Pubblicato in: dreamspinnerpress, Recensioni

Recensione “I cowboy non cavalcano unicorni” – Tara Lain

41twwfiacylTitolo: I cowboy non cavalcano unicorni
Autore: Tara Lain
Serie: I cowboy non… #2
Editore: Dreamispinnerpress
Prezzo: €5,95
Genere: Contemporaneo MM
Link all’acquisto: I cowboy non cavalcano unicorni

SINOSSI

Il cowboy Danny Boone nasconde un passato travagliato e sogna un modesto futuro. Porta un nome che ha inventato dopo una notte di bevute, e di cui si pente da allora, e ha alle spalle una breve e luminosa carriera nel circuito del rodeo professionistico, terminata quasi con la sua morte dopo che il padre omofobo ha scoperto che è gay. Ora Danny sogna un pezzo di terra su cui costruire un ranch e un po’ di soldi per recuperare l’istruzione che ha dovuto trascurare. Nell’intimo nasconde il desiderio di trovare un bel ragazzo dall’aspetto effeminato con un carattere dominante: una combinazione più rara di un unicorno.
Nel ranch in cui lavora arriva un giorno da San Francisco un arredatore d’interni, Laurie Belmont, un uomo così bello da lasciare senza fiato persino i cavalli e tanto coraggioso da arrivare quasi a uccidere per proteggere Danny da un’aggressione. Laurie sta cercando il modo di sfuggire al controllo di una madre autoritaria, un padre debole e un fidanzato ricco e privilegiato. Ma nonostante l’innegabile attrazione fra il ragazzo di città e il cowboy, i loro mondi si trovano in galassie diverse, e tutti sanno che i cowboy non cavalcano unicorni.

recensionefra

I cowboy non cavalcano unicorni” è il secondo libro della serie “I cowboy non…” firmato dalla penna di Tara Lain. Ammetto che il primo mi era piaciuto molto, qui potete trovare la mia recensione, e la cosa mi aveva lasciato una bella sensazione dal momento che non sempre i libri di questa autrice mi appassionano. Sarà stato per l’originalità della storia, o forse per il fatto che amo i cowboy, fattostà che il primo libro mi aveva davvero appassionata.
Cosa dire del secondo? È una bella storia, partiamo da qui. Forse non originale come la prima ma godibile e appassionante. Danny Boone è un cavalcatore di tori per diletto, anche se lo è stato a livello professionale per diversi anni, prima che il padre violento e omofobo non lo ripudiasse e lo cacciasse di casa.
Da quel momento, per Danny le cose  non sono andate alla grande, almeno fino a quando non è stato accolto nel ranch di Rand e Kai. Lì, Danny, ha trovato una nuova famiglia che lo ha curato e gli ha dato una casa a cui tornare. Ovviamente la sua passione per il rodeo non è scemata e Danny approfitta di qualche occasione qua e la per tirare su qualche soldo extra.
È un tipo solitario, non ama particolarmente legarsi a qualcuno e conduce la sua vita tranquilla e priva di grandi scossoni… almeno fino a quando non incontra Laurie. Ed ecco la prima osservazione che mi sento di fare. Ho trovato che il personaggio di Laurie fosse fin troppo simile a Shaz, il protagonista de “Il cavaliere di Ocean Avenue”, altra famosissima storia della Lain. La fisionomia, le movenze, il carattere… anche il modo di parlare lo accomunano in tutto e per tutto al suo alter ego. E, in questo senso, la coppia Danny/Laurie assomiglia molto a quella Billy/Shaz. Questo aspetto, però, alla fine non infastidisce più di tanto, anche e soprattutto grazie allo stile coinvolgente dell’autrice e alla continua tensione sessuale che si respira dalla prima all’ultima pagina.
Da quando Laurie, un bellissimo uomo di città, e Danny si incontrano infatti, la storia si delinea davanti ai nostri occhi in modo regolare: sembra un amore impossibile che accomuna due uomini così diversi da rendere impossibile lo stare insieme. Sarà davvero così?
Certo, il mondo di Laurie fa a cazzotti con quello di Danny… ma non sottovalutiamo l’enorme potere dell’amore.
La prima parte del libro si sviluppa in modo più lento e approfondito, mentre la seconda corre un po’ troppo veloce. Un pizzico di delusione, lasciatemelo dire, per le scene hot da cui invece mi aspettavo tanto (visto la continua tensione che si respira) e che al contrario ho trovato troppo automatiche e con poco sentimento.
Ho assolutamente preferito il primo libro della serie al secondo, ma “I cowboy non cavalcano unicorni” è comunque un libro piacevole da leggere soprattutto per chi ama il genere e ha voglia di passare qualche ora in compagnia di un cowboy rude e sexy e un magnifico unicorno delicato ma che nasconde un carattere davvero… autoritario!

PIACEVOLE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...