Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, self publishing

Recensione in anteprima “Il dono del Texas” – R. J. Scott

Titolo: Il dono del Texas
Autore: R. J. Scott
Serie: Texas #8
Genere: Contemporaneo, Cowboy, Festività
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Il dono del Texas

SINOSSI

Con l’arrivo di Hayley al Double D, Riley e Jack avevano capito che la vita non sarebbe stata più la stessa.
Da allora sono trascorsi dieci anni durante i quali Hayley è cresciuta, si è innamorata e si è avviata verso un futuro radioso. Riley e Jack hanno superato insieme momenti bui e difficili, lottando con impegno, passione e una dose infinita di amore per i proprio sogni.

Lady Marmelade2

Un altro pezzo del Texas è arrivato a trovarci: e ci sono proprio tutti!
Un altro scampolo di vita di Riley e Jack a qualche tempo di distanza dal volume precedente, che doveva essere l’ultimo.
Invece eccoli ancora qui, alle prese con la partenza per il college di Hayley, con i gemelli sempre più scatenati, con Max che fa un piccolo progresso dietro l’altro, ma soprattutto a mostrarci la piena normalità di un unione d’amore.
Jack e Riley ormai sono una coppia solida, impegnati con la numerosa famiglia, che tra poco accoglierà altri piccoli abitanti, ma anche con il lavoro. Jack è sempre pronto a dare una mano ai vicini in difficoltà e ai bambini bisognosi d’amore e pet terapy, mentre Riley sta dando la caccia a una talpa in azienda!
Una storia d’amore iniziata con l’inganno, anzi con un ricatto, ma che da subito è diventata la storia della vita.
Jack e Riley erano già due uomini ben fatti, ma forse avevano ancora bisogno di crescere e maturare insieme, e lo hanno fatto, decidendo di fidarsi l’uno dell’altro, sempre pronti a prendersi cura del proprio compagno:

“Non si baciarono né parlarono. Riley si insaponò le mani e amò Jack. Con ogni pressione delle dita, con ogni tocco, amò Jack. Lo sostenne quando cominciò a vacillare, gli tenne il viso tra le mani per guardarlo negli occhi e osservò il suo sorriso dolcemente assonnato… «Mi sei mancato tanto, ma sono contento che tu sia andato, perché è così che sei tu, sempre: pensi agli altri e li aiuti. Se non ti amassi già, questo non farebbe che spingermi ad amarti di più.»”

Non voglio svelarvi nulla di quello che succederà in questo volume della serie, è davvero il volume conclusivo, ma c’è anche un succoso anticipo di quello che leggeremo prossimamente, perché c’è ancora una storia da raccontare, che ha come protagonista una delle nuove leve della famiglia Campbell- Hayes!
È davvero un volume molto corale, anche se il focus è sempre sulla coppia Riley- Jack, con qualche scena molto passionale nella loro stalla, ma che ci mostra sempre la fragilità di Riley, anche ora che è più vicino agli ‘anta di prima.
Riley è innamorato pazzo del suo Jack, ma ogni tanto crede di non esserne degno:

“«Merito che mi succedano cose belle e so che stare con te… Non potrei immaginare di vivere senza te… ma a volte torno ad avere vent’anni, con la pancia piena di odio e fuoco e osservo quest’uomo più maturo che sta con te e mi sorprende vedere il tipo di persona sono diventato.»”

I momenti di sconforto colpiscono tutti, giovani e maturi, ricchi e poveri, uomini e donne, e questi due uomini così forti, coraggiosi e col cuore grande non ne sono immuni; le emozioni sono quello che ci distingue, che ci rende vivi, passionali e pronti a difendere il proprio compagno/compagna a qualunque costo, come è sempre pronto Jack per il suo dolce, insicuro, ma autoritario a letto, Riley!

4

La copia ARC è stata fornita dall’Autrice

Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni

Recensione “The Devil” – Daniela Barisone & Juls S. K. Vernet

Titolo: The Devil
Autore: Daniela Barisone & Juls S. K. Vernet
Genere: Omegaverse, Cowboy
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 2,99€
Link all’acquisto: The Devil

SINOSSI

Skylar Reyes è un uomo, ma è anche un Omega. I popoli indiani lo chiamano nadleehí, Due Spiriti, ma non ha mai accettato la dualità del proprio ruolo.
Per sfuggire a un mondo che lo vede come un abominio, Skylar diventa El Diablo, un bandito che cerca di far sopravvivere la sua banda di disperati.
Horace Lewis è un Alfa e viene incaricato dall’agenzia Pinkerton di portare El Diablo a Carson City, vivo o morto, ma non è il solo ad avere questo compito. Anche John Jacobi, un pericoloso cacciatore di taglie è sulle tracce di Skylar e non ha intenzione di farsi soffiare la preda.

Tfpeel2

Questa volta il duo Barisone-Vernet per Quixote Edizioni, ci racconta una storia omegaverse ambientata nel far-west dove un Omega in fuga e un Alfa che vive come eremita uniranno le forze contro un nemico spietato.
Horace è un Alfa che fa una vita solitaria, dopo aver passato gli ultimi anni come cacciatore di taglie per l’esercito ed essere costretto a fare cose disdicevoli, si è ritirato nelle sue amate montagne del Vermont convinto che non troverà mai un compagno per la vita. La sua tranquillità viene interrotta quando l’agenzia Pinkerton lo incarica di riportare in città El Diablo, un omega uomo in fuga, a capo di una banda di ladri che sta dando filo da torcere alle autorità con le rapine alle banche.
Skyler detto El Diablo, detto anche Due Spiriti perché in se ha le caratteristiche maschili e femminili (o Tre Spiriti, uomo, donna e testa di cazzo LOL), è un giovane Omega sulla trentina, a capo di una banda che conta pochi elementi, i più tanti Beta rifiutati dalla società o omega femmine maltrattate dai precedenti padroni, oltre ad un indiano Alfa torturato per anni dall’Unione che oramai può solo essere un fedele servitore. Passare i momenti di calore nella più assoluta solitudine è per lui fonte di indicibili dolori e a poco servono tisane calmanti, l’unica cosa che gli darebbe sollievo è unirsi con un Alfa ma Skyler è anche un testone che non accetta di essere sottomesso a nessuno.
Mentre è sulle tracce di Skyler, Horace scopre che non è il solo a cercarlo, il temibile Jacobi e la sua banda è sicuramente in zona per la stessa missione, così è ancora più determinato ad acciuffare il ladro e riconsegnarlo possibilmente vivo alla giustizia.

