Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, self publishing

Recensione “Il dilemma di Dylan” – K. C. Wells

Titolo: Il dilemma di Dylan
Autore: K. C. Wells
Serie: Maine Men #4
Genere: Contemporaneo, Erotico
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 4,24€
Link all’acquisto: Il dilemma di Dylan

SINOSSI

Dylan è stato curioso per un sacco di tempo, ma è pronto a confrontarsi con i propri desideri?

Una decisione difficile
Dylan Martin lavora nel medesimo hotel di Ogunquit fin da quando aveva diciotto anni e conosce la procedura: qualsiasi cosa che possa danneggiare la reputazione dell’hotel deve essere comunicata. Quindi dire al rigido direttore che sta per avere luogo la ripresa di un film porno dovrebbe essere scontato.
Solo che Dylan riconosce uno degli attori. Ha osservato le scene di Mark Roman per così tanto tempo che potrebbe descrivere ogni centimetro di quel corpo scolpito, dal grigio delle tempie e della barba fino al tatuaggio sul sedere. Per non parlare del sorriso sexy di Mark, che gli fa venire caldo ogni volta che lo vede.
Ma se Dylan non dice nulla, il suo lavoro è in pericolo. E poi gli viene forzata la mano…

Uno studente voglioso
Le scene che Mark ha girato sono un disastro ma c’è un aspetto positivo, sotto forma di un tipo carino e sexy nel bar locale. Solo che il ragazzo gli sembra familiare, nonché nervoso, e di colpo capisce. Quando Mark scherza sul fatto che Dylan gli deve una scena per farsi perdonare, questi rifiuta immediatamente, ma il desiderio negli occhi del ragazzo è difficile da ignorare. Dylan ovviamente vuole lui, anche se non riesce a costringersi a dirlo.
Mark vuole essere colui che lo spoglia, che gli mostra quanto può essere sensuale il bacio di un uomo. Vuole far eccitare Dylan, farlo tremare di piacere. Più di tutto, desidera sentire il proprio nome sulle labbra di Dylan quando lo porterà al limite.
Non sarà nulla più di quello. In passato la carriera di Mark è stata un ostacolo, e non si aspetta che con Dylan le cose siano differenti.

Mark conosce un sacco di cose riguardo al desiderio, ma Dylan sta per dargli una lezione sull’amore.

Eccoci giunti al quarto volume di questa serie ambientata nel Maine, nella cittadina di Wells, dove il protagonista più giovane lavora come capo receptionist in un hotel.
Dylan ha solo ventisei anni, ma si porta dietro il proprio bagaglio di segreti e tormenti, che non ha mai condiviso con nessuno, neppure con il gruppo dei suoi amici fraterni che frequenta fin dall’adolescenza.
Forse però ora i tempi sono maturi e un consiglio disinteressato gli fa iniziare un percorso di auto-accettazione verso la propria bisessualità a lungo negata e, quando una certa pornostar, che popola i suoi sogni bagnati, si presenta nel suo albergo, Dylan deve prendere delle decisioni importanti.
Mark Roman – questo è il suo nome d’arte – ha trentacinque anni e una carriera ben avviata nel mondo dell’intrattenimento per adulti, che ha iniziato non appena maggiorenne.
Vive a Wells da tre anni e ha smesso da tempo di lavorare con agenzie, preferendo gestire in autonomia le sue sessioni lavorative in giro per l’America.
Tuttavia, essere il capo di se stessi ha anche degli inconvenienti e degli impegni collaterali gravosi che cominciano a soffocare Mark, che è stanco di essere single a causa del proprio lavoro, stanco di dover curare tutta una serie di doveri connessi con le sue registrazioni e stanco di quel mondo in generale.
L’inaspettata amicizia con Dylan gli fa vedere cosa gli manca nella vita e cosa gli serve per essere felice davvero, e a sua volta può aiutare quel giovane tormentato, passo dopo passo, ad accettare totalmente se stesso e a combattere delle battaglie a lungo rimandate.
Pur avendo solo nove anni di differenza, il loro approccio all’intimità e alla sfera omosessuale è chiaramente lontana anni luce, e ho molto apprezzato la modalità con cui Mark fa da mentore a Dylan, mentre insieme sperimentano, passo passo, le gioie del sesso gay.
C’è una dolcezza di fondo e un atteggiamento di rispetto dei tempi e dei limiti che mi ha colpita molto in positivo, e poi troviamo anche taaanta sensualità e descrizioni esplicite, che scoviamo sia nei momenti fra i due protagonisti sia in altri frangenti lavorativi di Mark, sotto forma registrazioni, dialoghi e descrizioni. Mark fa capire chiaramente la differenza fra il mondo reale e la patina di finta perfezione di un filmato registrato e il ‘dietro le quinte’ fa realizzare a Dylan e al lettore come stiano davvero i fatti.
In questa trama, entrambe le famiglie dei protagonisti hanno uno spazio breve ma importante, come per i precedenti libri, e per acquisire la giusta serenità entrambi devono affrontare i propri demoni.
La combriccola degli amici di Dylan è sempre piacevole da leggere e supportiva. È stato bello ritrovare i precedenti protagonisti e non vedo l’ora di leggere il prossimo libro!

