Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, self publishing

Recensione in anteprima “Single” – R. J. Scott

Titolo: Single
Autore: R. J. Scott
Serie: Papà Single #1
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Single

SINOSSI

Ancora abbattuto per l’abbandono da parte dell’uomo che credeva di amare, cosa farà Ash quando si trova da solo con la figlioletta appena nata?

Determinato a costruirsi una famiglia e a concludere il percorso di gravidanza surrogata che aveva cominciato insieme al suo ex, quando Ash porta a casa la neonata Mia si ripromette di diventare il miglior papà del mondo. Niente può distoglierlo dal suo dovere autoimposto, nemmeno l’improvviso e vivo interesse che sembra nutrire verso il nuovo vicino. Tra la sfida di resistere all’attrazione sempre più forte che lo trascina verso Sean e vecchie e dolorose dispute familiari, Ash dovrà imparare che l’amore è l’unica cosa che davvero conta.
Quando il medico del pronto soccorso Sean si trasferisce insieme ai suoi amici nella villetta accanto a quella di Ash, giovane padre single e molto sexy, l’amore lo investe con una forza tale da lasciarlo senza fiato. Insieme i due uomini trascorrono momenti impregnati di sensualità, ma Ash è chiaro fin dall’inizio: nel suo cuore non c’è spazio per nessuno tranne la figlia. Allora perché Sean sembra essere l’unico che riesce a vedere quanto in realtà l’uomo sia spaventato, e come farà a dimostrargli che il suo unico desiderio è che loro tre diventino una famiglia?

Lady Marmelade2

Quasi a sorpresa sbarca in Italia, a pochi giorni dal Rare, il Romance Author & Reader Avent, che si terrà a Roma la prossima settimana, questa nuovissima serie di R. J. Scott che sarà presente all’evento.
La serie in lingua ha già all’attivo due volumi, da noi spero che arrivi presto il secondo perché la serie ha tutte le carte in regola per entrare nel cuore dei lettori italiani.
Tutta la serie ha per protagonisti dei papà single; in questo primo volume i protagonisti sono Asher, il papà single di turno, alle prese con una bimba di pochissimi mesi, tanto voluta e desiderata, e un affascinante medico specializzato in pronto soccorso, Sean, disposto a tutto per conquistare il giovane papà, nonché vicino di casa!
Sean si è trasferito da poco accanto ad Asher, i due ancora non si sono presentati e, complice una sbornia da paura di uno dei suoi due coinquilini, quella rimediata dal vigile del fuoco Eric, i due non partono proprio con il piede giusto.
Eric ha le sue ragioni per essersi ridotto in quello stato e la sua figuraccia con Ash alla fine sarà l’occasione per una svolta nella vita di tutti.
Ash è allo stremo delle forze: è solo ad occuparsi della piccola Mia, essendo stato abbandonato dal fidanzato. Ogni tanto la sorella gemella viene in suo soccorso, ma è totalmente impreparato davanti ai bisogni un una neonata:

“I libri non dicono quanto possano essere orribili.”
“Nessun libro ti prepara alla vita reale,” cercai di rassicurarlo. “Le cose possono cambiare in un batter d’occhio.”

La presenza di questi vicini di casa, effettivamente un po’ rumorosi, ma sempre pronti ad aiutare il prossimo, perché oltre al medico e al vigile del fuoco c’è anche il taciturno poliziotto Leo e la dolcissima quattro zampe Cap, sembrano davvero la soluzione ideale per dare una mano al neo papà!
All’inizio sarà dura abbattere le difese che Asher ha costruito intorno a sé, ma Sean non ha intenzione di desistere: quel dolcissimo uomo solitario, sempre stanco, sulla perenne soglia di una crisi di panico davanti ai bisogni della sua Mia, gli ha rubato il cuore.
Anche Ash è attratto dal bel dottore, ma crede che mettere i suoi bisogni fisici prima di quelli di Mia sia inappropriato al momento.
Ho adorato la pazienza di Sean: il suo mettersi in disparte e aspettare i tempi di Ash è stata la cosa più dolce che ho letto negli ultimi tempi. Ash ha ragione quando definisce pericoloso Sean, ma ormai è fatta:

Non che non avesse un del fisico, ma era genuino, c’era della sostanza in lui, e proprio per questo rappresentava un pericolo per il mio cuore… All’inizio ero confuso, ma poi lui si mise comodo sul cuscino, mi posò un bacio sulla testa e mi abbracciò più forte.
Fu in quel momento che il muro protettivo che avevo costruito intorno al mio cuore cominciò a sgretolarsi e io seppi che se ne sarebbe impossessato. Quell’uomo era pericoloso.

La storia, come avrete capito dalle citazioni, è narrata in prima persona dai due protagonisti ma anche Eric e Leo sono ben delineati: Eric è grande e grosso, un Vin Diesel con i capelli, come lo definisce Ash al primo incontro, ma ha un cuore d’oro e spesso non viene capito, mentre Leo ha un passato tormentato alle spalle con conflitti non ancora risolti con la sua famiglia molto cattolica…
I tre sono amici da quando erano ragazzini e il loro modo di interagire è davvero toccante, quasi fossero dei fratelli che si sono scelti. Il lavoro che fanno è stancante, logorante, a volte li porta allo stremo delle forze, ma loro non potrebbero fare null’altro. A volte non è facile tornare a casa e parlare di cosa hanno visto, di cosa hanno dovuto affrontare, delle vite che hanno perso, di quelle che hanno salvato:

Era stata una notte all’insegna del dolore: alcuni erano sopravvissuti, altri erano morti. Sarebbe successo ancora, e ancora noi avremmo affrontato quello che la vita ci metteva davanti senza risparmiarci. E poi? Poi non ci restava altro da fare che stare seduti con in mano una birra che non avremmo bevuto, a brindare a coloro che avevamo perso e a coloro che speravamo sarebbero sopravvissuti. Sì, saremmo rimasti lì fino a che uno di noi non avrebbe spezzato di nuovo il silenzio.

Ora quella piccola creatura di pochi mesi che abita alla porta accanto sembra aver riportato nella loro vita la speranza di trovare ognuno il proprio posto nel mondo; Ash e Mia avevano bisogno di aiuto e Sean, Eric e Leo di vedere che per tutti c’è un lieto fine:

La compassione che trapelava dalla sua voce fu quasi la mia rovina e l’emozione mi chiuse la gola, mentre ricambiavo il suo sguardo sincero. Non stava correndo via a gambe levate e non ci respingeva terrorizzato all’idea di ciò che avremmo potuto raccontargli. Invece, capiva che avevamo bisogno di vedere la vita sbocciare, ed era un dono prezioso, sia per Eric che per me.

Inutile dirvi che non vedo l’ora di leggere il libro su Eric, già in questo primo libro si capisce con chi andrà a finire il colosso, ma soprattutto voglio conoscere la storia di Leo…

4


La copia ARC è stata fornita dall’Autrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...