Pubblicato in: over the rainbow, recensioni

Recensione “Return” – Corinna Corti

Titolo: Return
Autore: Corinna Corti
Serie: Escape #2
Genere: Fantasy
Casa Editrice: Over The Rainbow
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Return

SINOSSI

Dean e Ethan sono fuggiti decidendo di seguire il loro cuore, ma il ricongiungimento dura una sola notte: Dean infatti si risveglia senza Psyche e al posto di Ethan trova Lord Chamberlain pronto ad accoglierlo fra le fila della Rosa Bianca. Il ragazzo rifiuta e, dopo essere tornato dalla Rosa Rossa, Lord Bucket lo interroga scoprendo l’inganno ordito da Ethan e la kinesis utilizzata per fuggire dalla St Patrick. Dean ha così una nuova missione: riaprire il passaggio per permettere alla Rosa Rossa di fare irruzione nell’Accademia. Il piano tuttavia incontra un intoppo, poiché la tecnica psicocineta usata durante l’interrogatorio ha danneggiato la sua mente. Se da una parte Dean tenta in tutti i modi di trovare una soluzione senza rimetterci la pelle, dall’altra Chamberlain addestra Ethan e muove l’opinione pubblica per affossare la popolarità di Bucket.
Uniti dal cuore ma divisi dal dovere, i due ragazzi saranno costretti a scegliere l’epilogo della loro storia e rispondere alla domanda più difficile: è davvero possibile amare il proprio nemico?

Slanif2

Avevamo lasciato i nostri protagonisti, Dean ed Ethan, alle prese col loro primo bacio, che ci avevano fatto sospirare per tutto il primo libro, “Escape”.
Qui li ritroviamo nel pieno di un momento tenero e dolce, che si svolge subito dopo la loro fuga. Quando però, dopo tanta affettuosità, Dean si risveglia e scopre che non solo Ethan se n’è andato ma ha anche portato via l’artefatto che gli permette di praticare la psicocinesi, il futuro che Dean aveva immaginato crolla e con lui tutte le sue certezze.
Inizierà così un rocambolesco viaggio alla ricerca della verità che vedrà finalmente un finale per questi due ragazzi e tutte le bugie raccontate venire scoperte e sbugiardate.
Riuscirà Dean ad avere il suo lieto fine?
Con questo volume conclusivo di questa dilogia, Corinna Corti ci dipana tutti i tasselli e ci mostra cosa è davvero reale e cosa no.
Con un ritmo che forse è meno incisivo e incalzante del primo libro (risultando in alcuni tratti un po’ lento e pesante), sa comunque regalarci un finale degno e una storia che non lascia in sospeso questioni o che rivela la vera natura dei personaggi che abbiamo avuto modo di conoscere in entrambi i libri.
Dean è ben caratterizzato e, anche se è esclusivamente suo il punto di vista, Ethan esce prepotente dalle pagine, finendo per essere il mio preferito tra i due, nonostante le sue azioni, a volte, sembrino tutt’altro che da eroe quanto piuttosto da villains.
La presenza di innumerevoli flashback ci portano indietro nel tempo, scoprendo sempre di più del background di Dean, che si mostra senza difese a noi lettori. Ne vediamo la forza, certo, così come il talento, ma anche le fragilità e le paure.
Insomma, una storia che forse è meno ritmica del primo ma che risulta più “maturo” e che quindi mi sento di premiare con un voto molto positivo.

4
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...