Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Come unto these yellow sands” – Josh Lanyon

Titolo: Come unto these yellow sands
Autore: Josh Lanyon
Genere: Contemporaneo, Poliziesco
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: Come unto these yellow sands

SINOSSI

Un tempo era il cattivo ragazzo del mondo letterario, adesso l’unica droga del professor Sebastian Swift sono le poesie di Browning, Frost e Cummings.
Quando uno studente che ha aiutato a nascondersi viene sospettato di omicidio, Swift corre a cercarlo per convincerlo a consegnarsi prima che Max – suo amante e capo della polizia – capisca che è implicato.
Max ama le menzogne ancora meno dei sonetti. Eppure l’istinto – e il cuore – gli dicono che il suo uomo è stato incastrato, e un pericoloso nemico potrebbe non fermarsi finché Swift non diventerà il capo… di una società dei poeti estinti tutta sua.

Quando ho saputo che Josh Lanyon avrebbe pubblicato in italiano un nuovo libro, il mio cuoricino ha palpitato di gioia ed è finito in fibrillazione per l’attesa. Ma devo dire che è stata più che ripagata, quest’attesa, perché me ne sono innamorata: sia della storia sia dei nuovi protagonisti.
Una parte di me, lo ammetto, è felice che sia stato un autoconclusivo fatto e finito, senza l’intervallo sofferto per nuovi volumi, ma un altro pezzetto della sottoscritta avrebbe voluto leggere ancora, e ancora, su Swift e Max.
Per quellз che sono curiosз come me, e si sono chiestз fin dall’inizio il significato del titolo, si traduce con un “Vieni su queste spiagge dorate” ed è un verso cardine del poeta William Shakespeare citato all’interno della storia.
Il protagonista SSS – Sebastian Shadrach Swift – è attualmente un insegnante di college in una piccola cittadina del Maine, ma il suo passato è decisamente problematico e di pubblico dominio, essendo il figlio d’arte di due famosissimi e talentuosi poeti, che lo hanno spinto a comporre strofe sin dalla più tenera età, lasciando la sua vita sotto la luce dei riflettori del mondo, fino a un crollo che lo ha condotto in un tunnel di autodistruzione e droga.
Swift – perché è così che vuol farsi chiamare da che ha memoria – vive ora una strada tutta in salita fra il fantasma della dipendenza, il giudizio inclemente della gente e la sua voglia di riscatto. Per questo, pur con le migliori intenzioni, finisce invischiato in un delitto e nella sparizione di uno dei suoi studenti più dotati, a cui fa da mentore.
Il suo ruolo nella faccenda è particolarmente spinoso, perché si scontra con le indagini del capo della polizia locale, Max Prescott, che è casualmente il suo amante-barra-nonsisabenecosa.
Swift e Max hanno una relazione esclusiva da anni, ma le cose fra loro sono tutt’altro che stabilite e servirà un bello scossone per chiarirsi, anche perché sembrano appartenere a due mondi distinti: Max è estremamente realistico, a tratti cinico, e cataloga tutto con parametri netti, senza sfumature grigie. Swift, al contrario, è spesso ignaro del mondo che lo circonda, è avvolto dai propri turbamenti, dalle proprie lotte interiori e dalle cicatrici dell’animo che condizionano i suoi rapporti con gli altri.
Ho divorato questa storia in meno di un giorno perché non riuscivo a staccarmene. La parte del giallo investigativo mi ha coinvolta fin da subito, ma anche la caratterizzazione complessa e complicata dei personaggi mi ha intrigata e tenuta incollata fino all’ultima pagina. L’intera trama è un ottimo mix di introspezione e azione, con dei colpi di scena ben piazzati.
Se amate questa autrice e il romance m/m mescolato a investigazioni, questo libro fa per voi!

5

La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Adrien English e il mistero di Natale” – Josh Lanyon

Titolo: Adrien English e il mistero di Natale
Autore: Josh Lanyon
Serie: The Adrien English Mysteries #5.5
Genere: Contemporaneo, Suspense, Festività
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto:  Adrien English e il mistero di Natale

SINOSSI

Tornato a casa in anticipo dopo aver trascorso il Natale nella cara, vecchia Inghilterra, l’investigatore dilettante a tempo perso Adrien English è costretto a fare i conti con delle allarmanti novità in famiglia e, come se non bastasse, una vecchia conoscenza si fa viva in cerca di aiuto per rintracciare il fidanzato scomparso.
Per sua fortuna, Adrien conosce un bravo detective privato…

Slanif2

Sei mesi dopo la conclusione delle vicende della serie principale, dipanatesi in cinque avvincenti volumi, ci ritroviamo con Adrien e Jake finalmente insieme e di ritorno da una vacanza all’estero con la famiglia acquisita di Adrien, che finalmente Jake ha modo di conoscere.
Tuttavia, non sarebbe un degno romanzo della Lanyon se non ci fosse una piccola parte investigativa e anche stavolta, seppur molto marginale e breve, sarà presente a causa di una vecchia conoscenza del nostro libraio preferito.
Onestamente avrei preferito non ci fosse niente del genere, ma che tutta la storia si concentrasse solo su Adrien e Jake e gli enormi passi avanti che compiono in questa novella, perché davvero, quando ci arriverete non riuscirete a credere che stia succedendo davvero! Non vi spoilererò nulla, ovviamente, ma sappiate che finalmente tutte le barriere cadranno e Jake si arrenderà all’amore per Adrien, a tal punto da abbattere tutte le sue reticenze e presentarlo anche alla famiglia, che seppur non con entusiasmo, cerca di capire la sua vita e di trovare un modo per convivere tutti insieme nel quieto vivere più giusto per tutti.
Una novella che, seppur nella sua brevità, è capace di mettere davvero gli ultimi puntini sulle “i” a una serie che ci ha regalato profonde emozioni e due personaggi complessi, che magari non sempre abbiamo capito, ma che di sicuro hanno saputo dimostrarsi molto umani.

4
Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Un’oscura marea” – Josh Lanyon

Titolo: Un’oscura marea
Autore: Josh Lanyon
Serie: The Adrien English Mysteries #5
Genere: Contemporaneo, Suspense
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 6,99€
Link all’acquisto:  Un’oscura marea

SINOSSI

Come se riprendersi da un intervento al cuore sotto lo sguardo attento di una famiglia iperprotettiva non fosse abbastanza, uno sconosciuto cerca ripetutamente di introdursi nel negozio di libri di Adrien English.
Quando uno scheletro vecchio quasi mezzo secolo sbuca fuori da un muro durante i lavori di ristrutturazione della Cloak and Dagger, Adrien si rivolge al suo ex-amante, l’affascinante Jake Riordan, che, in seguito al suo coming out, ha cominciato a lavorare come investigatore privato.
Jake è ben felice di avere una scusa per stare vicino ad Adrien, ma il passato del giovane libraio nasconde più sorprese di quante entrambi possano immaginare… e una di esse potrebbe rivelarsi fatale per il cuore dell’avvenente detective.

