Pubblicato in: dreamspinnerpress, Recensioni, Recensioni in anteprima

Recensione in anteprima “Cuore di cowboy” – Jodi Payne & B. A. Tortuga

o-cuore-di-cowboyTitolo: Cuore di cowboy
Autore: Jodi Payne & B. A. Tortuga
Genere: Contemporaneo, Cowboy
Casa Editrice: Dreamspinnerpress
Prezzo: €6.12
Link all’acquisto: Cuore di cowboy

SINOSSI

Colby McBride è un cowboy operaio che sbarca il lunario facendo il piastrellista in Colorado. Solitario per scelta, gli piace il lavoro manuale e trova la pace campeggiando in montagna. Gordon James è il proprietario di ben due ristoranti di successo in centro a Boulder. È un uomo sofisticato dedito solo al lavoro e agli affari ed è abituato a ottenere sempre ciò che desidera.
I due sono buoni amici, ma presto Colby si rende conto di essere innamorato di Gordon e decide che è arrivato il momento di mostrargli quanto può essere incandescente la sua compagnia. Stanno ancora esplorando la loro relazione quando, in seguito al suicidio della sorella, Gordon deve assumere il ruolo di tutore legale della nipotina di cinque anni.
Colby, che viene da una famiglia numerosa, vuole dare una mano a Gordon con la bambina, anche per dimostrargli il proprio valore. Nessuno dei due è tuttavia pronto a gestire un cambiamento così improvviso nelle loro vite piene di impegni e nemmeno ad affrontare le complicazioni portate nella loro relazione dall’avere a che fare con la piccola Olivia.
Si dice che gli opposti si attraggano, ma possono due uomini così diversi lavorare insieme per unire le loro esistenze e formare una famiglia stabile, seppur inusuale?

slanifrecensioni

Colby McBride è un cowboy texano che fa il piastrellista. Un uomo semplice, genuino, a cui piace la montagna e sogna una famiglia come quella che hanno avuto i suoi genitori: con cinque o sei pargoli. È felice della sua vita, anche se i motivi che lo hanno portato lontano dai suoi parenti hanno lasciato il segno, e tuttavia sembra migliorare quando Gordon comincia a fare parte della sua quotidianità.
Gordon James è proprietario di due ristoranti, che considera alla stregua di figli, e vive per il suo lavoro. È felice della vita che ha, perché non ha mai pensato di potersi fare una famiglia, quindi si dedica ventiquattro ore su ventiquattro al Delmara e al Gaia, concedendosi avventure di una notte o, con l’arrivo di Colby, un amico con benefici.
Tutto però viene lanciato fuori dalla finestra quando Gordon riceve la telefonata di un avvocato di Boston che lo informa che sua sorella Emma si è suicidata, lasciando così la figlioletta di cinque anni, Olivia, a lui. Gordon aveva accettato di essere il suo tutore legale solo perché era convinto che non avrebbe mai dovuto ricoprire il ruolo di genitore. Cosa combinerà adesso con una bimba a cui badare? Lui non sa niente di bambini, ed è decisamente in preda al panico quando porta Olivia con sé.

Olivia gli si appoggiò contro e posò la testolina sul suo braccio. “Sai davvero fare le magie?”
“Un pochino. Tutti i cowboy sono magici.”

Per fortuna, però, c’è Colby, che avendo cinque sorelle e un mare di nipotini, coi bambini ci sa proprio fare. Oltretutto, Olivia si affeziona subito al suo “cowboy magico” e iniziano così una sorta di convivenza in cui Colby lo aiuta giorno e notte con Liv, si mettono d’accordo per chi la deve andare a prendere, su cosa mangiare per cena eccetera. In poche parole, si comportano come una vera e propria famiglia. Ma Gordy sarà pronto a un cambiamento del genere? Non solo la bambina, ma anche un uomo? E Colby riuscirà a scrollarsi di dosso la sensazione che Gordon stia con lui un po’ per piacere e un po’ per necessità circa il prendersi cura della bambina?
Olivia, per conto suo, è una bimba ben educata, allegra e con una passione sfegatata per il suo canguro di peluche Jessica. Nonostante la perdita della mamma, e nonostante ci pensi e faccia a volte delle domande, è comunque una bambina vivace che non crea nessun problema nell’adattamento nella sua nuova realtà. Forse, al posto delle autrici, avrei creato qualche momento di tensione in più, perché la bambina ha comunque cinque anni e capisce perfettamente che la sua mamma è morta. È filato tutto un po’ troppo liscio sotto questo aspetto, ma nel complesso mi è comunque piaciuto come hanno gestito il tutto.

Gordy si chinò a baciarlo con dolcezza. “Io ho… ho in mente quello che voglio. Ma tu dimmi cosa vuoi, Colby.”
“Voglio stare con te. Voglio che siamo entrambi felici. È una cosa sciocca?”
“No. È quello che voglio anche io. E non è affatto sciocco. Solo che non è semplice. O forse… è semplice, solo che non è facile. Mi fa paura pensare a tutto quello che voglio, perché non l’ho mai voluto prima d’ora. Mai.”

Ho trovato che questa storia sia davvero ben costruita e i personaggi sono rimasti fedeli al loro modo di pensare, faticando e arrancando per trovare un equilibrio, ma riuscendoci piano piano. Ho apprezzato che non ci fosse un cambiamento repentino tra Colby e Gordon, perché non sarebbe stato credibile.
Ho apprezzato soprattutto Colby e il suo buon cuore, mentre Gordon ho faticato in alcuni passaggi a capirlo e a non arrabbiarmi. Riflettendoci a mente fredda, però, comprendo che per l’uomo ci siano un mucchio di novità non previste nella sua vita, e che l’adattamento non è semplice né immediato. Per fortuna poi riesce a capire e a rimediare ai suoi momenti di tentennamento iniziale.
Nel complesso l’ho trovato un libro molto bello, una lettura piacevole, una storia semplice ma “quotidiana” che non ha grandi drammi ma che affronta un tema delicato come quello del ricercare i compromessi in una coppia e gestire gli impegni che una vita lavorativa e familiare insieme rendono opprimenti. Il filo cardine del libro è il concetto di “famiglia”, che può non essere tradizionale, magari capitata per caso tra capo e collo (per Gordy), o un dono del cielo (per Colby), o dopo un evento doloroso (per Liv), ma comunque una famiglia a tutti gli effetti.
Per concludere, consiglio assolutamente la lettura di questo libro, perché l’ho trovato davvero molto bello, con personaggi a cui ci si affeziona e una storia dolce e tenera che non potrà che rubarvi il cuore.

DANONPERDERE

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...