Pubblicato in: articoli, delos digital, dreamspinner press, go ware, hope edizioni, il castoro, queen edizioni, quixote edizioni, recensioni, triskell edizioni

Must Read 2019: le migliori letture del blog

Per concludere l’anno in bellezza, abbiamo pensato di chiamare a raccolta tutto lo staff e creare per ognuna delle nostre ragazze, una top 3 dei migliori libri letti (e recensiti per il blog) quest’anno. Quelli che ci sono rimasti nel cuore in modo speciale e che ci hanno emozionato profondamente, a volte fino alle lacrime.
Queste sono le nostre classifiche! Enjoy!
(cliccando sulle cover, entrerete nelle recensioni)

FRANCESCA

barebones500 Mathias P Sagan Broken-6x9Front-Italian-1800x2700

LADY MARMELADE

Laura Costantini (2) 59833561_2184441638291956_6124077851709800448_n 57407246_2150946111641509_1242931263078137856_n

EVELYNE

cover500-4 Ama ogni parte di me - Nicky James 71562263_2453661974703253_899719425727397888_n

SLANIF

54268513_2092710937465027_6342758658501246976_n Ultima-notte-SVC-corr Benjamin Alire Sáenz

ADELESH

68505369_2348711808531604_2567932071213268992_n 9788825407716-il-colore-della-pioggia Joanna Chambers

HIKARU

Rosalie Hawks 41ReNke+52L Sara Santinato

TFPEEEL

Jane Seville Enys L Z Daniela Barisone & Juls S K Vernet

All’anno prossimo con le nuove letture e le nostre recensioni.
Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Pagina FacebookInstagramTwitter e ovviamente Goodreads!

Pubblicato in: hope edizioni, recensioni, recensioni in anteprima

Recensione in anteprima “Come anima mai” – Rossana Soldano

Titolo: Come anima mai
Autore: Rossana Soldano
Genere: Storico
Casa Editrice: Hope Edizioni
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: Come anima mai

SINOSSI

Inghilterra, 1936.
Lewis Ellsworth, figlio del Duca di Buccleuch, è attento a tenere i suoi incontri sessuali lontano dagli ambienti aristocratici. All’inizio del suo secondo anno a Cambridge, però, scopre che il ragazzo con cui si è intrattenuto in un pub è uno studente del suo stesso college. Intelligente, affascinante ed eccentrico, William Chase entra nella sua vita come un tornado, scuotendo certezze e intenzioni.
Due studenti privilegiati, colti e raffinati, ubriachi di arte e letteratura, ebbri di emozioni e ambizioni. Ma in una società in cui persino al Re non è permesso scegliere di chi innamorarsi, Lewis e William vivono un amore diverso, vietato e voluto, doloroso e intenso, nascosto agli occhi del mondo.
Una storia fatta di coraggio, segreti, passione e contrasti, di crescita e conflitto, alla ricerca di una Wonderland nascosta dietro specchi di ipocrisia. Due vite che si incrociano e si salvano, due anime destinate a perdersi e a rincorrersi sullo sfondo dell’Europa del secolo scorso, un’Europa controversa e stuprata dalla guerra, in cui l’amore crea più scandalo dell’odio, in cui credere alle favole sembra quasi impossibile, ma è l’unica via d’uscita.
Perché, forse, Wonderland non è un dove, ma un quando.

Ci rincorrevamo come sabbia in una clessidra e niente 
si andava a perdere mai; pieni, davvero, solo se insieme.

Solo che allora, stretta nei nostri corpi, la felicità pensavamo di poterla 
tenere con noi per sempre, marchiandocela addosso come l’amore sulla vita.

Hikaru2

Questo romanzo non è una storia semplice, lineare, un romanzo adatto per passare del tempo senza pensieri. Perché di pensieri ne avrete molti, confusi e contrastanti mentre vivrete la storia insieme ai due protagonisti. Questi giovani uomini che conoscerete pagina dopo pagina e che amerete, odierete, amerete ancora; in una continua altalena di emozioni.
Lewis, giovane rampollo della nobiltà inglese, la cui famiglia è in amicizia con Churchill; è abituato alla gabbia dorata della sua vita. Di carattere tuttavia sanguigno – più di quanto sia consentito a un nobile inglese –, è profondamente affamato di vita e libertà. Così tanto da diventare irruento. Sua è la voce narrante, suoi sono gli occhi che ci condurranno in questa storia.
Poi c’è William. Enigmatico, sorprendente, a volte così perfetto da farcelo percepire distante; ma nello stesso tempo così magico e seducente da volerlo accanto a noi ogni istante.
La bellezza di questi personaggi sta nel loro essere veri, con i difetti e i pregi che tutti hanno, gli errori che chiunque può commettere.
E vederli crescere, anno dopo anno ti rende orgogliosa come se fossero un po’ anche tuoi.
Questi due meravigliosi personaggi sono uniti dall’amore nato per caso, o forse non del tutto, in un sordido pub di Cambridge nell’ottobre del 1936 e coltivato nell’importante università e in giro per l’Europa, tra Roma, Parigi e Londra.
Poi la guerra, poi la Germania, poi un mondo che non sembra nemmeno lo stesso eppure così tragicamente familiare…
Questo romanzo è vita, e come la vita è sia bellissima che spietata, così è “Come anima mai“. Leggerete di un amore forte ma anche pieno di paure, sbagli e incomprensioni. Un amore che cerca un posto suo, in un mondo dove quell’amore non è nemmeno concepito. Un amore che lotta e soffre ma che mai è sconfitto.

Tu sei stato Parigi prima che Parigi esistesse, tu sei la vita che voglio vivere e la libertà che non sapevo di desiderare. Non c’è alcuna ambizione in me, senza di te. Tu sei tutto ciò che voglio, perché niente è come te.

Le vicende che si snocciolano in trent’anni di vita, vengono trattate con molta cura. Sin dai primi capitoli mi è sembrato di finire in un romanzo di Jane Austen, con quelle ambientazioni, quei personaggi, quel modo di pensare, di comportarsi. Ma ho visto anche Conan Doyle, nel modo di osservare e dedurre, nella capacità di William di sapere senza chiedere, in quella spiccata intelligenza e spudoratezza che lo contraddistingue.
Il loro rapporto è un continuo inseguirsi e riprendersi, prima della guerra, perché troppo giovani e ancora confusi su quel sentimento che li portava così vicini ogni volta, quella gelosia che bruciava ogni fibra, quell’insicurezza e anche quelle cose non dette. Dopo la guerra, beh… Dopo la guerra, per forza di cose, lontani contro la loro volontà per colpa di eventi che sembrano giocare spesso contro di loro, le cose cambiano di nuovo.

Ci amavamo e rincorrevamo a dispetto degli eventi che ci avevano separati e dei capricci d’amore. Eravamo ancora sabbia in una clessidra. Addii che diventavano ritorni e di nuovo addii e, ancora, promesse di ritorni.

Come detto, non è un romanzo semplice e, vi assicuro, non mancheranno colpi di scena che non vi permetteranno di scoraggiavi davanti alle cinquecento e passa pagine da cui è composto. Ma è un romanzo che, chi nei libri che legge cerca l’amore vero, la vita nel bene e nel male nella sua completezza, sono certa apprezzerà tantissimo.
Una cosa che ho gradito molto, oltre le vicende raccontate, è aver viaggiato con loro, aver vissuto l’Europa, la Roma e la Parigi di allora, con i loro occhi. Nonché l’uso di tante citazioni di libri, che accompagnano la loro vicenda per tutta la storia.
L’unico appunto, che non ne pregiudica per nulla la lettura, è qualche piccola incongruenza sull’anno di pubblicazione di alcuni di quei classici e il momento storico in cui sono stati citati. Ma è proprio per trovare il cosiddetto pelo nell’uovo.
Un bellissimo esordio di una scrittrice italiana da assaporare con calma, cura e la lentezza giusta.
E se una cosa l’ho imparata grazie a questo libro è che Wonderland esiste, ma non è un dove, non è neanche solo un quando ma, soprattutto, è un chi.

4.5


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Pubblicato in: hope edizioni, recensioni, recensioni in anteprima

Recensione in anteprima “Una pesca Miracolosa” – Kate Canterbary

Titolo: Una pesca Miracolosa
Autore: Kate Canterbary
Serie: Talbott’s Cove #1
Genere: Contemporaneo, GAP Generazionale
Casa Editrice: Hope Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Una pesca Miracolosa

SINOSSI

“Concediti una vacanza”, mi avevano detto. “Allontanati dalla Silicon Valley, assetata di potere e che ti pugnala alle spalle. Ricarica le batterie. Rilassati e, poi, torna più forte di prima”.
Invece, mi sono perso in mare e mi sono innamorato di un pescatore di aragoste asociale.
C’è soltanto un piccolo problema: Owen Bartlett non sa chi sono davvero.
~~
Non mi piacciono le persone.
Evito le conversazioni, cerco di non socializzare e caccio i miei partner dal letto prima che sorga il sole. Niente legami, niente promesse, niente problemi.
Almeno fino a quando la barca di Cole McClish non va alla deriva a Talbott’s Cove e io infrango tutte le mie regole per quel sexy marinaio.
Non conosco la storia di Cole né da che cosa stia fuggendo, ma una cosa è certa: non gli permetterò di fuggire da me.