Slanif2

Seppur presente una novella Natalizia di cui vi parlerò a breve, questo è a tutti gli effetti l’ultimo volume di questa fortunata serie che da oltre vent’anni (perché sì, il primo volume è uscito negli Stati Uniti d’America due decenni fa, circa. Sembra impossibile, lo so, ma è così) affascina lettori di tutte le età. Pensare che questa bella serie abbia un ventennio, è incredibile. Se la vediamo solo come un romanzo di adesso, non ha niente di particolarmente innovativo, ma se la contestualizziamo al periodo in cui è effettivamente uscita, è qualcosa di straordinario.
Raccontare non solo di uno scrittore e proprietario di un negozio gay, ma addirittura di un poliziotto gay è qualcosa che non era molto comune, all’epoca. È, infatti, soprattutto Jake il personaggio che mi ha affascinata di più nel corso di tutta la lettura. Seppur Adrien sappia essere un personaggio complesso e dalle mille sfumature, a volte la sua indolenze (che può passare per menefreghismo) mi ha irritata, perché mi sembrava sempre incapace di dare uno scossone alla sua vita e farsi valere. Dapprima a causa dei problemi cardiaci, ma poi semplicemente per abitudine, nonostante adesso, con un cuore decisamente più funzionante, abbia tanti nuovi motivi per voler vivere la sua vita con un po’ più di brio.
Tornando a Jake, comunque, è lui il personaggio che più mi è rimasto nel cuore. So che la maggior parte dei lettori lo ha criticato per le sue scelte, e state pur certi che nemmeno io ne ho apprezzate la maggior parte, ma la verità è che ho cercato di mettermi nei suoi panni e di dirmi: “Io cosa avrei fatto, al posto suo?” La verità è che non lo so e che molto probabilmente l’ansia mi avrebbe uccisa, così come la paura di deludere e di perdere tutti i posti sicuri che avevo. Jake è un personaggio che sbaglia tanto. Ferisce Adrien in più modi, ma ferisce tanto anche se stesso. Vedere che, finalmente, è capace di dare quella scossa alla sua vita, seppur con qualche anno di ritardo, è una liberazione necessaria che noi lettori stavamo aspettando insieme a Adrien.
Adrien English, capace di perdonare Jake Riordan con una velocità impressionante, spinto dall’amore che prova per lui nonostante tutto e, seppur timoroso, anche capace di dare una seconda occasione al loro rapporto, che non si è mai risolto del tutto e che ha lasciato strascichi anche nei due anni che hanno passato separati. Proprio perché, forse, la sua vita è stata soggetta per lunghi anni a una “data di scadenza”, sapere che finalmente non è più così immediata penso lo spinga a cercare di buttarsi il passato alle spalle e a cercare di essere felici da quel momento in poi.
Un romanzo con una parte investigativa molto interessante che affonda le radici in un passato lontano e una storia d’amore che ha molto spazio e che si sviluppa col perdono e la speranza di nuovi inizi per una vita, finalmente insieme, senza pregiudizi né segreti.
Insomma, una conclusione perfetta per una storia che ci ha appassionate volume dopo volume e che in questo quinto ci regala delle scene intime di incredibile delicatezza. Assolutamente consigliato!

4
Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Morte di un Re Pirata” – Josh Lanyon

Titolo: Morte di un Re Pirata
Autore: Josh Lanyon
Serie: The Adrien English Mysteries #4
Genere: Contemporaneo, Suspense
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: Morte di un Re Pirata

SINOSSI

Quarto capitolo dell’acclamata serie Adrien English, nata dalla penna del pluripremiato autore Josh Lanyon.

La carriera di scrittore di Adrien English, libraio gay e investigatore dilettante, è sul punto di decollare. I diritti del suo primo romanzo, Il delitto sarà svelato, sono stati acquistati da Paul Kane, una celebre star del cinema. Ma quando l’omicidio fa il suo debutto a una cena hollywoodiana, a indagare sul caso viene chiamato proprio l’ex amante di Adrien, l’avvenente Jake Riordan, ora tenente della polizia di Los Angeles e più che mai determinato a tenere nascosta la propria omosessualità. La sua comparsa, però, rischia di spingere il nuovo compagno di Adrien, il fascinoso professore universitario Guy Snowden, a commettere a sua volta un omicidio…

Slanif2

Ho un rapporto complicato, con questa serie. Se, da una parte, ne amo follemente alcune parti, dall’altra certe cose mi lasciano sempre col naso un po’ arricciato. Ciò non toglie che sia una delle migliori serie male to male con sfondo poliziesco/suspense che ci siano e mai ci saranno in circolazione, ma a conclusione della lettura dei primi tre volumi, ho davvero fatto fatica a soprassedere a certe mie perplessità. Pertanto, ho approcciato la lettura del quarto volume della serie con una convinzione non proprio altissima, ma per fortuna sono poi stata smentita dall’evoluzione degli eventi e dei personaggi, che mi hanno fatto concludere che questo è, a mio gusto, senza dubbio il migliore della serie.
A parte il titolo estremamente affascinante, che rievoca scenari avventurosi, misteriosi e oscuri; e seppur la parte investigativa è come sempre gestita in maniera sublime, dando indizi qua e là e poi ribaltando tutto fino a quando arrivi alla fine ancora indecisa se il sospettato sia davvero quello che avevi immaginato tu o qualcuno che non avresti mai detto; in questo quarto volume finalmente la storia d’amore (se così la possiamo chiamare, visto che Adrien e Jake passano il tempo a guardarsi da lontano e a girarsi intorno come fanno da anni, complice anche la presenza di Guy, che attualmente è il fidanzato di Adrien) ha il giusto spazio che marita, bilanciandosi perfettamente con la parte investigativa.
La carenza di lato amoroso nei libri di Josh Lanyon a volte mi porta ad avere difficoltà ad apprezzarli del tutto, e se anche ne riconosco la bellezza e la precisione, così come il talento dell’autrice stessa che ha fatto di questa caratteristica il suo marchio di fabbrica, ci sono state diverse circostanze in cui avrei voluto molta più storia d’amore che investigazione. La Lanyon si avvale tantissimo del “detto-non detto”, quindi a volte ci sono così tante sfumature, magari in una frase che appare del tutto banale a una prima occhiata, che a una prima lettura non si riesce neanche a comprenderle.
In questo quarto volume, tuttavia, finalmente vediamo un po’ di più dell’animo di Jake Riordan e di Adrien English e ne conosciamo più intimamente alcuni tormenti e pensieri.
Jake è, come sempre, fin troppo spaventato dalla sua stessa ombra, ma incapace di non provare desiderio e di non amare Adrien (anche se, va specificato, non lo ammette neanche con se stesso), facendo di tutto per averlo tra le braccia anche se sa che se ne pentirà.
Adrien, d’altro canto, ha perso un po’ quella svagata innocenza che l’ha caratterizzato fino a quel momento per trasformarsi in un uomo vissuto e amareggiato, con una salute messa sempre peggio e una carriera di scrittore che finalmente sta decollando. Nonostante l’appoggio della famiglia e di Guy (che gli è vicino nonostante sappia perfettamente che Adrien non tiene a lui allo stesso modo in cui Guy tiene a Adrien), l’uomo non riesce davvero a essere sereno e nonostante ritrovarsi davanti Jake Riordan sia uno shock, al contempo il suo cuore ballerino non può fare a meno di riconoscere l’altra metà della mela.
Concludendo, dunque, un quarto volume emozionante e ben articolato, che bilancia tutte le sue caratteristiche con maestria e accuratezza. Assolutamente consigliato!

4
Pubblicato in: articoli, lux lab, mondadori, neo edizioni, quixote edizioni, self publishing, triskell edizioni

Must Read 2021: le migliori letture del blog

Per concludere l’anno in bellezza, abbiamo pensato di chiamare a raccolta tutto lo staff e creare per ognuna delle nostre ragazze, una top 3 dei migliori libri recensiti per il blog quest’anno; quelli che ci sono rimasti nel cuore in modo speciale e che ci hanno emozionato profondamente, a volte fino alle lacrime.
Queste sono le nostre classifiche.
Anche voi ne avete amato qualcuno di questi? Fateci sapere nei commenti!

LADY MARMELADE

EVELYNE

SLANIF

ADELESH

HIKARU

TFPEEL

Al 2022 con le nuove letture e le nostre recensioni.
Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Pagina FacebookInstagramTwitter e ovviamente Goodreads!

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “In altre parole… Omicidio” – Josh Lanyon

Titolo: In altre parole… Omicidio
Autore: Josh Lanyon
Serie: Holmes & Moriarity #4
Genere: Contemporaneo, Suspance
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: In altre parole… Omicidio

SINOSSI

L’autore di gialli (e occasionale investigatore dilettante) Christopher Holmes è felicemente (tutto sommato) fidanzato e a un passo dalle nozze. Sta considerando l’idea di una nuova carriera come autore di true crime quando viene a sapere che nel giardino della sua vecchia casa è stato scoperto un cadavere.
A complicare le cose ricompare dal nulla il suo ex, il quale insinua che il corpo potrebbe essere quello dell’ex assistente personale di Christopher.
A casa Holmes è il solito tran tran. In altre parole… omicidio.

