Pubblicato in: Recensioni, Recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Borrowing Blue” – Lucy Lennox

Titolo: Borrowing Blue
Autore: Lucy Lennox
Serie: Made Marian #1
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: Borrowing Blue

SINOSSI

Blue: Quando il mio ex entra nel bar del resort con il suo nuovo marito sottobraccio, voglio solo provargli che me ne sono fatto una ragione e che ho già voltato pagina. Grazie a Dio, lo sconosciuto sexy seduto accanto a me è più che disposto a condividere un paio di baci in nome della vendetta. Il tutto diventa persino più interessante quando quei baci roventi portano a una notte di ardente passione. L’unico problema? A quanto pare il fratello dello sconosciuto sposerà mia sorella questo fine settimana.

Tristan: Ho una sola regola: nessuna avventura con gli ospiti del resort della mia azienda vinicola. Ovviamente l’unica eccezione che faccio si rivela essere il fratello della futura moglie di mio fratello. Ora siamo costretti a frequentarci per un’intera settimana di preparativi nuziali, e non c’è modo di spegnere la passione che brucia tra di noi. Quindi ok, facciamo un patto: una settimana. Una settimana per goderci uno il corpo dell’altro e non pensarci più. Una volta che la sposa e lo sposo diranno il loro sì e noi diventeremo parenti, tra noi sarà tutto finito. Giusto?

Evelyne2

Le sopracciglia di Tristan si aggrottarono in apparente interesse. «Di solito cosa stimola la tua vena creativa?»
Seppi cosa rispondere all’istante ma erano anni che non pronunciavo ad alta voce quelle parole. Perché non dirlo a questo tipo? Era uno sconosciuto in un bar, per l’amor di Dio. «Scolpire,» dissi. Una parola. Una parola che avrebbe potuto essere ‘cuore’.

Oggi vi parlo di “Borrowing Blue”, primo volume della serie “Made Marian” di Lucy Lennox edito Triskell Edizioni.
L’autrice ci presenta una storia molto dolce ed emozionante. Ricca di personaggi davvero interessanti e di momenti divertenti, oltre che mooolto eccitanti.
Un incontro casuale dà vita ad una relazione che mai si sarebbero aspettati.
Blue è un designer alla ricerca di se stesso. Ancora toccato dalla separazione con Jeremy, si lascia andare ad una serata in compagnia di uno conosciuto, che sembra essere molto a suo agio in quel luogo. Tristan è il proprietario del resort che ospiterà il matrimonio di suo fratello. Quando incontra un giovane uomo che tenta in ogni modo di sfogare la propria frustrazione su un boccale di birra, non può far altro che rendere il suo soggiorno migliore e godere della sua compagnia. Il loro incontro, casuale e inaspettato, li mette davanti una scelta e chissà cosa faranno i nostri protagonisti una volta scoperto che tra pochi giorni saranno molto più che semplici sconosciuti?

Dio, come avrei voluto che fosse andata diversamente per lui. Se solo si fosse diretto nella sua stanza invece di venire al bar. Ma in quel caso non lo avrei incontrato. Non sapevo se fossi abbastanza altruista da desiderarlo davvero.

Conosciamo la sorella di Blue, così solare e dolce e la sua numerosa famiglia. La loro apertura mentale è senza dubbio un aspetto che mi ha attratta. Avere dei genitori così attenti alle esigenze dei propri figli, disposti ad accettare sempre e comunque le loro scelte e supportali nel momento del bisogno… mi ha fatto sorridere il loro affiatamento, le loro battute ed il modo in cui si rapportano l’uno con l’altro.
La famiglia di Tristan, al contrario, mostra quanto possa essere diverso vivere senza la comunicazione alla base di un rapporto. Il legame tra Tristan e John, sconvolgente in alcuni momenti e irritante in altri. I suoi genitori, molto lontani da un vero rapporto con i loro figli.
La differenza tra di loro mette ancor più in risalto i diversi mondi da cui Blue e Tristan provengono e le loro scelte.

Colsi lo sguardo di Tristan mentre faceva visita al tavolo dei suoi genitori. Sorrise e ammiccò e il mio cuore fu sul punto di esplodere. Quegli occhi sfavillanti mi colpivano il petto e mi strizzavano il cuore ogni fottuta volta.

Molti personaggi secondari diventano mano a mano più importanti, fino a rappresentare un punto focale per la storia e per i protagonisti. Jude, Jamie, Wolfe, ognuno di loro si inserisce nel racconto e dona un tocco di originalità alla storia. Anche personaggi come Jeremy, Keller, John e la madre di Tristan, a modo loro, la caratterizzano; anche se alcuni non sono proprio riuscita a farmeli stare simpatici. Solitamente, tento in tutti i modi possibili di comprendere gli atteggiamenti dei personaggi, che siano positivi o negativi, ma John in special modo non sono riuscita a comprenderlo. Se poi aggiungiamo anche il personaggio di Sheila al quadro generale… meglio passare oltre. Il loro comportamento non sono riuscita a digerirlo, l’ho trovato senza morale e irrispettoso. Senza contare che ho odiato Sheila sin dalla prima volta in cui Tristan l’ha nominata.
Le scene di sesso sono fluide ed eccitanti, sono un tutt’uno con la storia e non rendono mai forzato il distacco tra i momenti che i protagonisti trascorrono in solitaria e quelli in cui le loro famiglie si riuniscono per festeggiare. Nonostante siano davvero molte le scene, la naturalezza con cui i protagonisti le vivono dà un aspetto più rilassato e simpatico all’intera storia.
Un inizio appassionante e molto dolce per una serie che sono sicura ci riserverà grandi soddisfazioni.

4


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...