Bestemmiò dentro di sé, con un ringhio già stampato sulle labbra ritratte sui denti. La sua fottuta natura di alfa rispondeva a quel richiamo antico come il mondo e lo preparava per un accoppiamento violento, spesso coatto.

Il racconto alternato tra Horace e Skyler ci permette di conoscere meglio entrambi i protagonisti. Quello che viene presentato come un terribile rapinatore di banche è solo un giovane uomo che spesso e volentieri finisce per passare giorni nel dolore per passare le fasi del calore senza essere costretto a lasciarsi dominare da un Alfa. Circondato da uomini e donne fedeli e riconoscenti ha messo in piedi una banda che è più una famiglia che si prende cura uno dell’altro.
Horace mi è piaciuto molto . E’ un uomo che ha sofferto molto per il lavoro fatto in passato, tanto da lasciare quella vita e rassegnato a vivere in solitudine per il resto dei suoi giorni. Scoprire che quell’Omega fuggiasco che dovrebbe solo catturare e riportare in città, potrebbe essere la sua anima gemella, lo destabilizza e lo sconvolge. Hanno un’intesa perfetta sotto vari punti di vista, non ha mai sentito per nessun omega passato, sia uomo che donna, un bisogno così forte di proteggerlo che va al di là del solo atto sessuale.

Quell’alfa maledetto che era arrivato lì per arrestarlo era riuscito a sconvolgere la sua esistenza in nemmeno due giorni, e se ne usciva con quelle cose stupidamente sensate. Non che Skyler avesse idee migliori. Conosceva il deserto come le proprie tasche, era il luogo dove era nato, ma con tutta la gente che lo inseguiva non c’era più posto lì per loro. «Di quanti soldi parliamo?»

Ancora una volta questo duo di autrici è riuscito a stupirmi. Sono riuscite ad unire una storia omegaverse con un’ambientazione un po’ diversa dal solito, ricordo come fosse ieri tutti i vari film western che papà amava tanto. Ritrovare le stesse sensazioni, i saloon, il deserto, i cacciatori di taglie, gli indiani, buoni e cattivi, davvero perfetto. Se cercate una storia un po’ diversa dal solito con due protagonisti semplicemente adorabili e un piccolo gruppo di personaggi secondari ben amalgamati, un po’ di passione, dei sentimenti, un po’ di drama e un bellissimo epilogo, correte a leggerlo, per quanto mi riguarda è un altro storia azzeccata, assegno quattro stelle, ne avrei letto anche qualche capitolo in più tanto ero coinvolta nella storia.

4
Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Hope” – Lisa Worrall

Lisa Worrall (2)

Titolo: Hope
Autore: Lisa Worrall
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: Hope

SINOSSI

Ash Watts ha esattamente la vita che vuole: una fiorente carriera, uno splendido ragazzo e un appartamento con una vista favolosa su Los Angeles. Ma il suo mondo perfetto crolla quando apprende della morte prematura della sua unica sorella. Quando atterra a Freedom, in Alabama, non trova solo una piccola città ad attenderlo, ma anche segreti che potrebbero cambiargli per sempre la vita.
Kaleb Gibson, cowboy nato e cresciuto a Freedom, aveva trovato la sua migliore amica in Annie Watts dal momento in cui era arrivata in città. La sua morte ha lasciato un buco nel suo cuore e, nonostante il fratello di Annie abbia i suoi stessi capelli scuri e i suoi stessi occhi verdi, Kaleb non riesce a perdonarlo per aver trascurato la sorella quando lei aveva bisogno di lui più.
Alcune rivelazioni contenute nel testamento di Annie uniranno Kaleb e Ash in modi che non avrebbero mai immaginato. Sarà in grado Kaleb di rispettare le ultime volontà di Annie senza uccidere il suo amato fratello e senza rivelare un segreto del proprio passato che potrebbe distruggere tutto? E Ash resterà abbastanza a lungo da capire che Freedom potrebbe regalargli una vita ancora più perfetta?

Slanif2

Ashdon “Ash” Watts ha una bella vita a Los Angeles: fa il giornalista, a una fidanzato – Mason – che fa l’avvocato e un bell’appartamento in una zona molto carina della città. Considerando l’infanzia perennemente in affidamento, è molto soddisfatto dei traguardi raggiunti e si gode tutti i benefici.
Ogni suo traguardo, però, lo deve al supporto incondizionato di sua sorella maggiore Annie, che da circa tre anni è tornata a vivere a Freedom, Alabama, la città Natale della loro defunta madre. Infatti, la donna è sempre stata la sua più grande sostenitrice e sin da piccoli – quando entrambi i genitori sono venuti a mancare – si è sempre occupata di lui, facendogli da madre, padre e sorella insieme.
Tuttavia, nell’ultimo anno, complice la distanza e la vita frenetica di Ash, i due si sono allontanati e quando, dopo una gita con Mason in mezzo al nulla, torna a casa e riceve la visita di un Poliziotto, l’ultima cosa che il giovane si aspetta è di sentirsi dire che la sua sorellona è morta in un incidente d’auto.
Sotto shock, si mette in viaggio per Freedom e quando arriva, ad accoglierlo c’è un cowboy fatto e finito (e parecchio scontroso): Kaleb Gibson.
L’uomo, scoprirà presto, era il migliore amico di Annie e non le manda di certo a dire! Non perde secondi preziosi a ricordargli che schifoso fratello è stato e come l’abbia pressoché ignorata nell’ultimo anno, quando lei aveva più bisogno del suo fratellino. Di come, risucchiato dalla sua bella vita a Los Angeles, non si sia mai preoccupato della donna che ha sacrificato così tanto per lui.
Inutile a dire, tra i due non inizia per niente col piede giusto, e la rivelazione contenuta nel testamento di Annie non farà che peggiorare le cose… O forse, magari, le sistemerà?

Una fiamma gli si accese nel profondo dello stomaco, riscaldandogli ogni fibra e ogni nervo del suo corpo. L’aveva sentita quella sera in cucina e adesso era lì di nuovo, mentre guardava quell’uomo dal fascino rude che dormiva. La voglia improvvisa di accoccolarsi accanto a Kaleb e di guardarlo dormire spaventò Ash più di qualsiasi desiderio di sentire quel bel corpo accanto, attorno, o anche dentro di sé. Aveva già provato desiderio e attrazione prima, ma non aveva mai sentito l’impulso di calmare, confortare o proteggere nessun uomo come come voleva fare con Kaleb, proprio in quell’istante. E d’improvviso fu scocco nelle viscere dalla certezza che ci fosse qualcosa di profondo e inevitabile, qualcosa a cui nessuno dei due sarebbe stato in grado di resistere.

