Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Cuore di Terra Rossa Imago” – N. R. Walker

N R Walker (5)

Titolo: Cuore di Terra Rossa Imago
Autore: N. R. Walker
Serie: Cuore di Terra Rossa #4.5 & Imago #2.5
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 2,99€
Link all’acquisto: Cuore di Terra Rossa Imago

SINOSSI

Quando a Greg, il vicino di Charlie Sutton, viene notificato dal governo del Queensland l’intenzione di far passare un acquedotto attraverso la sua proprietà, Charlie promette che lo aiuterà a combattere contro questa decisione. Poi Travis si ricorda di aver notato delle farfalle al torrente vicino alla recinzione del loro confine comune, le stesse farfalle che non sono riusciti a trovare in nessun libro di farfalle australiane. Fiduciosi che questa possa essere la loro unica possibilità per fermare lo sviluppo del progetto, cercano l’aiuto di uno specialista.
Lawson riceve una richiesta via e-mail per identificare una farfalla nell’Outback, e scopre che non è affatto una farfalla australiana. Ma non è l’unica scoperta che fa. Jack conosce il nome sulla richiesta. È quello di una sua vecchia conoscenza dell’università, che guarda caso è stato anche un suo scopamico, Charlie Sutton.
Anni prima, i due si erano incontrati all’Università di Sydney. Studiavano entrambi scienze ambientali e agrarie, erano entrambi a miglia di distanza da casa e, scoprendo i loro mondi aperti a nuove esperienze, erano finiti a letto insieme. Rivedersi di nuovo dopo tutto questo tempo, davanti a Lawson e Travis, non sarà affatto imbarazzante, vero?
Il viaggio di Lawson e Jack alla Sutton Station di certo non va secondo i piani, e non riporteranno in Tasmania solo farfalle, ma una serie di possibilità.

Un crossover di Cuore di Terra Rossa e Imago ~ La storia di quando la terra rossa e le farfalle entrano in collisione.

Slanif2

Charlie Sutton e Travis Craig sono ormai felicemente sposati e papà (e papi) di una bellissima bambina di nome Amelia “Milly” Sutton, nonché di un cicciottissimo vombato di nome Nugget che ha la forma e la pesantezza di un mattone.
La loro vita scorre tranquilla in mezzo alla terra rossa del deserto australiano, ed è solo la chiamata del loro vicino di stazione e amico Greg a rompere la quiete che regna nella loro vita.
Infatti, a Greg è arrivata una lettera dal Governo Australiano che lo informa che una buona parte del territorio della sua stazione finirà per ospitare un acquedotto che non solo rovinerà il paesaggio, ma costringerà anche a ridurre drasticamente le dimensioni della fattoria e quindi il lavoro e le entrate dell’uomo.
Charlie, così come Travis, non sono assolutamente disposti a lasciar fare al Governo quello che vuole, pertanto, grazie a un incontro inaspettato di Travis qualche giorno prima con una farfalla grande quasi come un piccolo uccellino, decidono di contattare un esperto che possa aiutarli a valutare se quel tipo di farfalla è protetto, così da riuscire a bloccare la costruzione dell’acquedotto e a salvare la stazione di Greg.
È con questa scusa che N. R. Walker fa entrare in collisione (nonostante ce ne avesse già dato un accenno in “Imagines”) il mondo del Queensland Australiano e quello della Tasmania, dove vivono Jack e Lawson Brighton-Gale.
Riuscirà Greg a salvare la sua stazione? E riuscirà Lawson a scoprire un altro esemplare di farfalla sconosciuta?
Come reagiranno Travis e Lawson di fronte ai loro mariti, che in gioventù, durante l’università, hanno avuto una relazione?

Travis ridacchiò e mi baciò sopra la testa. «Non vedo l’ora di conoscerlo.»
Sollevai la testa per guardarlo in faccia. «Ti scoccia? Che qui ci sarà qualcuno con cui ho avuto… dei benefici?»
Travis scosse la testa e sorrise. «È il mio anello quello che porti al dito. È nostra figlia quella che dorme in fondo al corridoio, e sono io quello che implori e mio il nome che sussurri.» Sospirò, felice e assonnato. Il suo accento era sempre più marcato quando era stanco. «So molto bene a chi appartieni. E anche tu.»

Non mentirò: ho letto il libro avendo tutto il tempo un sorriso sciocco stampato sulla faccia.
Mi erano mancati, questi ragazzi! Soprattutto Charlie e Travis (dalla serie “Cuore di Terra Rossa”), che sono senza ombra di dubbio una delle mie coppie preferite di sempre, nonché quella che amo di più di questa autrice che si dimostra sempre di più una garanzia di qualità.
Ritrovarli di nuovo e ritrovarli soprattutto alla Sutton Station, dove ho lasciato il cuore, è stata un’esperienza emozionante. Mi erano davvero mancati e sono stata entusiasta di poterli virtualmente riabbracciare un’altra volta.
Sono stata contenta di rivedere anche Jack e Lawson (dalla serie “Imago”), ovviamente, che sono una delle coppie che mi sono piaciute di più delle altre serie di questa autrice, anche se, lo ammetto, non ai livelli di Charlie e Travis.
Avere questo ulteriore epilogo per queste due coppie, un altro po’ di uno spaccato delle loro vite, è stato bellissimo.
Mi mancheranno. Tanto. Anche se con la mente sarò sempre nel pieno dell’Outback Austrliano, all’interno dei 2.58 milioni di chilometri quadrati della Sutton Station, a fissare la terra rossa sotto i piedi e il cielo pieno di stelle sopra la testa, seduta intorno a un falò circondata da vecchi amici.

5


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “The Shearing Gun” – Renae Kaye

cover-500x750-68

Titolo: The Shearing Gun
Autore: Renae Kaye
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: The Shearing Gun

SINOSSI

A venticinque anni, Hank possiede un piccolo appezzamento di terreno nel sud-ovest dell’Australia rurale dove integra il reddito della sua proprietà con la tosatura stagionale delle pecore. Hank è un “shearing gun”, un asso in grado di tosare un gran numero di pecore in un solo giorno. Suo padre l’ha sbattuto fuori di casa dopo che lui si era dichiarato omosessuale e, dal momento che nessuno assumerebbe mai un tosatore gay, Hank è rimasto ben nascosto da allora.
Elliot è il nuovo medico della cittadina, nato in città e un po’ scioccato dal suo trasferimento in campagna. Quando un infortunio durante una partita di football gli fa incontrare Hank, uno sguardo inappropriato e delle scuse balbettate danno il via alla loro amicizia.
Il romanticismo e l’amore fioriscono presto, ma è difficile per entrambi sperare in qualcosa di permanente. E come se la costante minaccia di essere scoperti non fosse sufficiente, il contratto di Elliot terminerà di lì a un anno.

