, un affascinante miliardario, per recuperare un oggetto prezioso. Seguendo i passi del ladro, Angel incappa prima in un’aggressione e poi in un attraente poliziotto.
Seth Rogers, detective della CPD, si ritrova suo malgrado a soccorrere quel giovane sconosciuto. L’attrazione e il senso di protezione che prova nei confronti di Angel lo sorprendono, ma non così tanto da riuscire a farlo restare lontano dal pericolo che percepisce intorno a lui.
Per niente scoraggiato dall’azione violenta nei propri confronti, il giovane investigatore continua a indagare, scoprendo l’esistenza, per lui sconcertante, di creature che credeva sepolte nella leggenda.

Evelyne2

Quando ho scoperto che “Due cuori e un Detective” aveva una sfumatura fantasy, non ho potuto evitare di iniziare questa nuova serie. Ho letto poco dell’autrice, ma il suo stile mi è sempre piaciuto. Ha una scrittura fluida e semplice, che non appesantisce per nulla la lettura.
Questo primo volume è breve, forse un po’ troppo per riuscire a dosare bene il lato poliziesco e quello fantasy, ma nel complesso non è affatto male.
Conosciamo maggiormente Angel Mallory, investigatore privato e umano determinato a soddisfare i propri clienti in ogni occasione. Seth rimane più sullo sfondo, ma iniziamo a conoscerlo abbastanza da capire che forse Angel ha proprio bisogno di uno come lui per stare lontano dai guai.
Nonostante siano loro i protagonisti, Adonais rimane spesso in prima linea. Bello e dannato, ho sperato trovasse la sua anima gemella in Angel, ma non è ancora il suo momento. Non vedo l’ora di leggere la sua storia e scoprire qualcosa in più su di lui.
Il tutto accade molto velocemente, ogni avvenimento è indispensabile per comprendere cosa sta accadendo. Va letto tutto d’un fiato, e la lunghezza aiuta molto in questo.
Il lato poliziesco è poco presente, ma c’è.  Sarebbe stato forse più interessante prolungare la cosa, rendere la ricerca di Angel più difficile.
Anche se necessitava di qualcosa in più, soprattutto riguardo il personaggio di Seth e sul suo rapporto con Angel, è una lettura veloce e leggera, ideale per un’ora di relax in compagnia di uomini misteriosi e determinati.

3.5
Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni

Recensione “Frantumi” – K. M. Neuhold

Titolo: Frantumi
Autore: K. M. Neuhold
Serie: Heathens Ink #4
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Frantumi

SINOSSI

«Ero certo che il mio cuore fosse appassito anni fa, ma poi mi hai sorriso e l’ho sentito battere di nuovo.» – Gage

Anni fa, mi sono innamorato del fratello del mio migliore amico. Poi si è ucciso, lasciandomi a pezzi e incapace di rimettere insieme i frantumi del mio cuore. Ho vissuto come uno zombie per nove lunghi anni. Finché un uomo bellissimo e folle non è entrato all’Heathens Ink e ha colorato di nuovo il mio mondo grigio. Per quanto io cerchi di resistere a Beck, lui non si arrenderà con me. Mi servirà una volontà di ferro per ignorare quelle lunghe gambe meravigliose su quei tacchi alti e il suo cassetto pieno di intimo di pizzo. Ma si tratta solo di una scopata perversa o c’è davvero la possibilità di qualcosa di più?

«Siamo entrambi spezzati, ma i nostri bordi frastagliati si completano.» – Beck

Quando sei la metà di qualcosa, non pensi mai a come possa essere la vita senza il pezzo che ti completa. Da quando mia sorella gemella, Brianna, è morta l’anno scorso, nulla di ciò che faccio riesce a placare la mia anima. So che deve esserci un modo per farmi sentire di nuovo felice e completo. E quando guardo gli occhi in pena di quel tatuatore dell’Heathens Ink, sento di avere uno scopo. Non riesco a spiegarlo, ma sento che devo trovare un modo per rimetterlo in sesto.

