Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, self publishing

Recensione in anteprima “Rainbow Place” – Jay Northcote

Titolo: Rainbow Place
Autore: Jay Northcote
Serie: Rainbow Place #1
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Self Publisher
Prezzo: 2,99€
Link all’acquisto: Rainbow Place

SINOSSI

Riuscirà Jason a trovare il coraggio di cui ha bisogno per essere l’uomo che Seb merita?

Quando Seb Radcliffe si trasferisce in una cittadina della Cornovaglia, si sente come un pesce fuor d’acqua. Gli mancano i luoghi di ritrovo gay e il senso di comunità di cui godeva quando viveva in città, quindi decide di aprire un caffè-bar LGBT.
Jason Dunn è il costruttore che Seb ingaggia per aiutarlo a rinnovare il locale che ospiterà il caffè. Anche Jason è gay, ma, al contrario di Seb, non è ancora uscito allo scoperto. Non ha mai avuto una relazione con un altro uomo, concedendosi solo qualche incontro occasionale con ragazzi pronti a essere discreti.
L’attrazione tra i due è istantanea e impossibile da ignorare. Ma mentre Seb è gay dichiarato e orgoglioso di esserlo, Jason è terrorizzato dall’essere scoperto. Con l’avvicinarsi della grande apertura del Rainbow Place, la tensione cresce, a causa di alcune persone del posto che si oppongono ai piani di Seb. Quando le cose si inaspriscono, Jason è costretto a scegliere se nascondersi nell’ombra e deludere Seb, oppure sostenere apertamente l’uomo di cui si è innamorato così tanto.
Anche se questo libro è parte di una serie, ha un soddisfacente lieto fine e può essere letto come indipendente.

Slanif2

Seb Radcliff, trentaseienne londinese, dopo una vita vissuta in una grande città, decide che è arrivato il momento di dare una svolta alla sua vita. Così si licenzia dal suo lavoro di manager in un ristorante, si lascia alle spalle l’ex fidanzato con cui si ha interrotto da poco la relazione durata un anno e si trasferisce in Cornovaglia, precisamente a Porthladock, dove è deciso ad aprire un bar-caffè.
Il progetto all’inizio è piuttosto semplice, e dopo aver trovato un locale in affitto, riesce anche a farsi approvare i piani della ristrutturazione; ma è lamentandosi una sera con le sue due uniche amiche del posto, Penny e Trude (una coppia lesbica che vive vicino a lui) – in cui enfatizza il fatto che in città non ci sia nessun posto per le persone omosessuali dove ritrovarsi –, che l’idea di un locale LGBTQ+, aperto ovviamente anche a tutti i simpatizzanti etero, prende forma sempre di più, facendo venire alla luce il Rainbow Place.
Per realizzare questo suo sogno, Seb assolda il costruttore Jason Dunn.
Trentatreenne, una ex moglie (Anna) e una figlia (Zoe) di dodici anni, Jason ha vissuto nel cosiddetto “armadio” tutta la vita. Si è sempre nascosto, e solo Anna è a conoscenza della verità, dopo che l’ovvia mancanza di passione nella loro coppia li ha portati a separarsi. I due, infatti, vanno molto più d’accordo adesso di quando erano sposati, e Anna è a tutti gli effetti la migliore amica di Jason. È lei, infatti, a spingere Jason a dichiararsi e a fare coming out, ma l’uomo non ci pensa proprio! Ha troppa paura di come possano reagire gli altri, e comunque è contento dei suoi incontri occasionali e della sua vita solitaria, già piena di lavoro e dei tre giorni a settimana in cui Zoe è da lui. Che senso avrebbe fare coming out?
Comincia ad averne quando incontra Seb. Tra i due è subito attrazione, ma Seb è rimasto ferito dal suo ex (che l’ha lasciato per un uomo più giovane, riempiendolo di insicurezze) ed è un gay dichiarato; mentre Jason è talmente chiuso nel suo armadio che ha quasi del tutto perso la via d’uscita.
Riusciranno due uomini che vivono in maniera così diversa la loro vita, a trovare un punto d’incontro? E come la prenderà il piccolo paese costiero quando si verrà a sapere i piani di Seb per il bar-caffè?

Le speranze potevano cambiare, proprio come le persone. Jason sentiva di essere cambiato, come il mare attirato dalla luna. Seb gli faceva volere cose diverse, mostrandogli uno spiraglio di un futuro che non si era mai concesso di considerare prima di allora.

Rainbow Place” è il primo romanzo dell’omonima serie e ci fa scoprire come nasce il locale che – suppongo – farà da sfondo alle successive storie. Già dalla fine di questo volume si intravede la prossima coppia, che mi ha incuriosita e di cui spero di leggere presto!
Detto ciò, Seb e Jason ci regalano una storia piacevole, con qualche smottamento ma niente di particolarmente tragico, lasciano però un paio di cose in sospeso che spero di veder risolte nei prossimi libri, perché l’insicurezza di Seb e il coming out di Jason con la famiglia sono due temi importanti e a mio avviso non sono stati approfonditi come avrebbero meritato.
In generale il romanzo è molto piacevole, ideale per un paio d’ore di relax, ma secondo me manca un po’ di verve, se così si può dire. Non so neanche bene cosa, ma c’è qualcosa che non ha fatto scattare la scintilla della passione verso Seb e Jason, lasciandomi comunque con un fuocherello scoppiettante molto piacevole.
Spero che i prossimi volumi della serie diano nuova forza a quella fiamma e che abbiano quel qualcosa in più che qui è mancato.

3.5


La copia ARC è stata fornita dall’Autore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...