Slanif2

Ed eccoci giunti anche a questo quarto (e per ora ultimo; ma è previsto un quinto libro in lingua originale per la fine del 2022, quindi incrociamo le dita!) volume della serie dedicata a Christopher “Kit” Holmes e J. X. Moriarity, il suo fidanzato.
Non voglio parlarvi della trama, perché è parecchio intricata e ci sono molte cose che si incastrano e si sommano e anche se può sembrare un po’ troppo se uno ci pensa, in realtà le pagine sono volate via alla velocità della luce e tutti i puntini sono finiti sopra le “i”, senza nemmeno farmi rendere conto di essere giunta alla fine.
Posso dirvi, però, che tutto inizia quando, nella vecchia casa dove Kit ha vissuto per quattordici anni (di cui una buona parte con il suo ex, David, che in questo libro avrà una presenza fissa, anche se, vi rassicuro, del tutto innocua) viene ritrovato un cadavere sotto al pergolato che lui aveva fatto costruire quando viveva lì. Come se non bastasse, la prima supposizione è che si tratti di Dicky Dickson, il suo ex assistente, con cui i rapporti sono finiti tutt’altro che in maniera idilliaca, visto che Dicky è fuggito con David.
Christopher ha risolto quattro omicidi nell’ultimo anno… Cosa sarà mai uno in più? Il problema è che stavolta, l’accusato di omicidio, è proprio lui! Riuscirà a scagionarsi e a dimostrare che non solo non aveva idea che ci fosse un corpo, lì sotto, e che non è lui che cerca gli omicidi ma sono loro che trovano lui? Okay la rabbia per il suo ex assistente, che è fuggito insieme a David, ma insomma… Addirittura ucciderlo? È un po’ troppo anche per un uomo pieno di difetti come lui!
Sarà una bella impresa… Ma per fortuna c’è J. X., che è sempre al suo fianco e lo aiuta e sostiene in ogni occasione.

Si chinò per baciarmi, e io gli avvolsi un braccio al collo e lo tirai giù. Le sue ciglia mi solleticarono il viso, il suo alito era caldo, la pelle morbida dove era liscia e ancora più morbida dove aveva la barba. Le sue labbra sfiorarono le mie con un tocco simile a un raggio di luce.
La luce nei suoi occhi quando rideva. La luce nei suoi occhi quando si svegliava al mattino. Quando facevamo l’amore.

Sì, perché in questo quarto volume, finalmente, le cose si concentrano soprattutto sul rapporto tra Kit e J. X..
Ammetto che è sempre stata una delle cose che più mi hanno lasciata amareggiata, nel corso degli anni, mentre leggevo le opere di Josh Lanyon: il fatto che non venisse mai lasciato molto spazio alla coppia e a scene più romantiche a beneficio di indagini e supposizioni che sì, sono ben fatte, ma a volte mi è sembrato rubassero la scena ai veri protagonisti dei libri e al loro nascente rapporto. È il suo stile, certo, e lo apprezzo sempre, ma in romanzi come questo, dove i sentimenti la fanno da padrone senza per questo togliere spazio all’indagine, trovo che la Lanyon raggiunga un bilanciamento sublime e che risulti piacevole in maniera eccelsa.
Christopher è un personaggio profondamente irriverente, sarcastico, a volte egoista e rancoroso; ma è anche un uomo che non ha ricevuto tanto amore nella sua vita (dapprima a causa dei genitori anaffettivi e poi per colpa di David, con cui litigava spesso e che lo ha tradito più di una volta, scappando addirittura col suo assistente come ciliegina sulla torta!) e che deve imparare ancora le basi di questo sentimento.
J. X., al contrario, è un uomo con una famiglia fin troppo presente (e complicata) e un amore sconfinato per il suo Kit, che non sempre però viene ben ricevuto, in quanto l’altro uomo è abbastanza poco avvezzo alle smancerie.
In questo libro vediamo come tanti muri di Kit si abbattano e quanti passi avanti compia nel capire che J. X. è l’uomo per lui; ma assistiamo anche a J. X. che dimostra di essere umano e non perfetto, preda della gelosia e delle insicurezze che tutti noi proviamo nella vita.
Un romanzo, dunque, che è un mix secondo me super equilibrato e che apre le porte a un quinto (e presumibilmente ultimo, da quel che ho capito) volume in cui mi aspetto un “E vissero per sempre felici e contenti”.
Dopo aver risolto un altro caso, ovviamente.