Slanif2

Hank è un giovane shearing gun, un tosatore di pecore, che vive in Australia.
Dopo aver confessato di essere gay, suo padre ha dato letteralmente di matto e il ragazzo è fuggito per crearsi una vita e una casa da qualche altra parte. Con l’aiuto dello zio Murray e del marito di questi, Jimmie, che sono in sostanza la sua unica vera famiglia, Hank riesce a rifarsi una vita e a diventare il migliore nel suo lavoro.
L’unico problema? Ancora nessuno sa che è gay.
Infatti ha paura delle conseguenze se dicesse qualcosa, perché lo zio stesso ha dovuto subire un furioso pestaggio in gioventù per questo, e nessuno vorrebbe rivivere quell’esperienza. Inoltre, chi farebbe lavorare un tosatore di pecore gay? Non c’è storia. Non può dirlo. E fino a quel momento non ha avuto grossi problemi a nasconderlo, perché comunque non c’era nessuno che gli interessasse.
Tutto cambia quando il Dottor Elliott arriva dalla città. Perfettino e precisino, è l’esatto opposto di Hank. Eppure, entrambi si ritrovano attratti l’uno dall’altro sin da quando Elliott cura il braccio ferito di Hank.
Come fare per frequentarsi? Hank non può permettersi di perdere il lavoro, ed Elliott deve farsi conoscere e rispettare dalla comunità, altrimenti dovrà andare via… Essere amici è bello e divertente, ma riusciranno a non volere qualcosa di più?

«Hank?»
«Sì, amico?»
«Ti amo.»
«Anch’io, DottorEllo.»
Silenzio.
«Hank?»
«Sì, amore?»
«Non vedo l’ora che tu guarisca per farmi sbattere da tutte le parti come se fossi una delle tue pecore.»
Sbuffai. «Anch’io, DottorEllo.»
Silenzio.
«Hank?»
«Sì, amore?»
«Il soprannome DottorEllo mi fa sempre schifo.»
«Potrei chiamarti “dolcezza” se preferisci?»
Silenzio.
«Hank?»
«Sì, dimmi!»
«Chiamami pure DottorEllo.»
Scoppiai a ridere e lo attirai più vicino. «Ho intenzione di chiamarti così per il resto dei miei giorni.»
«Perfetto.»
Poi cademmo in un sonno profondo.

Quando iniziai questo romanzo non sapevo bene cosa aspettarmi, ma devo dire che ne sono rimasta piacevolmente sorpresa. Non solo ho amato moltissimo Hank e anche il “DottorEllo”, come lo chiama lui, ma ho amato anche l’ambientazione e il fatto che la vita rurale australiana sia spiegata così bene senza essere tuttavia pesante o eccessiva ai fini della storia.
Una nota di merito anche ai personaggi secondari, che sono molti, ma che arricchiscono la storia e non tolgono spazio ai protagonisti. Soprattutto Middy, il migliore amico di Hank, è una figura essenziale nel romanzo e molto importante per la crescita emotiva e personale del nostro formidabile tosatore di pecore.
Un romanzo forse “rude”, ma che racchiude anche tanta dolcezza e fragilità.

4.5

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Natale di Terra Rossa” – N. R. Walker

N R Walker (5)

Titolo: Natale di Terra Rossa
Autore: N. R. Walker
Serie: Cuore di Terra Rossa #3.5
Genere: Contemporaneo, Cowboy, Festività
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 2,99€
Link all’acquisto: Natale di Terra Rossa 

SINOSSI

In questo racconto natalizio, la Walker immagina come sarebbe potuto essere il primo Natale di Travis alla Sutton Station.
È una sorta di “what if”, qualcosa che tecnicamente non è accaduto, come dice lei stessa nella nota introduttiva. La storia si colloca temporalmente tra il terzo e il quarto romanzo, ma è consigliabile leggerla dopo aver concluso tutta la serie, perché nel presentarla la Walker fa riferimento ad avvenimenti legati all’ultimo libro, per tirare le fila della storia e ricordarci a che punto eravamo.

Travis stava alla Sutton Station da poco più di un anno. Tecnicamente eravamo fidanzati, ma non lo avevamo detto a nessuno.
Lui era felice anche solo di sapere che avevo detto di sì, e io dovevo affrontare alcune cose per schiarirmi le idee.
Sapere di essere all’altezza di Trav era una cosa, ma tutt’altra cosa era chiedermi se ero all’altezza di essere un marito e un padre.
La vita alla Sutton Station non era mai stata più bella di così. Gli affari andavano alla grande. Gracie, la bambina di Trudy e Bacon, non aveva neanche un mese ed era un amore, Ma era in buona salute e il mio rapporto con Laura e Sam procedeva bene.
E Travis? Beh, la vita con lui era ancora praticamente perfetta.
Ma, per lo sgomento di Travis, il Natale alla Stazione era solo un giorno come un altro. Un giorno in cui ci si alzava prima dell’alba, si dava da mangiare agli animali, si aggiustava quello che c’era da aggiustare, e si controllavano gli abbeveratoi mentre si cercava di tenersi al riparo dalla temperatura rovente.
E quell’anno non era molto diverso.
Solo che era il primo Natale di Travis alla Sutton Station.
Il fatto che non ci impegnassimo con le decorazioni e con i festeggiamenti lo confondeva, se devo dire la verità, lo deludeva anche.
Ecco perché dovevo trasformarlo in un Natale speciale.

