Pubblicato in: dreamspinner press, recensioni

Recensione “Senza più scuse” – Mary Calmes

perf5.830x8.270.indd

Titolo: Senza più scuse
Autore: Mary Calmes
Serie: Marshals #1
Genere: Poliziesco, Contemporaneo
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Prezzo: 5,72€
Link all’acquisto: Senza più scuse

SINOSSI

Il vicesceriffo federale Miro Jones è noto per la sua capacità di conservare la calma e il sangue freddo anche quando si trova sotto tiro. Queste qualità sono fondamentali per lavorare con il suo fenomenale partner, Ian Doyle, il tipo d’uomo in grado di scatenare un litigio in una stanza vuota. Nei tre anni trascorsi a lavorare e rischiare la vita insieme, il loro rapporto è cresciuto: dall’essere due sconosciuti sono diventati colleghi, e infine compagni di squadra affiatati e migliori amici. Miro nutre una fiducia cieca nell’uomo che gli copre le spalle, e forse qualcosa di più.
Tutti si aspettano che Ian, come sceriffo e soldato, prenda il comando, tuttavia la forza e l’autocontrollo che lo hanno portato al successo sul campo non funzionano negli altri ambiti della sua vita. Ian ha sempre trovato scuse per rifiutare qualsiasi legame, ma non avere né una casa né qualcuno da cui tornare lo sta lentamente divorando dentro. Col tempo, si è costretto ad ammettere che senza il suo partner non vale la pena andare da nessuna parte. Adesso tocca a Miro convincerlo che farsi catturare dai lacci del cuore non significa essere prigionieri.

Slanif2

Miroslav “Miro” Jones è un vicesceriffo federale con un passato in affido e un presente caratterizzato da quattro amiche del college che sono la sua famiglia – e che lo trattano come una mamma farebbe col suo figlio prediletto – e da un partner, Ian Doyle, difficile da interpretare.
Questi, infatti, non solo è schivo e riservato, ma è anche un ex Berretto Verde che collabora ancora saltuariamente col Governo, e tutti i segreti che deve mantenere non rendono facile il rapporto, soprattutto se uniti a un carattere che fa fatica ad aprirsi e ad ammettere le proprie debolezze.
Tuttavia, Miro è riuscito a penetrare nella corazza del duro Ian, e tra di loro c’è un legame all’apparenza fragile, ma in realtà forte e duraturo, che nasconde molto più di quello che a una prima occhiata possa sembrare.
Miro, infatti, è innamorato perso di Ian. Peccato che quest’ultimo sia etero… O no?

Inspira…
Per un attimo la vista mi si annebbiò, come se il ritmo del mio cuore fosse un battito elettromagnetico, e tutto si bloccò. Ero immobile, intrappolato, e l’unica presenza di cui ero consapevole era Ian Doyle.
… espira.

In questo primo volume della serie, Mary Calmes ci fa conoscere Miro e Ian, così come alcuni aspetti del loro passato e il modo in cui, in questi tre anni di collaborazione, abbiano imparato a comprendersi l’un l’altro.
Conosciamo soprattutto Miro, unica voce narrante, che risulta essere agli occhi del lettore un uomo che sì, ha sofferto in passato, ma che è stato bravo a sapersi rialzare sempre e a trovare il lato buono nelle cose, imparando presto a distinguere cosa è giusto e cosa è sbagliato. In sostanza, un ragazzo che si è “fatto da solo” e che con fierezza porta il suo distintivo per proteggere i cittadini e, senza dubbio, il suo partner e segreto amore Ian.
L’ex Berretto Verde, come detto, lo conosciamo solo dalle poche parole – tutte impertinenti, per mio sommo divertimento – che dice e per le impressioni che Miro ha di lui.
Sarebbe stato bello entrare anche nella sua testa, ma grazie anche solo al suo partner, conosciamo Ian e capiamo che dietro quell’aria da duro, in realtà si nasconde un cuore fragile e bisognoso di attenzioni. Un uomo grande e grosso che ha il desiderio di essere abbracciato e che, una volta tanto, non necessiti di essere quello forte e che prende le decisioni. Un uomo, in sostanza, dal duplice temperamento, difficile da interpretare e da capire.
All’inizio ammetto che questo aspetto mi ha un po’ lasciata perplessa, perché mi ero fatta una determinata idea di lui, ma andando avanti ho capito di più il senso delle scelte della Calmes e anche se – lo ammetto – non le condivido al cento per cento, le posso comprendere e accettare, godendo della lettura a pieno senza farmi influenzare dall’idea che mi ero fatta del soldato dagli occhi azzurri.
Unica pecca, secondo me, è la presenza delle varie indagini in cui vengono coinvolti, con milioni di personaggi che compaiono solo per poche pagine e con informazioni sommarie che non facilitano l’entusiasmarsi alla vicenda.
Nel complesso, comunque, un romanzo piacevolissimo e un buon inizio di serie, di cui corro subito a leggere i seguiti!

4

Pubblicato in: dreamspinner press, recensioni

Recensione “Accanto” – Marie Sexton

Marie Sexton (7)

Titolo: Accanto
Autore: Marie Sexton
Serie: Coda #9
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Prezzo: 6,22€
Link all’acquisto: Accanto

SINOSSI

Il giovane Dominic Jacobsen sospetta di essere gay e ne ha la conferma quando un ricco ragazzo proveniente da fuori città sale sul sedile posteriore della sua GTO. Gli basta una serata con Lamar Franklin per convincersi di aver trovato l’uomo dei suoi sogni. Sfortunatamente, quella serata sarà l’unica cosa che avrà prima che l’altro lasci il Colorado.
Quindici anni dopo, Lamar torna a Coda, dopo aver messo fine all’ultima di una lunga serie di pessime relazioni. È solo, depresso e tormentato da telefonate notturne anonime. Ormai sul punto di arrendersi, si trova faccia a faccia con il passato.
Da quando aveva diciassette anni, Dominic sogna di incontrare di nuovo Lamar, ma questo non significa che sia pronto per vivere una storia. Affrontare i pettegolezzi tipici di una piccola città e i soliti drammi di una grande famiglia è già difficile, ma ciò che più lo preoccupa è perdere la custodia della figlia adolescente, Naomi. L’unica soluzione è assicurarsi che lui e Lamar rimangano amici e nulla più. Dovranno tenersi addosso i vestiti, qualsiasi cosa accada.
Semplice. Che si riveli un bene o un male, Lamar sembra però pensarla in altro modo.

Evelyne2

Questo ultimo volume della serie “Coda” di Marie Sexton, riprende in la storia di Jared, Matt, Angelo e Zach, aggiungendo due protagonisti mai incontrati prima: Dominic e Lamar. Mi è piaciuto molto vederli interagire tra loro, scoprire a che punto le loro relazioni si sono evolute e riuscire a scorgere perfettamente le loro personalità anche se non sono i protagonisti di questa storia.
Rispetto agli altri libri della serie, ho trovato questo un po’ sotto tono, anche se resta un bel libro, scritto da una grande autrice.
Ho trovato insolito il cambiamento repentino di Dimitri, il fratello di Dom, e poco ragionevole il mancato divorzio tra quest’ultimo ed Elena, nonostante fossero ormai separati da anni e lei fosse già in una relazione da tre anni.
Molto simpatico il personaggio di Naomi, sicuramente il più luminoso e imprevedibile. Ho apprezzato molto l’inserimento della gatta con il suo nome impronunciabile e il rapporto davvero singolare tra Dominic ed Elena. Non mi aspettavo Naomi accettasse così facilmente la relazione tra suo padre e un uomo, ma sono contenta non fosse l’unica difficoltà che Dom doveva affrontare prima di fare Coming Out per comprendere di dover reagire se voleva una vera relazione.

Mi sono sentito perso per così tanto tempo. Da quando mi sono trasferito qui. E a volte era come se stessi affogando, e avessi bisogno di nuotare, ma ero così stanco. Ero pronto ad arrendermi. E quando mi hai trovato, sei stato la mia mia àncora. Mi hai tenuto a galla e sano di mente.

Quando i due sono nella stessa stanza è pressoché inutile non considerare la forte attrazione che li attrae costantemente. Per questo, nei momenti in cui i personaggi si sforzano per riuscire a mantenere il controllo, scappa un sorriso, consapevoli che malgrado le loro parole è solo una questione di tempo.

“Quindi ci teniamo addosso i vestiti?”
“Assolutamente,” concordai. “Ci teniamo addosso i vestiti. Qualsiasi cosa accada.”
“Bene.”

Un bel finale per una serie che mi ha tenuta impegnata per molti giorni e che sicuramente è una di quelle che ho più apprezzato. Tra le opere della Sexton, questa l’ho amata particolarmente.

4

Pubblicato in: dreamspinner press, recensioni

Recensione “Paura, speranza e budino di pane” – Marie Sexton

Marie Sexton (6)

Titolo: Paura, speranza e budino di pane
Autore: Marie Sexton
Serie: Coda #6
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Prezzo: 4,49€
Link all’acquisto: Paura, speranza e budino di pane

SINOSSI

Le famiglie dovrebbero allargarsi, non restringersi. Jon Ketcher lo pensava ancora prima di convolare a nozze con il compagno, il milionario Cole Fenton. Ora che sperano di adottare, Jon e Cole cercano una futura mamma che lasci a loro un figlio da amare, ma l’attesa interminabile li sta snervando.
Jon è vicino a suo padre, George, ma prima di Cole, non aveva nessun altro. Ora George sta spingendo Cole a riconciliarsi con la madre lontana. Quando i tre passano il Natale con lei a Monaco, i risultati sono disastrosi. Jon e Cole riescono a restare ottimisti, ma non c’è speranza senza paura, e non possono fare a meno di chiedersi se per loro il sogno di diventare genitori sia semplicemente destinato a non avverarsi.

