Pubblicato in: quixote edizioni, recensioni

Recensione “Cattive intenzioni” – Stephani Hecht

Titolo: Cattive intenzioni
Autore: Stephani Hecht
Serie: The Lost Shifters #4
Genere: Paranormal, Mutaforma
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Prezzo: 1,99€
Link all’acquisto: Cattive intenzioni

SINOSSI

Durante una fatidica notte di vent’anni prima, piena di morte e sconfitta, Mitchell ha quasi perso tutto ciò che gli era più caro. Non solo sono stati uccisi i suoi genitori, ma i suoi fratelli minori sono stati rapiti e si pensava fossero perduti per sempre. Da allora, Mitchell non ha solo dovuto guidare i felini nel ricostruire la loro società, ma ha anche dovuto proteggerli da attacchi successivi. Tutto quello ha lasciato poco spazio alle sue necessità e ai suoi desideri.
In quanto secondogenito, il mutaforma Lupo Dean ha sempre vissuto per servire gli altri. Non ha mai disobbedito agli ordini, anche quando uno di questi ha decretato che doveva rinunciare all’uomo che amava. Devastato e solo, Dean ha giurato di non riaprire mai più il suo cuore.
Poi la sua vita e quella di Mitchell vengono stravolte quando si scopre che un lupo ribelle, originario del branco di Dean, ha tra le mani uno dei fratelli perduti di Mitchell. I due scoprono di non aver altra scelta che lavorare insieme per salvarlo. Cosa più facile a dirsi che a farsi, dato che lupi e felini non sono mai andati d’accordo. Ciò non impedisce a Dean e Mitchell di innamorarsi l’uno dell’altro e, dopo una notte di passione, le cose tra loro cambiano per sempre. Ma il dovere e l’onore gli impediranno di avere il loro lieto fine?

Evelyne2

Quarto libro della serie “The Lost Shifters” di Stephanie Hecht, “Cattive intenzioni” ci racconta la storia di Mitchell. Chi ha letto i tre libri precedenti sa di chi sto parlando. Non è possibile dimenticare il capo indiscusso dei felini, il fratello che con ogni mezzo a sua disposizione ha dato vita alla ricerca che sta riportando i cuccioli dispersi a casa. Mitchell è il personaggio che tutti amano in un modo o nell’altro, perché senza il suo impegno nessuno dei protagonisti si sarebbe mai incontrato. Le sue spalle sorreggono un peso incredibile, ha sacrificato ogni cosa per la sua famiglia e finalmente veniamo a sapere quanto gli è costato davvero.
Dean è un personaggio che abbiamo già incontrato e che speravo sarebbe diventato importante. Sono stata contenta di vederlo ancora e poter leggere di lui. Il rapporto con suo fratello e il suo affetto per Mitchell sono alla base di ciò che lo spinge ad agire.
Sono due personaggi davvero interessanti e belli. Ammetto che questo è stato l’unico motivo che mi ha spinta a terminare questa lettura. Mitchell ha così tanto da dare, con Dean al proprio fianco ancora di più, ma è stato relegato alla base della piramide. Se i precedenti volumi mi avevano lasciata dubbiosa su alcuni punti, questo ha completamente distrutto il castello di carta che mi ero immaginata.
Gli avvenimenti sono sempre legati tra loro, rendendo le vicende avvincenti per il lettore. O almeno, finora è stato così. Stavolta i due protagonisti hanno un passato che viene spiegato sommariamente e messo in secondo piano sin dal primo momento. Il presente è mostrato ancora più velocemente e i sentimenti di entrambi vengono relegati all’ultimo posto. Da lettrice, mi aspettavo di vedere l’amore tra Mitchell e Dean crescere, vederlo sbocciare, così da poter entrare nella storia e amarla. Mi è dispiaciuto non riuscire a capirli, non essere in grado di affezionarmi ai due perché gli avvenimenti non sono stati descritti. Conoscere il loro passato era un punto troppo importante per non avere l’attenzione di cui avevamo bisogno. Mitchell e Dean si conoscono già, hanno già preso coscienza di cosa c’è tra loro e sanno perfettamente cosa ciò potrebbe comportare. Quindi mi chiedo, perché non rendere partecipe il lettore di tutto ciò? Se pensiamo alle storie precedenti, la loro è quella che ha raggiunto una consapevolezza incredibile, sono più maturi e lo è anche il sentimento che provano l’uno nei confronti dell’altro. Gli eventi sono importanti, ovviamente, ma la loro situazione è fin troppo legata a ciò che accade per non darle spazio. Si sarebbe potuto avere un buon equilibrio tra i due e ottenere una storia degna di nota.
La caratterizzazione dei protagonisti e degli eventi stessi mi ha lasciata a bocca aperta. Abbiamo due personalità che hanno così tanto potenziale da poter essere la migliore coppia di tutta la serie, ma è stato usato forse il cinque percento di quanto potevano dare… Un vero peccato.
Spero che nei prossimi non si presenti più questo problema, perché vedere personaggi così interessanti non poter dare il meglio mi è dispiaciuto.

3
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...