Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Ritorno a casa” – Cardeno C.

Cardeno C

Titolo: Ritorno a casa
Autore: Cardeno C.
Serie: Home #1
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Ritorno a casa

SINOSSI

Noah Forman si sveglia in un ospedale senza ricordare come ci è arrivato.
L’unico pensiero che lo conforta è l’arrivo imminente di Clark Lehman, l’uomo che ama da sempre.
Ma quando Clark si presenta, Noah scopre di non ricordare nulla nemmeno degli ultimi tre anni, e non ne capisce il motivo.
Pian piano i ricordi del suo passato recente torneranno a galla e i due avranno modo di confrontarsi su ciò che è realmente accaduto un giorno di tre anni prima…

Lady Marmelade2

Molti stavano aspettando il ritorno in Italia di questa prolifica autrice.
Quando cominciai anni fa a seguire il genere male to male, Cardeno C. era uno degli autori di punta del genere. Avevo avuto occasione di leggere alcuni dei suoi libri, poi ritirati dal mercato a seguito del ritorno dei diritti all’autore, quindi non avevo fatto in tempo a leggere tutta la sua produzione.
Pur non essendo uno dei miei autori preferiti, devo dire che la calma che riesce a infondermi durante la lettura dei suoi libri è davvero qualcosa di inspiegabile.
So benissimo cosa andrò a leggere: una storia romantica, intrisa di sesso passionale, lieto fine assicurato e in questo periodo di incertezza e segregazione in casa, i libri di Cardeno ti distolgono dai tuoi guai e ti donano un bel pensiero positivo.
Questo primo libro della serie Home ci parla del grande amore che lega da sempre Clark e Noah, fin dal loro primo incontro, quando Noah era un ragazzino ribelle e scapestrato, che non riusciva a farsi capire dai familiari, o meglio i suoi familiari facevano finta di non capire cosa volesse dirgli. Clark da subito ha capito che l’incontro con quel ragazzino fuori dagli schemi gli avrebbe cambiato la vita; con la sua calma e gentilezza innata ha colpito subito Noah, anche se al tempo non pensava neppure di poter essere gay.
Clark è il classico bravo ragazzo americano, figlio di una madre single che l’ha avuto dopo i quarant’anni, con la quale ha un bellissimo rapporto; è la sua migliore amica, la persona più importante al mondo, finché non ha incontrato Noah:

Noah era così. Un enigma avvolto in un mistero e rivestito di una personalità complessa. Sentivo che mi ci sarebbe voluta una vita intera per riuscire a togliere tutti quegli strati intricati, ma non c’era altro modo in cui avrei preferito passare il tempo.

La vita di Clark è a un bivio, la madre è gravemente malata e non sa per quanto ancora riuscirà a rimanere in vita, ma ha preparato al meglio il figlio per affrontare la vita. Una donna minuscola ma forte, che ha capito da subito che l’amicizia inusuale tra il tredicenne Noah e il quasi diciottenne Clark era qualcosa che andava oltre.
Un libro davvero tanto romantico ma anche con un buon ritmo, visto il registro narrativo utilizzato dall’autrice: un continuo salto tra passato e presente che ci spiega la nascita e crescita della relazione di Clark e Noah, in un arco temporale di dieci anni.
All’inizio del libro troviamo un Noah spaesato che si sveglia in ospedale dopo un coma di tre settimane, disperato per l’assenza del suo compagno Clark al suo capezzale.
Noah cerca disperatamente il suo Clark, non vuole nemmeno parlare con fratello visto che per quello che ricorda non parla con la sua famiglia da quando è andato a vivere con Clark come coppia, dopo aver fatto coming out.
Ben, il fratello di Noah ed ex migliore amico di Clark, cerca di fare stare calmo il ragazzo, ma Noah non sente ragione: vuole solo il suo Clark al suo fianco…
Noah in realtà non ha memoria degli ultimi tre anni; crede ancora di vivere con Clark e nessuno sembra avere il coraggio di dirgli cosa è successo tre anni prima, dopo quel fatidico ventisei dicembre in cui ha incontrato il fratello.
Vi siete mai chiesti se esista l’amnesia selettiva? Io sì, ci credo e penso che un grande dolore emotivo possa agire sulla nostra psiche e farci dimenticare quello che ci sta spezzando il cuore.
Noah è fisicamente forte, muscoloso, gestisce ed è proprietario di una palestra, ma nel suo cuore è ancora quel ragazzino che non riesce a confessare alla famiglia di essere gay perché ha paura di essere rifiutato da loro. L’unico con cui non ha mai finto, con cui non ha mai fatto lo spaccone è il suo Clark:

«Sono tosto solo con le altre persone. Non con te, Clark. Non potrei mai farti del male, mai. Questa è casa nostra. Non pensare che il fatto che tu te ne sia andato per un po’ abbia cambiato le cose. Ti stavo aspettando, Clark. Aspettavo che tornassi a casa.»

Noah e Clark hanno ora una seconda possibilità per sistemare le cose fra loro e continuare a vivere la loro bellissima storia d’amore; non tutti hanno la fortuna di avere una seconda possibilità, anzi spesso per cocciutaggine, orgoglio, per una stupida voglia di rivalsa o per volere avere per forza ragione a tutti i costi, gettiamo al vento quello che di più prezioso abbiamo. Siamo talmente trincerati nel nostro risentimento,  nel nostro stupido orgoglio che ci perdiamo tanto tempo prezioso, che non torna più…
Questa è la seconda volta che mi viene in mente quello che mi ha detto una carissima amica: l’amore è facile, non è difficile, come Noah continua a ripetere al suo Clark. Questo non riporterà magicamente indietro l’orologio di tre anni, ma il tempo del ritorno a casa di Clark è ormai giunto:

«Stiamo bene insieme, Clark. Dev’essere semplice e naturale. Non dovrebbe essere mai difficile quando è una cosa giusta. E non è mai stato difficile per noi, vero? Stare insieme è sempre stata la cosa più spontanea del mondo. È stare lontani che è sbagliato, quindi non rifacciamolo, okay?»

Bentornata signora C. Cardeno, c’era bisogno di amore in questi giorni difficili e l’amore serve sempre, anche a chi ha il cuore indurito come il mio…

4


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...