Evelyne2

Solitamente gli extra mi mettono sempre in difficoltà: gli autori, nella maggior parte dei casi, inseriscono moltissimi dettagli e informazioni in troppe poche pagine e si rischia di esagerare. In questo caso però, ho visto la bravura della Walker, impossibile da non notare.
Le pagine non sono molte, è vero. Si tratta di uno special di Natale ed è ambientato tra il terzo e il quarto volume, quindi il lettore viene portato indietro nel tempo, a quando ancora la storia di Charlie e Travis non ha avuto un finale. Ho scelto di leggere questo racconto dopo il terzo volume, per non avere alcun problema nel collocarlo temporalmente, ma all’interno di esso troverete un’introduzione inserita dall’autrice stessa, per dare un’idea completa degli eventi e riuscire ad inserire il lettore nel modo più opportuno. Vi consiglio quindi di leggerlo una volta completata la serie.
Raccontato dal punto di vista di Charlie, come i primi tre volumi della serie, questo piccolo extra ci dà un’idea di come sarebbe stato il Natale per Travis e Charlie, pur non essendo accaduto realmente.

«Se continua a far venire i nervi a Trav, non lo vedrai più.»
«Chi è che non vedrà più? Me o il vombato malvagio?» chiese Travis dalla porta.
Risi. «Tu chi pensi?»
Lui borbottò mentre entrava e dava una grattata alla testa di Nugget. «A volte me lo chiedo.»

Rivedrete il bellissimo Nuggets, grazie al quale ci sarà un piccolo scontro tra Charlie e Travis davvero esilarante ed il primo Natale, non solo della coppia, ma dell’interna famiglia. L’unione delle tradizioni di Travis e la nuova visione del mondo di Charlie.
Un’ottima lettura, dolce e simpatica, l’ideale per tornare insieme ai due giovani nella Sutton Station.

5

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Cuore di Terra Rossa 4” – N. R. Walker

N R Walker (4)

Titolo: Cuore di Terra Rossa 4
Autore: N. R. Walker
Serie: Cuore di Terra Rossa #4
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: Cuore di Terra Rossa 4 

SINOSSI

Trasferirsi da un ranch in Texas a una stazione dell’Outback australiano è stata una decisione che ha cambiato la vita di Travis Craig. Anche se in effetti non è stata affatto una decisione. Qualcosa dentro di lui gli aveva detto di andarci, sebbene non avesse idea del perché. Almeno fino a quando non ha conosciuto il proprietario della Stazione, Charlie.
Amarlo non avrebbe dovuto essere semplice. Era un uomo cocciuto e pieno di insicurezze. Eppure, in qualche modo, innamorarsi di lui è stata la cosa più semplice del mondo. Così come vivere con lui, insegnargli come ricambiare il suo amore e, cosa ancora più importante, come volere bene a se stesso.
Travis aveva saputo fin dall’inizio che ne sarebbe valsa la pena. Sapeva che quell’uomo dal cuore di terra rossa era destinato a essere suo. Proprio come sapeva che il suo posto era lì, circondato da quella stessa terra rossa.
Nell’ultimo volume della serie, vediamo Charlie attraverso gli occhi di Travis. Vediamo quanto è maturato e quanto amore è in grado di donare. Torniamo in Texas con loro, e vediamo Charlie riuscire a ottenere tutte quelle cose che pensava davvero di non meritarsi.
Cuore di Terra Rossa 4 narra la storia di Travis.
E questa non è la storia di un solo cuore di terra rossa, ma due.

Evelyne2

«Quelli sono per me?» chiese Ma a Charlie, facendo un cenno con la testa ai fiori che teneva in mano.
«Oh, beh…» balbettò lui, spingendo il mazzo in avanti come fosse tossico. «Sì. Certo che sono per te.»
Aveva appena dato i miei fiori a Ma.

Questo quarto e ultimo volume della serie, mi ha commossa e stupita più di quanto abbiano fatto i precedenti. Cosa non facile, eppure è accaduto. Leggere per la prima volta gli avvenimenti dal punto di vista di Travis mi ha disorientata in un primo momento, perché ha reso molto più chiaro quanto Charlie sia cresciuto in tutto questo tempo. Non avere più bisogno di leggere i suoi pensieri per capire cosa sta pensando è un grande passo avanti! Pensavo che avrei avuto difficoltà a sentire empatia nei confronti di Travis, che non era mai stato il primo protagonista. Mi sbagliavo:  una volta allontanati i dubbi è stato del tutto naturale leggere di lui e di come si sia legato alla stazione.
Laura, mamma di Charlie, e Sam, il fratello da poco ritrovato. La famiglia di Travis che per la prima volta incontra Charlie, momento che aspettavo da molto e tanti nuovi personaggi. La Walker ha inserito in questo ultimo volume moltissimi colpi di scena, attesi e non.
Ma, George, Billy e tutti i dipendenti, Greg … i personaggi che hanno accompagnato i due durante la loro crescita sono ancora presenti. Ognuno di loro a suo modo aiuta Charlie e Travis a realizzare i loro sogni. Sogni che mai saremmo stati in grado di collegare a Charlie nel primo volume della serie. Mi ha stupito moltissimo questo aspetto, è impossibile non notare gli enormi passi avanti fatti da questo personaggio.

Soddisfatto. Felice. In pace con il mio posto nel mondo. A casa.

Anche in questo volume è possibile trovare numerosi momenti divertenti. Nugget rimane uno dei miei personaggi preferiti senza ombra di dubbio. Con la sua nonchalance di vombato e i suoi piccoli morsi, appare e scompare con velocità. Ricordando l’affetto che Charlie mostra nei suoi confronti e il rapporto molto particolare con Travis.

Charlie si chinò e lo tirò su. «Piantala di cercare di mordere Travis. Se voglio abbracciarlo, lo abbraccio e basta. Capito, piccoletto?» Nugget sbattè le palpebre con fare innocente e, sul serio, giuro che il vombato gli sorrise. Charlie ridacchiò e lo rimise giù, e lo stronzetto uscì dalla stanza camminando come una papera.

È raro che io sia pienamente soddisfatta dell’ultimo volume di una serie. C’è sempre qualcosa per cui non sono del tutto convinta. Questa volta però, sono davvero contenta di aver deciso di leggere la loro storia, mi ha tenuta compagnia per circa una settimana ed ora non vedo l’ora di leggere altri racconti della Walker. Non c’è niente che cambierei, nulla che non va come dovrebbe. Charlie e Travis sono due personaggi speciali, unici e divertenti. Credo sarà difficile riuscire a trovare altre storie alla loro altezza, ma non smetterò di cercare.

Era una persona totalmente diversa da com’era una volta e pensai che in due anni molto era cambiato.

5

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “L’autunno del Texas” – R. J. Scott

R J Scott

Titolo: L’autunno del Texas
Autore: R. J. Scott
Serie: Texas #6
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: L’autunno del Texas

SINOSSI

Jack è determinato a creare una scuola di ippoterapia per bambini con bisogni speciali, senza tralasciare l’addestramento e l’allevamento dei suoi cavalli. Lui e Riley si sono finalmente adattati a una normale, tranquilla vita famigliare, anche se ciò non impedisce loro di sfruttare la stalla al massimo!
Ma la calma precede sempre la tempesta.
Riley e il suo nuovo assistente arrivano a Laredo e oltrepassano il confine verso Nuevo Laredo per esplorare un nuovo sito. Da lì in poi, le cose peggiorano molto in fretta. Riley rimane coinvolto negli affari dei Cartelli e, di colpo, Jack rischia di perdere tutto ciò che ha di più caro.
Se si aggiungono anche le storie di Vaughn e Darren, Robbie ed Eli, Liam e Marcus, Sean e Eden e il loro matrimonio mai celebrato, questo libro sembra promettere tutto ciò che si può desiderare da una storia della serie Texas.

Lady Marmelade2

Jack e Riley non riescono davvero a stare fuori dai guai e a complicarsi la vita!
Ormai il ranch è diventato una piccola comunità sempre in crescita; è un luogo sicuro, un rifugio per chi non ha più una famiglia e ha perso tutto.
Sono previsti nuovi arrivi al Double D, soprattutto dopo che Jack e Robbie accompagneranno Liam a chiudere con il suo passato. Bisognerà vedere se decideranno poi di fermarsi stabilmente al Double D o meno.
Ryley è innamorato del suo Jack come il primo giorno e non sa stare senza il suo uomo anche solo per un breve periodo:

Aveva molto più di tante altre persone: quattro figli, i suoi migliori amici (Eli e Steve) che vivevano in fondo alla strada… diavolo, Eli era solo a pochi passi di distanza. Però… aveva un buco a forma di Jack nel cuore. Sono proprio un fesso.

Lo stesso vale anche per Jack e il solo pensiero di stare separati per un paio di giorni, quelli necessari ad accompagnare Liam per il processo contro Hank Castille. Jack non si tirerà  indietro, perché tiene troppo alla felicità, tranquillità emotiva e incolumità fisica del ragazzo.
Liam e Marcus stanno vivendo a pieno la loro storia appena cominciata e il cambiamento di Liam è stato un continuo crescendo; è più sicuro, più forte, ma è ancora un ragazzo che ha sofferto molto e non si capacita davvero dell’affetto che ha ricevuto da tutti i componenti della grande famiglia Campbell-Hayes.
Il ragazzo ha il terrore di compromettere il processo contro il suo stupratore; teme che a causa della sua testimonianza Hank potrebbe essere rilasciato e tornare a far del male ad altri ragazzi come ha fatto con lui. Non si perdona di essere scappato senza sporgere denuncia: si rammarica soprattutto del fatto che se avesse parlato prima, altri ragazzi non sarebbero finiti nelle sue grinfie.
Non si considera degno dell’affetto di nessuno, ma vedere quanto Jack e Robbie tengano a lui gli fa aprire finalmente gli occhi.
Sul versante famigliare vero e proprio troviamo i gemelli che stanno crescendo a vista d’occhio con due caratteri ben distinti: Lexie è sempre più un vulcano pronto a esplodere, Connor se ne sta beato a dormire e mangiare!
Hayley sta davvero diventando una bella ragazza, alle prese con i primi turbamenti adolescenziali, i primi esperimenti di trucco e la voglia di crescere.
Hayley sta costruendo un bellissimo rapporto col piccolo Max, è l’unica che gli parla direttamente e a cui da retta. Max probabilmente non sarà mai un bambino normale, ma al ranch ha la possibilità di essere se stesso e circondato da amore incondizionato.
Dopo aver visto cosa i cavalli sono in grado di fare con Max, Jack sta ultimando il suo progetto di costruzione del centro di ippoterapia.
I cavalli mi hanno sempre affascinato, ma non ho mai potuto prendere lezioni da piccola, sia per via del costo elevato delle lezioni che per l’impossibilità di avere dei maneggi vicino a casa. Dopo aver letto una marea di libri sui cowboy non mi dispiacerebbe davvero passare una vacanza alternativa in un ranch e imparare ad andare a cavallo.
Jack e Ryley vivono la loro quotidianità pensando di avere tutto il tempo del mondo, non sono preparati all’ennesima prova che li attende. Dovevano restare separati solo due giorni, ma qualcuno ha deciso diversamente e Ryley ha corso davvero il rischio di non tornare più dai suoi cari.
L’esplorazione di un nuovo sito papabile per trovare petrolio si trasforma in tragedia e il Ryley che torna da Jack non è più quello di prima:

Prese il volto di Riley tra le mani e gli baciò la punta del naso. Quel tocco era così perfetto, così Jack, che un’ondata d’amore gli zampillò nel petto. Riley non poté fare altro se non aggrapparsi con tutte le forze all’uomo che custodiva il suo cuore… qualcosa dentro di lui si era congelato e Riley non riusciva a sciogliersi… Il Riley tra le sue braccia non era un Riley felice. Quello era un uomo perseguitato dai demoni, apparentemente incapace di riposare, un uomo che stava facendo del suo meglio per evitare di affrontare la realtà.

Ma non temete, Jack con il suo carattere schivo ma sensibile, il suo grande cuore e la sua pazienza saprà far uscire Ryley dalla spirare di dolore e paura in cui sembra essersi rintanato.
Sullo sfondo abbiamo i resto della famiglia al completo che si riunirà di nuovo al ranch per un evento emozionante!
Questa saga è davvero lunga, mancano ancora tre libri alla sua conclusione, e davvero non sapevo cosa aspettarmi; veder il percorso di crescita di tutto il clan Campbell-Hayes è sempre emozionante e voglio davvero vedere se la previsione della non più così piccola Hayley si avvererà davvero!
Non è ancora giunto il suo momento però, perché per ora sono ancora Jack e Ryley i protagonisti della storia:

Smisero di parlare e tornarono a osservare Max. Dentro di sé, Jack sentì ribollire tutto ciò che aveva da dire. «Sai cosa?» disse. «Senza di te non avrei niente.»

4


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Cuore di Terra Rossa 3” – N. R. Walker

N R Walker (3)

Titolo: Cuore di Terra Rossa 3
Autore: N. R. Walker
Serie: Cuore di Terra Rossa #3
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: Cuore di Terra Rossa 3 

SINOSSI

La vita per Charlie Sutton non è mai andata meglio, nè è mai stata così tanto piena. Ora che Travis è una presenza fissa alla Sutton Station e al suo fianco, Charlie si è convinto che non riuscirebbe a fare nulla di quello che c’è sulla sua lista di cose da fare, che continua sempre ad allungarsi, senza di lui.
Charlie può gestire un’attività che vale milioni di dollari, conseguire la sua laurea, cercare di portare avanti l’industria della carne bovina, occuparsi dei problemi dello staff, della salute cagionevole di Ma, e di un vombato che pretende attenzioni. Può anche fare i conti con una visitatrice inaspettata e delle notizie sconvolgenti.
Può occuparsi di tutto, finché ha Travis al suo fianco.
Ma cosa succederebbe se lui non fosse più lì?
Cuore di Terra Rossa 3” racconta di come Charlie Sutton si renda finalmente conto di poter essere l’uomo che Travis Craig merita, anche se non lo ha lì con sé. È una storia che parla d’amore, del tenere duro, di lasciar andare e di tornare a casa.

Evelyne2

Prima di iniziare la lettura del terzo volume della serie ero convinta che l’autrice ci avesse fatto soffrire moltissimo nei libri precedenti. Ebbene, mi sbagliavo. Se nel primo (“Cuore di Terra Rossa 1“) e nel secondo volume (“Cuore di Terra Rossa 2“) ci ha fatto soffrire, non è comunque paragonabile a quanto Travis e, in particolare, Charlie dovranno affrontare ora. Ogni cosa viene rivalutata: la ferma e sempre presente Ma, la famiglia di Charlie, la compagnia di Travis, la laurea di Charlie e persino i nuovi legami nati tra i dipendenti.

«Devi essere il miglior capo possibile,» disse. Annuii. «Già, e quello significa aiutarli e fare quello che fanno loro. Non gli sono superiore.»

La vita di Charlie viene sconvolta totalmente. Nuovi personaggi si inseriranno nella sua vita e nulla potrà fare se non affrontare gli ostacoli di petto. Ha moltissimi pensieri nella testa, eppure la sua stazione non può certo andare avanti da sola.
È interessante vedere quanto la Walker si sia dedicata e soffermata sul presentare al meglio l’evoluzione del personaggio di Charlie. Nonostante il suo continuo cambiamento, finora ha sempre affrontato un poco alla volta. Gli eventi si riversano contro di lui e non avrà altra scelta che accettarli e sperare. Sperare fino a quando ogni cosa tornerà con naturalezza dove è sempre dovuta essere.

Tenni Nugget davanti allo schermo. «Di’ ciao a papino,» dissi. Travis fece un sorriso triste. «Oh!» Feci ciao allo schermo con la piccola zampa di Nugget. «Di’ buonanotte. È ora di andare a letto per lui. Volevo solo che lo vedessi.»

L’unica piccola sfumatura, che non riguarda la storia, ma più nello specifico uno dei personaggi, è l’insistenza di Ma nel non voler essere aiutata. Sicuramente una sua caratteristica, ben visibile già nei libri precedenti, ma andando avanti questo aspetto è sempre più marcato. Sicuramente dovuto ad una motivazione più che ragionevole, ma non l’ho apprezzato come negli altri.
Il punto di vista è ancora una volta quello di Charlie, anche se Travis è sempre molto presente. Il loro legame diventa più forte di quanto sia mai stato ed il suo supporto sarà fondamentale affinché il suo ragazzo riesca a diventare l’uomo che sin dal primo momento Travis ha visto in lui.
Devo ammettere che, nonostante io abbia apprezzato moltissimo Charlie e Travis, il personaggio che mi ha rubato il cuore è stato Nugget. Chi ha letto il secondo volume della serie ha una vaga idea di chi sia, ma non sa ancora quanta influenza avrà su Charlie. Il modo in cui il piccolo vombato fa impazzire il cowboy ed il suo compagno è così divertente e dolce!

«Almeno questi giovanotti mi permetteranno di dar loro da mangiare,» disse. «Non come te.» Del tutto noncurante dell’invettiva di Travis, a Nugget non fregò un cazzo. Continuò a ciucciare il suo biberon.
«Non può farne a meno, Trav,» dissi abbastanza piano in modo che solo lui potesse sentirmi. «Pensa che io sia sua madre. O suo padre. O quello che è.»

I colpi di scena non mancheranno ed anche se avrete una vaga idea di cosa potrebbe accadere, l’autrice sarà in grado di stupirvi in ogni caso.

4.5

 

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Cuore di Terra Rossa 2” – N. R. Walker

N R Walker (2)

Titolo: Cuore di Terra Rossa 2
Autore: N. R. Walker
Serie: Cuore di Terra Rossa #2
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: Cuore di Terra Rossa 2 

SINOSSI

Fino a quando Travis non è arrivato sulla porta della sua casa, Charlie ha vissuto una vita solitaria. Si è isolato, circondato da un milione di acri di terra rossa, sotto un sole che spacca le pietre e solitudine.
Dopo sei mesi, l’inverno è arrivato sul deserto e Charlie finalmente ha quella vita che non aveva mai sperato di poter avere.
Ma ciò che comporta il vivere e lavorare insieme ventiquattro ore al giorno, sette giorni a settimana, per sei mesi di fila, inizia in qualche modo a farsi sentire.
Charlie è un uomo molto, molto cocciuto, che tende più a fare conversazioni nella propria testa che non a parlare sul serio, mentre Travis non ha problemi a dire quello che gli passa per la mente. E anche se si sforzano di comunicare, Charlie capisce che sta allontanando Travis, eppure sembra incapace di smettere di farlo.
Quando tutto si ridurrà alla questione se Travis debba andarsene o meno, forse non spetterà a loro prendere questa decisione.

Evelyne2

«Lui è tutto erba verde, e io sono più un tipo da terra rossa.»

Ho scelto questa frase per iniziare la recensione perché penso rispecchi in pieno quello che è il pensiero di Charlie all’interno di questo libro. Ho trovato questo volume molto introspettivo, sicuramente più doloroso del primo, che voleva essere un’introduzione e una presentazione dei due giovani.
C’è stato un momento in particolare che mi ha stretto il cuore. Un dialogo che ha come protagonisti Charlie e Ma, un personaggio che ho amato molto e che mi ha permesso di vedere il lato umano di Charlie, più di quanto fosse visibile all’inizio. Lei e George sono sicuramente i due pilastri di Charlie, senza i quali non sarebbe se stesso. È curioso vedere quanto riesca a far vedere di se e al tempo stesso nascondersi, allontanandosi nel deserto con l’unica compagnia di Shelby, la sua fedele compagna.
Mi ha stupito molto la sua rinnovata sincerità. Un lato di lui che è venuto fuori grazie alla vicinanza di Travis, ma che ha molta difficoltà a mostrare a quest’ultimo.

«Sai, Charlie, adoro che tu riesca a parlarmi di queste cose. Non lo cambierei per nulla al mondo. Ma le stai dicendo alla persona sbagliata. Devi dirle a lui.»
«È più facile dirle a te.»
Ma rise. «Perché?»
«Perché tu non mi spezzerai il cuore.» Era la risposta che volevo dare nella mia mente, ma la dissi a voce alta.

È stato interessante leggere di quanto sia diversa la vita in Australia. Le descrizioni sono uno degli aspetti che ho amato particolarmente di questa lettura. L’autrice ci presenta la Stazione con attenzione, dando molta importanza all’ambiente che li circonda. Dodici ore di lavoro, giornate caldissime in estate e gelide in inverno, moltissimo bestiame da spostare due volte l’anno e più di due milioni e mezzo di acri da gestire. Una situazione che appare impossibile alla gran parte delle persone, motivo per cui le capacità gestionali e manuali di Charlie sono sorprendenti. La lontananza, di circa tre ore, dalla città è solo uno dei motivi per cui vivere nella terza Stazione più grande del paese diviene difficile in caso di necessità.
Charlie deve affrontare una nuova sfida e solo grazie al supporto di Travis riuscirà per la prima volta a non nascondersi dietro le parole di suo padre. Mostrarsi come uomo gay in occasione del raduno degli allevatori non è facile, ma lo è ancora meno tenere stretto al suo fianco il giovane americano.
Mi è piaciuto moltissimo l’inserimento del personaggio di Matilda, dolce piccolo canguro trovato da Travis durante una delle sue uscite nel deserto. Le reazioni di Charlie alla sua presenza sono esilarante e non vedo l’ora di leggere come reagirà nel terzo volume, considerando la “piccola” sorpresa che lo attende.
Ho visto un sostanziale cambiamento per quanto riguarda gli eventi accaduti e sospetto che la Walker ci farà soffrire ancora di più nei libri seguenti.

4.5

Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Cuore di Terra Rossa” – N. R. Walker

N R Walker (1)

Titolo: Cuore di Terra Rossa
Autore: N. R. Walker
Serie: Cuore di Terra Rossa #1
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 4,49€
Link all’acquisto: Cuore di Terra Rossa 

SINOSSI

Benvenuti alla Sutton Station: una delle più grandi fattorie attive nel centro dell’Australia, dove, se gli animali e il caldo non vi uccidono prima, potrebbe farlo il vostro cuore.
Charlie Sutton dirige la Sutton Station nel solo modo che conosce: come faceva suo padre prima di lui. Determinato a tenere la testa bassa e il cuore a freno, Charlie giura che la terra rossa che lo circonda – che lo isola – gli scorre nelle vene.
Lo studente di agronomia americano Travis Craig arriva alla Sutton Station per vedere come gli agricoltori si guadagnano da vivere avendo a che fare con una delle condizioni ambientali più dure sulla terra. Ma non sono i paesaggi aridi, crudeli e davvero bellissimi a conquistarlo in modo così completo: è l’uomo col cuore di terra rossa.

Evelyne2

Avevo fatto un migliaio di cose folli nella mia vita che avevano portato Ma a sgridarmi, ma non ero stato mai– mai– così spaventato come lo ero quando lo guardavo.

Cuore di terra rossa” è il primo volume della serie omonime di N. R. Walker. Mi è stata spesso consigliata, ma non avevo mai avuto il tempo di dedicarmi completamente alla sua lettura prima di questo momento. Avevo molte aspettative, dovute al continuo sentir parlare di Charlie e Travis ed ho iniziato convinta di divorare questo e tutti i seguiti. Non è stato affatto così.
Dopo i primi capitoli, pur avendo il tempo necessario per terminarlo, ho iniziato a leggere tanto lentamente da dovermi interrompere. Non avevo idea del perché, ma la storia mi ha stupita più di quanto immaginassi. Erano del tutto diversi eppure identici al tempo stesso rispetto a come li avevo immaginati. Non ci sono grandi colpi di scena iniziali ne avvenimenti particolari. Tutto è molto semplice, quasi troppo, tanto da domandarmi cosa avesse ammaliato così tanti lettori. Ho impiegato un po’, ma alla fine sono riuscita anch’io a comprendere. Non capivo come Travis, giovane texano, potesse amare così tanto la terra rossa. Una semplice frase mi ha aperto gli occhi:

«Charlie,» bisbigliò.
«Sì?»
«Hai il sapore della terra rossa.»

Strano, vero? È stato in quel momento che ho capito che era proprio la semplicità e l’attenzione riversata in quelle pagine ad avere un’attrazione unica.
Charlie è un personaggio davvero particolare e dopo averlo visto nel suo ambiente è impossibile non amarlo. È testardo, ha un’ironia tutta sua ed è un ottimo capo. Il rapporto con i suoi dipendenti cambia con il passare del tempo. L’arrivo di Travis rivoluziona ogni cosa, eppure un aspetto del suo carattere rimane sempre lo stesso: il rispetto che Charlie prova per ognuno di loro è strabiliante. Potrebbe lavorare meno, scegliere le mansioni più semplici, gestire ogni cosa per sé, ma lui non fa niente di tutto ciò. È silenzioso, alcuni non lo conoscono ancora davvero, ma sanno che li rispetta.

«Alcune persone che lavorano con te da due anni non ti hanno mai sentito ridere!»
«Fanno parte dello staff, ed è diverso.»
«Io faccio parte del tuo staff, e dopo un giorno che ero qui stavi ridendo con me.»
«Stavo ridendo di te. C’è differenza.» Spalancò la bocca, e io balzai in piedi ed entrai in acqua.

Travis appare meno, non essendo la voce narrante, ma nonostante ciò non abbiamo alcun problema ad inquadrare il suo personaggio e ad amarlo.
Anche solo in questo primo volume vediamo quanto lavoro Travis faccia per permettere a Charlie di aprirsi e mostrare davvero l’uomo che è sempre stato. Sono convinta che la sua tenacia porterà a risultati inaspettati. Se Charlie è un personaggio che rimane impresso per la sua testardaggine, Travis non è certo da meno.
Come inizio di questa serie, il mio giudizio è più che positivo.

4.5

Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni

Recensione “Scambio culturale – Una Stella per Dallas” di Mary Durante e Sarah Bernardinello

cover-raccolta-natale

Titolo:Scambio culturale – Una Stella per Dallas
Autore: Mary Durante & Sarah Bernardinello
Genere: Contemporaneo, Fantascienza, Festività
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: Gratis
Link all’acquisto: Scambio culturale – Una Stella per Dallas

SINOSSI

SCAMBIO CULTURALE: Mentre il Natale si avvicina, Leo si prepara a qualche giorno della tanto sospirata pace da trascorrere in totale solitudine, fatta eccezione per il terrorizzante cenone della vigilia, in compagnia di una nonna con aspirazione da bisnipotini e dell’arcigna zia Nel. Ciò che non si aspetta è vedersi affibbiato uno studente alieno, frutto di una scellerata decisione passata di offrirsi volontario per uno scambio culturale.
Con il dubbio aiuto di SiriO, il gestore della posta ad alta efficienza che si è insediato nella sua vita, si ritrova costretto a ospitare Koren, un ragazzo diciannovenne proveniente dal lontano pianeta di Alderan, ex colonia terrestre.
Il problema peggiore? Oltre a essere un molestatore di piante, a dedicarsi ad annusate a tradimento e a non avere la minima comprensione del concetto di privacy, Koren è l’essere di sesso maschile più sexy su cui Leo abbia mai posato gli occhi.

UNA STELLA PER DALLAS: Dallas Norton è stato cacciato di casa dopo essersi dichiarato, in una sera d’inverno in prossimità del Natale. Dopo due anni e parecchi lavori dopo, alcuni dei quali non troppo esemplari, si fa lasciare a Cascade, una cittadina dell’Idaho, dall’uomo che gli ha dato un passaggio a bordo del suo camion. Una cittadina che non ha niente di speciale, a parte la promessa di un lavoro. E la presenza dello sceriffo Cullen Stewart. Un uomo che all’inizio sembra diffidente e pieno di pregiudizi.
Cullen Stewart è un uomo solo, per scelta e per necessità. Non gli va di far sapere in giro che la sua sessualità è molto più complessa di quanto appaia. Si accontenta che lo sappiano pochi amici e di lavorare per la sua città al meglio delle possibilità, prendendosi solo ogni tanto un momento per sé.
Quando Cullen incontra Dallas, però, sente che qualcosa sta per cambiare. Il ragazzo è disilluso, triste, precocemente cinico e ha bisogno di qualcuno che lo accetti e lo ami per quello che è. Ci vorrà tutta la sua pazienza e l’amore che Cullen scopre di provare per lui per far amare di nuovo Dallas e fargli apprezzare la speranza che il Natale porta con sé.

Evelyne2

Oggi vi parlo di due storie natalizie pubblicate dalla Quixote Edizione. “Scambio culturale” di Mary Durante e “Una Stella per Dallas” di Sarah Bernardinello. Entrambi i racconti mi hanno colpita molto, in modi totalmente diversi.
Pensavo di conoscere tutte le storie pubblicate da Mary Durante e mi sono stupita di essermene persa una. Non conoscevo Leo e Koren e mai mi sarei aspettata una storia di questo tipo. Divertente, originale e del tutto fuori di testa. Ho scoperto un nuovo lato di questa autrice e l’ho apprezzato molto. Il mondo da lei creato, anni avanti a noi, mi ha fatta sorridere in più di un’occasione. Non solo incontriamo Leo, abitante della Terra e protagonista solitario e asociale, ma anche un alieno, che ci sorprende con il suo carattere dolce e curioso. Il mondo creato da Mary Durante è quanto di più bizzarro io abbia mai letto, perfetto se si vuole leggere qualcosa di divertente in totale relax durante il periodo natalizio.

Leo aveva imparato a sopportare la solitudine. Aveva imparato ad apprezzarla, a dire il vero, e questo intruso così rumoroso, sorridente e troppo solare stava già mettendo alla prova il suo livello di sopportazione.

Al contrario di Mary, non avevo mai letto prima una storia di Sarah Bernardinello. Ho sempre voluto conoscere la sua penna, ma non ne ho mai avuto l’occasione. Quindi, quando ho letto che tra i due racconti uno apparteneva a lei, quale momento migliore per scoprire una nuova autrice? La sua storia si discosta molto dalla precedente, rivelando tratti più seri e temi sicuramente più forti. Malgrado questo, però, l’aria natalizia aleggia intorno ai due protagonisti, Cullen e Dallas. L’intera storia, come potete dedurre dal titolo, è incentrata su Dallas, ragazzo difficile e solo. Cullen, sceriffo della città, lo guida nella riscoperta di se stesso, con l’aiuto di Marge ed una puledrina appena nata. Mi è piaciuto molto lo stile dell’autrice e la sua capacità di rende semplice e lineare una storia che in altri casi sarebbe potuta risultare gravosa.

Voleva che si fidasse di lui, che sapesse che poteva contare sul suo appoggio. Avrebbe voluto dirgli che se si fosse fermato per un tempo indefinito, la cosa gli avrebbe fatto solo piacere.

Non sono racconti molto lunghi, eppure entrambe le autrici mi hanno dimostrato di saper raccontare la loro storia in modo completo e articolato. Sono rimasta molto soddisfatta di entrambe e sono curiosa di leggere ancora qualcosa di Sarah Bernardinello, le premesse sono davvero ottime.

4

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Il Natale del Texas” – R. J. Scott

R J Scott

Titolo: Il Natale del Texas
Autore: R. J. Scott
Serie: Texas #5
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: Il Natale del Texas

SINOSSI

Perseguitato da un passato che non sembra intenzionato a lasciarlo, Liam trova finalmente un porto sicuro al Double D. Lavorando con i cavalli di Jack, sotto la guida sicura di Robbie, Liam cerca di sfuggire a ricordi talmente dolorosi da lasciare il segno… ma quando Marcus piomba nella sua vita, tutto sembra ribaltarsi, e Liam scopre che la strada verso la felicità passa anche attraverso l’imprevedibile.
Intanto, la famiglia di Jack e Riley si allarga: tra crisi adolescenziali, pannolini, tate e gli sforzi della coppia per adottare il piccolo Max, si dimostra più unita che mai, mentre l’amore tra il cowboy e il petroliere diventa ogni giorno sempre più profondo, nonostante le difficoltà.

Lady Marmelade2

Jack e Riley sono tornati con tutta la loro numerosa famiglia, fatta di legami di sangue e acquisita, che non ha intenzione si smettere di crescere, in fondo:

A volte, un uomo non desiderava altro che un po’ di pace, un senso e uno scopo nella sua vita.

Nessuno come i due uomini ha preso più alla lettera queste parole; si danno il cambio per accudire i gemelli, la non più piccola Hayley, ormai alla soglia dell’adolescenza, e non vedono l’ora che il piccolo Max entri a far parte ufficialmente della famiglia.
Nuovi personaggi fanno capolino anche in questo volume: la nuova tata Carol, dolce, comprensiva e materna, e due vecchie conoscenze del volume precedente, Marcus il ragazzo che ha “permesso” Jack e Riley di avere i gemelli, e il taciturno Liam, l’ultimo acquisto del D.
Liam è un ragazzo schivo e silenzioso; ha un talento naturale nell’accudire e capire i cavalli, come se sussurrasse loro direttamente al cuore. Liam sta scappando dal suo passato, ha conosciuto già troppa sofferenza nella sua breve vita, ma al D si sente finalmente al sicuro.
Liam è tanto bello quanto timido, non vuole risaltare e cerca in tutti i modi di non attirare l’attenzione, ma è impossibile non notarlo, così alto, magro con vestiti troppo grandi e consumati per la sua fisicità:

«Hai tutta la vita davanti. Comportati da giovane, divertiti, lascia che gli uomini ti fissino tutta la notte.»
«Non voglio che la gente mi guardi,» rispose lui, la voce rotta.

Marcus ha notato da subito il ragazzo, ma non sa come fare per avvicinarlo; non vuole spaventarlo, farlo scappare, le sue intenzioni sono serie, ma hanno quasi nove anni di differenza e non sa da cosa stia scappando il ragazzo. I suoi tentativi di invito a cena sono dolcissimi e tra poco andranno a segno:

Aveva scorto il dolore nell’espressione di Liam, la fiamma della rabbia in quei suoi bellissimi occhi grigi, e voleva saperne di più…
«Abbastanza da sapere che potresti fargli bene. A Liam piace come lo stuzzichi. Lo fai sorridere, anche se non lo lascia intendere, e tollera la tua insistenza. Devi mostrargli come si vive senza paura, proprio come Eli ha fatto con me.»

Adoro le serie lunghe sugli stessi personaggi, vedere la loro crescita di volume in volume, cosa faranno, come sapranno mantenere vivo il loro rapporto; certo il rischio di allungare il brodo c’è, ma devo dire che questa serie non corre rischio. Aver messo accanto ai protagonisti di tutta la serie altri personaggi, che trovano la loro via e amore, arricchisce la trama e annulla il rischio di essere ripetitivi.
Jack e Riley sono sempre più belli, più maturi e completi; si ritagliano focose sessioni di sesso e si supportano l’un l’altro; sono bellissimi soprattutto quando mettono a nudo i loro sentimenti:

«Non puoi farmi del male,» ripeté sottovoce. «Solo amarmi.»
«È proprio così,» borbottò Jack, assonato. «Sempre.»

Anche Robbie e Eli sono presenti nel libro, e anche su di loro scopriamo dei tasselli in più; la Scott non abbandona davvero mai i suoi ragazzi!
Robbie e Liam sono molto simili, si capiscono al volo e Robbie ha capito subito che quando sarà pronto il ragazzo si aprirà con loro.
Il nuovo progetto di Jack, aprire il D ai ragazzi con disabilità per aiutarli con la pet terapy, è lo step naturale visti i frutti che Liam e Max stanno traendo dal lavoro con i cavalli.
Marcus mi è stato da subito simpatico, è davvero cotto del riservato Liam, e nonostante Liam continui a dargli il ben servito, non demorde perché mai in vita sua aveva sentito così forte il bisogno di prendersi cura di qualcuno:

Voleva guardare dentro il ragazzo. Voleva più baci. Voleva che Liam sorridesse tutto il tempo. Niente di difficile. Giusto?
Nessuno s’innamorava a prima vista. Ciò che provava per il ragazzo si poteva riassumere in un senso di responsabilità, affetto, passione e un misto malsano di rabbia e odio verso chiunque gli avesse fatto del male.

Liam è molto più forte di quello che crede, sta ricominciando a vivere e a fidarsi degli altri, quello che gli serviva era solo sentirsi amato e accettato, e poi è impossibile resistere a quel piccoletto che continua a ronzargli intorno:

«Provi qualcosa per me, qua dentro? Parlo solo di attrazione. O forse vuoi semplicemente divertirti? O magari potremmo essere amici? A me va bene tutto.»
Liam annuì. Appoggiò la mano su quella dell’uomo. «Attrazione. Bisogno. Amicizia. Ma quello che non posso sopportare è la pietà sul tuo volto. Promettimi che non proverai mai pietà per me.»

Il passato tornerà a tormentarlo ma stavolta c’è qualcuna dalla sua parte: il clan Campbell-Hayes!
Non aspettatevi un vero e proprio romanzo a tema natalizio, a discapito del titolo, ma una storia che ci traghetta verso il Natale, che ci mostra che i regali più belli non sono quelli più costosi, ma quelli fatti col cuore come quello che sta preparando Jack a Riley. Cosa ci può regalar a chi ha già tutto? Non vi resta che leggere il libro per saperlo!

4


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice