Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “La mossa del principe” – C.S. Pacat

51grjiwdtll-_sx311_bo1204203200_Titolo: La mossa del principe
Autore: C.S. Pacat
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Urban Fantasy
Prezzo: 4,49
Link all’acquisto: La mossa del principe

SECONDO VOLUME DELLA SERIE CAPTIVE PRINCE

SINOSSI

Con i loro due paesi sull’orlo di una guerra, Damen e il suo nuovo padrone, Laurent, dovranno lasciarsi alle spalle gli intrighi del palazzo e concentrarsi sulle più ampie forze del campo di battaglia mentre viaggiano verso il confine per scongiurare un complotto fatale. Costretto a nascondere la sua identità, Damen si sente sempre più attratto dal pericoloso e carismatico Laurent, ma via via che la fiducia nascente tra i due uomini si approfondisce, le scomode verità del passato minacciano di infliggere il colpo mortale al delicato legame che ha cominciato a unirli…

recensionelady

Non è uno storico, ma è come venire catapultati in un epoca in bilico tra antica Grecia e l’epoca del Re Sole.
Non è un fantasy: non aspettatevi draghi, maghi, ecc, eppure l’atmosfera che si respira ha un qualcosa di magico.
Non è un romance, ma c’è una grande attrazione, una grande passione che sta nascendo tra due grandi personalità, che potrebbe cambiare per sempre il mondo di cui fanno parte.

E allora cos’è?

È IL Libro!

I detrattori diranno che l’autrice non si è inventata nulla e invece per me è stata geniale! Ha saputo amalgamare tre generi, li ha fusi e ha dato origine a un fenomeno mondiale che sono sicura mieterà vittime anche qui in territorio italiano!
Fortunatamente la Triskell Edizioni ha scelto di pubblicare i primi tre volumi della serie a distanza molto ravvicinata, visto anche il finale di questo secondo capitolo! Immagino le corse che tutto il loro staff ha fatto per accontentare i fan della serie: grazie ragazze siete veramente fantastiche!

Da brava bambina evito di spoilerarvi la trama, ricca di intrighi, giochi di potere, tradimenti, cambi di fronte e alleanze inaspettate. Questo notevole intreccio non è mai pesante grazie a una scrittura  sì ricca, ricercata, ma talmente scorrevole che è naturale perdersi tra le sue pagine e arrivare al fatidico finale!
Sapevo ci sarebbe stato un finale da cardiopalma, ormai se ne parlava da mesi, ma non è stato così terribile come avevo immaginato: certo avrei voluto avere subito tra le mani il terzo capitolo, ma sono disposta ad aspettare per far decantare le emozioni che mi ha trasmesso questo.
Per questa serie l’autrice si è affidata alla narrazione in terza persona, che ha il grande pregio di far sembrare al lettore di essere tra le pagine del libro, almeno è questa la sensazione che ho avuto io. Certo anche stavolta è stato Damen ha trasmettermi le sensazioni più forti: è come se stessi guardando la scena con i suoi occhi, facendo si che la mia attenzione si focalizzasse sull’oggetto del suo studio, Laurent:

“Quando era avvolto nei suoi abiti severi, la sua grazia letale gli conferiva un aspetto quasi androgino. O, per essere più esatti, era difficile associarlo a un corpo fisico: avevi sempre e solo a che fare con una mente.”

Laurent è affascinante in ogni suo aspetto, fisico e mentale; non fatevi abbindolare dal suo aspetto etereo, il ragazzo è letale.
Damen mi aveva colpito con la sua fisicità da guerriero e combatte in maniera più fisica che mentale; vederlo a cavallo in mezzo alla battaglia toglie il fiato:

“La parte più difficile del comandare dal centro della mischia era proprio quella: restare in vita mentre con la mente si analizzava l’andamento della battaglia. Eppure era esaltante, come combattere con due corpi, su due livelli.”

Laurent invece mi ha intrigato con la sua personalità: un concentrato di ambiguità, seduzione, intelligenza fuori dalla norma. Una mente brillante che mi ricorda i grandi strateghi del passato:

“Tipico di Laurent riservare tutte quelle attenzioni alla sua schiena, alla stregua di un bacio posato sulla guancia arrossata dallo schiaffo con cui l’hai appena colpita…Il principe combatteva come parlava. Il pericolo consisteva nel modo in cui usava la mente: non c’era nulla in ciò che faceva che non fosse programmato in anticipo. Tuttavia, non per questo era prevedibile, perché anche lì, come in tutto il resto, si avvertiva la presenza di intenti multipli, attimi in cui movimenti attesi si trasformavano all’improvviso in altro.”

Ora che i due sono costretti a passare molto tempo insieme, a stretto contatto l’uno dell’altro, chissà se l’odio che sempre hanno provato l’uno per l’altro, nato dal desiderio dei rispettivi genitori di prevalere l’uno sul regno dell’altro, verrà sostituito dalla passione?
L’autrice è stata decisamente sadica con noi poveri lettori, ma alla fine ci ha dato uno scorcio di cosa potrebbero essere insieme questi due uomini tutti d’uno pezzo:

“Laurent aprì gli occhi, incontrando i suoi, e questa volta fu lui ad aspettare, il calore che gli colorava le guance nel silenzio che si spalancò attorno alle sue parole. L’impazienza e la tensione nel suo sguardo celavano qualcosa di eccezionalmente infantile e vulnerabile… Mi appartieni, avrebbe voluto dire, ma non poteva. Laurent non era suo e lui non avrebbe potuto averlo che una sola volta.”

 Se volete leggere qualcosa di intrigante e unico nel suo genere vi consiglio di non farvi scappare questa serie: ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE!
DANONPERDERE

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...