Pubblicato in: recensioni, recensioni in anteprima, triskell edizioni

Recensione in anteprima “Stormhaven” – Jordan L. Hawk

Titolo: Stormhaven
Autore: Jordan L. Hawk
Serie: Whyborne & Griffin #3
Genere: Horror, Fantasy
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Prezzo: 4,99€
Link all’acquisto: Stormhaven

SINOSSI

Gli eventi misteriosi non sono una novità per il solitario studioso Percival Endicott Whyborne, ma trovare uno dei suoi colleghi che urla per strada chiedendo aiuto è piuttosto insolito. Allan Tambling afferma di non ricordare cosa gli sia successo nelle ore precedenti, ma qualcuno ha assassinato suo zio e Allan è coperto di sangue.
L’amante di Whyborne, l’affascinante ex-Pinkerton e detective Griffin Flaherty, acconsente a dimostrare l’innocenza di Allan. Ma quando il giovane viene dichiarato pazzo e rinchiuso nel manicomio di Stormhaven, Griffin è costretto a rivivere gli orribili ricordi della sua reclusione in un istituto psichiatrico.
Insieme alla loro amica Christine, i due uomini si addentrano sempre più a fondo in un’oscura ragnatela di cospirazioni, magie e omicidi. Il loro unico indizio è un artefatto scomparso che ritrae un dio sconosciuto. Chi l’ha rubato, e perché Allan non ricorda cosa sia successo? E qual è la verità dietro ai terribili esperimenti condotti all’inquietante terzo piano di Stormhaven?
Ci vorranno tutti gli incantesimi di Whyborne e tutta la temerarietà di Griffin per fermare gli assassini e salvare Allan. Prima, però, dovranno sopravvivere a una sfida ancora più grande: una visita della famiglia di Griffin.

Lady Marmelade2

Questa serie mi sta davvero piacendo molto, sta diventando sempre più entusiasmante libro dopo libro, sia per l’ambientazione davvero particolare, al tempo stesso lontana e vicina a noi, sia per le avventure che capitano ai nostri due detective dell’occulto!
Pardon: tre detective dell’occulto, visto che la mia adorata Dottoressa Christine Putnam è sempre parte integrante della storia! Non c’è niente da fare, la stimo proprio! Uno dei rari casi in cui in un m/m riesco a identificarmi con un personaggio femminile al 100%:

…Christine. Camminava con le braccia lungo i fianchi invece che tenendo a braccetto uno di noi, come ci si aspettava che facesse normalmente una donna in compagnia di due uomini. Ma nessuno di noi si poteva definire davvero normale.

Quando leggo un m/m in genere mi identifico senza problemi con uno dei personaggi maschili della coppa, in questa serie è davvero difficile per me sceglierne uno: li adoro entrambi, ma credo che stavolta il personaggio con cui mi identifico di più è proprio Christine! È come se fossi io a imbracciare il suo fedele fucile e rispondere a tono a chi insiste a chiamarla Signorina e non Dottoressa! Ma che diamine!
Credo che l’autrice abbia riversato molto di suo nella creazione di questo personaggio, è troppo ben costruito per essere un mero personaggio di contorno e ora sono sicura che la bella e intraprendente archeologa sarà presente in ogni volume!
Dopo la paurosa avventura nelle miniere infestate, i nostri eroi sono tornati a casa; sembra scorrere tutto nella norma, Whyborne e Criffin stanno cementando sempre di più la loro relazione, praticamente non riescono più a stare l’uno senza l’altro.
Solo la fidata Christine è a conoscenza del rapporto che davvero li lega. Ci sono molte scene passionali in questo libro tra i due, le ho trovate tutte pertinenti e non scendono mai troppo in dettagli scabrosi; sono scene di sesso ben scritte e contestualizzate che vedono il timido Whyborne finalemente a suo agio con la parte fisica che riguarda il suo rapporto con Griffin. Che i due siano innamorati persi l’uno dell’altro, per il lettore non è di certo una novità, ma farlo entrare in zucca a Whyborne è davvero un’impresa titanica:

Gli avevo sempre affidato il mio corpo, e buona parte del mio cuore. Ma avevo sempre trattenuto qualcosa per riserva, una parte che rifiutava di pensare a un vero futuro insieme a lui. Forse perché ero ben consapevole dell’incertezza e della fragilità della vita. Avevamo rischiato di morire in più di un’occasione e, per quanto ne sapevamo, l’abitatore avrebbe potuto risalire sulla terraferma e ucciderci entro la fine della settimana. Tuttavia mentirei se dicessi che la mia reticenza non era basata su altro che le mie paure e la mia determinazione a non rimanere sorpreso quando lui mi avrebbe finalmente lasciato.

L’insicurezza che Whyborne dimostra verso al sua vita sentimentale mi colpisce sempre, me lo fa sentire molto vicino, perché pur essendo io una persona che sta bene da sola, come Christine, quando si cede il proprio cuore a qualcuno il rischio di venire feriti è sempre dietro l’angolo. Parliamoci chiaro: chi non è mai stato male per amore? Nessuno credo.
Whyborne continua anche a dilettarsi con lo studio del misterioso libro di incantesimi, tenendo allo scuro il suo innamorato della cosa. Griffin infatti non è entusiasta di questo: ha il terrore che il suo Ival cada tra le grinfie della magia nera.
Whyborne sa già controllare fuoco e aria, stavolta è il turno di impratichirsi con l’acqua.
Credo di stare cominciando a vedere uno schema ben preciso nella trama generale dell’autrice e sono pronta a scommettere che il nostro timido studioso di lingue antiche diverrà sempre più potente…
Rispetto ai volumi precedenti questo è forse un pizzico più breve, incentrato molto su Whyborne, che è sempre il narratore unico della storia in prima persona, ma punta anche il riflettore sul passato di Griffin, scoprendo ulteriori tasselli mancanti che lo renderanno ancora più prezioso e unico agli occhi di Whyborne.
Griffin ha saputo risorgere dalle sue ceneri, ha ritrovato la sua sanità mentale e lo scoprire che fin dal primo sguardo posato su Ival è stato amore amore a prima vista, è stato davvero molto romantico da leggere.
Ai detrattori dell’amore a prima vista lo ripeto ancora una volta: certo che esiste! Bisogna solo avere un gran sedere a trovarlo!

4.5


La copia ARC è stata fornita dalla Casa Editrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...