4.5

La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “L’uomo nella cassa fatale” – Josh Lanyon

Titolo: L’uomo nella cassa fatale
Autore: Josh Lanyon
Serie: Holmes & Moriarity #3
Genere: Contemporaneo, Suspance
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: L’uomo nella cassa fatale

SINOSSI

È giorno di trasloco a casa Holmes.
In qualche modo, e contro ogni istinto di Kit, lui e J.X. stanno per andare a vivere insieme. Mentre J.X. si trova a una convention dedicata al giallo, Kit disfa una cassa che dovrebbe contenere vecchi piatti.
Non è così.
In mezzo a un mucchio di fiocchi di polistirolo c’è un corpo morto.
Un benvenuto nel quartiere decisamente nel loro stile.

Slanif2

Christopher Holmes e J. X. Moriarity stanno andando a vivere insieme. Sembra l’inizio di un idillio fatto per durare, ma il cadavere di un uomo dentro una delle casse del trasloco di Kit ci ricorda che lo scrittore di Miss Butterwith e Mr. Pinkerton è famoso anche per attirare guai (e morti) come una calamita!
Perché infatti, oltre ai turbamenti del nostro Christopher, avremmo a che fare anche con una simil indagine e Kit coinvolto contro la sua volontà. Il solito, insomma, che però stavolta si scontra con la presenza molto più ingombrante di J. X., che non è più solo mero spettatore delle disavventure del suo partner, ma parte attiva della cosa e voce della coscienza (nonché della logica) di un Holmes molto istintivo e preda delle sue paranoie.
Perché sì, quelle non mancheranno.
Sin dal primo libro, Josh Lanyon ci ha presentato un personaggio complesso, sarcastico, egoista, pieno di paletti mentali e non, che non ha nessuna voglia di fare niente che non gli interessi, in barba alla sua carriera di scrittore o – come in questo caso – al ferire i sentimenti degli altri.
Kit ha alle spalle una lunghissima relazione con un uomo, David, con cui aveva un rapporto che non definirei propriamente “sano”. Non perché fosse violento, ma perché non sapevano comunicare. Non affrontavano i problemi e ciò, anche se inconsciamente, faceva accumulare a entrambi del rancore che poi è tracimato dal bordo del bicchiere mettendo disastrosamente fine alla loro relazione.
Ciò comporta che Christopher sia tutt’altro che d’animo positivo verso l’amore.
Fatica ad ammettere che J. X. non è David, e che di certo prova molto amore per il primo e non ne provava abbastanza per il secondo, ma le brutte esperienze l’hanno bruciato e adesso è difficile dimenticare il dolore.
Ho letto varie recensioni – italiane e non – in cui i lettori si lamentavano un po’ per le tante pare mentali che si fa il nostro protagonista, ma onestamente, anche se avrei voluto prenderlo a ceffoni una volta o due, non l’ho mai trovato esasperante o fuori dalla sua caratterizzazione (e questo per me è fondamentale). Christopher è, come detto, un personaggio complesso, molto umano e assolutamente fallace che, soprattutto in questo terzo volume, ci dimostra quanto i sentimenti umani siano complessi, quanto l’amore non segua sempre il percorso della logica e viceversa. Ho apprezzato che la Lanyon facesse fare un simile percorso a questo personaggio, perché Christopher è la classica persona a cui J. X. può star lì a dire in eterno che sono fatti per stare insieme, ma se non se ne convince lui per primo, non c’è verso che lo capisca.
J. X. ha una pazienza enorme, e probabilmente bisognerebbe dire a chi di dovere di farlo Santo, ma mi piace che sia comprensivo senza essere accondiscendente o succube. Anche se cerca in tutti i modi di far felice Kit, al contempo non vuole nemmeno farsi mettere i piedi in testa o cedere su punti che per lui sono fondamentali in una relazione.
In sostanza, ho apprezzato molto l’evoluzione che compie la loro storia d’amore in questo volume, anche se ho un po’ storto il naso all’inizio quando ho letto che andavano a convivere, perché l’ho trovato decisamente prematuro visto proprio il carattere di Kit.
Meno avvincente la parte dell’indagine, con aggiunta di Jerry (che saprete chi è solo leggendo) che mi è parso un po’ troppo, ma nel complesso sempre piacevole.