Evelyne2

Eccomi oggi a parlarvi del sesto volume della serie “Coda” di Marie Sexton. Una serie che mi ha coinvolta e sorpresa davvero molto.
Non avrei mai immaginato di apprezzare così tanto Cole e Jon.
Mi è piaciuto particolarmente il modo in cui la narrazione dal punto di vista di Jon era intervallata dalle lunghe email di Cole a Jared. Dà una visione molto più completa degli eventi, senza escludere un protagonista che sicuramente incide molto sulle emozioni di Jonathan e sulle sue decisioni.
Se nel quarto volume mi erano piaciuti, qui sicuramente ho avuto l’opportunità di comprenderli ancor di più e apprezzare il personaggio di Jon più di quanto abbia fatto precedentemente.
Mi ha colpita molto. Dopo la fine del quinto volume, ero dubbiosa riguardo il suo personaggio. Mi aveva lasciata un po’ con l’amaro in bocca e non ero molto convinta di come si sarebbe approcciato. Nonostante non ci sia stato alcun riferimento all’avvicinamento tra lui e Zach, Jonathan si dimostra paziente e di supporto per Cole.
L’apparizione di Grace, madre di Cole, ha un’incidenza notevole. Le sue conversazioni con George mi hanno fatto riflettere.

“È tuo figlio. Era un giorno importante per lui. Per entrambi! E tu riesci solo a pensare a te stessa?”
“Non mi aspetto che tu capisca.”
Era una buona cosa, perché non ci riuscivo.

In questo volume, Marie Sexton accentua maggiormente l’umanità dei suoi personaggi. In particolare Cole, la paura e la speranza che lo guidano nella gran parte del racconto, lo mostrano per il ragazzo dolce e sensibile che è sempre stato, ma che il suo carattere ha sempre tentato di nascondere.
Conoscerlo attraverso alcuni, anche se pochi, racconti riguardo la sua infanzia, mi ha fatto rendere conto di quanto ancora non sapessi su di lui.
Non vi anticipo nulla riguardo gli avvenimenti, anche se chi ha letto il quarto e il quinto volume potrà sicuramente avere già un’idea di cosa succederà.

“Amo Jonathan con tutto il mio cuore, e adoro George, ma non posso fare a meno di sentire la mancanza di qualcosa. Qualcosa di profondo. Ho così tanto da dare, Jared. Non solo soldi e cose, ma amore. Ho così tanto amore nel cuore, e non ho abbastanza persone con cui condividerlo.”

Anche se non è l’ultimo libro della serie, chiude il cerchio riguardante Jon e Cole. Se avete letto i precedenti libri non potete certo perdervi questo.

4.5

Pubblicato in: dreamspinner press, recensioni

Recensione “Parigi dalla A alla Z” – Marie Sexton

Marie Sexton (5)

Titolo: Parigi dalla A alla Z
Autore: Marie Sexton
Serie: Coda #5
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Prezzo: 4,39€
Link all’acquisto: Parigi dalla A alla Z

SINOSSI

Zach Mitchell e il suo compagno Angelo Green sono diretti a Parigi (con Matt e Jared, i loro amici di Coda) per il matrimonio di Jon e Cole. Matt dovrà affrontare l’ex amante di Jared, Angelo dovrà trascorrere un’intera settimana con l’ex ragazzo di Zach. Tra la gelosia di Matt e il carattere di Angelo, Zach pensa che sarà una fortuna se finiranno la vacanza senza che uno degli sposi si becchi un pugno. Presto Zach capisce che dovrebbe preoccuparsi meno per Angelo e più per se stesso. Affrontare i ricordi dolceamari del suo passato e il senso di colpa per aver spezzato il cuore di Jon è più difficile del previsto, ma Zach dovrà trovare un modo per lasciarsi il passato alle spalle se vuole coltivare la speranza di realizzare il futuro che sogna con Angelo.

Evelyne2

Parigi dalla A alla Z” è certamente uno dei libri più complessi dell’intera serie. Avendo iniziato con Matt e Jared e poi Zach e Angelo, non avevo idea di come l’autrice potesse riuscire a legare questi personaggi con Cole e Jon. Specialmente dopo gli eventi accaduti nel terzo volume della serie!
Questa scelta mi ha sorpresa e incuriosita al tempo stesso. Riuscire ad inserire Cole, Jared e  Matt nella stessa stanza o anche Zach, Angelo e Jon non è sicuramente stato semplice.
Secondo il mio parere, la Sexton è riuscita a presentate ognuno di loro nel modo giusto. La narrazione alternata tra Zach e Matt sicuramente aiuta molto il lettore a distinguere gli eventi. Unica pecca, sembra che ancora una volta gli eventi girino intorno ad Angelo e Zach. Non che questo mi dispiaccia, ho apprezzato i loro personaggi, ma si nota molta il distacco. Anche quando è Matt a parlare, loro sono quasi sempre al centro dell’attenzione.
Nonostante questo però, la storia scorre piacevolmente, senza mai incontrare ostacoli di alcun tipo.
L’inserimento di George, padre di Jon, influisce a suo modo sui personaggi. Il fatto che George non avesse mai immaginato che Matt e Jared stessero insieme dà un’idea di come questi ultimi esternano la propria relazione in modo diverso rispetto ad Angelo e Zach, sui quali sicuramente nessuno ha mai avuto dubbi.
Simpatico il modo in cui Cole interagisce con Jon ed il modo in cui stuzzica perennemente Matt. Ho apprezzato particolarmente una loro conversazione, mi ha fatto sorridere più di una volta.

“Oh buon Dio,” gemette Matt, tenendosi la testa. “Sapevo che non sarei dovuto venire.”
“Non preoccuparti di quello,” disse Cole. “Sono sicuro che Zach riuscirà a fartelo fare ancora una volta.”
Jared rideva talmente tanto che mi domandai come riuscisse a stare ancora sulla sedia.

Gli eventi che vedono Jon e Zach come protagonisti mi hanno confusa in alcuni momenti. Non mi aspettavo la loro storia prendesse una piega di questo tipo, ne che Angelo reagisse in tal modo. La loro coppia è sempre stata una sorpresa. Non sono mai riuscita a comprenderla del tutto, eppure sento un qualche legame con i loro personaggi che non mi permette di non apprezzarli.

“Sei un po’ pervertito, eh, Zach?”  mi stuzzicò.
“Puoi sempre dire di no.”
“So di poterlo fare,” disse. “È per questo che non lo faccio.”

Se volete continuare a conoscere la storia di Angelo, Zach, Jared, Matt, Jonathan e Cole, vi invito a proseguire con la lettura di questo volume.

4

Pubblicato in: dreamspinner press, recensioni

Recensione “Fragole per dessert” – Marie Sexton

Marie Sexton (4)

Titolo: Fragole per dessert
Autore: Marie Sexton
Serie: Coda #4
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Prezzo: 5,83€
Link all’acquisto: Fragole per dessert

SINOSSI

Quando Jonathan Kechter accetta un appuntamento al buio con Cole Fenton, non immagina nulla di più che una cena e l’avventura di una notte, ma trova in lui più di quanto si fosse aspettato. Cole è arrogante, appariscente e decisamente non è il tipo di Jon. Eppure, quando gli propone di vedersi per un po’ di sesso occasionale quando sono entrambi in città, Jon accetta subito.
Il loro accordo potrebbe anche essere definito occasionale, ma Jonathan impara in fretta che quando c’è di mezzo Cole Fenton, nulla è semplice. Tra la paura dell’intimità di Cole e il suo stile di vita errante, Jonathan si chiede se la loro relazione sia condannata fin dall’inizio, ma più Cole lo allontana, più Jon è determinato a farla funzionare.

Evelyne2

Fragole per dessert” è il quarto volume della serie “Coda” di Marie Sexton. Inizialmente ero molto dubbiosa riguardo i due protagonisti. Johnny, presentato anche se per poco nel terzo volume, mi aveva indispettita molto. Verso la fine del libro avevo iniziato ad apprezzarlo, ma c’era ancora qualcosa che non mi permetteva di comprenderlo a pieno.
Cole, d’altro canto, è sempre rimasto molto in ombra. Di lui conosciamo solo alcuni aspetti, quelli più appariscenti e un po’ sconci.
Ho apprezzato molto questo continuo, soprattutto perché per la prima volta scopriamo lati dei protagonisti che non era possibile vedere in altri momenti.
Ho apprezzato Jon, ma Cole mi ha particolarmente stupita. La sua cucina ed il suo modo di fare mi hanno colpita, specialmente la naturalezza con cui si confronta con Jon senza neanche rendersene conto.

“Sto aspettando,” lo spronai sarcastico.
“Bene!” Afferrò una presina dal bancone e me la lanciò. “Lo bevo. Sei contento, ora?” Si girò, dandomi la schiena, ma lo vidi sorridere. “Ora conosci il mio piccolo segreto imbarazzante. Ho un debole per il vino economico e fruttato.”

La considerazione che Cole ha dei soldi è sicuramente singolare. Mi è piaciuto come questo aspetto sia accentuato e reso essenziale all’interno del loro rapporto. Forse a volte un po’ troppo accentuato, ma rende l’idea di quanta differenza ci sia tra Jon e Cole anche solo nel loro approccio nella vita quotidiana.
L’accettazione del proprio partner e la presa di coscienza che non tutto può essere sotto il nostro controllo, sono i due temi che più mi hanno intrigata. Marie Sexton pone Johnny in una situazione particolare. Accentua il suo orgoglio e il bisogno di cavarsela con le proprie forze. Anche quando tutto sembra poter prendere la via più facile, lui sceglie di non abbassare la testa e continuare per la sua strada, con testardaggine.

“Ti ricordi cosa mi dicesti tu?”
“Ti dissi che ti saresti dovuto abituare ad avere un dannato frocio come figlio.”
Annuì. “Esattamente. E poi mi dicesti anche che se davvero ti volevo bene, non ti avrei chiesto di cambiare. Che avrei dovuto accettarti com’eri.”

Ho apprezzato molto l’inserimento del punto di vista di Cole attraverso le sue corrispondenze con Jared.
Non immaginavo che due personaggi con caratteri così forti e schivi potessero riuscire a creare un qualcosa di unico. È ammirevole la capacità con cui l’autrice pone l’attenzione sulla difficoltà di instaurare un vero rapporto e di Jon di prendere la vita con più serenità. Non pensavo potessero completarsi a vicenda, eppure ho trovato in questo volume un inizio davvero coinvolgente della loro storia.

4.5

Pubblicato in: dreamspinner press, recensioni

Recensione “La lettera Z” – Marie Sexton

Marie Sexton (3)

Titolo: La lettera Z
Autore: Marie Sexton
Serie: Coda #3
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Prezzo: 3,87€
Link all’acquisto: La lettera Z

SINOSSI

Zach e Angelo si sono sistemati nella loro nuova vita a Coda, Colorado, trovando posto nella comunità con l’aiuto dei loro amici Matt e Jared. Zach e Angelo stanno anche lavorando ai dettagli della loro relazione, ma quando prendono una decisione che non trova l’appoggio di Jared, Angelo si ritrova in conflitto con il migliore amico del suo compagno, nonché compagno del suo migliore amico.
Quando i quattro decidono di fare un breve viaggio a Las Vegas, Angelo crede che lui e Jared potrebbero tornare ad andare d’accordo come prima. Invece, un incontro casuale con l’ex ragazzo di Zach porta Angelo a farsi molte domande riguardo a se stesso e alla sua relazione con Zach. Matt e Jared ci sono sempre stati quando Zach e Angelo hanno avuto bisogno di aiuto. Ma quando si tratta di riconsiderare la loro relazione, gli amici potrebbero portare più danni che benefici.

Evelyne2

In questo terzo volume della serie “Coda” di Marie Sexton, vediamo per la prima volta la storia secondo i punti di vista di entrambe le coppie.
Abbiamo lasciato Matt e Jared in una relazione ormai consolidata, sicuri dei propri sentimenti e in un momento di scoperta riguardo la loro vita sessuale.
Angelo e Zach, al contrario, non hanno alcun problema per quanto riguarda il lato sessuale della loro relazione, mentre quello sentimentale incontra qualche ostacolo con il passare dei giorni.
Nonostante il punto di vista sia alternato, vediamo le vicende di Ang e Zach al centro.
Sono molto importanti le figure di Matt e Jared, che per la prima volta intervengono e influenzano a modo loro la relazione dei due amici.
Un personaggio che sarà molto importante in futuro viene presentato per la prima volta.
Avevamo già sentito parlare di Jonathan, l’ex storico di Zach, il quale si presenta sorprendentemente durante la loro vacanza a Las Vegas.
Un altro, altrettanto importante, viene invece inserito in un primo momento. La sua entrata, scenica come sempre, influenzerà moltissimo gli eventi successivi.
Cole è fondamentale non solo per mostrare ancora una volta il suo legame con Jared, ma per presentare un lato di angelo che non avevamo ancora avuto modo di conoscere.

“Sono piuttosto sollevato sapendo che non avremo una relazione completamente aperta. Saremo da qualche parte nel grigio che c’è in mezzo ai due estremi.”

Tra tutti i volumi della serie, questo è probabilmente quello con cui ho avuto più difficoltà, se così vogliamo chiamarla. La relazione tra Angelo e Zach è sempre stata molto particolare e ancora vediamo quanto le problematiche presentate nel secondo volume non si siano risolte. Ci sono aspetti del loro rapporto che non riesco a comprendere appieno ed è proprio per questo che mi sono sentita in sintonia con il personaggio di Jared, anche se non ho condiviso le sue parole, né le sue azioni. Capisce però la preoccupazione per un amico e la perplessità nei confronti di un rapporto così inusuale. Niente però ci dà il diritto di giudicare o criticare le azioni di qualcuno, specialmente se non conosciamo gli eventi.
Ho apprezzato particolarmente Matt, come spesso accade, per la sua integrità e fermezza. Il suo legame con angelo mi ha stupita ed il modo in cui lo sostiene pur non condividendo le sue azioni, mi ha incuriosita molto.

“Io e te non dobbiamo per forza capirlo, Jared. Sono felici insieme. È tutto ciò che conta.”

L’alternarsi tra presente e passato nella narrazione mi ha un po’ disorientata a volte, ma l’autrice è stata comunque in grado di coinvolgermi.
La Sexton ci mostra per la prima volta i protagonisti lontani dalla loro città, alle prese con le novità, i night club e gli ex gelosi e impiccioni.
Una visione del tutto nuova dei personaggi presenti e futuri, che si prospettano essere piuttosto interessanti.

3.5

Pubblicato in: dreamspinner press, recensioni

Recensione “Dalla A alla Z” – Marie Sexton

atoz-it-lg

Titolo: Dalla A alla Z
Autore: Marie Sexton
Serie: Coda #2
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Prezzo: 6,99€
Link all’acquisto: Dalla A alla Z

SINOSSI

Zach Mitchell è giunto a un punto morto. Il suo ragazzo del college l’ha lasciato dieci anni prima, ma Zach vive ancora nello stesso appartamento, guida ancora la stessa macchina e si occupa ancora del gatto ingrato del suo ex. Il suo negozio a Denver, Noleggio video dalla A alla Z, fatica ad affermarsi. Ha dei clienti fastidiosi, dei vicini eccentrici e una storia insoddisfacente con il nuovo proprietario del negozio, Tom.
Angelo Green è un punk con un carattere indipendente, è cresciuto con dei genitori adottivi ed è stato per conto suo da quando aveva sedici anni; non ha mai imparato a fidarsi o ad amare. Non gli piacciono le relazioni, così quando comincia a lavorare a Dalla A alla Z, decide che Zach è off-limits.
Nonostante le loro differenze, Zach e Angelo diventano amici in fretta, e quando la rottura di Zach e Tom metterà il negozio in difficoltà, sarà Angelo a trovare una soluzione. Insieme a Jared e Matt, i loro amici di Coda, Colorado, Zach e Angelo troveranno un modo per salvare Dalla A alla Z, ma saranno capaci anche di salvare loro stessi.

Evelyne2

“Non devi farlo per forza, Ang.” Mi guardò con il suo mezzo sorriso sul volto.
“Lo so, Zach.” Mi alzò la maglietta per toglierla di mezzo e si chinò per baciarmi la pancia. “È per questo che voglio farlo.” Che mi si chiami egoista, ma non avevo intenzione di discutere troppo.

Ho scelto di iniziare la recensione di “Dalla A alla Z” con questa citazione perché credo che queste poche righe rappresentino alla perfezione il rapporto tra i due protagonisti: Angelo e Zach. Con questa serie la Sexton mi ha fatta riflettere su temi piuttosto vari. A differenza del primo volume, “Promesse”, la storia di questo libro è totalmente diversa, anche se in un primo momento può non notarsi molto.
Angelo, specialmente, è un personaggio davvero particolare. Sono rimasta colpita di come l’autrice sia riuscita a caratterizzarlo, senza tralasciare quei lati del suo carattere che rendono complessa una relazione che altrimenti non lo sarebbe affatto. Zach, al contrario, non è un personaggio difficile da comprendere. È ingenuo, dolce e pacato, è davvero facile amarlo. Nonostante ciò, devo ammettere di aver preferito Angelo. Nella sua complessità mi ha intrigata sin da subito. Il suo modo di fare, la sua naturalezza ed i suoi sentimenti non corrisposti mi hanno colpita. In particolar modo la sua reazione nel momento in cui prende coscienza di cosa sta accadendo e di come tenta di porvi rimedio.

“Tu non ti prendi mai niente.”
“Non so se è vero.”
Lui annuì. “Io lo so. Penso che avrei dovuto capirlo. Mi dai tanto, Zach. Io non ti do mai niente in cambio.”

L’entrata in scena di Matt e Jared è inaspettata e devo dire che mi ha fatto apprezzare ancor di più il personaggio di Angelo. La Sexton ha unito i due protagonisti che più ho apprezzato in entrambe le storie, quindi come avrei potuto non amarli? Per non parlare della reazione del più giovane alla vista dei due uomini insieme.

“Sei il gay più etero che abbia mai conosciuto.”

L’evoluzione della loro amicizia accompagna quella della relazione tra Angelo e Zach. Quest’ultimo mi ha sorpreso molto nella seconda parte della storia. Se in un primo momento lo avevo sottovalutato, successivamente l’ho rivalutato molto.
È una storia molto dolce, a tratti divertente e commovente. Un degno seguito di questa serie che mi darà grandi soddisfazioni.

Angelo mi guardò, sorridente. “Quattro finocchi che guardano una partita di football. Non pensavo che potesse accadere.”

4.5

Pubblicato in: dreamspinner press, recensioni

Recensione “Promesse” – Marie Sexton

51hgJgzqXwL

Titolo: Promesse
Autore: Marie Sexton
Serie: Coda #1
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Prezzo: 6,99€
Link all’acquisto: Promesse

SINOSSI

Jared Thomas ha vissuto tutta la vita in un piccolo paesino di montagna, Coda, in Colorado. Non sarebbe in grado di pensare a una vita altrove. Sfortunatamente, l’unico uomo gay della città ha il doppio dei suoi anni ed era il suo insegnante, così Jared si è rassegnato al pensiero di passare la vita da solo.
Almeno fino all’arrivo di Matt Richards. Matt è stato appena assunto dalla Polizia di Coda e lui e Jared diventano subito amici. Matt dichiara di essere etero, ma per Jared l’avere un amico sexy come lui è una cosa troppo allettante. Il fatto che Matt abbia una storia con una ragazza del posto, una famiglia che lo disapprova e dei colleghi che lo prendono in giro, fa temere a Jared di non poter trovare un modo per stare con lui, ammesso che possa almeno convincerlo a provare.

Evelyne2

“Non puoi controllare ciò che pensano gli altri. Puoi solo controllare te stesso. Alcune persone ti guarderanno male per certe tue scelte, non puoi farci nulla. L’unica cosa che puoi fare è decidere come vivere la tua vita e al diavolo gli altri.”