Evelyne2

Ho amato questa serie sin dal primo libro ed anche se ci sono stati alti e bassi, ogni personaggio si è distinto in modo diverso e mi ha continua a proseguire.
Come me molti di voi avranno aspettato la storia di Gage. Un personaggio distrutto dalla morte della persona che ama e rinchiuso in se stesso senza lasciare uno spiraglio. Devo dire che mi aveva incuriosita, anche se avevo il timore che si sarebbe concentrato tutto solo ed esclusivamente sul suo dolore e si sarebbe perso parte dell’innamoramento. In parte è accaduto, ma è stato abbastanza equilibrato da farlo sembrare fluido.
È sicuramente una storia forte, dolce e commovente. Una di quelle che ti lascia diverso a fine lettura, perché anche Beck non ci risparmia dolore e lacrime. La perdita di sua sorella incide ancora di più sulla mancanza generale. Un aspetto che ci fa vedere un personaggio così sicuro e lucente sotto un altro punto di vista. Uno che mostra tutte le ferite rimaste aperte e continuano a sanguinare, malgrado abbia scelto la vita che aveva sempre sognato.
Due personaggi di questo tipo, insieme, si fanno sentire molto. Danno una sfumatura molto buia e amara alla storia, ma con il tempo diventa più luminosa e piacevole.
La storia è scorrevole, senza intoppi. Mi sarebbe piaciuta un po’ di vivacità, rivedere il vecchio Gage, ma nel complesso è una storia che lascia il segno.

4
Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Blue Swan” – Maria Antonietta

Titolo: Blue Swan
Autore: Maria Antonietta
Genere: Contemporaneo, Gap Generazionale
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: Blue Swan

SINOSSI

Brillante avvocato milanese, William si ritrova a festeggiare l’ennesimo successo professionale in un locale un po’ sui generis. Lì, incontra una conturbante cubista che lo coinvolge e cattura in un sensuale gioco di danza… ma nulla è come sembra.
Studente di giurisprudenza, Lorenzo si arrangia come può per conciliare lo studio al lavoro, inseguendo il sogno di bambino di diventare un grande giurista. Una sera, uno strano scherzo del destino gli fa incontrare l’uomo che ammira e al quale si ispira… ma nulla è ciò che sembra.
Oltre i pregiudizi e un doloroso passato, per William e Lorenzo inizia un lungo viaggio di ricerca e riscoperta, che ribalterà ogni loro certezza e getterà le basi per un nuovo inizio.

Evelyne2

Quando ho letto la trama di “Blue Swan” ero curiosissima di leggerlo. La storia di Lorenzo e William sembrava così originale e problematica che mi ha subito attratta. Un avvocato affermato invaghito di una cubista, alle prese con il dolore per la perdita della moglie. Un giovane studente, diviso tra se stesso e la sua controparte, un insieme di luce sensualità e orgoglio.
È stata sicuramente una lettura diversa dalle altre, dettagliata e originale. Lolita è un inserimento non da poco, per non parlare del contesto in cui tutto si svolge, sempre legato alla professione di William, che non lascia spazio alle incomprensioni e alla segretezza.
Questo è sicuramente un aspetto che mi aspettavo, anche se molto è stato strutturato intorno all’impossibilità di mantenere una relazione senza doverlo comunicare al mondo intero. Ha posto i protagonisti davanti a numerosi ostacoli, sempre simili tra loro, e apparentemente insormontabili. Un’aggiunta buona, anche se davvero molto presente. Per quanto una storia di questo tipo necessitasse di rallentamenti e riflessioni, mi è sembrato si sia un po’ esagerato con la quantità. Questo ha influito moltissimo sul finale che, se non fosse per tutti gli impedimenti affrontati che lo hanno fatto sembrare l’ennesima difficoltà posta solo per aumentare la suspense, sarebbe stato perfetto. Perfetto per due personaggi come loro: con una differenza d’età così grande, con aspirazioni diverse e una personalità ancor più distante.
Sono quei dettagli che mi hanno appesantito una lettura che altrimenti sarebbe stata molto buona. Inserire così tante svolte porta a dei cambi drastici anche da parte dei protagonisti. Cambiamenti che non sempre sono un’aggiunta giusta, come nel caso di Lorenzo e del suo amore per la giurisprudenza.
L’idea non è male, anzi, è interessante e coinvolgente, nonostante i difetti e si vedono le potenzialità. Le descrizioni, in particolare quelle legate a Lolita, sono molto sensuali e tengono gli occhi del lettore incollati alle pagine.
È una buona lettura, che contiene tematiche forti, che danno un peso alla storia non indifferente e che non la lasciano nel dimenticatoio.