4

La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “La mossa del Diavolo” – Josh Lanyon

Titolo: La mossa del Diavolo
Autore: Josh Lanyon
Serie: The Adrien English Mysteries #3
Genere: Contemporaneo, Poliziesco, Suspance
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: La mossa del Diavolo

SINOSSI

Dopo che il commesso della sua libreria sparisce in seguito a delle terrificanti minacce di morte, Adrien English è costretto a vedersela con un misterioso culto satanico, un affascinate professore universitario e la sua traballante relazione col detective Jake Riordan che, pur di non ammettere pubblicamente la propria omosessualità, rischia di compiere un passo senza ritorno.

Hikaru2

Siamo ormai al terzo volume di questa Saga e se qualcuno di voi pensa che Adrien ha capito che non deve mettersi nei guai e deve imparare a non ficcare il naso in situazioni pericolose, beh… Si sbaglia di grosso!
C’è da dire che, come succede spesso ai protagonisti di libri e film, non è lui a cercare i guai, ma bensì sono loro a trovare lui. E considerando il modo in cui finisce a investigare ogni volta, non si può proprio dire che faccia qualcosa per non incappare in cadaveri.
Se vi ricordate, nel primo libro, “Ombre fatali”, il cadavere di turno era il suo amico, nonché aiutante in libreria; nel secondo, “Una cosa pericolosa”, se l’è letteralmente trovato davanti, a chilometri di distanza dalla sua libreria e dalla sua casa. E qui… Beh, qui tutto nasce dal voler aiutare Angus, il nuovo commesso; che è quel ragazzo silenzioso che ha la bruttissima (capitale per quel che mi riguarda) colpa di mettere l’etichetta del prezzo dei libri proprio in mezzo alla copertina. Adrien ha sempre sorvolato sull’abbigliamento, sul modo di fare, su quel ragazzo in generale, che alla fin fine faceva quello per cui era pagato, e quando quest’ultimo si sentirà in pericolo, Adrien cercherà solo di aiutarlo.
Peccato che poi iniziano a spuntar fuori cadaveri… Peccato che poi scoprirà che Angus è immischiato in gruppi strani, non tanto peccato che questo lo porterà a conoscere un bel professore, suddetto Guy Snowden.
Non mi prendete per matta: non mi sono scordata di Jake! E chi mi conosce sa che il terzo incomodo non mi è mai simpatico, ma qui il personaggio ha la sua importanza. Anche perché Jake – dopo un momento iniziale dove sembra che stia accettando, almeno con se stesso, che sono dei sentimenti romantici a legarlo ad Adrien – fugge ancora più lontano. Non vi racconto altro, ma sappiate che ho passato un buon 90% del libro a decidere se entrare nella storia e schiaffeggiarlo oppure aspettare gli sviluppi.
Adrien passerà tutto il libro a indagare e a mettersi in pericolo più di quello che sia lecito fare. E quando non indaga è costretto a passare del tempo con la sua nuova famiglia. Sua madre Lisa, infatti, ha deciso di sposarsi con un uomo importante che ha una famiglia ingombrante. E sembra che Adrien preferisca fare indagini tra gruppi satanisti e demoni richiamati, piuttosto che pensare alla nuova perfetta famiglia felice di cui dovrò fare parte.
Riuscirà Adrien a superare il matrimonio, il Natale, gli omicidi, un rapimento, i gruppi satanisti… Il tutto senza farsi uccidere o arrestare?
E Jake? Che accidenti passa nella testa dell’uomo? Riuscirà a fare chiarezza e a smettere di mentire almeno a se stesso?
A una delle domande abbiamo una risposta in questo libro… Per le altre dovremo aspettare, ci sono altri libri; saranno sufficienti? Chi lo sa. L’unica è leggerli.

