Pubblicato in: recensioni, self publishing

Recensione “Famiglia” – Brigham Vaughn

famiglia-vaughn-cover

Titolo: Famiglia
Autore: Brigham Vaughn
Serie: Equals #3
Genere: Contemporaneo, Gap Generazionale, Festività
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 2,99€
Link all’acquisto: Famiglia

SINOSSI

Dopo troppe vacanze trascorse da soli, Russ Bishop e Stephen Parker decidono di invitare la famiglia di Russ a passare il Natale con loro. Russ vuole cercare di ricucire il rapporto tormentato che ha con il padre e la sorella, mentre Stephen vuole sentirsi parte di una famiglia. Ma quando Addie, la sorella di Russ, porta un ospite inaspettato, la situazione già difficile diventa ancora più complicata. Quel Natale per Stephen può non essere perfetto come aveva immaginato, ma forse la felicità si può trovare proprio nelle imperfezioni.

Slanif2

Se in “Partners” avevamo avuto a che fare con la famiglia di Stephen, in “Famiglia” abbiamo a che fare con quella di Russell.
Infatti, a causa dell’abbandono della madre quando lui e la sorella Addie erano piccoli, la famiglia Bishop si è un po’ disgregata. Russ è rimasto col padre, che lavorava tutto il giorno e non era mai a casa, mentre Addie è andata a vivere con la zia super religiosa e che l’ha convinta che l’omosessualità sia qualcosa da cui fuggire e da condannare.
Questo ha comportato che i due fratelli non creassero un legame molto forte, ma Russell è deciso a metterci una pezza e a convincere sua sorella che la sua sessualità non ha niente a che fare col tipo di uomo che è.
Così, Stephen e Russ invitano la famiglia Bishop a casa loro per Natale e… Addie si porta dietro il fidanzato! Non proprio l’idea di ritrovo famigliare che aveva immaginato Russ, ma… Potrebbe essere una cosa buona? Oppure no? Riusciranno a posare il primo mattone del loro legame, sperando nella creazione di un muro solito e duraturo?
Se nel precedente c’era un’atmosfera cupa e triste, in questo c’è comunque del dolore, ma anche dei momenti spensierati e piacevoli. La famiglia Bishop non è messa male come quella di Stephen, perciò è bello vedere come tutti, a modo loro, cercano di far funzionare le cose e di accettare la presenza di Stephen nella vita di Russ. Un uomo molto più adulto di lui, di poco più giovane del signor Bishop, che pare però amare moltissimo il ragazzo.
C’è un quarto e ultimo volume della serie che non è mai stato tradotto, ma che io spero di vedere presto in Italia, perché l’ho letto in inglese e dà veramente una bella conclusione a tutto il loro percorso. Sarebbe un peccato non vederlo anche nella nostra lingua!

4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...