Ci tenevo particolarmente a parlarvi di questo libro, perché è stato la mia prima lettura mm in assoluto. Mi ha permesso di conoscere il genere e da quel momento me ne sono innamorata. Pensare che l’ho acquistato per sbaglio!
La prima cosa ad avermi colpita è stato il modo in cui l’autrice ha presentato una storia molto semplice, senza troppi intrecci narrativi o personaggi complessi. Al giorno d’oggi è ancora una delle storie più semplici che ho letto, eppure rimane unica nel suo genere. Adoro lo stile della Sexton e continuo a rileggere la serie e questo volume in particolare. È la mia coperta di Linus da anni ed è una perfetta compagnia.

“Ti amo Matt. Come può essere sbagliato? L’amore, come può essere sbagliato?”

Matt e Jared rispondono in parte a due stereotipi ben conosciuti. Matt, poliziotto etero che rifiuta la sua attrazione nei confronti degli uomini e amante del football. Jared, dolce, visibilmente gay e per nulla intenzionato a nasconderlo, innamorato dell’amico etero. Mi ha sorpresa il fatto che quest’ultimo sia non solo amante del football, ma anche appassionato di ciclismo. In un primo momento pensavo che l’autrice avrebbe seguito l’idea comune, ma è stata in grado di caratterizzarlo in un modo semplice eppure ammirevole.Spesso gli autori tendono a trasformare una relazione tra due uomini in una copia mal fatta di una storia etero. Sono contenta che questo non sia assolutamente uno di quei casi.
Jared scopre di amare Matt molto presto, ma d’altronde, come potrebbe essere altrimenti? Chi non si è innamorato di Matt leggendo la sua storia?

Lo amavo. Era doloroso capirlo, tanto doloroso da togliermi il fiato. Avevo scoperto di amare alla follia un uomo che non avrebbe mai potuto ricambiare.

Il cambiamento di Matt avviene gradualmente. La situazione con il padre, omofobo e iracondo, mostra quanto sia difficile per alcuni accettare la propria sessualità. Messo a confronto con la famiglia di Jared, che lo ha sempre difeso e accettato, il distacco tra i due è ancora più evidente.
Le descrizioni sono particolareggiate e permettono al lettore di entrare in sintonia con la storia senza difficoltà. L’amicizia diviene amore con una naturalezza inaspettata e le personalità dei protagonisti non fanno altro che evidenziare quanto siano diversi eppure così simili.
Mi ha fatto sorridere vedere un personaggio come Matt colto dalla gelosia e guidato dalla passione. È una storia forse un po’ utopica, se vogliamo pensare a quello che accade oggigiorno, ma è un ottimo rifugio per i sognatori.

5

Pubblicato in: dreamspinner press, recensioni

Recensione “Il Leone e il Corvo” – Eli Easton

o-il-leone-e-il-corvo

Titolo: Il Leone e il Corvo
Autore: Eli Easton
Genere: Storico
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Prezzo: 4,52€
Link all’acquisto: Il Leone e il Corvo

SINOSSI

Nell’Inghilterra medievale il dovere è tutto, l’onore personale vale più della vita stessa e l’omosessualità non è tollerata né da Dio né dalla società.
Sir Christian Brandon è cresciuto in una famiglia che lo ha sempre odiato per la sua insolita bellezza e per le sue origini. Essendo il più piccolo di sei rozzi fratellastri, ha imparato a sopravvivere usando l’astuzia e le sue doti da stratega, guadagnandosi il soprannome di Corvo.
Sir William Corbett, un imponente e feroce guerriero conosciuto come il Leone, sopprime i suoi desideri contro natura da tutta la vita. È determinato a incarnare il proprio ideale di cavaliere valoroso. Quando decide di mettersi in viaggio per salvare la sorella dal marito violento, è costretto ad affidarsi all’aiuto di Sir Christian. Il loro accordo metterà alla prova ogni briciola della sua fibra morale e, alla fine, la sua concezione di cosa significhino dovere, onore e amore.

Slanif2

Quando Sir William Corbett decide di mettersi in viaggio alla volta del Castello in cui adesso vive la sorella, vittima di un marito violento e senza scrupoli, si trova costretto a stringere un accordo con Sir Christian Brandon.
William, chiamato “Leone” per la forza dimostrata in battaglia come cavaliere, sopprime da tutta la vita quelle pulsioni che, nel Medioevo, portavano al rogo. William odia essere un sodomita, e ha provato in tutti i modi a scacciare quei desideri, sempre però senza successo.
Quando si trova davanti Christian, così bello e arguto, chiamato “Corvo” proprio per la sua incredibile astuzia, non riesce però a frenarli a lungo. Infatti, il giovane è l’ultimo di una numerosa famiglia e, a fronte del fatto che tutti lo sottovalutano a causa del suo aspetto delicato, ha imparato presto a ferire con la potenza della sua lingua tagliente e della sua intelligenza.
William ne è così affascinato, lo vede così diverso da se stesso, che innamorarsi sarà inevitabile.
Ma come potranno vivere il loro amore, in un’epoca in cui è impossibile anche solo concepire di amare un altro uomo?
Riusciranno a salvare la sorella di William?
E dove li porterà la strada che hanno intrapreso? Alla felicità o alla morte?

