Pubblicato in: dreamspinner press, recensioni

Recensione “Scambio di ruoli” – K.C. Wells

512cph5jrblTitolo: Scambio di ruoli
Autore: K.C. Wells
Editore: Quixote Translation per Amazon Self Publishing
Genere: Romance MM a tinte BDSM
Prezzo: €0,99
Link all’acquisto: Scambio di ruoli

SINOSSI:

Per il trentesimo compleanno di Jay, Brenden, il suo migliore amico etero, lo porta in un gay bar. Grande idea, tranne per il fatto che è pieno di tipi che sembrano pensare che Jay sarebbe perfetto sotto di loro. C’è solo un problema: anche se Jay ha il tipico aspetto di un twink, non è affatto un passivo. E quando osserva i bellissimi uomini muscolosi all’altro capo del bar, capisce che non vale la pena perdere tempo. Riconosce un attivo, quando ne vede uno.
Dean ne ha avuto abbastanza dei ragazzi che pretendono che lui sia il loro Daddy. A peggiorare il tutto c’è il fatto che quei ragazzi sarebbero proprio il suo tipo. Dean non si fa illusioni, è consapevole del suo aspetto, ma ci deve pur essere almeno un ragazzo in quel bar che voglia essere l’attivo con lui, no?

Recensione

a cura di

Lady Marmalade

Molto coinvolgente questo racconto della Wells. Sono poche pagine, si legge in un attimo, ma queste poche pagine sono comunque ricche di sentimento e ci insegnano che le apparenze ingannano.
Siamo sinceri: a chi non è mai capitato di esprimere un giudizio affrettato su una persona basandoci solo sul suo aspetto fisico?
Viviamo in una società che basa tutto sull’apparenza, che ci impone degli standard a cui, volenti o dolenti, dovremmo uniformarci. Dal punto di vista estetico dobbiamo essere sempre tutti belli, perfetti, alti, magri, vestiti bene, ecc, e non dobbiamo invecchiare mai… E dal punto di vista del sesso? Esistono ruoli prestabiliti anche nelle relazioni sessuali? E quanto incide l’aspetto fisico in esse?
Questo è il grosso problema che affligge Jay, il protagonista della nostra storia. L’aspetto esteriore di Jay sembra attrarre solo gli uomini sbagliati! E’molto carino e dimostra meno dei suoi trent’anni; il suo fisico minuto e all’apparenza delicato non corrisponde alla sua carica erotica. Se fossi costretta usare un’etichetta per descriverlo, dire proprio che Jay rientra nella tipologia del Twink; insomma il tipico ragazzo che viene rimorchiato solo da maschi alpha attivi!
Ecco il nocciolo del problema: Jay sarà sì mingherlino, ma non è di certo un passivo! Non lo è mai stato. In tutte le sue relazioni è lui che gestisce il rapporto; ha un certo gusto per i sex toys, che ama usare col partner. Il suo carattere così dominante nel gestire le relazioni me lo fa paragonare a un classico personaggio del genere BDSM: un Dom che sa quello che vuole.
Quello che vuole è un bel ragazzone da strapazzare, e non essere lui a essere strapazzato.
La sua buona stella – il collega di lavoro Brenden, che lo convince a uscire per una birra- mette sulla sua strada un aitante capocantiere: Dean.
Anche Dean non ha molta fortuna coi ragazzi per colpa del suo aspetto: chi penserebbe mai che un bel ragazzone alto e muscoloso come lui sia in realtà un dolcissimo passivo? Che dire poi della sua scatola di giocattoli?
Anche se non originalissima, la storia ha la capacità di catturare l’attenzione del lettore, merito probabilmente del carattere autoritario di Jay, che però nasconde un’anima molto romanica alla ricerca finalmente dell’uomo giusto:

“…Non se ne parla. Ci deve essere qualcosa di più della mera attrazione fisica.» Jay bramava la sensazione di una connessione, un incontro di menti, una comunanza di interessi. Okay, non aveva ancora trovato tutto questo, ma non significava che non lo stesse cercando… Non credeva nell’amore a prima vista, nel colpo di fulmine, o in qualsiasi modo si chiamasse. Non più. Ci sei già passato, ricordi? Il suo cuore ne portava ancora i segni.”

Pur essendo Jay la parte attiva e dominante del rapporto, sarà alla fine Dean a dare un’impennata alla loro relazione. Jay era pronto a lasciar andare Dean, non credeva che anche lui cercasse una relazione seria, troppo poco il tempo che avevano trascorso insieme, e forse anche lui si era fermato alla prima impressione che aveva davanti agli occhi e per la paura di essere ferito:

«Commettiamo tutti degli errori,» disse dolcemente Dean. «Be’, io continuavo a farne,» replicò Jay. «Dopo un po’, mi dimenticavo di quanto fossi stato male, e all’improvviso ero punto e a capo. Ci si dimentica la sensazione che si prova quando qualcuno ti calpesta il cuore. Fino alla volta successiva almeno, quando si è talmente presi dal momento, che…» Deglutì.”

La Wells in genere non è un’autrice molto sadica, che vuole a tutti i costi far soffrire i suoi beniamini; anzi si vede che cerca in ogni modo di mettere sulla strada dei suoi protagonisti tutte le persone giuste in grado di aiutarli. Come sempre sarà Brenden a fare da fata madrina. A proposito di Brenden… che ci fa un etero come lui sempre in un locale gay?!
Il libro pur essendo un contemporaneo ha delle tinte BDSM, come vi dicevo prima, ma secondo me è adatto anche a chi non predilige questo genere. Le scene hot del libro non sono eccessive, sono giusto un paio, e servono a farci proprio capire la differenza di carattere e di inclinazioni di Jay e Dean.

banner4

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...