Pubblicato in: Recensioni, triskell edizioni

Recensione “Toccata & Fuga” – Abigail Roux

Titolo: Toccata & Fuga
Autore: Abigail Roux
Serie: Armi & Bagagli #7
Genere: Poliziesco, Contemporaneo, Suspence
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 6,49€
Link all’acquisto: Toccata & Fuga

SINOSSI

Dopo che le loro facce sono comparse su tutti i notiziari a causa di un’indagine ad alto profilo, gli Agenti Speciali dell’FBI Ty Grady e Zane Garrett sono diventati più utili al Bureau come modelli per servizi fotografici piuttosto che come agenti sotto copertura. Proprio quando Zane sta cominciando a considerare l’idea di ritirarsi, Ty riceve una richiesta d’aiuto da parte di un amico, che li porta in una città colma di echi del loro passato.
New Orleans indossa la propria storia sulle sue strade ed è il luogo in cui Ty teme di finire ucciso. Circondati da problemi fin dall’atterraggio, i due agenti si devono confrontare con un passato che Ty non può più nascondere, uno che ha una sorprendente connessione con Zane.
Mentre i pericoli li raggiungono da ogni direzione, entrambi gli uomini dovranno venire a patti con le realtà del loro passato e le bugie che hanno raccontato. Scopriranno presto che non tutti i segreti sono ancora venuti allo scoperto e che niente dura per sempre.

Evelyne2

«Una volta mi hai detto… che io ero la tua bussola. Che ti indicavo la direzione quando ti sentivi perso,» disse Ty, con voce strozzata. Alzò lo sguardo su di lui e la poca luce della stanza si riflesse nei suoi occhi come su un liquido. «Beh, tu eri la mia ancora. Eri qualcosa di solido a cui aggrapparmi. Volevo che te lo ricordasse.»

Tra tutti i volumi della serie “Armi & Bagagli”, questo è sicuramente quello che mi ha messa più in difficoltà per scriverne la recensione. Se negli altri ho sofferto insieme a Ty e Zane, in questo è stato impossibile non farlo. Ho interrotto più volte la lettura, per poi riiniziare da capo e arrivare fino alla fine. Se nei volumi precedenti ho avuto una leggera propensione per Zane… in questo libro ho odiato con tutta me stessa Ty. Nonostante io sia riuscita a sentirmi in sintonia anche con lui in alcuni momenti, con poche parole il suo personaggio mi ha portata a difendere Zane. Mi ha stupito molto come l’autrice sia stata brava a suscitarmi tali emozioni. È raro che io riesca a sentirmi così presa e toccata da una storia, eppure in questo caso è stato davvero difficile arrivare alla fine.
Nella prima parte della storia, il lavoro viene accantonato a causa della loro comparsa su numerosi notiziari, portandoli così a dover affrontare conferenze e diventare “uomini immagine” del Bureau.  Quando Ty riceve una richiesta d’aiuto da parte di un suo amico, entrambi partono per New Orleans. Ad aspettarli però, non ci sono solo i suoi commilitoni, ma tutti i problemi che l’ex- marine ha lasciato dietro di sé anni prima. Costretto ad affrontare un passato che avrebbe voluto tenere lontano il più possibile, Ty si apre davvero con Zane, per la prima volta da quando si sono incontrati.

«Un altro aspetto di Ty Grady.» Erano ormai uno di fronte all’altro, in un silenzio pesante e teso. «Mi chiedo quanti altri ce ne siano che ancora non conosco,» mormorò finalmente Zane, come se stesse parlando con se stesso.

Occuparsi di vecchi nemici da entrambe le parti non è affatto semplice quando non si è più in sintonia come una volta. Quello che è stato detto non può più essere nascosto e per Zane e Ty è arrivato il momento di venire a patti con la realtà, bella o brutta che sia.
Devo ammettere che mi ha molto colpita l’andamento della storia, non me lo sarei mai aspettato. Sentivo che c’era qualcosa di non detto tra i due e che molto probabilmente sarebbe stato Ty a fare qualche danno, ma mai avrei pensato ad una cosa del genere e di tale importanza.

Ty gli premette le dita contro la schiena, stringendolo e sé. Avvicinò le labbra al suo orecchio e sussurrò: «Mi dispiace tanto.»
Sotto le sue mani, i muscoli di Zane si irrigidirono. «Ti avrei scelto sopra ogni altra cosa,» sibilò. Poi si tirò indietro, si liberò dalla sua stretta, gli afferrò la maglia con entrambe le mani e lo attirò a sé. Ty si sentì sollevare da terra e si ritrovarono naso a naso. «Il mio lavoro, la mia famiglia, mia moglie. Avrei dato la vita per te! Ma tu no! Tu non mi hai potuto dare neppure la verità!»

La presenza della sua squadra e di un nuovo personaggio, lo aiutano nelle sue indagini, ma sono anche la ragione che lo costringe ad essere sincero con Zane. Questo forse è stato l’aspetto che più di tutti non mi è piaciuto del suo comportamento. Se non fosse stato costretto da cause esterne a rivelare la verità, l’avrebbe mai fatto? Me lo sono chiesto più volte durante la lettura e sono arrivata alla conclusione che no, non l’avrebbe mai fatto.
Vedere Zane così ferito e nonostante ciò pronto a tutto pur di salvare la vita a Ty, ha reso ai miei occhi ancor più realistico e umano il suo personaggio. La sua forza e la determinazione di seguire le proprie idee nonostante il dolore, lo rendono eccezionale.
Ty, malgrado tutto, rimane un personaggio caratterizzato alla perfezione. Il suo legame con i compagni e il suo amore per Zane sono ben evidenti, anche se il suo mancato pentimento mi ha reso più difficile accettare il tutto.

4.5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...