Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “The Next Competitor” – Keira Andrews

Titolo: The Next Competitor
Autore: Keira Andrews
Genere: Contemporaneo, Sportivo
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 5,99€
Link all’acquisto: The Next Competitor

SINOSSI

Come farà Alex a concentrarsi sulle Olimpiadi, se a rischio c’è il suo cuore?

Per arrivare all’oro, il pattinatore Alex Grady deve allenarsi di continuo e con maggior vigore dei suoi avversari. Riuscire a completare un salto quadruplo diventa la sua ossessione e, non avendo filtri tra cervello e bocca, Alex non ha molti amici. Per non parlare di un fidanzato. Cosa importa se è ancora vergine a vent’anni? Le Olimpiadi si tengono solo ogni quattro anni, tutto il resto può aspettare. Le storie d’amore sono sempre troppo complicate e non ha tempo per pensarci.
Il che rende ancora più ridicolo l’interesse che Alex prova per il suo nuovo, noioso compagno di allenamenti, Matt Savelli. Il calmo, razionale “Capitan Cartone” è simpatico, ma, anche se Alex avesse tempo da perdere con l’amore, non è comunque il suo tipo. Eppure, sotto le spoglie da bravo da ragazzo di Matt si nasconde un uomo appassionato e sexy che risveglia in Alex un desiderio che non aveva mai provato prima e che non riesce a rinnegare…

Slanif2

Alexander “Alex” Grady è un giovane vent’enne che ha un solo obbiettivo nella vita: vincere l’oro olimpico nel pattinaggio artistico maschile. Tutta la sua esistenza è stata incentrata su quello, e si allena senza sosta e con assoluta disciplina ogni singolo giorno dell’anno. È così concentrato sul suo obbiettivo – in particolar modo sul riuscire a eseguire un Sal quadruplo perfetto, cosa che al momento sembra dargli più di un grattacapo – da aver relegato come “inutili” altri aspetti della vita come l’amicizia e, soprattutto, l’amore. Non ne ha il tempo, a malapena riesce a respirare, perciò come dovrebbe fare a portare avanti una relazione con un uomo?
Oltretutto che non riesce a spiegarsi perché Matthew “Matt” Savarelli (Capitan Cartone, come lo chiama lui), sia così attraente e gli scateni quei sentimenti di attrazione inspiegabili. Matt è in assoluto l’essere più scialbo e pacato che Alex abbia mai conosciuto, ed è convinto che anche solo una conversazione più lunga di “Buongiorno e buonasera” con lui, possano farlo cadere in catalessi…
Ma basterà una notte, l’emblematica scalinata di Rocky Balboa e una conversazione sulle loro famiglie per far capire ad Alex che forse, Matt, non è così noioso come sembra.
Tuttavia, c’è davvero speranza di avere un qualche tipo di relazione? Alex non si vergogna di essere gay e non lo nasconde, ma Matt non sembra dello stesso avviso. E vogliamo parlare di tutti gli impegni che hanno? Alex vuole arrivare a vincere l’oro alle Olimpiadi. Non ha tempo per frivolezze come l’amore! Poi, come può uno come Matt, così bello e a quanto pare intrigante e intelligente, avere voglia di stare con lui, famoso per la sua boccaccia e le sue risposte da vero stronzo? Sulla carta sembrano davvero la coppia peggio assortita della storia, perciò serviranno tanto impegno e tanta voglia di stare insieme per riuscire a far funzionare le cose.
Riusciranno a farcela e a superare il caratteraccio di Alex e la paura di Matt di fare coming out, così come tutti gli impegni che la loro vita da atleti professionisti comporta?
Quando ho letto che sarebbe uscito un nuovo romanzo di Keira Andrews, non ho avuto dubbi sul volerlo leggere assolutamente. Oltre al fatto che quest’autrice è sempre una garanzia, mi affascinava il tema del pattinaggio sul ghiaccio, cosa di cui non avevo mai letto prima. Finalmente una cosa nuova! E per fortuna non trattata in maniera sommaria, ma approfondita e filo cardine di tutto il romanzo. Se vogliamo esagerare, il pattinaggio è un po’ il “terzo incomodo” della coppia, anche se entrambi sono profondamente innamorati di questo sport. Solo che lo vivono in maniera completamente diversa.
Matt, con il suo animo calmo e bonario, ama pattinare e prima di tutto vuole divertirsi. Sogna in grande, certo, ma il pattinaggio non è tutto nella vita.
Cosa che Alex non riesce proprio a comprendere. Per lui, infatti, il pattinaggio è la vita. È così tanto assorbito dal suo sogno che sono anni che non si ricorda di vivere veramente. Metteteci anche che ha un carattere tutt’altro che alla mano, e la cosa non vi sembrerà così impossibile.
Se infatti Matt è circondato da amici, solare, sempre disponibile a una chiacchiera e incredibilmente alla mano; Alex è il suo esatto opposto. Completamente incapace nelle relazioni umane, il suo istinto di dire sempre quello che pensa gli ha rovinato più di un’amicizia. Non è facile avere a che fare con lui, perché a volte sembra davvero un arrogante stronzo pieno di sé, ma in realtà nasconde dietro questo atteggiamento solo tanta insicurezza di non piacere per quello che è. Non è particolarmente bello, né particolarmene alto, né particolarmente simpatico. È in tutto e per tutto nella media. Ha solo il pattinaggio, che lo fa emergere e lo fa sentire sicuro. Perciò, tolto quello, cosa gli rimane? Come può una qualsiasi persona avere voglia di parlare o stare con lui se non riguarda il pattinaggio?
È a questo interrogativo che risponderemo man mano che la lettura avanzerà, con una crescita personale di Alex che scorre lenta e che forse è stata un po’ troppo “col botto” sul finale, ma che comunque ho apprezzato.
In generale si vede che questo romanzo è uno dei più vecchi della Andrews, perché manca un po’ di quella poesia che amo e mi aspetto sempre dai suoi romanzi, ma nell’insieme è davvero un romanzo ben scritto, piacevolissimo e assolutamente godibile. Una lettura per i più romantici, in quanto Alex e Matt sono davvero adorabili insieme. Ma anche per quelli che amano i romanzi sportivi, perché come già detto, il pattinaggio non è un qualcosa relegato allo sfondo, ma una presenza ben presente e salda nel percorso personale e di coppia di questi due giovani uomini.

4


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...