Slanif2

Cole McClish è un trentenne di bell’aspetto, con un cervello da genio e un portafoglio bello pieno. Tuttavia, questo non gli ha impedito di essere sbattuto fuori dall’azienda tecnologica che lui stesso ha creato e che l’ha reso il miliardario che è, a causa del suo caratteraccio e della sua irascibilità, unita a qualche progetto andato in fumo a causa della mancanza d’ispirazione che l’ha colto nell’ultimo periodo. I nuovi Amministratori Delegati hanno rilasciato un comunicato alla stampa dicendo che Cole si è preso un “Anno Sabbatico”, ma in realtà il giovane è stato praticamente declassato e visto che non ha la più pallida idea di qual è ormai il suo ruolo nell’azienda, ha deciso di andarsene, di salire su una barca e partire.
Peccato che, suddetta barca, decida di rompersi nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico, portandolo alla deriva fino alle coste di Talbott’s Cove, una riserva naturale nei pressi del Maine.
Owen Bartlett è un solitario quarantenne senza nessun interesse a costruirsi una famiglia. Ama essere un pescatore di aragoste, e se per questo deve rinunciare alla parte romantica della sua vita, lo farà senza piangersi troppo addosso. La vita che compie è solitaria, dura, spesso ostica e difficile, pertanto non ha molto tempo per crogiolarsi nella tristezza della sua vita da single. Certo, in cuor suo è in realtà un uomo dolce e affettuoso, che tende sempre a preoccuparsi più del dovuto del prossimo, e che vorrebbe tanto qualcuno a casa ad aspettarlo; ma è anche un uomo realista e sa che quella sua fantasia è tutt’altro che praticabile.
Si accontenta della sua vita così com’è e tira avanti al meglio. Almeno fino a quando delle luci in lontananza non lo costringono a salire sulla sua nave da pesca e a fare la conoscenza con quello che pare a tutti gli effetti uno sprovveduto attraente messo piuttosto male a causa di uno squarcio sanguinante in testa: Cole.
Cosa potranno mai avere in comune due uomini così diversi? Non solo per età, ma anche e soprattutto per stile di vita. Non che l’ultimo fatto si trasformi in un problema dato che Cole non dice tutta la verità a Owen, tacendogli la sua fama e moltissime parti della sua vita. Alla fine, la piccola casa di Owen è solo un porto sicuro dove fare mente locale e capire come agire, giusto? Cole ha otto settimane per scoprirlo, e Owen pensa di essersi solo guadagnato un aiuto e un bel corpo da guardare per un breve lasso di tempo. Ma sarà davvero così?
Cole e Owen sono profondamente diversi. Hanno stili di vita differenti, obbiettivi opposti e, in sostanza, apparentemente niente in comune. Tuttavia, una volta che Cole è a Talbott’s Cove, libero di essere semplicemente se stesso, le carte in tavola cambiano e i due – costretti a lavorare a stretto contatto ogni giorno – si riscopriranno più simili, e con desideri uguali, più di quanto avrebbero mai potuto immaginare…

Uno dei suoi più grandi poteri era lo stoicismo. Poteva ascoltare le mie parole più sacre e private e rispondere con un semplice sospiro impaziente. Un battito di ciglia. Tuttavia, io lo conoscevo e sapevo che c’era molto di più. Voleva essere amato tanto quanto me, e voleva che continuassi a insistere. Le sue mura potevano essere alte, ma io non avevo paura di arrampicarmi.

Ed è proprio sullo scandire delle loro giornate a caccia di aragoste e dello scoprirsi l’un l’altro che il libro procede, abbracciando tutto il periodo estivo.
Cole e Owen hanno due caratteri decisi, molto diversi, ma sono anche estremamente dolci e romantici una volta messi insieme. Questo aspetto è stato molto piacevole, perché è sempre bello immaginarsi due uomini grandi e grossi lasciarsi andare a qualche tenerezza, tuttavia ho riscontrato che alcuni tratti caratteriali enfatizzati sia nella sinossi che nei primi capitoli dall’autrice, non siano stati evidenziati quanto avrebbero dovuto. L’irascibilità di Cole mi è parsa poco sviluppata rispetto alla fama iniziale a cui accennava l’autrice e che l’ha portato a essere sbattuto addirittura fuori dalla sua stessa azienda; e anche Owen, definito schivo e solitario, in realtà mi è parso più aperto e disponibile di quanto avessi preventivato. Ho avuto la sensazioni che fossero semplicemente due uomini desiderosi di innamorarsi, con ovviamente caratteri diversi, ma nessuna esagerazione in un senso o in un altro che potesse spingerli a scontrarsi.
Nell’insieme, comunque, l’ho trovato un libro piacevole, con i titoli dei capitoli utili a capire un po’ di più il mondo del mare, di cui io, ad esempio, sono poco ferrata. Lo stile è semplice, forse in alcuni passaggi un po’ troppo, penalizzando (a mio gusto) l’analisi dell’interiorità dei protagonisti a beneficio di altre scene, spesso più sexy e calde.
In conclusione, è un romanzo piacevolissimo, godibile e “fresco”, che fa pensare a un po’ di dolce calore in questo inverno così gelido.

3.5


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice