Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “The Shearing Gun” – Renae Kaye

cover-500x750-68

Titolo: The Shearing Gun
Autore: Renae Kaye
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: The Shearing Gun

SINOSSI

A venticinque anni, Hank possiede un piccolo appezzamento di terreno nel sud-ovest dell’Australia rurale dove integra il reddito della sua proprietà con la tosatura stagionale delle pecore. Hank è un “shearing gun”, un asso in grado di tosare un gran numero di pecore in un solo giorno. Suo padre l’ha sbattuto fuori di casa dopo che lui si era dichiarato omosessuale e, dal momento che nessuno assumerebbe mai un tosatore gay, Hank è rimasto ben nascosto da allora.
Elliot è il nuovo medico della cittadina, nato in città e un po’ scioccato dal suo trasferimento in campagna. Quando un infortunio durante una partita di football gli fa incontrare Hank, uno sguardo inappropriato e delle scuse balbettate danno il via alla loro amicizia.
Il romanticismo e l’amore fioriscono presto, ma è difficile per entrambi sperare in qualcosa di permanente. E come se la costante minaccia di essere scoperti non fosse sufficiente, il contratto di Elliot terminerà di lì a un anno.

Slanif2

Hank è un giovane shearing gun, un tosatore di pecore, che vive in Australia.
Dopo aver confessato di essere gay, suo padre ha dato letteralmente di matto e il ragazzo è fuggito per crearsi una vita e una casa da qualche altra parte. Con l’aiuto dello zio Murray e del marito di questi, Jimmie, che sono in sostanza la sua unica vera famiglia, Hank riesce a rifarsi una vita e a diventare il migliore nel suo lavoro.
L’unico problema? Ancora nessuno sa che è gay.
Infatti ha paura delle conseguenze se dicesse qualcosa, perché lo zio stesso ha dovuto subire un furioso pestaggio in gioventù per questo, e nessuno vorrebbe rivivere quell’esperienza. Inoltre, chi farebbe lavorare un tosatore di pecore gay? Non c’è storia. Non può dirlo. E fino a quel momento non ha avuto grossi problemi a nasconderlo, perché comunque non c’era nessuno che gli interessasse.
Tutto cambia quando il Dottor Elliott arriva dalla città. Perfettino e precisino, è l’esatto opposto di Hank. Eppure, entrambi si ritrovano attratti l’uno dall’altro sin da quando Elliott cura il braccio ferito di Hank.
Come fare per frequentarsi? Hank non può permettersi di perdere il lavoro, ed Elliott deve farsi conoscere e rispettare dalla comunità, altrimenti dovrà andare via… Essere amici è bello e divertente, ma riusciranno a non volere qualcosa di più?

«Hank?»
«Sì, amico?»
«Ti amo.»
«Anch’io, DottorEllo.»
Silenzio.
«Hank?»
«Sì, amore?»
«Non vedo l’ora che tu guarisca per farmi sbattere da tutte le parti come se fossi una delle tue pecore.»
Sbuffai. «Anch’io, DottorEllo.»
Silenzio.
«Hank?»
«Sì, amore?»
«Il soprannome DottorEllo mi fa sempre schifo.»
«Potrei chiamarti “dolcezza” se preferisci?»
Silenzio.
«Hank?»
«Sì, dimmi!»
«Chiamami pure DottorEllo.»
Scoppiai a ridere e lo attirai più vicino. «Ho intenzione di chiamarti così per il resto dei miei giorni.»
«Perfetto.»
Poi cademmo in un sonno profondo.

Quando iniziai questo romanzo non sapevo bene cosa aspettarmi, ma devo dire che ne sono rimasta piacevolmente sorpresa. Non solo ho amato moltissimo Hank e anche il “DottorEllo”, come lo chiama lui, ma ho amato anche l’ambientazione e il fatto che la vita rurale australiana sia spiegata così bene senza essere tuttavia pesante o eccessiva ai fini della storia.
Una nota di merito anche ai personaggi secondari, che sono molti, ma che arricchiscono la storia e non tolgono spazio ai protagonisti. Soprattutto Middy, il migliore amico di Hank, è una figura essenziale nel romanzo e molto importante per la crescita emotiva e personale del nostro formidabile tosatore di pecore.
Un romanzo forse “rude”, ma che racchiude anche tanta dolcezza e fragilità.

4.5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...