4
Pubblicato in: articoli, brè edizioni, fazi editore, garzanti, lux lab, recensioni, recensioni in anteprima, self publishing, triskell edizioni

Must Read 2020: le migliori letture del blog

Per concludere l’anno in bellezza, abbiamo pensato di chiamare a raccolta tutto lo staff e creare per ognuna delle nostre ragazze, una top 3 dei migliori libri recensiti per il blog quest’anno; quelli che ci sono rimasti nel cuore in modo speciale e che ci hanno emozionato profondamente, a volte fino alle lacrime.
Queste sono le nostre classifiche.
Anche voi ne avete amato qualcuno di questi? Fateci sapere nei commenti!

FRANCESCA

LADY MARMELADE

EVELYNE

SLANIF

ADELESH

HIKARU

TFPEEL

All’anno prossimo con le nuove letture e le nostre recensioni.
Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Pagina FacebookInstagramTwitter e ovviamente Goodreads!

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Cala il sipario” – Josh Lanyon

Titolo: Cala il sipario
Autore: Josh Lanyon
Serie: Holmes & Moriarity #2
Genere: Contemporaneo, Suspance
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: Cala il sipario

SINOSSI

Una micidiale caduta da scale ghiacciate rischia di rivelarsi la scena finale per Anna Hitchcock, l’“Agatha Christie americana”.
La richiesta d’aiuto dell’anziana mentore interrompe il week-end romantico che lo scrittore di gialli Kit Holmes sta passando insieme al nuovo compagno, J.X. Moriarity, procurandogli un incarico da detective dilettante in un’elegante dimora di montagna isolata dalla neve.
Sfortunatamente, un astuto killer è di nuovo un passo avanti a Kit…

Slanif2

Eccoci finalmente al secondo volume della storia di Christopher Holmes e J. X. Moriarity!
Entrambi scrittori, il primo è un quarantenne che non ha nuove idee da un pezzo, mentre il secondo è un trentacinquenne aitante sulla cresta dell’onda.
Saranno proprio queste differenze a fare da cardine alla narrazione, portando i due ad avere più di un confronto a riguardo, ma anche chiarimenti super dolci e sexy al contempo. La loro storia subirà un notevole passo avanti, per mia grande felicità, quindi sono davvero entusiasta di come stanno procedendo le cose tra questi due uomini all’apparenza super diversi, ma al contempo capaci di comprendersi e rispettarsi l’un l’altro.
Lo avevo notato già sul primo volume “Qualcuno ha ucciso il mio editor”, infatti, ma l’ho riscontrato soprattutto in questo secondo, che lo spazio che la Lanyon dà alla storia d’amore tra i due è molto più rilevante che nelle altre sue serie, per fortuna.
Avevo sempre trovato che fosse un suo “difetto” il penalizzare la storia d’amore per la parte investigativa (anche se mi rendo perfettamente conto che è un suo tratto distintivo e che pochi autori sono bravi come lei a rendere avvincente un’indagine per omicidio negli attuali tempi moderni), quindi sono davvero felice che in questa nuova serie sembra esserci invece un bilanciamento migliore, regalando sia scene più avvincenti ad altre più romantiche.
Ciò non toglie che la parte investigativa sia coinvolgente come al solito, regalandoci un volume piacevole e con il solito marasma di personaggi variopinti. Un’indagine che sembra non fermarsi a questo volume e che sono curiosissima di sapere come proseguirà nel terzo libro! Chissà se ho indovinato chi è l’assassino?
Intanto mi godo i traguardi che hanno raggiunto Christopher e J. X. e spero che non vada tutto perduto nel terzo volume della serie!
Sono due personaggi che mi piacciono moltissimo, non solo come coppia ma anche come singoli, perciò spero davvero in un lieto fine senza percorsi accidentati, per loro. Non troppo, per lo meno. Perché diciamocelo, la verve umoristica di Christopher – che spicca soprattutto quando è agitato – mi fa sbellicare dal ridere e non vorrei davvero rinunciarci!

4.5

La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice