Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Il legame di Michael” – Eli Easton

51fxwr0g7plTitolo: Il legame di Michael
Autore: Eli Easton
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Contemporaneo MM
Prezzo: € 5,99
Link all’acquisto: Il legame di Michael

Il libro fa parte della serie “Sex in Seattle”, ma può essere letto anche singolarmente.

SINOSSI:

Tutti ammirano Michael Lamont perché è un infermiere, ma il suo impiego part-time come surrogato sessuale gay non suscita solo alzate di sopracciglia, gli è anche costato delle relazioni. Michael è minuto, bellissimo e si dedica a lavorare con persone che hanno bisogno di lui. Ma quello che desidera davvero è una storia d’amore tutta sua. Passa la maggior parte del tempo libero a leggere libri di fantascienza, soprattutto quelli scritti dal suo autore preferito, per cui ha una cotta da sempre, il misterioso e solitario J.C. Guise.

La vita di James Gallway sta lentamente, ma inesorabilmente, colando a picco. Ha scritto un romanzo di fantascienza di grande successo alla tenera età di diciotto anni, costretto a letto dalle complicazioni della poliomielite, ma, ormai ventottenne, non ha più ispirazione né voglia di vivere. Le vendite dei suoi libri sotto lo pseudonimo di J.C. Guise sono in calo da anni. Costretto su una sedia a rotelle, James si è isolato, convinto che nessuno possa amarlo. Quando viene obbligato a partecipare a un firmacopie e incontra Michael Lamont, non riesce a credere che un ragazzo del genere possa essere interessato a uno come lui.

Michael e James sono fatti l’uno per l’altro, ma devono lasciare da parte la testardaggine per capire che la vita trova sempre la sua strada e che by Advertise” target=”a652c_1508311084_wordpresscom_228008″> l’amore non ha limiti.

Recensione

a cura di

Francesca

Compassione, rispetto, guarigione. Sono tre concetti che nascondono al loro interno un universo di sentimenti diversi ma che possono essere racchiusi in un’unica parola… Amore. Ed è proprio di Amore che parla “Il legame di Michael”, terzo libro della serie “Sex in Seattle”, scritto dall’amatissima penna di Eli Easton.
Non avevo letto i primi due libri, lo ammetto, ma ho deciso lo stesso di iniziare “Il legame di Michael” dopo aver letto la trama. La sinossi mi ha fatto così emozionare, che ho infranto la regola e ho iniziato questa serie dalla fine invece che dall’inizio.
Michael Lamont è un ragazzo che tutti ammirano. Giovane ma maturo, dolce ma risoluto… sa perfettamente quello che vuole. Lavora come infermiere e usa tutto il suo tempo libero per seguire i suoi pazienti privati di cui proprio non può fare a meno. Nell’ultimo periodo, infatti, Michael ha intrapreso una nuova affascinante strada professionale, quella della surrogazione sessuale. Persone ferite nel corpo e nell’anima, uomini spezzati da incidenti o da disturbi che gli impediscono di vivere una vita sessuale normale… sono loro i pazienti che Michael ama di più. Perché se c’è una cosa che Michael Lamont sa fare è aiutare gli altri. Ma il nostro bellissimo infermiere è innamorato anche di qualcos’altro, oltre al suo lavoro. Michael ama leggere libri di fantascienza e, come tutti noi, ha un suo autore preferito: J.C. Guise.
James Gallway, alias J.C. Guise, è un ragazzo che ha dovuto affrontare un’infanzia difficile. Una malattia devastante e una madre troppo confusa lo hanno portato a crescere fin troppo in fretta. Ma James ha qualcosa che la malattia e la vita non gli hanno potuto togliere… la fantasia e la voglia di esprimersi usando una penna. Ed è proprio grazie a questa sua passione, che è diventata un lavoro, che James e Michael si incontrano e si conoscono.

Il loro incontro non sarà semplice. L’entusiasmo di Michael, la sua gioia di vivere e la voglia di esprimere la sua personalità cozzeranno letteralmente con il carattere chiuso di James, le sue paure irrazionali, la vergogna che lo pervade da quando è piccolo, il suo senso di inadeguatezza. E sono probabilmente proprio questi, insieme a molti altri, gli argomenti che rendono questo libro un capolavoro.

James ha un carattere danneggiato da lunghi anni di solitudine passati a compatire se stesso e ciò che gli è accaduto. Vive la sua disabilità in modo sbagliato, lasciando che sia la sua condizione a decidere per lui e non viceversa. La paura di essere guardato, giudicato e compatito, lo hanno portato a rinchiudersi in casa, fuggendo la vita come un evaso scappa dal carcere. Invece James, in quel carcere, ci si è costruito una fortezza inespugnabile. È dura, per chi è abituato a non amarsi, lasciarsi andare. Ogni carezza o gesto d’affetto è visto come un atto di compassione, pietà, compatimento. Ed è in questo scenario così complesso, in questo dedalo di strade tortuose e pericolose, che si insinua Michael.

Michael è un ragazzo solare, altruista, generoso, attento. Non potrebbe fare bene il lavoro che fa, se non avesse una personalità aperta. Ma la sua vera forza è la straordinaria capacità che ha di arrivare al cuore della gente toccando le corde giuste, muovendo i fili corretti e facendo in modo che le persone si fidino di lui. Ho trovato davvero interessante e stimolante la scelta dell’autrice di addentrarsi nel tema della surrogazione sessuale. Ma, in realtà, tutto il libro è un susseguirsi di emozioni che ti stringono il cuore. Non è stata solo la storia di James e della sua malattia a colpirmi fin nel profondo, sono stati anche i personaggi secondari e le loro malattie, la tenerezza con la quale si lasciano aiutare da Michael, la loro voglia di riscattarsi, di guarire, di ricominciare a vivere.
Tommy e la sua pelle martoriata, Lem e il suo disagio sociale (che mi ha fatto venire i brividi, tanto è ben descritto), sono solo due dei personaggi secondari che mi sono entrati nel cuore. E mi sento di fare i miei più sentiti complimenti a Eli Easton per il modo delicato, il tatto, la dolcezza con la quale si è avvicinata a situazioni così complesse.

Tornando a James e Michael, la loro sarà una relazione che nascerà in modo cauto. Il carattere di Michael e la sua intraprendenza conquisteranno l’animo ferito di James, ma lo faranno piano piano, passando per un’amicizia che profuma d’amore. Un amore che è in grado di abbattere ogni barriera, ogni muro, ogni fortezza. Le insicurezze, la rabbia e il dolore di James saranno destinate a cadere di fronte alle cure amorevoli di Michael. E sarà bellissimo veder sbocciare questo sentimento… vedere le corde spezzarsi e il cuore tornare a battere, finalmente, all’unisono con un altro.

“Il legame di Michael” è un libro meraviglioso. Una storia perfetta e toccante, intrisa di sentimenti che vanno oltre l’amore. È un libro che parla di guarigione, di altruismo, di comprensione. È una piccola perla rara, in cui le parole si modellano intorno ai cuori, costruendo legami fatti di passione, fiducia, condivisione e affetto. Legami che spezzano le barriere con la forza della solidarietà, della compassione, della vicinanza. Perciò, non posso far altro che consigliarlo a tutti coloro che amano questo tipo di storie. Quelle che vanno oltre l’amore tra due persone, che raccontano la vita vera, quella fatta anche di disagio sociale, di disabilità, di depressione. Perché l’Amore, quello vero, ha il potere di guarire tutto questo.

banner5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...