Con una storia semplice ma molto carina, Lisa Worrall ci regala l’evolversi di una relazione – quella tra Ash e Kaleb – partita sotto i peggior auspici per poi far scoprire ai due uomini che quell’essere irritante e assolutamente insopportabile con cui non vogliono passare nemmeno un altro secondo, in realtà è colui con cui voler passare il resto della vita.
Anche se la tematica è triste, e ci sono molti momenti di tensione sia a causa della morte di Annie che per altre cose che non posso svelarvi, tutto sommato è una lettura che scorre tranquilla e veloce, piacevole, senza intoppi. Si ha la curiosità di andare avanti e vedere cosa succederà, anche se un paio di cose le ho trovate un po’ un voler “caricare” a tutti i costi una storia quando in realtà non ne aveva bisogno.
In sostanza, un romanzo molto carino, con due personaggi molto interessanti e un contesto famigliare a causa della piccola cittadina che mi diverte sempre molto leggere, perché sono tutti un gran branco di impiccioni!
Consigliato!

4

Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni

Recensione “Let it ride” – L. C. Chase

L C Chase (1)

Titolo: Let it ride
Autore: L. C. Chase
Serie: Pickup men #2
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Let it ride

SINOSSI

Il pickup man Bridge Sullivan è il tipo di cowboy che chiunque vorrebbe avere come fratello, amico e amante. La gente lo crede etero, ma Bridge non è il tipo da attribuire etichette e quando un uomo sexy inizia a fargli battere forte il cuore, si butta a capofitto su di lui.
Eric Palmer, originario di New York, è cresciuto con delle famiglie affidatarie e pur avendo sempre avuto un tetto sulla testa, non ha mai provato amore, né senso di appartenenza… fino a quando non si è unito al circuito dei rodeo della California come paramedico, nel quale ha trovato un gruppo di fratelli che lo ha fatto sentire uno di loro. Uno in particolare gli fa battere forte il cuore.
Quando le cose tra lui e Bridge si surriscaldano, quest’ultimo deve provargli che non sta solo sperimentando del rude sesso, mentre Eric deve superare la paura di essere messo da parte perché indesiderato. Eric sa benissimo che fidarsi di Bridge è la chiave per il suo e vissero felici e contenti, ma salire in sella è molto, molto più semplice che imparare a cavalcare.

Slanif2

Eric Palmer ha trent’anni e fa il paramedico sia in ospedale che nei rodei. Ed è proprio in una circostanza come questa che, un anno prima, ha conosciuto Bridge Sullivan e i suoi tre amici: Marty, Tripp e Kent.
I cinque hanno subito formato un gruppo molto unito, ed Eric sembra essersi amalgamato alla perfezione tra i quattro amici storici, ritrovandosi ad avere degli amici per la prima volta nella sua vita. Ed è proprio per questo che, quando Bridge comincia a far intendere che è interessato a lui in maniera più che amichevole, l’unico istinto dell’uomo è quello di darsela a gambe il più lontano e il più velocemente possibile.
Con un’infanzia difficile e costellata di abbandoni alle spalle, per Eric fidarsi è tutt’altro che semplice. È convinto che niente duri per sempre e che, così come Bridge ha cominciato a nutrire interesse per lui, altrettanto velocemente finirà per passare oltre, lasciando lui a leccarsi le ferite.
Peccato che, in questo suo ragionamento, il paramedico non tenga conto del carattere dell’altro uomo. Bridge è, infatti, sì una persona tranquilla e amichevole, ma anche un uomo che sa cosa vuole e fa di tutto per ottenerlo.
Riuscirà Bridge a scalfire il muro che Eric ha eretto intorno al suo cuore per difendersi dal dolore e dimostrargli che ci sono cose destinate a essere eterne?

Forse era gay. Forse era bisessuale, ma nessuna delle due etichette contava per lui. Le etichette erano troppo restrittive per essere incastonate nella pietra. Lui era quello che era. Come il costante ticchettio dell’orologio del nonno alla fine della sala e le dolci vibrazioni del ranch che si stava svegliando fuori dalla finestra, mentre i raggi del sole strisciavano sul davanzale e si rovesciavano sul pavimento. La vita aveva il suo piano. Alla gente non restava che imparare a stare in sella per non essere disarcionata.

Aspettavo questo secondo volume da tantissimo tempo (almeno un paio d’anni, credo) e sono stata felicissima di poter tornare nel circuito dei rodei, insieme a questi pickup men, e immergermi nella storia di Bridge ed Eric.
Se la storia di Marty e Tripp in “Pickup men” era stata travagliata e piena di alti e bassi, in questo secondo volume della serie abbiamo ancora un’altalena di emozioni, ma Bridge ed Eric ci regalano una storia forse più lineare ma altrettanto accattivante.
Si piacciono, probabilmente si stanno innamorando, ma Eric è difficile da convincere e Bridge ha un mondo da scoprire (quello dei rapporti omoerotici), quindi la lettura è un viaggio con questi due uomini per arrivare a trovare tutte le risposte di cui entrambi hanno bisogno per arrivare all’epilogo, che è di una dolcezza disarmante.

Il tempo si fermò. Le voci, il martellare degli zoccoli e il rumore del bestiame svanirono. Una leggera brezza sollevò delicatamente le punte dei capelli di Bridge, come fossero fili di seta dorata, ed Eric sentì le dita formicolare tanta era la voglia di toccarlo.

Bridge è un amore. Mi è piaciuto tantissimo come personaggio. Allegro e positivo, ma forte e saldo. Un uomo davvero di buon cuore che non ha paura di scoprire se stesso anche alla soglia dei trentanni. Un cowboy semplice ma al contempo ricco di sfaccettature che vi farà innamorare.
Eric, al contrario, a volte mi ha fatto saltare i nervi con la sua ostinazione a continuare a non vedere l’ovvio, ma è anche vero che il bagaglio emotivo dell’uomo è tanto e, se tolgo la frustrazione di vedere Bridge “maltrattato” emotivamente da lui, comprendo le sue difficoltà a lasciarsi andare.

Quando Eric gli strinse le braccia attorno alla vita, l’intero corpo di Bridge si rilassò. Sì. Era questo ciò di cui aveva bisogno. Poter toccare Eric, sentire il suo calore, annusare il suo profumo e quella piccola traccia di sudore. Quello era tutto ciò che ci voleva per riallineare il suo mondo. Eric era quello di cui aveva bisogno.

In sostanza, un romanzo che mi è piaciuto come il primo, anche se per motivi diversi, e a cui spero seguirà il terzo volume in tempi più brevi di quelli intercorsi tra i primi due, perché non posso aspettare per scoprire l’ultima storia d’amore che L. C. Chase ci ha regalato!

4

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Il matrimonio del Texas” – R. J. Scott

R J Scott (8)

Titolo: Il matrimonio del Texas
Autore: R. J. Scott
Serie: Texas #7
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Il matrimonio del Texas

SINOSSI

Ci sono situazioni in cui spetta a Riley e Jack combattere le battaglie degli altri e pretendere ciò che è giusto.
Davanti alla prospettiva rivoluzionaria di una sentenza positiva della Corte Suprema sul matrimonio egualitario, Riley e Jack capiscono di dover prendere delle decisioni. Aggiungiamo qualche novità familiare preoccupante e la possibilità concreta che alcuni vecchi segreti tornino a galla, e questo libro della serie del Texas intreccia tutti i fili che i ragazzi possono riuscire a gestire.
Ma tra alti e bassi, bambini, feste in famiglia, risate e lacrime, non c’è nulla di più speciale dell’amore eterno che unisce questi due uomini.

Lady Marmelade2

Bentornati in Texas dove caldo, sudore, cavalli, polvere e guai non mancano mai!
Texas: il luogo dove batte anche il cuore di Jack e Riley, due uomini ormai fatti e finiti che vogliono fare del mondo un posto più sicuro e migliore per chi ha la fortuna di incontrarli.
Siamo arrivati al libro numero sette, alle soglie del 2015, e forse qualcosa sta per cambiare: forse è davvero la volta buona per rendere il matrimonio tra coppie dello stesso sesso egualitario e, visto come è andato il precedente, l’occasione per Jack e Riley di rinnovare il loro legame davanti ad amici e parenti.
Le fotografie che hanno “celebrato” la precedente unione sono a dir poco bizzarre e bruttine…
Se stavolta la legge passerà, i due si sono ripromessi di fare una grande festa con tutta la famiglia, che continua a ingrossarsi grazie alle nuove nascite e alle aggiunte del personale del ranch.
Quello che era iniziato come un matrimonio di convenienza, un’estorsione ai danni di Jack, bisognoso di soldi per salvare la vita della sorella, si è trasformato in un amore grande come il Texas, che non si è mai affievolito, anzi:

«Pensi che finirà mai?»
«Che cosa? Questo?» Riley fece un gesto con la mano libera. «Fare l’amore sotto il cielo azzurro a metà mattina?»
«No,» disse Jack pensieroso.
L’altro voltò la testa a guardarlo. «E allora cosa?»
«L’ardore. Di stare con te, desiderarti, guardarti. Pensi che smetteremo mai di provarlo?»
Riley sorrise, e il sorriso arrivò fino ai suoi occhi, che quel giorno erano più verdi che castani. «Arde anche dentro di me.»
«Sempre?»
«Sì. Di continuo. Non si tratta solo di fare l’amore. È dormire al tuo fianco, guardarti, vedere i nostri bambini. È tutto.»

Il Double D ormai è diventato un rifugio non solo per il piccolo Max, il bimbo autistico adottato da Riley, ma anche per molti giovani cow boy vittime di violenza e guai famigliari, tanto che Jack sta progettando qualcosa di più dopo il suo incontro con l’ultimo acquisto Liam. Jack infatti non riesce a dimenticare i tre ragazzi che hanno testimoniato contro il loro aguzzino, soprattutto Kyle: un ragazzo troppo magro per la sua altezza, troppo arrabbiato col mondo per avere solo ventisei anni, tanto da rifiutare qualsiasi aiuto da parte di Jack.
Ha il terrore che Jack voglia approfittarsi di lui, che voglia qualcosa in cambio, perché diciamoci la verità: uno con tutti i suoi soldi che se ne farebbe di un rifiuto come lui?
Kyle non sa che la coppia Campbell-Hayes quando si mette in testa qualcosa difficilmente molla, anche perché ha tutti i mezzi necessari per farlo. Jack e Riley sono fortunati e vorrebbero che tutti fossero felici come lo sono loro:

Desiderò che ogni persona del pianeta potesse provare ciò che lui provava per il marito. Un amore assoluto che consumava tutto, frustrante, intenso e fonte di sostegno. In particolare Kyle. Si meritava qualcosa di bello, una volta tanto.

Jack e Riley dimostrano ancora una volta che non esistono differenze tra coppie etero e gay: la loro vita ruota intorno al lavoro, la famiglia, risolvere i piccoli problemi di cuore della giovane Hayley che sta per sbocciare in tutta la sua bellezza e femminilità scatenando il panico nei genitori:

«Vedo le rotelle girare nel tuo cervellino, Jackson Campbell-Hayes. Non c’è bisogno di tirare fuori il fucile. Se la caverà.»
Lui rimase a bocca aperta: come faceva Eden a sapere della fissa dei papà per le pistole?

Eh già ragazzi: la piccola di casa ormai ha tredici anni, vuole un vestito per il suo primo ballo e vuole farsi accompagnare dal papa e dal suo papi per sceglierlo!
Hayley sa già chi sposerà in futuro: il poveretto ancora no, anzi sembra non vederla nemmeno, ma lei è sicurissima che il giovane Logan cederà al suo fascino! Chissà come andrà a finire tra loro…
Questo libro non è un vero e proprio finale della serie, ci sono ancora due libri, uno sulla famiglia Campbell-Hayes e uno su Connor, e poi una serie spinn-off che inizia con il libro su Kyle, quindi quando arriverete ai ringraziamenti finali della Signora Scott non temete!
Jack e Riley al momento si prendono una pausa, come è giusto che sia, perché ora hanno davvero tutto quello che hanno desiderato e per cui hanno tanto lottato:

«È come un viaggio. L’intera nostra vita: il patto, le tragedie, i bambini, la nostra famiglia. Questa è la prossima tappa, tutto qui.»

Ho amato molto questa serie, ricca di intrecci e personaggi, che ha saputo mantenere vivo il mio interesse libro dopo libro, ma era giunto il momento che Riley e Jack lasciassero il posto anche a qualcun altro.
Le promesse che si sono scambiati davanti alla loro famiglia sono perfette: sono la rappresentazione che l’amore che lega una coppia gay o una etero sono identici e che la famiglia che si costruisce con l’amore è la stessa! Quindi ragazzi mettetevi il cuore in pace perché io non mi stancherò mai di ripetervelo: l’amore è amore, che tu sia gay, etero, bisessuale, fluido, ecc, ecc, ecc…
La diversità ci rende tutti unici e tutti meritevoli di essere felici, anche chi come Kyle crede di non valere più nulla: non vedo l’ora di leggere le altre storie di quello che è diventato per me l’Universo del Texas targato R. J. Scott!

4


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Cuore di Terra Rossa Imago” – N. R. Walker

N R Walker (5)

Titolo: Cuore di Terra Rossa Imago
Autore: N. R. Walker
Serie: Cuore di Terra Rossa #4.5 & Imago #2.5
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 2,99€
Link all’acquisto: Cuore di Terra Rossa Imago

SINOSSI

Quando a Greg, il vicino di Charlie Sutton, viene notificato dal governo del Queensland l’intenzione di far passare un acquedotto attraverso la sua proprietà, Charlie promette che lo aiuterà a combattere contro questa decisione. Poi Travis si ricorda di aver notato delle farfalle al torrente vicino alla recinzione del loro confine comune, le stesse farfalle che non sono riusciti a trovare in nessun libro di farfalle australiane. Fiduciosi che questa possa essere la loro unica possibilità per fermare lo sviluppo del progetto, cercano l’aiuto di uno specialista.
Lawson riceve una richiesta via e-mail per identificare una farfalla nell’Outback, e scopre che non è affatto una farfalla australiana. Ma non è l’unica scoperta che fa. Jack conosce il nome sulla richiesta. È quello di una sua vecchia conoscenza dell’università, che guarda caso è stato anche un suo scopamico, Charlie Sutton.
Anni prima, i due si erano incontrati all’Università di Sydney. Studiavano entrambi scienze ambientali e agrarie, erano entrambi a miglia di distanza da casa e, scoprendo i loro mondi aperti a nuove esperienze, erano finiti a letto insieme. Rivedersi di nuovo dopo tutto questo tempo, davanti a Lawson e Travis, non sarà affatto imbarazzante, vero?
Il viaggio di Lawson e Jack alla Sutton Station di certo non va secondo i piani, e non riporteranno in Tasmania solo farfalle, ma una serie di possibilità.

Un crossover di Cuore di Terra Rossa e Imago ~ La storia di quando la terra rossa e le farfalle entrano in collisione.

Slanif2

Charlie Sutton e Travis Craig sono ormai felicemente sposati e papà (e papi) di una bellissima bambina di nome Amelia “Milly” Sutton, nonché di un cicciottissimo vombato di nome Nugget che ha la forma e la pesantezza di un mattone.
La loro vita scorre tranquilla in mezzo alla terra rossa del deserto australiano, ed è solo la chiamata del loro vicino di stazione e amico Greg a rompere la quiete che regna nella loro vita.
Infatti, a Greg è arrivata una lettera dal Governo Australiano che lo informa che una buona parte del territorio della sua stazione finirà per ospitare un acquedotto che non solo rovinerà il paesaggio, ma costringerà anche a ridurre drasticamente le dimensioni della fattoria e quindi il lavoro e le entrate dell’uomo.
Charlie, così come Travis, non sono assolutamente disposti a lasciar fare al Governo quello che vuole, pertanto, grazie a un incontro inaspettato di Travis qualche giorno prima con una farfalla grande quasi come un piccolo uccellino, decidono di contattare un esperto che possa aiutarli a valutare se quel tipo di farfalla è protetto, così da riuscire a bloccare la costruzione dell’acquedotto e a salvare la stazione di Greg.
È con questa scusa che N. R. Walker fa entrare in collisione (nonostante ce ne avesse già dato un accenno in “Imagines”) il mondo del Queensland Australiano e quello della Tasmania, dove vivono Jack e Lawson Brighton-Gale.
Riuscirà Greg a salvare la sua stazione? E riuscirà Lawson a scoprire un altro esemplare di farfalla sconosciuta?
Come reagiranno Travis e Lawson di fronte ai loro mariti, che in gioventù, durante l’università, hanno avuto una relazione?

Travis ridacchiò e mi baciò sopra la testa. «Non vedo l’ora di conoscerlo.»
Sollevai la testa per guardarlo in faccia. «Ti scoccia? Che qui ci sarà qualcuno con cui ho avuto… dei benefici?»
Travis scosse la testa e sorrise. «È il mio anello quello che porti al dito. È nostra figlia quella che dorme in fondo al corridoio, e sono io quello che implori e mio il nome che sussurri.» Sospirò, felice e assonnato. Il suo accento era sempre più marcato quando era stanco. «So molto bene a chi appartieni. E anche tu.»

Non mentirò: ho letto il libro avendo tutto il tempo un sorriso sciocco stampato sulla faccia.
Mi erano mancati, questi ragazzi! Soprattutto Charlie e Travis (dalla serie “Cuore di Terra Rossa”), che sono senza ombra di dubbio una delle mie coppie preferite di sempre, nonché quella che amo di più di questa autrice che si dimostra sempre di più una garanzia di qualità.
Ritrovarli di nuovo e ritrovarli soprattutto alla Sutton Station, dove ho lasciato il cuore, è stata un’esperienza emozionante. Mi erano davvero mancati e sono stata entusiasta di poterli virtualmente riabbracciare un’altra volta.
Sono stata contenta di rivedere anche Jack e Lawson (dalla serie “Imago”), ovviamente, che sono una delle coppie che mi sono piaciute di più delle altre serie di questa autrice, anche se, lo ammetto, non ai livelli di Charlie e Travis.
Avere questo ulteriore epilogo per queste due coppie, un altro po’ di uno spaccato delle loro vite, è stato bellissimo.
Mi mancheranno. Tanto. Anche se con la mente sarò sempre nel pieno dell’Outback Austrliano, all’interno dei 2.58 milioni di chilometri quadrati della Sutton Station, a fissare la terra rossa sotto i piedi e il cielo pieno di stelle sopra la testa, seduta intorno a un falò circondata da vecchi amici.

5


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “The Shearing Gun” – Renae Kaye

cover-500x750-68

Titolo: The Shearing Gun
Autore: Renae Kaye
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: The Shearing Gun

SINOSSI

A venticinque anni, Hank possiede un piccolo appezzamento di terreno nel sud-ovest dell’Australia rurale dove integra il reddito della sua proprietà con la tosatura stagionale delle pecore. Hank è un “shearing gun”, un asso in grado di tosare un gran numero di pecore in un solo giorno. Suo padre l’ha sbattuto fuori di casa dopo che lui si era dichiarato omosessuale e, dal momento che nessuno assumerebbe mai un tosatore gay, Hank è rimasto ben nascosto da allora.
Elliot è il nuovo medico della cittadina, nato in città e un po’ scioccato dal suo trasferimento in campagna. Quando un infortunio durante una partita di football gli fa incontrare Hank, uno sguardo inappropriato e delle scuse balbettate danno il via alla loro amicizia.
Il romanticismo e l’amore fioriscono presto, ma è difficile per entrambi sperare in qualcosa di permanente. E come se la costante minaccia di essere scoperti non fosse sufficiente, il contratto di Elliot terminerà di lì a un anno.

Slanif2

Hank è un giovane shearing gun, un tosatore di pecore, che vive in Australia.
Dopo aver confessato di essere gay, suo padre ha dato letteralmente di matto e il ragazzo è fuggito per crearsi una vita e una casa da qualche altra parte. Con l’aiuto dello zio Murray e del marito di questi, Jimmie, che sono in sostanza la sua unica vera famiglia, Hank riesce a rifarsi una vita e a diventare il migliore nel suo lavoro.
L’unico problema? Ancora nessuno sa che è gay.
Infatti ha paura delle conseguenze se dicesse qualcosa, perché lo zio stesso ha dovuto subire un furioso pestaggio in gioventù per questo, e nessuno vorrebbe rivivere quell’esperienza. Inoltre, chi farebbe lavorare un tosatore di pecore gay? Non c’è storia. Non può dirlo. E fino a quel momento non ha avuto grossi problemi a nasconderlo, perché comunque non c’era nessuno che gli interessasse.
Tutto cambia quando il Dottor Elliott arriva dalla città. Perfettino e precisino, è l’esatto opposto di Hank. Eppure, entrambi si ritrovano attratti l’uno dall’altro sin da quando Elliott cura il braccio ferito di Hank.
Come fare per frequentarsi? Hank non può permettersi di perdere il lavoro, ed Elliott deve farsi conoscere e rispettare dalla comunità, altrimenti dovrà andare via… Essere amici è bello e divertente, ma riusciranno a non volere qualcosa di più?

«Hank?»
«Sì, amico?»
«Ti amo.»
«Anch’io, DottorEllo.»
Silenzio.
«Hank?»
«Sì, amore?»
«Non vedo l’ora che tu guarisca per farmi sbattere da tutte le parti come se fossi una delle tue pecore.»
Sbuffai. «Anch’io, DottorEllo.»
Silenzio.
«Hank?»
«Sì, amore?»
«Il soprannome DottorEllo mi fa sempre schifo.»
«Potrei chiamarti “dolcezza” se preferisci?»
Silenzio.
«Hank?»
«Sì, dimmi!»
«Chiamami pure DottorEllo.»
Scoppiai a ridere e lo attirai più vicino. «Ho intenzione di chiamarti così per il resto dei miei giorni.»
«Perfetto.»
Poi cademmo in un sonno profondo.

Quando iniziai questo romanzo non sapevo bene cosa aspettarmi, ma devo dire che ne sono rimasta piacevolmente sorpresa. Non solo ho amato moltissimo Hank e anche il “DottorEllo”, come lo chiama lui, ma ho amato anche l’ambientazione e il fatto che la vita rurale australiana sia spiegata così bene senza essere tuttavia pesante o eccessiva ai fini della storia.
Una nota di merito anche ai personaggi secondari, che sono molti, ma che arricchiscono la storia e non tolgono spazio ai protagonisti. Soprattutto Middy, il migliore amico di Hank, è una figura essenziale nel romanzo e molto importante per la crescita emotiva e personale del nostro formidabile tosatore di pecore.
Un romanzo forse “rude”, ma che racchiude anche tanta dolcezza e fragilità.

4.5

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Natale di Terra Rossa” – N. R. Walker

N R Walker (5)

Titolo: Natale di Terra Rossa
Autore: N. R. Walker
Serie: Cuore di Terra Rossa #3.5
Genere: Contemporaneo, Cowboy, Festività
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 2,99€
Link all’acquisto: Natale di Terra Rossa 

SINOSSI

In questo racconto natalizio, la Walker immagina come sarebbe potuto essere il primo Natale di Travis alla Sutton Station.
È una sorta di “what if”, qualcosa che tecnicamente non è accaduto, come dice lei stessa nella nota introduttiva. La storia si colloca temporalmente tra il terzo e il quarto romanzo, ma è consigliabile leggerla dopo aver concluso tutta la serie, perché nel presentarla la Walker fa riferimento ad avvenimenti legati all’ultimo libro, per tirare le fila della storia e ricordarci a che punto eravamo.

Travis stava alla Sutton Station da poco più di un anno. Tecnicamente eravamo fidanzati, ma non lo avevamo detto a nessuno.
Lui era felice anche solo di sapere che avevo detto di sì, e io dovevo affrontare alcune cose per schiarirmi le idee.
Sapere di essere all’altezza di Trav era una cosa, ma tutt’altra cosa era chiedermi se ero all’altezza di essere un marito e un padre.
La vita alla Sutton Station non era mai stata più bella di così. Gli affari andavano alla grande. Gracie, la bambina di Trudy e Bacon, non aveva neanche un mese ed era un amore, Ma era in buona salute e il mio rapporto con Laura e Sam procedeva bene.
E Travis? Beh, la vita con lui era ancora praticamente perfetta.
Ma, per lo sgomento di Travis, il Natale alla Stazione era solo un giorno come un altro. Un giorno in cui ci si alzava prima dell’alba, si dava da mangiare agli animali, si aggiustava quello che c’era da aggiustare, e si controllavano gli abbeveratoi mentre si cercava di tenersi al riparo dalla temperatura rovente.
E quell’anno non era molto diverso.
Solo che era il primo Natale di Travis alla Sutton Station.
Il fatto che non ci impegnassimo con le decorazioni e con i festeggiamenti lo confondeva, se devo dire la verità, lo deludeva anche.
Ecco perché dovevo trasformarlo in un Natale speciale.

Evelyne2

Solitamente gli extra mi mettono sempre in difficoltà: gli autori, nella maggior parte dei casi, inseriscono moltissimi dettagli e informazioni in troppe poche pagine e si rischia di esagerare. In questo caso però, ho visto la bravura della Walker, impossibile da non notare.
Le pagine non sono molte, è vero. Si tratta di uno special di Natale ed è ambientato tra il terzo e il quarto volume, quindi il lettore viene portato indietro nel tempo, a quando ancora la storia di Charlie e Travis non ha avuto un finale. Ho scelto di leggere questo racconto dopo il terzo volume, per non avere alcun problema nel collocarlo temporalmente, ma all’interno di esso troverete un’introduzione inserita dall’autrice stessa, per dare un’idea completa degli eventi e riuscire ad inserire il lettore nel modo più opportuno. Vi consiglio quindi di leggerlo una volta completata la serie.
Raccontato dal punto di vista di Charlie, come i primi tre volumi della serie, questo piccolo extra ci dà un’idea di come sarebbe stato il Natale per Travis e Charlie, pur non essendo accaduto realmente.

«Se continua a far venire i nervi a Trav, non lo vedrai più.»
«Chi è che non vedrà più? Me o il vombato malvagio?» chiese Travis dalla porta.
Risi. «Tu chi pensi?»
Lui borbottò mentre entrava e dava una grattata alla testa di Nugget. «A volte me lo chiedo.»

Rivedrete il bellissimo Nuggets, grazie al quale ci sarà un piccolo scontro tra Charlie e Travis davvero esilarante ed il primo Natale, non solo della coppia, ma dell’interna famiglia. L’unione delle tradizioni di Travis e la nuova visione del mondo di Charlie.
Un’ottima lettura, dolce e simpatica, l’ideale per tornare insieme ai due giovani nella Sutton Station.

5

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Cuore di Terra Rossa 4” – N. R. Walker

N R Walker (4)

Titolo: Cuore di Terra Rossa 4
Autore: N. R. Walker
Serie: Cuore di Terra Rossa #4
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: Cuore di Terra Rossa 4 

SINOSSI

Trasferirsi da un ranch in Texas a una stazione dell’Outback australiano è stata una decisione che ha cambiato la vita di Travis Craig. Anche se in effetti non è stata affatto una decisione. Qualcosa dentro di lui gli aveva detto di andarci, sebbene non avesse idea del perché. Almeno fino a quando non ha conosciuto il proprietario della Stazione, Charlie.
Amarlo non avrebbe dovuto essere semplice. Era un uomo cocciuto e pieno di insicurezze. Eppure, in qualche modo, innamorarsi di lui è stata la cosa più semplice del mondo. Così come vivere con lui, insegnargli come ricambiare il suo amore e, cosa ancora più importante, come volere bene a se stesso.
Travis aveva saputo fin dall’inizio che ne sarebbe valsa la pena. Sapeva che quell’uomo dal cuore di terra rossa era destinato a essere suo. Proprio come sapeva che il suo posto era lì, circondato da quella stessa terra rossa.
Nell’ultimo volume della serie, vediamo Charlie attraverso gli occhi di Travis. Vediamo quanto è maturato e quanto amore è in grado di donare. Torniamo in Texas con loro, e vediamo Charlie riuscire a ottenere tutte quelle cose che pensava davvero di non meritarsi.
Cuore di Terra Rossa 4 narra la storia di Travis.
E questa non è la storia di un solo cuore di terra rossa, ma due.

Evelyne2

«Quelli sono per me?» chiese Ma a Charlie, facendo un cenno con la testa ai fiori che teneva in mano.
«Oh, beh…» balbettò lui, spingendo il mazzo in avanti come fosse tossico. «Sì. Certo che sono per te.»
Aveva appena dato i miei fiori a Ma.

Questo quarto e ultimo volume della serie, mi ha commossa e stupita più di quanto abbiano fatto i precedenti. Cosa non facile, eppure è accaduto. Leggere per la prima volta gli avvenimenti dal punto di vista di Travis mi ha disorientata in un primo momento, perché ha reso molto più chiaro quanto Charlie sia cresciuto in tutto questo tempo. Non avere più bisogno di leggere i suoi pensieri per capire cosa sta pensando è un grande passo avanti! Pensavo che avrei avuto difficoltà a sentire empatia nei confronti di Travis, che non era mai stato il primo protagonista. Mi sbagliavo:  una volta allontanati i dubbi è stato del tutto naturale leggere di lui e di come si sia legato alla stazione.
Laura, mamma di Charlie, e Sam, il fratello da poco ritrovato. La famiglia di Travis che per la prima volta incontra Charlie, momento che aspettavo da molto e tanti nuovi personaggi. La Walker ha inserito in questo ultimo volume moltissimi colpi di scena, attesi e non.
Ma, George, Billy e tutti i dipendenti, Greg … i personaggi che hanno accompagnato i due durante la loro crescita sono ancora presenti. Ognuno di loro a suo modo aiuta Charlie e Travis a realizzare i loro sogni. Sogni che mai saremmo stati in grado di collegare a Charlie nel primo volume della serie. Mi ha stupito moltissimo questo aspetto, è impossibile non notare gli enormi passi avanti fatti da questo personaggio.

Soddisfatto. Felice. In pace con il mio posto nel mondo. A casa.

Anche in questo volume è possibile trovare numerosi momenti divertenti. Nugget rimane uno dei miei personaggi preferiti senza ombra di dubbio. Con la sua nonchalance di vombato e i suoi piccoli morsi, appare e scompare con velocità. Ricordando l’affetto che Charlie mostra nei suoi confronti e il rapporto molto particolare con Travis.

Charlie si chinò e lo tirò su. «Piantala di cercare di mordere Travis. Se voglio abbracciarlo, lo abbraccio e basta. Capito, piccoletto?» Nugget sbattè le palpebre con fare innocente e, sul serio, giuro che il vombato gli sorrise. Charlie ridacchiò e lo rimise giù, e lo stronzetto uscì dalla stanza camminando come una papera.

È raro che io sia pienamente soddisfatta dell’ultimo volume di una serie. C’è sempre qualcosa per cui non sono del tutto convinta. Questa volta però, sono davvero contenta di aver deciso di leggere la loro storia, mi ha tenuta compagnia per circa una settimana ed ora non vedo l’ora di leggere altri racconti della Walker. Non c’è niente che cambierei, nulla che non va come dovrebbe. Charlie e Travis sono due personaggi speciali, unici e divertenti. Credo sarà difficile riuscire a trovare altre storie alla loro altezza, ma non smetterò di cercare.

Era una persona totalmente diversa da com’era una volta e pensai che in due anni molto era cambiato.

5

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “L’autunno del Texas” – R. J. Scott

R J Scott

Titolo: L’autunno del Texas
Autore: R. J. Scott
Serie: Texas #6
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: L’autunno del Texas

SINOSSI

Jack è determinato a creare una scuola di ippoterapia per bambini con bisogni speciali, senza tralasciare l’addestramento e l’allevamento dei suoi cavalli. Lui e Riley si sono finalmente adattati a una normale, tranquilla vita famigliare, anche se ciò non impedisce loro di sfruttare la stalla al massimo!
Ma la calma precede sempre la tempesta.
Riley e il suo nuovo assistente arrivano a Laredo e oltrepassano il confine verso Nuevo Laredo per esplorare un nuovo sito. Da lì in poi, le cose peggiorano molto in fretta. Riley rimane coinvolto negli affari dei Cartelli e, di colpo, Jack rischia di perdere tutto ciò che ha di più caro.
Se si aggiungono anche le storie di Vaughn e Darren, Robbie ed Eli, Liam e Marcus, Sean e Eden e il loro matrimonio mai celebrato, questo libro sembra promettere tutto ciò che si può desiderare da una storia della serie Texas.

Lady Marmelade2

Jack e Riley non riescono davvero a stare fuori dai guai e a complicarsi la vita!
Ormai il ranch è diventato una piccola comunità sempre in crescita; è un luogo sicuro, un rifugio per chi non ha più una famiglia e ha perso tutto.
Sono previsti nuovi arrivi al Double D, soprattutto dopo che Jack e Robbie accompagneranno Liam a chiudere con il suo passato. Bisognerà vedere se decideranno poi di fermarsi stabilmente al Double D o meno.
Ryley è innamorato del suo Jack come il primo giorno e non sa stare senza il suo uomo anche solo per un breve periodo:

Aveva molto più di tante altre persone: quattro figli, i suoi migliori amici (Eli e Steve) che vivevano in fondo alla strada… diavolo, Eli era solo a pochi passi di distanza. Però… aveva un buco a forma di Jack nel cuore. Sono proprio un fesso.

Lo stesso vale anche per Jack e il solo pensiero di stare separati per un paio di giorni, quelli necessari ad accompagnare Liam per il processo contro Hank Castille. Jack non si tirerà  indietro, perché tiene troppo alla felicità, tranquillità emotiva e incolumità fisica del ragazzo.
Liam e Marcus stanno vivendo a pieno la loro storia appena cominciata e il cambiamento di Liam è stato un continuo crescendo; è più sicuro, più forte, ma è ancora un ragazzo che ha sofferto molto e non si capacita davvero dell’affetto che ha ricevuto da tutti i componenti della grande famiglia Campbell-Hayes.
Il ragazzo ha il terrore di compromettere il processo contro il suo stupratore; teme che a causa della sua testimonianza Hank potrebbe essere rilasciato e tornare a far del male ad altri ragazzi come ha fatto con lui. Non si perdona di essere scappato senza sporgere denuncia: si rammarica soprattutto del fatto che se avesse parlato prima, altri ragazzi non sarebbero finiti nelle sue grinfie.
Non si considera degno dell’affetto di nessuno, ma vedere quanto Jack e Robbie tengano a lui gli fa aprire finalmente gli occhi.
Sul versante famigliare vero e proprio troviamo i gemelli che stanno crescendo a vista d’occhio con due caratteri ben distinti: Lexie è sempre più un vulcano pronto a esplodere, Connor se ne sta beato a dormire e mangiare!
Hayley sta davvero diventando una bella ragazza, alle prese con i primi turbamenti adolescenziali, i primi esperimenti di trucco e la voglia di crescere.
Hayley sta costruendo un bellissimo rapporto col piccolo Max, è l’unica che gli parla direttamente e a cui da retta. Max probabilmente non sarà mai un bambino normale, ma al ranch ha la possibilità di essere se stesso e circondato da amore incondizionato.
Dopo aver visto cosa i cavalli sono in grado di fare con Max, Jack sta ultimando il suo progetto di costruzione del centro di ippoterapia.
I cavalli mi hanno sempre affascinato, ma non ho mai potuto prendere lezioni da piccola, sia per via del costo elevato delle lezioni che per l’impossibilità di avere dei maneggi vicino a casa. Dopo aver letto una marea di libri sui cowboy non mi dispiacerebbe davvero passare una vacanza alternativa in un ranch e imparare ad andare a cavallo.
Jack e Ryley vivono la loro quotidianità pensando di avere tutto il tempo del mondo, non sono preparati all’ennesima prova che li attende. Dovevano restare separati solo due giorni, ma qualcuno ha deciso diversamente e Ryley ha corso davvero il rischio di non tornare più dai suoi cari.
L’esplorazione di un nuovo sito papabile per trovare petrolio si trasforma in tragedia e il Ryley che torna da Jack non è più quello di prima:

Prese il volto di Riley tra le mani e gli baciò la punta del naso. Quel tocco era così perfetto, così Jack, che un’ondata d’amore gli zampillò nel petto. Riley non poté fare altro se non aggrapparsi con tutte le forze all’uomo che custodiva il suo cuore… qualcosa dentro di lui si era congelato e Riley non riusciva a sciogliersi… Il Riley tra le sue braccia non era un Riley felice. Quello era un uomo perseguitato dai demoni, apparentemente incapace di riposare, un uomo che stava facendo del suo meglio per evitare di affrontare la realtà.

Ma non temete, Jack con il suo carattere schivo ma sensibile, il suo grande cuore e la sua pazienza saprà far uscire Ryley dalla spirare di dolore e paura in cui sembra essersi rintanato.
Sullo sfondo abbiamo i resto della famiglia al completo che si riunirà di nuovo al ranch per un evento emozionante!
Questa saga è davvero lunga, mancano ancora tre libri alla sua conclusione, e davvero non sapevo cosa aspettarmi; veder il percorso di crescita di tutto il clan Campbell-Hayes è sempre emozionante e voglio davvero vedere se la previsione della non più così piccola Hayley si avvererà davvero!
Non è ancora giunto il suo momento però, perché per ora sono ancora Jack e Ryley i protagonisti della storia:

Smisero di parlare e tornarono a osservare Max. Dentro di sé, Jack sentì ribollire tutto ciò che aveva da dire. «Sai cosa?» disse. «Senza di te non avrei niente.»

4


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice