Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Profondo come un respiro” – Autumn Saper

2020 - Profondo come un respiro

Titolo: Profondo come un respiro
Autore: Autumn Saper
Genere: Contemporaneo, Militare
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Profondo come un respiro

SINOSSI

Abraham McGregor e Quinton Daniels si conoscono sin dall’infanzia.
Si sono amati e poi perduti a causa di una decisione di Bram che li ha portati ad allontanarsi e a percorrere strade differenti.
Dopo quindici anni, parte dei quali passati in missione in Medio Oriente, Bram torna nella sua città natale per cercare di guarire dagli orrori e dalle cicatrici che la guerra ha lasciato nel suo animo, sentendosi soffocare nella sua stessa pelle.
Il ritorno a Syracuse fa ritrovare i due vecchi amanti, perché Quinn non se n’è mai andato e adesso gestisce la locanda di famiglia insieme a sua zia.
Riusciranno i due uomini a superare il dolore che si portano dietro e a tornare a respirare?

Evelyne2

Ho atteso con ansia di poter leggere in anteprima l’ultima opera di Autumn Saper. Non tanto per la trama, che ancora non conoscevo, quanto per la sensazione che questo libro sarebbe stato diverso da quelli già pubblicati dall’autrice. Avevo ragione e non posso che esserne felice.
Ho iniziato in punta di piedi, indecisa se divorarlo o leggerlo con calma, per seguire la storia con attenzione. Dopo aver letto la dedica però, non ho avuto scelta.

A tutte quelle persone che si sentono perdute, rotte, infrante.
A tutte quelle persone che lottano ogni giorno per ritrovarsi.
Siete forti.
Siete rocce.
Siete montagne.
Non arrendetevi mai.
Da qualche parte troverete il sole e tornerete a respirare.

Non essendo un volume molto lungo, l’ho finito in un paio d’ore.
Ho amato diversi aspetti di questa lettura. Il primo è stato sicuramente la suddivisione tra il passato di Abraham trascorso in guerra – presentati con flash brevi – e il presente. Sono riuscita sin da subito a dividere gli avvenimenti senza dovermi fermare a riflettere, godendomi quelle piccole introduzioni con cui l’autrice ci presenta ogni capitolo.
La storia di Quinn e Bram ci viene narrata attraverso gli occhi di entrambi i protagonisti. Ognuno di loro ci mostra quanto la separazione e la lontananza li hanno segnati. Questo è il motivo per cui leggere le storie di Autumn Saper è sempre un piacere: anche se i due protagonisti hanno sofferto e non sono usciti integri dal loro passato, lei ci presenta la storia riuscendo ad ottenere un clima leggero e semplice.

Da quando era tornato, la sua vita sembrava come un ottovolante, continuamente in bilico tra l’essere in cima e lo schiantarsi a terra a tutta velocità.

Un aspetto che invece apprezzo raramente, perché mai inserito nel momento o nella storia adatta, è la quasi assenza di scene di sesso e una dichiarazione che non rientra nei canoni a cui siamo abituati. La gran parte degli autori necessita di scene sensuali e piccanti per riuscire a creare un vero legame tra i protagonisti. In questo caso, il sentimento nato fra i due non ha alcun bisogno di dichiarazioni eclatanti. È perfetto così com’è. Quinn e Bram si conoscono da quando avevano otto anni, sono cresciuti insieme e hanno imparato ad amarsi. Ridurre la loro storia ad una mera manifestazione fisica o all’uso di dichiarazioni classiche, avrebbe mostrato un’insicurezza di cui non avevamo bisogno e che non avrei apprezzato, perché non giusta per loro e per la loro storia. Se l’autrice avesse fatto diventare questa storia un racconto erotico per attrarre il lettore, probabilmente l’avrei criticata.
Spero che molti di voi riescano ad ammirare questa scelta, sicuramente molto rischiosa, ma ben riuscita.

Sembrava che la vita si fosse fermata. Che il tempo scorresse in modo diverso. Che tutta la speranza fosse stata risucchiata via dai volti della gente. Dal suo stesso cuore.

Egoisticamente avrei voluto qualche pagina in più, non tanto per una questione di lunghezza, quanto per riuscire ad abituarmi al cambiamento. Quinn è stato facile da amare, dolce e premuroso, sensibile e sempre disposto ad aiutare. Abraham invece è stato più ostico e forse proprio per questo ho apprezzato maggiormente l’evoluzione del suo personaggio. Leggere della sua presa di coscienza è stato… inaspettato, in qualche modo.
Ne consiglio assolutamente la lettura a chi già conosce il suo stile e a chi non ha ancora avuto il piacere di leggere una delle sue storie. Questa è sicuramente quella perfetta da cui iniziare.

4.5


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...