4

La copia ARC è stata fornita dall’Autrice

Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, self publishing

Recensione in anteprima “La verità di Sando” – Nora Phoenix

Titolo: La verità di Sando
Autore: Nora Phoenix
Serie: Il Branco Hayes #9
Genere: Mutaforma, Paranormal, Erotico, Threesome, Mpreg
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: La verità di Sando

SINOSSI

La verità libererà Sando…

Sando si sente incastrato tra l’incudine e il martello. Vuole stare con Maz e Lucan più di ogni altra cosa, però che fare con suo padre? Come può disonorare l’uomo a cui deve la vita?
Quando viene fuori la verità sulla sua identità, tuttavia, tutto ciò in cui credeva si rivela essere una bugia, e l’unica cosa che riesce a fare è rivolgersi ai due uomini che non l’hanno mai deluso. È troppo tardi o lo vogliono ancora?
Nel frattempo, il branco si è diviso in due, ma entrambi affrontano la stessa minaccia: il generale Armitage. Cosa vuole da loro? Possono coesistere in pace o dovranno sempre temere per le loro vite?
La risposta si trova in una vecchia profezia…

Questo romanzo friends-to-lovers MMM è il decimo e ultimo libro della serie Il Branco Hayes, una serie bestseller mpreg che deve necessariamente essere letta in ordine al fine di godere appieno della sottotrama. Sia questa storia che la serie si concludono con un lieto fine, anche se alcuni personaggi secondari potrebbero avere una loro storia in una serie spin-off riguardante il secondo branco.

Evelyne2

Oggi vi parlo in anteprima del decimo e ultimo volume della serie “Il branco Hayes” di Nora Phoenix, una serie di libri che ho divorato ogni singola volta in pochissime ore. Se amate i lupi mutaforma, le theesome e le omegaverse questa è la serie che fa per voi. È un concentrato di kink, sesso e amore, un mix che ho trovato nuovo e spettacolare al tempo stesso.
Questo volume in particolare ci presenta la seconda parte della storia di Lucan, Maz e Sando. Chi ha letto il nono volume sa già tutto ciò che serve per comprendere al meglio gli avvenimenti e i sentimenti che legano questi tre uomini, in particolare il beta.
Sando è uno di quei personaggi che acquisisce spessore con il passare del tempo e, malgrado non sia uno dei miei preferiti, è riuscito a suscitare in me emozioni che non avrei immaginato. In “L’amore di Lucan” sono il beta e l’Alpha a fare la gran parte del lavoro e la stessa situazione si ripete ancora una volta in “La verità di Sando”, con la differenza però che per la prima volta vediamo uscire di scena (anche se solo in parte) il personaggio che teneva ancorato Sando al passato. Questo è un aspetto che mi è piaciuto, anche se non ho amato particolarmente come il tutto si è svolto tra loro.
Fatta eccezione per questo punto, considerando la quantità di informazioni che l’autrice ha inserito all’interno di questa serie, sono stata molto soddisfatta di come si sia conclusa questa prima parte. La chiamo “prima parte” perché al termine di questo volume Nora Phoenix annuncia l’arrivo prossimo di una serie spin-off riguardante il branco Hightower, e certamente non me la perderò. Ero rimasta dubbiosa dopo il nono volume, perché avevo paura di come il tutto potesse diventare un groviglio di dettagli e avvenimenti inconcludenti, eppure si sono susseguiti con la naturalezza che aveva caratterizzato questa serie sin dall’inizio, facendomi tornare il sorriso.
Lucan e Maz rimangono due dei personaggi che ho amato di più. Vedere la loro storia unita perfettamente a quella dell’intero branco è stato bello e ha chiuso in qualche modo un cerchio che si è aperto ormai anni fa. Non vi parlerò ancora di loro perché Maz e Lucan sono due personaggi che, seppur in minima parte, abbiamo conosciuto bene e hanno avuto modo di mostrarsi in più di un’occasione. Il personaggio che rimaneva sempre fuori era Sando, ma con questo volume è finalmente uscito allo scoperto e ho potuto vedere molto di più della sua personalità finora nascosta e oppressa da quella del padre.

“Non vedete che passare del tempo con voi peggiora solo le cose? Mi ricorda quello che avevo, quello che ho perso… quello che non potrò più ottenere. Stare con voi è pura tortura, perché non può durare. Non lo permetterà mai.”

Ovviamente stiamo parlando di una serie lunga, che non può essere compresa se non si leggono tutti i volumi che ne fanno parte. Gli eventi alla base della formazione del branco e delle threesome sono il filo conduttore di ogni singola opera e sono inoltre la ragione per cui molte delle relazioni iniziano.
Aspetto la serie spin-off, ho grande aspettative per il nuovo e orgoglioso Alpha.

4.5

La copia ARC è stata fornita dall’Autrice

Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “A song for Christmas” – Aya Cross

Titolo: A song for Christmas
Autore: Aya Cross
Serie: Behind the Stage #1.5
Genere: Contemporaneo, Gap Generazionale, Festività
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 0,89€
Link all’acquisto: A song for Christmas

SINOSSI

Le giornate di Ethan e Sebastian sono scandite dagli impegni del giovane idol, diviso tra famiglia, musica e palco.
La vita della coppia sembra perfetta ma il Natale incombe, trascinando con sé la magia delle feste e antiche memorie, rimaste sepolte a lungo nei loro cuori.
Finalmente Ethan si sente pronto a rispolverare le tradizioni, tuttavia il suo spirito natalizio è in netto contrasto col Grinch nascosto dentro Sebastian, poco propenso a collaborare…
Riusciranno a trovare un punto d’incontro oppure saranno i vecchi dolori a prendere il sopravvento?

Eppure, Sebastian capì: glielo lesse nello sguardo profondo, nelle labbra tremanti, nelle guance arrossate. Le parole si fecero strada con lenta titubanza nella sua gola, quasi non volessero farsi udire.
«Festeggiamo il Natale, allora.»
Ethan sorrise, felice. «Davvero?»
«Davvero.»

Evelyne2

Era da molto che non pensavo a Ethan e Sebastian, protagonisti di “Behind The Stage” e sono rimasta sorpresa quando ho saputo che l’autrice aveva pubblicato una novella natalizia su di loro. Anche se ormai Natale è passato, ho voluto leggere per voi queste poche pagine e parlarvi di come Ethan e Sebastian hanno allietato la mia serata.
Ho divorato questa piccola novella nella speranza di entrare in sintonia con i personaggi e non sono rimasta affatto delusa. In precedenza avevo avuto qualche difficoltà ad approcciarmi alla loro storia, perché mi erano sembrati un po’ artefatti, ma ora posso finalmente dire di aver apprezzato a pieno lo stile di Aya Cross e la caratterizzazione dei suoi personaggi. Ethan e Sebastian si conoscono ormai da anni, ma le vecchie ferite di Sebastian continuano a essere un pensiero per Ethan, che cerca in ogni modo di rendere felice il proprio compagno. Come spesso accade, Sebastian non si rende conto di cosa sta scatenando tutto questo in Ethan e avrà un modo tutto suo di spiegare al compagno le proprie preoccupazioni.

«Anche se hai un carattere difficile, sei leale e onesto. Ricordo com’era la mia vita prima di incontrarti: ero il fantasma di me stesso, la copia sbiadita di un personaggio creato ad arte per difendermi dal mondo. Tu mi hai smascherato subito e hai visto le macerie del mio cuore. Non posso nasconderti niente, Seb, perché sai guardare oltre le apparenze. Il nostro non è un rapporto semplice e dubito che lo sarà mai, però è autentico in un modo che nessuno può capire. Sei un essere umano tra gli uomini– imperfetto e vero– ed è per questo che ti amo.»

Abbiamo scene dolci e romantiche, ma anche sensuali e intriganti, perché i personaggi avevano ancora molto da dare e quale modo migliore di convincere il lettore che Ethan e Sebastian richiedono attenzione se non presentarli sotto un’ottica natalizie e soffice?
È stata una bella lettura, che mi ha convinta a proseguire con questa serie quando uscirà il secondo volume.
Se avete letto il primo volume della serie non potete certo farvi mancare “A song for Christmas”.

4.5
Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “Io e suo figlio” – Jamie Lake

Titolo: Io e suo figlio
Autore: Jamie Lake
Genere: Contemporaneo, Erotico, Incesto, Threesome
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 1,75€
Link all’acquisto: Io e suo figlio

SINOSSI

Will lo ammira da lontano da così tanto tempo. La sua alta corporatura atletica, quelle braccia massicce e addominali scolpiti. Sa che è sbagliato ammirare il bellissimo figlio della sua matrigna, ma non può farne a meno, soprattutto da quando entrambi frequentano lo stesso liceo. Ciò di cui non si rende conto è che quell’eccitante quarterback della squadra di football del liceo sta guardando anche nella sua direzione e forse la loro ammirazione potrebbe essere reciproca.

Slanif2

Will ha diciotto anni, è gay in una città conservatrice e ha una voglia incredibile di fare sesso.
Soprattutto con Brent, che è il figlio della nuova moglie di suo padre e quindi il suo fratellastro.
Sa che certi pensieri sono sbagliati, ma non può evitare di farli e quando il suo desiderio si esaudisce, anche grazie a Spike (un compagno di squadra di Brent), le cose si fanno davvero bollenti…
Brevissimo racconto erotico (sono circa venti pagine), diciamoci la verità: non esiste una vera e propria trama, se non la scena di sesso e Will che guarda i giocatori di football e pensa al sesso.
Questo non sarebbe un problema, perché quando ho iniziato la lettura sapevo che avrei avuto davanti un racconto erotico, quindi era quello che mi aspettavo. Il grande problema di queste venti pagine è la traduzione.
Certo, nemmeno la storia o i dialoghi sono profondi, ma la traduzione rende davvero ostica la lettura, in quanto la maggior parte delle frasi risulta macchinosa e poco scorrevole.
Quando si ha davanti un racconto privo di gran parte della trama (nonostante qua e là ci siano degli incipit interessanti che però vengono del tutto trascurati), ma come unico scopo quello di regalare al lettore un’eccitante scena tra tre giovani ragazzi (perché questo, ricordiamocelo, è un racconto Threesome tra Will, Brent e Spike), se la lettura non è altrettanto accattivante, è difficile goderne a pieno.
Il mio consiglio è dunque di dare un’altra lettura al testo, così da togliere questi piccoli inconvenienti e rendere la lettura più scorrevole.

3
Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “Pizzo e seta” – Posy Roberts

Titolo: Pizzo e seta
Autore: Posy Roberts
Serie: Segreti d’estate #3
Genere: Contemporaneo, Erotico, Sportivo, Kink
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 0,99€
Link all’acquisto: Pizzo e seta

SINOSSI

Sotto ai pantaloni, Jack nasconde un segreto ed Eli pensa di sapere quale sia.

Jack Cox tiene nascosta una parte di sé da molti anni, finché un suo compagno di hockey non scopre un pezzo di seta e pizzo, nascosto nella sua tasca. Elijah Mitten nota quanto Jack diventi ansioso quando il piccolo pezzo di stoffa inizia a girare nello spogliatoio e quando Jack lo butta nella spazzatura, come se non fosse nulla di importante, Elijah capisce cosa si nasconde dietro la facciata e magari anche sotto ai pantaloni.
Quando Elijah si presenta a casa di Jack in ricerca di risposte, quest’ultimo non vuole ammettere nulla ma quando il suo compagno di hockey prende in mano la situazione, Jack deve decidersi: condividere il suo segreto, rischiando di venire allontanato dallo sport che ama, o rinnegare se stesso per sempre?

Slanif2

Jack Cox ama giocare a hockey nella squadra dilettantistica. È un modo per scaricare lo stress che il suo lavoro gli procura ogni singolo giorno. Lo ha sempre visto come un rifugio sicuro, almeno fino a quando un compagno di squadra non trova delle mutandine rosa fucsia nella sua sacca e lo prende in giro.
Tutti credono che siano di una donna rimorchiata prima degli allenamenti, ma Elijah Mitten, il capitano della squadra e preside scolastico nella vita, abituato a scovare i bugiardi col suo lavoro, ci vede qualcosa di differente nella reazione di Jack.
Quindi, anche se sa che forse è un azzardo, si reca a casa di Jack per avere delle risposte.
Risposte che Jack non è sicuro di dargli, perché per lui è difficile ammettere che, sin dalla tenera età di quindici anni, adora indossare intimo sexy dalle fattezze femminili, ma in realtà prodotto per gli uomini. Ama la sensazione che gli danno, ma non crede che un uomo possa accettare questo suo vezzo…
Ma non ha ancora fatto i conti con Eli…
Terza e ultima novella super breve (anche questa di una cinquantina di pagine) e molto piccante, è anche quella con l’inserimento di kink particolari che di solito non mi suscitano un particolare interesse, ma che qui sono trattati in maniera carina e quindi ho trovato la lettura molto piacevole.
Mi è piaciuta la dolce insicurezza di Jack, così come la tenera sicurezza di Eli. Si bilanciano bene e anche se mi sarebbe piaciuto che la loro storia si sviluppasse su un percorso più lungo, devo dire che nel complesso è stata godibile.
Non mi ha convinto al cento per cento il finale, ma nell’insieme non me la sento di dargli meno di quanto ho dato agli altri volumi, quindi direi che anche questo è promosso!

4
Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “Giochiamo?” – Annabelle Jacobs

Titolo: Giochiamo?
Autore: Annabella Jacobs
Serie: Segreti d’estate #2
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 0,99€
Link all’acquisto: Giochiamo?

SINOSSI

Aaron nasconde qualcosa nei suoi cassetti – ma non è il suo unico segreto.

Quando si trasferisce con i suoi nuovi coinquilini, fin da subito ha intenzione di rivelare il suo orientamento sessuale. Ma un grosso oggetto rosa di natura personale, utilizzato come scherzo, manda all’aria i suoi piani e gli fa perdere l’occasione che stava aspettando.
Il suo coinquilino Rob si è rivelato ed è fiero di essere gay. Presume che anche Aaron lo sia e quando scopre un altro suo segreto, nascosto nel cassetto dei calzini, si prende l’onere di aiutarlo a sperimentare la sua sessualità.

Slanif2

Aaron è un giovane studente universitario che, dopo un anno passato nei dormitori, decide di volere maggiore libertà e così trova alloggio in un appartamento con altri tre ragazzi.
È nervoso all’idea di conoscerli, soprattutto perché ha paura che non accettino il fatto che sia gay; tuttavia ha deciso di essere sincero e, quando uno dei suoi coinquilini, Rob, fa coming out con lui chiedendogli se è un problema, Aaron è terribilmente sollevato, ma non riesce comunque a tirare fuori le parole e finisce col non dire niente.
Per fortuna Rob non è uno sciocco e lo capisce in fretta da solo, dando vita a una novella sexy e dolce, che in una cinquantina di pagine ci racconta lo scoprire della sessualità di due giovani ragazzi.
Rob è più esperto e aperto all’uso dei sex toy. Aaron è meno pratico, ma come dire di no a Rob quando gli propone qualcosa?
Un racconto davvero breve, ma che nel complesso non mi è parso mancasse di qualcosa, nonostante Aaron e Rob siano due bei personaggi di cui mi sarebbe piaciuto leggere di più. Teneri e imbranati, sono perfetti per rappresentare i due giovani ventenni quali sono.
Che dire, dunque, se non che dovete recuperarla se avete voglia di qualcosa di accattivante ma breve? Questa è decisamente la storia che fa per voi!

4
Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “Una raccolta molto Holland” – Toni Griffin

Titolo: Una raccolta molto Holland
Autore: Toni Griffin
Serie: I fratelli Holland #5
Genere: Paranormal, Mutaforma, Raccolta, Mpreg, Festività
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 3,71€
Link all’acquisto: Una raccolta molto Holland

SINOSSI

Ognuno dei quattro fratelli Holland ha trovato il proprio compagno, ma questo non significa che la vita si fermi per loro come se niente fosse. Nelle storie presenti in questa raccolta, vedremo i nostri ragazzi alle prese con gli uomini assegnati loro dal destino e la ricerca del rispettivo ‘per sempre felici e contenti’.

Un anniversario Holland
Marcus e Brian festeggiano il loro primo anniversario insieme.

Un Natale molto Holland
Tutti gli Holland si riuniscono per le festività natalizie, ma i ragazzi hanno dimenticato un dettaglio molto importante.

Buon compleanno, Alex
Jason fa ad Alex il miglior regalo che un Alfa potrebbe mai desiderare.

Per favore, papà
Hayley ha una richiesta speciale per Simon e Zack.

Cammina con me
Jake e Patrick si ritagliano un momento solo per loro dalla baraonda delle ristrutturazioni di casa.

Un San Valentino molto Holland
L’amore è nell’aria per la famiglia Holland… sperando che la casa sia pronta in tempo per consentire loro di festeggiare il giorno di San Valentino.

Slanif2

Ultimo volume della serie, si tratta più che altro di una raccolta di racconti (quasi tutti ambientati durante le festività), che ci raccontano sostanzialmente quello che succede dopo i quattro romanzi (ognuno con un fratello Holland come protagonista, partendo da Marcus e Brian, passando poi ad Alex e Jason, proseguendo con Simon e Zack e concludendo con Rick e Jake) e l’allargamento delle varie famiglie, con la nascita di uno o più figli per ogni coppia.
Ci sono pressoché tutti i punti di vista (anche quelli dei genitori dei fratelli, Maryanne e Joe) e non ci viene raccontato molto altro se non la nascita, come detto, dei vari bambini.
Sinceramente non ho trovato che questi racconti dessero un grande arricchimento alla storia originale, soprattutto perché praticamente Marcus e Brian (che è il personaggio che trovo meno piacevole in assoluto, per la cronaca) hanno molte più scene di tutti gli altri, specialmente di Simon e Zack, che avevo trovato molto defilati già nel quarto romanzo, seguiti da Alex e Jason (cosa che mi è dispiaciuta molto, in quanto finalmente Jason sembrava aver tirato fuori un po’ di carattere).
Una raccolta, dunque, scritta per far sognare i lettori che volevano una nidiata di cuccioli che sgambettavano in casa Holland e che va presa, appunto, per una serie di storie con il solo scopo di raccontare coppie felici e pronte ad allargare la famiglia.
Un libro molto dolce e romantico, che conclude le vicende di tutti quanti senza tralasciare nessun singolo lieto fine.

3
Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “La sottile linea blu” – Patricia Logan

Titolo: La sottile linea blu
Autore: Patricia Logan
Genere: Contemporaneo, Poliziesco
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: La sottile linea blu

SINOSSI

Il detective Pope Dades è un veterano della polizia che lavora nella divisione di Hollywood, uno dei distretti più impegnativi del Paese. Avere a che fare con spacciatori di droga, ladri e squilibrati vari è il suo pane quotidiano. Un tempo amava il suo lavoro nella LAPD, ma tre anni fa si è fidato dell’uomo sbagliato e ne sta ancora pagando il prezzo. Pope rifiuta di fare coppia con un altro collega dopo che il primo l’ha quasi ucciso ed è un uomo stanco, ancora ferito, che si trascina ogni giorno al lavoro che una volta adorava.
L’investigatore della Sicurezza Interna Felix Jbarra è un giovane agente con un futuro luminoso davanti. Nessuno è a conoscenza del suo vero orientamento sessuale, men che meno la sua cattolicissima famiglia, e Felix vive questo segreto con enormi sensi di colpa. Una sera, durante un incontro nel retro di un night club, s’imbatte in un uomo che gli fa venire una gran voglia di uscire allo scoperto. Indagando su un difficile caso di abusi sessuali su minori, Felix capisce che dovrà rivolgersi al detective più esperto, se vuole risolvere il caso.
Nel primo libro della nuova serie Thin Blue, unisciti a Pope e a Felix in questa eccitante avventura, mentre i loro mondi si scontrano sulle strade e sotto le lenzuola…

Leggendo il titolo di questa nuova serie della Logan arrivata anche da noi, mi sono chiesta il suo significato ed è l’autrice stessa a spiegarlo, per bocca dei suoi personaggi, con questa frase che è un po’ il leitmotiv di tutto il libro:

“La sottile linea blu, fratello,” aggiunse Williams. “Molti pensano che simboleggi il confine tra poliziotti e ladri. Noi sappiamo che non sempre è così. C’è anche una sottile linea blu tra poliziotti buoni e poliziotti cattivi.” Pope annuì di nuovo. “Quanto è vero.”

Pope e Felix, i nostri protagonisti, hanno in comune un passato nell’esercito, fatto in tempi e luoghi diversi, ma l’impronta si vede: sono uomini coraggiosi, valorosi, leali e tutti d’un pezzo, cosa che non è così scontata, purtroppo, neppure fra le forze di polizia, dove il giro di droga e soldi può corrompere più di un agente integerrimo.
Pur lavorando per agenzie diverse – Pope è un poliziotto mentre Felix lavora per l’Immigrazione – i due hanno modo di incontrarsi prima durante un momento di lavoro e, successivamente, in un bar gay per una sveltina che dà il via a una strana collaborazione fra loro.
Ho amato la caratterizzazione di entrambi, che lottano per fare al meglio il loro lavoro, pur nascondendo i propri demoni personali. Felix è un gay non dichiarato, e la famiglia lo tampina perché trovi una brava ragazza e si sistemi. Lui odia il pensiero di deluderli, ma sa che non lo capirebbero, dato il loro retaggio fortemente religioso.
Pope è stato massacrato da altri agenti proprio a causa del suo coming out, e ora vive da reietto nel Distretto. La fiducia che Felix gli offre è una ventata di aria fresca sulle sue ferite fisiche e mentali.
Il volume è ricco di eventi e nasconde dei colpi di scena ben ideati. Alcune scelte di trama mi hanno lasciata un po’ perplessa, lo ammetto, così come l’atteggiamento da ‘comari’ dei vari agenti. Tuttavia il medesimo cameratismo e la presenza di molti personaggi secondari con caratterizzazioni interessanti è anche un punto di forza di questo libro. Ci sono diversi cammei di protagonisti di altre serie che qui sono preziose spalle e, lo confesso, mi hanno fatto venire voglia di conoscerli meglio, quindi andrò a cercarmi altre serie della Logan tradotte in italiano.
La trama si sviluppa due piani narrativi: uno che trova la soluzione già nel primo volume e uno più esteso, che tocca da vicino i nostri protagonisti, che occuperà anche i prossimi volumi.
Non mi resta che consigliarvene la lettura se amate i polizieschi, i protagonisti tosti e l’erotismo ben mixato con l’imprevedibilità degli eventi.

4

La copia ARC è stata fornita dall’Autrice

Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “Un compagno proibito” – Toni Griffin

Titolo: Un compagno proibito
Autore: Toni Griffin
Serie: I fratelli Holland #4
Genere: Paranormal, Mutaforma, lieve Mpreg
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 5,63€
Link all’acquisto: Un compagno proibito

SINOSSI

Il giorno in cui Patrick Holland aveva trovato il suo compagno sarebbe dovuto essere il più bello della sua vita, invece si era trasformato in un incubo grazie a una semplice telefonata. Il suo compagno non lo voleva. Gli si era spezzato il cuore ma, a sedici anni, era stato troppo giovane per poterci fare qualcosa. I seguenti dieci – lunghissimi – anni della sua vita li ha passati lontano dal suo compagno. Separati da forze che non riesce a comprendere e da una lunga lista di fraintendimenti, Patrick dubita che l’uomo che ama e odia allo stesso modo sarà mai suo.
Jake Richmond non si sarebbe mai aspettato di tornare a casa dall’università per scoprire che il più giovane dei fratelli Holland era il suo compagno. Pur sapendo che la notizia avrebbe potuto scioccare suo padre, ancora in lutto per la morte della compagna, Jake l’aveva condivisa con lui, ma l’uomo aveva reagito minacciando il suo compagno. Lui aveva fatto l’unica cosa che aveva ritenuto possibile per proteggere Patrick. I seguenti dieci anni non sono stati altro che una lunga tortura, mentre guardava il suo compagno crescere e diventare un giovane uomo.

Slanif2

Aspettavo questo volume sin da quando lessi il primo, e sono contenta di constatare che, nonostante non mi abbia convinta al cento per cento, sia comunque superiore agli altri, sia come storia e corposità, sia come caratterizzazione e sviluppo.
Certo, non ho particolarmente apprezzato il cambio di idee che mi è parso un po’ troppo repentino e basato sul niente, ma al contempo l’autrice l’aveva tirata anche abbastanza per le lunghe, facendo patire questi due poveretti per oltre dieci anni, quindi era anche ora che avessero il loro lieto fine!
Mi è piaciuto che abbia raccontato tutte le fasi salienti della loro relazione, anche se sono stata un po’ delusa dallo scoprire subito quale fosse il motivo per cui Jake rifiuta Patrick come Compagno Predestinato. Mi sarebbe piaciuta un po’ più di suspense!
Non ho amato nemmeno l’inserimento di altri punti di vista, che è una cosa che non apprezzo mai in nessun caso, in quanto già preferisco un singolo punto di vista, ma al massimo quello dei due protagonisti e non pure delle persone di contorno.
Di sicuro, come detto, la storia è molto meglio strutturata e sviluppata, arrivando alla fine che abbiamo tutte le risposte che cercavamo e una soddisfazione piuttosto buona sul loro percorso.
Mi è piaciuto molto Patrick, che nonostante la sofferenza e i dispiaceri continui, non perde mai la speranza di poter avere una vita felice con il suo Jake. Idem quest’ultimo, che nonostante avrebbe potuto risolvere le cose molti anni prima semplicemente chiedendo aiuto, al contempo si è comportato in maniera molto nobile e romantica cercando di difendere Patrick con tutte le sue forze, anche a costo di farsi odiare ed essere infelice.
Insomma, un quarto e ultimo volume (anche se c’è un quinto di cui vi parlerò presto, ma che è una raccolta di Novelle) carino e superiore agli altri, che conclude le vicende della famiglia Holland con un pizzico di speranza.

3.5
Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “Vorresti?” – Jay Northcote

Titolo: Vorresti?
Autore: Jay Northcote
Serie: Segreti d’estate #1
Genere: Contemporaneo, Erotico
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 0,99€
Link all’acquisto: Vorresti?

SINOSSI

Duncan ha una fantasia segreta ma Tyler è l’uomo giusto per poterla soddisfare?

Tyler ha un nuovo ragazzo, Duncan, un poliziotto semplicemente magnifico. Alto, spalle larghe e maschio all’ennesima potenza, è l’emblema dell’uomo dominate, almeno in apparenza.
Quando iniziano a parlare delle loro fantasie sessuali, Duncan confessa un desiderio segreto che lascia Tyler del tutto sorpreso. Fortunatamente per il bel poliziotto, Tyler è più che felice di soddisfarlo ed è determinato a regalare a Duncan una notte da ricordare.

Slanif2

Tyler fa il parrucchiere e da qualche settimana esce con Duncan, un poliziotto grande, grosso e dal cuore gentile.
Tra i due le cose vanno alla grande, ma Tyler è un po’ preoccupato dal fatto che Duncan sia solo attivo a letto, quando a lui piace una situazione più versatile. Come affrontare l’argomento, però? E ne vale davvero la pena? In fondo, la loro vita sessuale va piuttosto bene e al momento si sente pienamente soddisfatto. Ma in futuro?
A fornirgli l’occasione di parlarne, è una conversazione in piena notte che rimescolerà le carte in tavola e renderà consapevole Tyler di non essere l’unico a nascondere dei desideri…
Sarò sincera: non c’è molta trama. Questo non vuol dire che sia una brutta storia, assolutamente, ma in neanche cinquanta pagine ci sono qualcosa come cinque scene di sesso, quindi diciamo che il fulcro del racconto è quello.
Tendenzialmente tante scene tutte insieme mi annoiano a morte, ma in questo caso le ho trovate carine e sexy, ideali per il tipo di trama che Jay Northcote ha ideato per questo suo brevissimo racconto.
Una lettura dunque che vi consiglio, soprattutto se volete qualcosa di piccante e breve, da godere in poco tempo.

4