Pubblicato in: hope edizioni, recensioni, recensioni in anteprima

Recensione in anteprima “Una pesca Miracolosa” – Kate Canterbary

Titolo: Una pesca Miracolosa
Autore: Kate Canterbary
Serie: Talbott’s Cove #1
Genere: Contemporaneo, GAP Generazionale
Casa Editrice: Hope Edizioni
Prezzo: 3,99€
Link all’acquisto: Una pesca Miracolosa

SINOSSI

“Concediti una vacanza”, mi avevano detto. “Allontanati dalla Silicon Valley, assetata di potere e che ti pugnala alle spalle. Ricarica le batterie. Rilassati e, poi, torna più forte di prima”.
Invece, mi sono perso in mare e mi sono innamorato di un pescatore di aragoste asociale.
C’è soltanto un piccolo problema: Owen Bartlett non sa chi sono davvero.
~~
Non mi piacciono le persone.
Evito le conversazioni, cerco di non socializzare e caccio i miei partner dal letto prima che sorga il sole. Niente legami, niente promesse, niente problemi.
Almeno fino a quando la barca di Cole McClish non va alla deriva a Talbott’s Cove e io infrango tutte le mie regole per quel sexy marinaio.
Non conosco la storia di Cole né da che cosa stia fuggendo, ma una cosa è certa: non gli permetterò di fuggire da me.

Slanif2

Cole McClish è un trentenne di bell’aspetto, con un cervello da genio e un portafoglio bello pieno. Tuttavia, questo non gli ha impedito di essere sbattuto fuori dall’azienda tecnologica che lui stesso ha creato e che l’ha reso il miliardario che è, a causa del suo caratteraccio e della sua irascibilità, unita a qualche progetto andato in fumo a causa della mancanza d’ispirazione che l’ha colto nell’ultimo periodo. I nuovi Amministratori Delegati hanno rilasciato un comunicato alla stampa dicendo che Cole si è preso un “Anno Sabbatico”, ma in realtà il giovane è stato praticamente declassato e visto che non ha la più pallida idea di qual è ormai il suo ruolo nell’azienda, ha deciso di andarsene, di salire su una barca e partire.
Peccato che, suddetta barca, decida di rompersi nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico, portandolo alla deriva fino alle coste di Talbott’s Cove, una riserva naturale nei pressi del Maine.
Owen Bartlett è un solitario quarantenne senza nessun interesse a costruirsi una famiglia. Ama essere un pescatore di aragoste, e se per questo deve rinunciare alla parte romantica della sua vita, lo farà senza piangersi troppo addosso. La vita che compie è solitaria, dura, spesso ostica e difficile, pertanto non ha molto tempo per crogiolarsi nella tristezza della sua vita da single. Certo, in cuor suo è in realtà un uomo dolce e affettuoso, che tende sempre a preoccuparsi più del dovuto del prossimo, e che vorrebbe tanto qualcuno a casa ad aspettarlo; ma è anche un uomo realista e sa che quella sua fantasia è tutt’altro che praticabile.
Si accontenta della sua vita così com’è e tira avanti al meglio. Almeno fino a quando delle luci in lontananza non lo costringono a salire sulla sua nave da pesca e a fare la conoscenza con quello che pare a tutti gli effetti uno sprovveduto attraente messo piuttosto male a causa di uno squarcio sanguinante in testa: Cole.
Cosa potranno mai avere in comune due uomini così diversi? Non solo per età, ma anche e soprattutto per stile di vita. Non che l’ultimo fatto si trasformi in un problema dato che Cole non dice tutta la verità a Owen, tacendogli la sua fama e moltissime parti della sua vita. Alla fine, la piccola casa di Owen è solo un porto sicuro dove fare mente locale e capire come agire, giusto? Cole ha otto settimane per scoprirlo, e Owen pensa di essersi solo guadagnato un aiuto e un bel corpo da guardare per un breve lasso di tempo. Ma sarà davvero così?
Cole e Owen sono profondamente diversi. Hanno stili di vita differenti, obbiettivi opposti e, in sostanza, apparentemente niente in comune. Tuttavia, una volta che Cole è a Talbott’s Cove, libero di essere semplicemente se stesso, le carte in tavola cambiano e i due – costretti a lavorare a stretto contatto ogni giorno – si riscopriranno più simili, e con desideri uguali, più di quanto avrebbero mai potuto immaginare…

Uno dei suoi più grandi poteri era lo stoicismo. Poteva ascoltare le mie parole più sacre e private e rispondere con un semplice sospiro impaziente. Un battito di ciglia. Tuttavia, io lo conoscevo e sapevo che c’era molto di più. Voleva essere amato tanto quanto me, e voleva che continuassi a insistere. Le sue mura potevano essere alte, ma io non avevo paura di arrampicarmi.

Ed è proprio sullo scandire delle loro giornate a caccia di aragoste e dello scoprirsi l’un l’altro che il libro procede, abbracciando tutto il periodo estivo.
Cole e Owen hanno due caratteri decisi, molto diversi, ma sono anche estremamente dolci e romantici una volta messi insieme. Questo aspetto è stato molto piacevole, perché è sempre bello immaginarsi due uomini grandi e grossi lasciarsi andare a qualche tenerezza, tuttavia ho riscontrato che alcuni tratti caratteriali enfatizzati sia nella sinossi che nei primi capitoli dall’autrice, non siano stati evidenziati quanto avrebbero dovuto. L’irascibilità di Cole mi è parsa poco sviluppata rispetto alla fama iniziale a cui accennava l’autrice e che l’ha portato a essere sbattuto addirittura fuori dalla sua stessa azienda; e anche Owen, definito schivo e solitario, in realtà mi è parso più aperto e disponibile di quanto avessi preventivato. Ho avuto la sensazioni che fossero semplicemente due uomini desiderosi di innamorarsi, con ovviamente caratteri diversi, ma nessuna esagerazione in un senso o in un altro che potesse spingerli a scontrarsi.
Nell’insieme, comunque, l’ho trovato un libro piacevole, con i titoli dei capitoli utili a capire un po’ di più il mondo del mare, di cui io, ad esempio, sono poco ferrata. Lo stile è semplice, forse in alcuni passaggi un po’ troppo, penalizzando (a mio gusto) l’analisi dell’interiorità dei protagonisti a beneficio di altre scene, spesso più sexy e calde.
In conclusione, è un romanzo piacevolissimo, godibile e “fresco”, che fa pensare a un po’ di dolce calore in questo inverno così gelido.

3.5


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...