3.5

La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni

Recensione “Un Natale selvaggio” – Stephani Hecht

Titolo: Un Natale selvaggio
Autore: Stephani Hecht
Serie: Lost Shifters #2
Genere: Paranormal, Mutaforma, Festività
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 1,99€
Link all’acquisto: Un Natale selvaggio

SINOSSI

Il mutaforma Giaguaro, Brent, è impegnato nella missione più importante della sua vita: trovare i suoi fratelli scomparsi. Separato da loro anni prima, quando la dimora di famiglia è stata attaccata dai Corvi, Brent non li ha mai dimenticati e farà qualsiasi cosa per riportarli a casa. Finché non scopre che un uomo, un mutaforma Poiana di nome Daniel, possiede la chiave della loro posizione.
Daniel fugge dai Corvi da quando questi hanno quasi sterminato tutti quelli della sua razza. Si nasconde vivendo da umano e l’ultima cosa che vuole è essere risucchiato di nuovo nel mondo mutaforma.
Una notte si risveglia scoprendo un Giaguaro in camera sua, che esige il suo aiuto. Anche se vorrebbe rifiutare, lo sguardo di disperazione negli occhi di Brent gli dice che deve dargli una mano.
Anche un bambino sa che gatti e pennuti non devono mescolarsi tra loro. Eppure, ciò non ferma la crescente attrazione che provano l’uno per l’altro. Anche quando lottano contro nemici vecchi e nuovi, il loro amore aumenta.
Saranno in grado di superare una vita intera d’odio e pregiudizio per stare insieme? O dovranno pagare il prezzo più alto per quei sentimenti?

Evelyne2

Chi ha letto la mia recensione di “Passione primitiva” sapeva che non mi sarei persa questa lettura. Anche se è una novella di Natale, vediamo le vere potenzialità dell’intera serie. Più accurata, meno generale.
Non mi piace molto quando i due si innamorano quasi all’istante, ma in questo caso è in linea con la storia e non sembra una forzatura.
Ho trovato la caratterizzazione migliore rispetto a quella di Jacyn e Logan, Brent e Daniel sono due personaggi molto interessanti e ben curati. Una poiana e un giaguaro, un’accoppiata inaspettata, che spero mi dia soddisfazioni anche in futuro, magari quando avremo altre poiane come protagonisti.
Ci sono ancora dei cedimenti nella trama, ma ho notato molta più attenzione e meno incongruenze.
Nel complesso mi è piaciuto più del primo.
In alcuni momenti me lo ha ricordato: vedere il viaggio tra i due, la passione ad attrarli e la paura di non essere abbastanza. Mi è piaciuto maggiormente anche perché in questo caso vediamo due personaggi che lottano per avere il loro lieto fine e non sottostanno agli ordini di nessuno. Un punto a favore per Brent e Daniel!
Un ottimo seguito per spingere il lettore a continuare la serie e non fermarsi.

4
Pubblicato in: ninestar press, recensioni

Recensione “Cacciatore” – Rick R. Reed

Titolo: Cacciatore
Autore: Rick R. Reed
Serie: Chaser and Raining Men #1
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: NineStar Press
Prezzo: 4,91€
Link all’acquisto: Cacciatore

SINOSSI

Qualcuno definirebbe Caden DeSarro un cacciatore di uomini grassi. Gli piacciono i ragazzi con qualche chilo di troppo. Quando incontra Kevin Dodge nei bagni di un locale, non riesce a togliergli gli occhi di dosso, anche se non fa una bella figura. Secondo Caden, Kevin è fisicamente perfetto: un biondone barbuto con l’attrezzatura perfetta (si sono incontrati in bagno, non poteva non sbirciare!). Caden però si blocca e perde la sua occasione.
Quando s’imbatte di nuovo in Kevin quella notte, sul treno verso casa, pensa che il destino gli abbia offerto una seconda possibilità. Fa in modo di farsi invitare a casa di Kevin per un’avventura di una notte che si trasforma, invece, nel tipo di relazione che Caden ha sempre sognato.
Ma il vero amore non trova mai il suo compimento senza ostacoli e l’idillio di Kevin e Caden non fa eccezione. Quando Caden ritorna da un viaggio di qualche settimana, Kevin lo sorprende con un fisico nuovo e ‘migliorato’, che si addice benissimo agli ideali di Bobby, l’amico vanesio di Caden, ma non a quelli di Caden. Lui non sa più cosa fare e la sua esitazione è l’occasione che Bobby stava cercando. Perché quello non è più lo stesso Kevin di cui si è innamorato…, vero?

Evelyne2

Ero curiosa di leggere la storia di Kevin e Caden, perché avevo capito sin da subito che sarebbe stata diversa dalle altre. “Cacciatore” è sicuramente una storia che mi ha fatta riflettere e a tratti anche arrabbiare, lo ammetto. Mi piace l’idea di inserire, finalmente, un personaggio non perfetto fisicamente. O almeno, non secondo la società di oggi. Vedere Kevin nel suo corpo, amato e venerato, dà una bella sensazione a chi come lui soffre per il proprio corpo e magari tenta in tutti i modi di perdere peso e diventare “più carino” agli occhi di chi ama. Aspetto su cui non ho nulla da ridire, ma che nel passare del tempo è cambiato, dall’accettazione di qualsiasi fisico si è passati ad un kink degli uomini “massicci”. Dal messaggio che avere qualche chilo non rende un uomo brutto, sono arrivata a leggere una storia in cui il protagonista non ama più il ragazzo di cui pensava di essere innamorato perché ha perso peso. Mi ha fatta infuriare, ma era un approccio soggettivo, quindi mi sono detta che l’autore sicuramente avrebbe raggiunto un punto in cui questo aspetto veniva quantomeno concluso. Non è stato così. Un peccato, perché è un tema che, secondo me, non andrebbe sottovalutato. È bello e simpatico leggerlo sotto una chiave ironica, ma va preso con le pinze, specialmente se a leggerlo è qualcuno che magari soffre delle stesse insicurezze di Kevin.
Tolto questo punto, la storia è ben articolata, soprattutto con l’inserimento di Bobby, personaggio caratterizzato alla perfezione e che porta il lettore esattamente dove vuole l’autore.
La scrittura è scorrevole per la gran parte della lettura, a volte un po’ troppo pesante per quanto riguarda le riflessioni dei personaggi, simpatiche e ironiche, ma molto presenti.
La storia rispecchia molto la superficialità di oggi, ma credo avesse bisogno di più attenzione sotto un simile aspetto. Nonostante questo, però, non c’è alcun dubbio che l’intento dell’autore arrivi comunque al lettore: i giudizi, i pettegolezzi e la sofferenza provata da chi, come Kevin, non si sente accettato.
Una storia che, malgrado i suoi difetti, è comunque un colpo al cuore.

3.5

La copia ARC è stata fornita dall’Autore