Pubblicato in: recensioni, triskell edizioni

Recensione “Il cuore del Texas” – R.J. Scott

51bsyrdcvnlTitolo: Il cuore del Texas
Autore: R.J. Scott
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Contemporaneo MM
Prezzo: €5.99
Link all’acquisto: Il cuore del Texas

SINOSSI

Riley Hayes, il playboy della dinastia Hayes, è un giovanotto che, almeno all’apparenza, ha tutto: soldi, un lavoro che ama e un’ampia scelta di donne bellissime. Suo padre, amministratore delegato della Hayes Oil, trasferisce il controllo della compagnia ai due figli, ma la parte di Riley porta con sé una postilla. Preoccupato dalla sua mancanza di maturità, il padre esige che Riley ‘si sposi e rimanga sposato per un anno con qualcuno che ama.
Inferocito dalla richiesta, Riley cerca un modo di svincolarsi dalla clausola imposta dal padre. Ricattare Jack Campbell affinché lo sposi ‘per amore’ sembra combaciare perfettamente con i suoi scopi. Infatti, i documenti del padre non contemplano che l’unione debba avvenire con una donna, inoltre Jack Campbell è figlio del nemico giurato di Hayes Senior. È un piano perfetto.
Riley sposa Jack, e in un lampo tutto il suo mondo si ribalta. Il giovane Hayes non poteva certo immaginare che Jack Campbell, un tranquillo e modesto mandriano, fosse una forza della natura.
Questa è una storia di morte, inganni, lotte di potere, amore e passione, che racconta la vita scalcagnata di un cowboy e il vortice esistenziale di un playboy. Ma soprattutto, come Riley scoprirà col passare dei mesi, questa è una storia sulla famiglia e su tutto ciò che rappresenta.

recensionelady

Avete mai visto la serie televisiva Dallas oppure Dynasty,quelle degli anni ’80?

Io sì, c’ero e devo dire che furono entrambe un fenomeno di costume. La più amata fu Dallas, senza ombra di dubbio, tanto che dalle mie parti molte bambine oggi portano il nome di alcune delle protagoniste femminili dell’epoca: Pamela e Sue Ellen.
Cosa c’entra una vecchia serie tv con questo libro? Tutto!
Leggendo la sinossi non ci avevo fatto caso, ma più la storia procedeva più davanti a me scorrevano le immagini del telefilm e del libro come un tutt’uno: soldi, pozzi di petrolio, tentativi di omicidio, vendette e rinascite, un odio profondo che scorre tra due famiglie ma che nessuno sembra sapere da dove sia nato. Due dinastie che si scontrano da anni, dove una ha rovinato irrimediabilmente l’altra, ma perché? Cosa si nasconde davvero dietro questo odio?
Una saga famigliare in piena regola, avvincente, con due protagonisti che mi hanno lasciato senza fiato. Due uomini tutti d’un pezzo, che alla fine non sono molto diversi l’uno dall’altro, anche se provenienti da ambienti all’opposto: Riley, il giovane e caparbio figlio cadetto della famiglia ancora al potere, gli Hayes, e Jack, il rude cowboy della famiglia caduta in disgrazia, i Campbell.
Due background veramente agli antipodi: Jack è cresciuto circondato dall’amore e affetto della madre e dei fratelli, in una splendida fattoria, facendo quello che ama davvero, allevare cavalli, mentre Riley è stato circondato dalla freddezza e spinto alla continua lotta contro il fratello maggiore per accaparrarsi un posto posto di prestigio nella società di famiglia. Solo la sorellina Eden fonte di gioia per Riley, può sembrare svampita e frivola, ma ha un cuore d’oro, è solo un po’ fragile vista la famiglia di squali dove è cresciuta.

“C’erano dei forti contrasti, ed era facile intuire come mai i Campbell riversassero tanto denaro nei cavalli, all’occorrenza. Il ranch odorava di duro lavoro ed erba tagliata, del caldo del Texas e d’indomito coraggio. Senza preavviso, un pensiero lo colpì. Come Jack. Proprio come Jack…Riley rimase a guardare mentre i due fratelli si abbracciavano, e qualcosa dentro di lui si spezzò. Jeff non lo aveva mai stretto a quel modo: per dargli sostegno, per proteggerlo, perché lo amava. Come si faceva tra fratelli.

Anche Jack ha un sorella minore per la quale farebbe tutto, anche vendere l’anima al diavolo. Un diavolo particolarmente affascinante e astuto, Riley, che arriverà a fargli una proposta quasi indecente: farsi sposare per interesse per un anno! Riuscirà a convincere Jack facendo proprio leva sull’affetto che prova verso la piccola Beth tanto bisognosa di cure…
Un matrimonio basato sull’interesse, ma che evolverà in fretta in qualcosa di più, una fonte di continue sorprese e batticuori per entrambi gli uomini; quasi uno scherzo del destino che forse riuscirà a riunire queste due famiglie divise da troppo odio covato negli ultimi vent’anni:

«Non so come altro dirlo. Non ti vedo come una pedina, o come merce. Sei una persona, mio marito, il mio amante. Non ti posseggo, non voglio possederti. Voglio impugnare il contratto prematrimoniale e stracciarlo in mille pezzi, prendere quel dannato accordo e ridurlo in cenere. Il denaro non dovrebbe determinare la tua vita, né la mia o il nostro rapporto.»… Era stato con quella semplice frase (‘Se vogliamo che duri per il resto dell’anno’) che Riley si era reso conto di essersi innamorato del suo mandriano. Indissolubilmente, completamente e per sempre. Desiderava molto più di quell’unico anno. Mentre osservava Jack che si occupava di Solo e Alex, la gentilezza con cui maneggiava quella nuova, meravigliosa vita, Riley aveva capito che cosa voleva.”

Mi sono veramente persa nelle pagine di questo libro: da una lato ero combattuta tra la voglia di sapere i motivi della faida e il timore di conoscere la verità, e dall’altro dovevo assolutamente sapere se le mie congetture erano fondate oppure no!
Un groviglio intrigante da dipanare che mi ha conquistata, scene passionali ben costruite e dosate per far capitolare Riley e fargli capire che Jack è davvero l’uomo della sua vita.
Riley è brillante, astuto, fuori dagli schemi (lui legge le cartine topografiche per terra, io facevo i compiti sdraiata sul pavimento da piccola!), Jack è come un cavallo da domare, fiero, passionale, forte e tutto d’un pezzo.

Che dire poi del vezzeggiativo che ha coniato per il suo Riley? Quel “piccolo etero” me lo ricorderò a lungo!
DANONPERDERE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...