Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Profonde differenze” – R. J. Scott & V. L. Locey

R J Scott & V L Locey

Titolo: Profonde differenze
Autore: R. J. Scott & V. L. Locey
Serie: Harrisburg Railers #3
Genere: Contemporaneo, Sportivo
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Profonde differenze

SINOSSI

Quello che per un uomo è passione, per un altro è una bugia. Riuscirà l’amore ad aggiustare il più buio dei cuori?

Trent Hanson è un fenomeno del pattinaggio artistico adorato da milioni di fan in tutto il mondo. Ha dedicato tutta la vita allo sport che ama, anche quando lo sport – e la sua stessa famiglia – gli hanno voltato le spalle. Dal cortile della scuola alle Olimpiadi, fino al salotto dei suoi genitori, Trent ha combattuto contro i bulli e gli omofobi per essere un uomo gay dichiarato e orgoglioso di sé. Le continue lotte lo hanno lasciato stanco, solo e ombroso; deve però mettere da parte tutte le sue paure quando viene assunto per lavorare l’intera estate con la squadra di hockey degli Harrisburg Railers. Chi avrebbe mai immaginato che il destino avesse deciso di metterlo in coppia con Dieter Lehmann, dio del sesso sotto ogni aspetto e uomo che sembra avere tutto da dimostrare e a cui non importa chi ferirà pur di ottenere quello che vuole?
Dieter ha passato fin troppo tempo a languire nelle serie minori, e la dipendenza segreta dagli antidolorifici con obbligo di prescrizione significa che la sua carriera sta precipitando verso il baratro. La sua ex lo sta ricattando, ed è molto vicino a mollare tutto. Ma quando viene convocato come riserva per la corsa alla Stanley Cup, ha un assaggio di cosa significhi giocare nella NHL e capisce che un posto nei convocati dei Railers è quello che vuole più di qualsiasi altra cosa. Lo desidera più che ascoltare il suo cuore, e ancor più che prendersi cura di quel pattinatore esasperante che gli è entrato sottopelle. Quando, per ottenere ciò che vuole, supera il limite, capisce di aver smarrito la strada. Deve cambiare, ma sarà ancora in tempo per salvare la sua carriera e per imparare ad amare di nuovo?

Lady Marmelade2

E siamo arrivati velocemente al libro numero tre di questa appassionante serie incentrata sullo sport!
Se nei primi due capitoli abbiamo avuto a che fare con possenti giocatori di Hockey, i loro allenatori e addetti stampa, ora è giunto il momento di buttare un po’ di lustrini sul ghiaccio e far entrare in scena tutto l’opposto: il favoloso pattinatore artistico Trent!
Trent è un ex pattinatore artistico, giovane, pieno di talento, ma alquanto sfortunato: sembra sempre arrivare secondo nelle grandi occasioni, tipo farsi sfuggire l’oro olimpico, sogno di qualsiasi sportivo. Aggiungete poi un ex manager, nonché patrigno, che ti soffia tutti i soldi per giocarseli d’azzardo, e il quadro è completo… Ha ventidue anni, potrebbe gareggiare ancora, ma è senza un soldo, e il pattinaggio artistico è uno sport mooolto costoso.
Trent deve anche prendersi cura della madre e della nonna – la tifosissima dei Flyers Lola!-, pagare il loro mutuo sulla casa, e il mutuo sul palazzetto del ghiaccio che ha comprato per creare un posto sicuro a tutti i bambini della comunità LGBTQ che hanno bisogno di un luogo sicuro per allenarsi.
Trent si nasconde dietro una maschera da star capricciosa, velenosa, acida, i lustrini e il trucco sugli occhi, ma ha il cuore d’oro. Trent non ha mai nascosto la sua omosessualità nell’ambiente, è stato oggetto di critiche e battute cattive da parte dei commentatori TV e penalizzato nei giudizi sulle sue performance, ma non si è mai dato per vinto. È orgoglioso di quello che ha costruito e non permetterà a nessuno di distruggerlo.
Ha un disperato bisogno di soldi ed ecco che la fortuna sta per girare sotto forma di un reality con lui come protagonista che da lezioni a un gruppo di giocatori di hockey: la sua nemesi!
I ricordi di quando veniva strapazzato da ragazzino a scuola da questi energumeni è doloroso, ma il bisogno di soldi ha la meglio e forse c’è anche un bonus inaspettato da raccogliere da questa esperienza:

Cosa speravo di imparare da quell’esperienza? Non ne avevo la più pallida idea. Sul serio, cosa potevano insegnarmi quei babbuini sui pattini? Per Trent Hanson l’importante erano i soldi. Sapevo, comunque, che c’erano un milione di tristi misteri negli splendidi occhi di Dieter Lehmann e, in fondo al cuore, ero una piccola creatura curiosa.

Trent non sa che la squadra dei Railers è diversa da tutte le altre; lui non segue l’hockey, quindi non può sapere che in squadra ci sono parecchi ragazzi con cui potrebbe avere molto in comune…
Ten e Jared sono usciti allo scoperto, supportati da tutta la squadra, prima o poi anche Layton e Adler lo faranno, anche perché i due ultimamente non sono molto attenti a scambiarsi effusioni in palestra- altra sorpresa per Trent e Dieter:

Cercai di non guardare l’uomo in fondo, ma qualcosa in lui continuava a costringermi a sbirciarlo. C’erano tristezza e invidia nei suoi occhi quando i nostri sguardi si incontrarono durante la mia presentazione a Tennant Rowe, l’uomo coraggioso che aveva rivelato la relazione con il suo allenatore, Jared Madsen.

Tra tutti i giocatori lo sguardo di Trent finisce sul nuovo acquisto dei Railers, Dieter Lehman, alla caccia della conferma dell’ingaggio, ma alle prese con parecchi problemi personali, tra cui una ricattatrice e un piccolo problemino di dipendenza da antidolorifici.
È facile per uno sportivo ad alti livelli cadere nella trappola da abuso da antidolorifici; se non avete mai fatto sport ad alti livelli non avete idea del male che possono fare i traumi, gli infortuni e i muscoli alla fine di un allenamento. Ho praticato molto sport quando ero ragazza e ne porto ancora i benefici ma anche le conseguenze. Dieter mi ha fatto molta tenerezza, non è un bullo, non nasconde di avere un interesse anche per il suo stesso sesso, anzi:

Era più facile ammettere le esperienze sessuali che di aver bisogno delle pillole per mantenermi sano di mente. Nessuno avrebbe mai dovuto saperlo.

Dieter è davvero messo male, ma l’attrazione che prova nei confronti di Trent è sincera: non vuole prenderlo in giro, vorrebbe davvero fidarsi e aprirsi con lui, ma ha paura. La sua dipendenza lo porta quasi a essere bipolare, nel senso che in lui c’è una vocina che lo spinge a pensare male di tutti i suoi compagni di squadra, soprattutto della stella nascente Ten. Dieter pensa che Ten abbia avuto tutte le fortune, tutte le prote aperte perché proviene da una famiglia di giocatori di hockey professionisti, portarsi a letto poi l’allenatore è stato la ciliegina sulla torta.
Dieter ha davvero bisogno di aiuto, ma deve uscirne con le sue forze dal tunnel della dipendenza; certo il bonus di rimanere nella vita di Trent è un grande stimolo.
I due ragazzi hanno molto in comune; Dieter non ha idea di cosa ha passato nella sua vita il giovane pattinatore, ma lo scorge, fin dal primo momento in cui posa gli occhi si di lui:

Trent con il suo atteggiamento, il suo sorriso, gli occhi scuri e il trucco…Era in assoluto il mio opposto ed era l’unica cosa a cui riuscivo a pensare. Era più basso di me di quindici centimetri buoni, era colore e vita laddove io ero jeans e felpa dei Railers con cappuccio, lui era il sorriso e io il cipiglio…. Ci stava sorridendo e le telecamere lo seguivano. Qualcun altro nella stanza aveva notato che il sorriso non gli raggiungeva gli occhi?

Un romanzo davvero ben calibrato, un mix di commedia romantica e leggero dramma; le coppie precedenti che tornano a darci qualche notizia su loro, che ci traghetta verso il prossimo protagonista della serie, quello sempre attento che tutti mangino equilibrato per capirci – lo sapevo che anche lui era gay!, e con l’aggiunta di una piccola donna filippina che rimette Trent sempre in riga: Lola sei una forza della natura!
Sarai anche un metro e cinquanta scarso ma quei ragazzoni li hai conquistati con la tua divisa arancione della concorrenza! Chi non ti vorrebbe come nonna è un pazzo!
Un romanzo che si basa sulle differenze di stazza fisica, carattere, personalità e background, che scompaiono quando l’amore si mette di mezzo.
Non sarà facile appianare le differenze, ma il bello dell’essere umano sta proprio nelle differenze che ogni individuo porta in sé.

4


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...