Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Il desiderio di un soldato” – N. R. Walker

N R Walker

Titolo: Il desiderio di un soldato
Autore: N. R. Walker
Serie: The Christmas Angel #5
Genere: Storico, Festività, Militare
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Il desiderio di un soldato

SINOSSI

L’anno è il 1969…
Gary Fairchild è orgoglioso di essere uno studente universitario hippie, e protesta contro la Guerra del Vietnam perché crede nell’amore e nella pace. Per lui non si tratta soltanto di un movimento controculturale: per lui è uno stile di vita. Quando vengono messi in vendita i biglietti per “l’Aquarium Exposition, 3 giorni di Pace & Musica”, meglio conosciuto come Woodstock, vuole andarci assolutamente.
Richard Ronsman è un ragazzo di campagna fuori dal mondo che vive nell’ombra del padre autoritario. Ha nascosto il suo segreto più oscuro per guadagnarsi l’amore dell’uomo, ma nulla è mai abbastanza, neanche offrirsi volontario per la Guerra del Vietnam. E pochi giorni prima della sua partenza, viene invitato da un hippie seducente a unirsi a lui per andare a un festival di musica.
Tre giorni di musica, droghe, pioggia, fango e amore forgiano, tra questi due uomini molto diversi, un legame che influenzerà il resto delle loro vite. Condividono sogni e paure, e quando Richard viene mandato in guerra, si scambiano lettere e amore. Per il suo primo Natale a casa, a Richard viene regalata una decorazione speciale a forma di angelo che potrebbe fare avverare il desiderio di un soldato.

Slanif2

È il 1969 quando Gary Fairchild è in viaggio con i suoi amici, diretti a Woodstock per il famosissimo concerto hippie ormai entrato nella storia. Il tragitto è lungo, ma i suoi compagni di viaggio hanno fame, così decidono di fermarsi in una tavola calda in mezzo al nulla e di mangiare qualcosa.
Sono lì a parlare e a finire di consumare il loro pasto, quando Gary scorge seduto da solo a un tavolo, con i capelli tagliati cortissimi e una sacca militare ai piedi, un giovane ragazzo dallo sguardo tormentato e malinconico.
Spinto non sa bene nemmeno lui da cosa, si avvicina a quel ragazzo – che scopre chiamarsi Richard Ronsman, soldato in partenza per il Vietnam, dove imperversa una guerra sanguinosa e terrorizzante – e cominciano a parlare, finendo poi per invitarlo a unirsi al suo gruppo in quei tre giorni di dissolutezza prima di dover volare a New York per prendere poi un volo per Los Angeles e da lì uno per il Vietnam.
All’inizio Richard non è convinto, ma i pensieri che lo affliggono lo stanno uccidendo, e ha paura di non tornare vivo da quell’inferno, così alla fine accetta e sale in macchina con il gruppo di hippie, concedendosi non solo tre giorni di musica, alcool e droghe, ma anche la possibilità di scavare in quella parte di sé che da sempre cerca di tenere nascosta.
Tuttavia, i tre giorni passano in fretta, e i due ragazzi devono salutarsi. Ma è davvero un addio? Quello che sentono è troppo grande per chiuderla così velocemente, quindi che fare?
Tra una corrispondenza epistolare e momenti difficili, i due ragazzi coltiveranno il loro amore e progetteranno il loro futuro. Almeno fino a quando la guerra non si metterà in mezzo scombinando tutti i piani e gettandoli nel terrore più assoluto…

Ho tanta voglia di vederti. Voglio sentire le tue braccia attorno a me, e voglio sentire il battito del tuo cuore quando mi stringi contro il tuo petto. Ma più di tutto, voglio sentirmi al sicuro. E il posto più sicuro in cui sono stato è accanto a te.

Non vi svelo altro della trama de “Il desiderio di un soldato”, perché è davvero una storia che si dipana in circa otto anni e va assaporata pagina dopo pagina.
Gary e Richard sono due degni personaggi di N. R. Walker: forti ma teneri, capaci di grandi dolcezza e fragilità, ma anche di una straordinaria forza d’animo. Due ragazzi in grado di provare forti sentimenti, di amare intensamente, e di rincorrere con le unghie e con i denti i sogni che piano piano diventano sempre più importanti.
Anche la storia è molto bella, con scene più tese che aumentano l’aspettativa e altre ricche di dolcezza e quotidianità.
Al contrario dei volumi che l’hanno preceduta, questa storia non ha la presenza dell’Angelo di Natale sin dall’inizio, già in possesso di uno dei due protagonisti. L’Angelo arriva successivamente, e anche se ci sono alcune caratteristiche comuni con gli altri libri, qui la sua presenza è più marginale. Mi è dispiaciuto non respirarne la magia che ha caratterizzato soprattutto i primi due volumi (“L’Angelo di Natale” di Eli Easton e “L’Angelo di Summerfield” di Kim Fielding), ma che comunque avevo già trovato carente in “L’Angelo del prestigiatore” di Jordan L. Hawks.
Una cosa che mi ha convinta poco è il finale, gli ultimi due capitoli, dove mi sembra ci fosse un “troppo” circa le vicende, e dove avrei preferito leggere altro, magari in un futuro in cui quella promessa di Natale potesse avverarsi.
Nel complesso, comunque, una storia piacevolissima, molto dolce, e parecchio più lunga e corposa delle altre. Consigliato!

4.5


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...