Perché era nato così? Perché Christian era nato così? Perché l’unica persona a renderlo felice, una persona coraggiosa e sincera, che gli faceva venire voglia di cantare ballate d’amore e rendersi ridicolo, gli era preclusa da Dio e dal Re?

Di solito leggo pochissimi romanzi storici, perché difficilmente li trovo ben scritti, ma questo devo dire che mi è davvero piaciuto.
Ho apprezzato molto l’accuratezza della Easton, risultato sicuramente di ricerche approfondite, e anche la caratterizzazione dei personaggi. Quell’evitare romanticismi inutili e dare grande significato ai gesti e agli sguardi, alle parole sottintese e alla forza con cui resistono e persistono, decisi a difendere il loro legame, rendono molto veritiero lo spirito cavalleresco dei due protagonisti.
Anche il finale, per quanto possa apparire triste, in realtà l’ho trovato estremamente bello e struggente. Questo non vuol dire che questo libro non abbia un lieto fine, solo… Non sarà quello classico a cui siete abituate, ma molto più potente e d’impatto.
Non mi resta che consigliarvi questo romanzo, perché davvero è uno di quelli che vale la pena di leggere!

4

Pubblicato in: dreamspinner press, recensioni

Recensione “Lo spogliatoio” + “Così sia” – Amy Lane

lockerroomitlg

Titolo: Lo spogliatoio + Così sia
Autore: Amy Lane
Serie: Lo spogliatoio #1 & #1.5
Genere: Contemporaneo, Sportivo
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Prezzo: 6,45€ / Gratis
Link all’acquisto: Lo spogliatoio + Così sia

SINOSSI

Xander Karcek ha sempre voluto due sole cose dalla vita: Christian Edwards e il basket, l’uomo che ama e lo sport che lo ha aiutato a fuggire da un’infanzia che preferirebbe dimenticare. Le sue due ossessioni gli sono state d’aiuto. Lui e Chris hanno battuto ogni record riuscendo a giocare insieme alle superiori, all’università e dritti nell’NBA.
Ma vivere sotto la lente d’ingrandimento della fama non è facile, soprattutto quando due uomini fingono di essere amici fraterni affinché il mondo non scopra che sono praticamente sposati. La loro relazione sopravvive ai sacrifici che devono fare e alle menzogne che raccontano per rimanere insieme, ma quando il loro segreto è svelato, le conseguenze rischiano di distruggerli come nient’altro potrebbe fare.
Chris e il basket sono le due cose che tengono Xander in piedi. Ora il mondo chiede a Xander di fare una scelta. Esiste un’opzione che comprenda un futuro con l’uomo che ama?

Slanif2

Xander Karcek e Christian Edwards si conoscono da bambini e, insieme alla passione per il basket che li unisce, scoprono anche di poter essere migliori amici.
Col tempo quel sentimento nato in sordina aumenta di intensità e presto si riscoprono innamorati pazzi l’uno dell’altro.
Sarebbe tutto perfetto, una vera e propria favola, se non fosse che entrambi eccellono nel basket più di qualsiasi altro loro compagno – soprattutto giocando in coppia – e per diventare professionisti nella NBA come sognano, bisogna scendere a compromessi e fare sacrifici.
Nessuno dei due è disposto a rinunciare al loro amore, ma quanto dovranno sacrificare per riuscire a rimanere insieme? Quante scelte dolorose dovranno prendere e quanti eventi tragici dovranno affrontare?

“Se il basket mi ama quanto io amo questo sport, allora non importerà chi sono quando gioco. Se il mondo mi odia più di quanto ami il basket, allora direi che è il mondo a perderci, ma io non vivrò più così e non costringerò neppure Chris a farlo.”

Lo spogliatoio” e lo speciale gratuito che Amy Lane ha pubblicato sul suo blog e che poi la Dreamspinner Press ha tradotto per noi, “Così sia”, parlano dell’amore assoluto e al contempo travagliato di questi due giovani uomini.
Xan e Chris si conoscono da bambini e si innamorato praticamente subito, anche se non riconoscono quel sentimento se non una volta adulti. Entrambi sono assolutamente certi dei reciproci sentimenti, e vederli così innamorati e così sicuri della loro storia è molto bello, anche se mi sono sentita più volte lacerare il cuore vedendo quante cose brutte piovano loro addosso e quanti compromessi crudeli debbano affrontare per riuscire a fingere di essere “solo amici” quando in realtà, come dice la sinossi, sono praticamente sposati.
Ho amato entrambi, ma forse di più Xander, così incrollabile e al contempo fragile, che tenta con le unghie e con i denti di bilanciare fama e amore, perché Chris e il basket sono le cose più importanti della sua vita.
C’è davvero un mix di tutto, in questo romanzo, e anche nella piccola novella vediamo come la storia è andata avanti e cosa ha riservato loro il futuro. Una sorta di epilogo che chiude un cerchio e regala al lettore una storia ancora più completa, che conferma l’amore nato pagina dopo pagina per questi due ragazzi.
La Lane è sempre bravissima a suscitare fortissime emozioni nel cuore dei lettori, e anche in questo caso non si è assolutamente smentita.

4